La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’azione dei Collegi IPASVI Piemonte a sostegno del mantenimento delle competenze degli infermieri neolaureati in attesa di occupazione Grosso Michela.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’azione dei Collegi IPASVI Piemonte a sostegno del mantenimento delle competenze degli infermieri neolaureati in attesa di occupazione Grosso Michela."— Transcript della presentazione:

1 L’azione dei Collegi IPASVI Piemonte a sostegno del mantenimento delle competenze degli infermieri neolaureati in attesa di occupazione Grosso Michela Infermiera

2 INTRODUZIONE (1) Tratto dal XVI Rapporto ALMALAUREA sulla condizione occupazionale dei laureati – sintesi A. Cammelli – pag 9 – Disponibile https://www.almalaurea.it/sites/almalaurea.it/files/docs/universita/occupazione/occupazione12/cs_almalaurea_condocclaureati2014.pdf [accesed 23 febbraio 2015]

3 INTRODUZIONE (2) -Rischio perdita di professionalità -La possibilità di occupazione può aumentare con la partecipazione a stage -Nel 2012 è stato condotto da IPASVI Biella un progetto pilota svolto presso le Residenze anziani -68 neo laureati in Infermieristica -32 stage attivati -Circa 5000 ore stage -Impegnati 9600 euro

4 SCOPO DEL PROGETTO Mantenere il sapere e le competenze professionali di infermieri neolaureati iscritti al Collegio di appartenenza Proporre una risposta organica, all’interno del Coordinamento dei Collegi IPASVI del Piemonte, atta a consentire ai giovani neolaureati di sperimentare, con progetti definiti, l’esercizio professionale

5 Fasi del Progetto 1.Contestualizzare il progetto nelle aree piemontesi, definendo il numero di partecipanti e le strutture da convenzionare per il progetto 2.Definire uno schema di convenzione da adottare nei vari contesti piemontesi 3.Attivare il bando di partecipazione 4.Pianificare i percorsi di stage

6 Risultati Progetto iniziato a maggio 2014 terminato a novembre 2014 In tutti i Collegi IPASVI del Piemonte è stato attivato il progetto Partecipanti al bando: 51 Stagisti coinvolti: 29 Strutture sanitarie coinvolte: 8 Ore dedicate: 3360 Borse erogate: 29 Impegnati: euro

7 Discussione – Conclusione (1) PUNTI DI FORZA Attivare un percorso intermedio dopo la fine degli studi e l’inizio dell’attività Dare l’opportunità di costruire un’esperienza utile all’inserimento nel lavoro Rafforzare l’autonomia e responsabilità Mantenere una buona manualità nelle tecniche infermieristiche PUNTI DI DEBOLEZZA Tempi lunghi per lo svolgimento delle pratiche burocratiche interne alle aziende Lunghe attese per esami e visite idoneità al lavoro Costose coperture assicurative per R.C. e Infortuni

8 Discussione – Conclusione (2) RIFLESSIONI L’esperienza di stage viene inserita nel curriculum del professionista ma non sappiamo in che misura possa favorire l’eventuale assunzione OPPORTUNITA’ Aver attivato una iniziativa a supporto dei giovani infermieri Aver favorito la relazione tra i Collegi e gli iscritti

9 Discussione – Conclusione (3) “…. favorire la crescita culturale degli iscritti, garantire l’informazione, offrire servizi di supporto per un corretto esercizio professionale.” D.L. 13 settembre 1946 n.233 Ricostituzioni degli Ordini delle professioni sanitarie e per la disciplina dell’esercizio delle professioni stesse. Capo I degli Ordini e dei Collegi provinciali. art. 3

10 RINGRAZIAMENTI Federazione Nazionale Collegi IPASVI per il supporto economico erogato in coerenza con il regolamento dei Coordinamenti Regionali IPASVI Barbotto LauraIPASVI CUNEO Bellinceri SalvatoreIPASVI ALESSANDRIA Binelli LuigiIPASVI NOVARA-VERBANIA CUSIO OSSOLA Grosso MichelaIPASVI BIELLA Pegoraro Maria TeresaIPASVI ASTI Schirru Maria AdeleIPASVI TORINO Zella Giulio IPASVI VERCELLI


Scaricare ppt "L’azione dei Collegi IPASVI Piemonte a sostegno del mantenimento delle competenze degli infermieri neolaureati in attesa di occupazione Grosso Michela."

Presentazioni simili


Annunci Google