La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 1 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 1 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica."— Transcript della presentazione:

1 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 1 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Dalle indicazioni Nazionali FINALITÀ GENERALI Scuola, Costituzione, Europa La finalità generale della scuola è lo sviluppo armonico e integrale della persona, all’interno dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea, nella promozione della conoscenza e nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità individuali, con il coinvolgimento attivo degli studenti e delle famiglie.

2 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 2 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Costituzione italiana Assegna alla scuola la funzione pubblica per la formazione di ogni persona e la crescita civile e sociale del Paese. Assicura a tutti i cittadini l’istruzione obbligatoria di almeno dieci anni (articolo 34).

3 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 3 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Contribuisce a rimuovere “gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese” (articolo 3).

4 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 4 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè ♦ si esplica attraverso la collaborazione con la famiglia (articolo 30), nel reciproco rispetto dei diversi ruoli e ambiti educativi. ♦ L’ordinamento scolastico tutela la libertà di insegnamento (articolo 33) ed è centrato sull’autonomia funzionale delle scuole (articolo 117).

5 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 5 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè obiettivi generali obiettivi specifici le discipline di insegnamento gli orari obbligatori ♦ gli standard relativi alla qualità del servizio ♦ i sistemi di valutazione e controllo del servizio stesso. Curricolo Per garantire a tutti i cittadini pari condizioni di accesso all’istruzione ed un servizio di qualità, lo Stato stabilisce le norme generali cui devono attenersi tutte le scuole, siano esse statali o paritarie.

6 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 6 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Le scuole sono chiamate a elaborare il proprio curricolo esercitando così una parte decisiva dell’autonomia che la Repubblica attribuisce loro. Con le Indicazioni nazionali s’intendono fissare gli obiettivi generali, gli obiettivi di apprendimento e i relativi traguardi per lo sviluppo delle competenze dei bambini e ragazzi per ciascuna disciplina o campo di esperienza.

7 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 7 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Il sistema scolastico adotta come orizzonte di riferimento il quadro delle competenze-chiave per l’apprendimento permanente definite dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell’Unione europea Raccomandazione del 18 dicembre 2006 Yes! I like school

8 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 8 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè 1) comunicazione nella madrelingua; 2) comunicazione nelle lingue straniere; 3) competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia; 4) competenza digitale; 5) imparare a imparare; 6) competenze sociali e civiche; 7) spirito di iniziativa e imprenditorialità; 8) consapevolezza ed espressione culturale. Quadro delle competenze-chiave

9 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 9 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè 4) competenza digitale La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell’informazione per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa implica abilità di base nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC): l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet.

10 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 10 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè  Competenza digitale  docente/studenti/ famiglie  Il punto focale deve essere costituito dall’intreccio tra: tecnologia e didattica, tecnologia di rete e dispositivi mobili. Quali opportunità di apprendimento offrono agli studenti?

11 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 11 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Inclusione e TIC Il ruolo delle TIC nell’integrazione degli studenti diversamente abili e con difficoltà di apprendimento. TIC per superare difficoltà visive TIC per superare difficoltà auditive degli studenti TIC per superare difficoltà motorie degli studenti TIC per studenti con problemi di dislessia e disgrafia TIC per studenti con problemi di discalculia TIC per Studenti non italofoni

12 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 12 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè

13 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 13 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Scheda operativa: gli stili cognitivi tratto da: Dislessia e DSA di Stella G. e Grandi L (2010)

14 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 14 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè

15 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 15 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Alunni ADHD Alunni DOP Un modo per intervenire i-ragazzi-oppositivi-provocatori-in-classe-2.html

16 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 16 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Processi di apprendimento/insegnamento le nuove tecnologie sono lo strumento per rispondere all’esigenza del cambiamento. Ruolo 1.1. Quale ruolo giocano le TIC nei processi di apprendimento /insegnamento per realizzare … 2.apprendimenti individualizzati e apprendimenti collaborativi; 3.i principi della didattica basata su progetti interdisciplinari; progetti in rete; 4.l’utilità di preparare comunicazioni didattiche basate su TIC. (presentazioni) Strategie di uso 1.1 TIC per la ricerca e la condivisione dell’informazione 1.2 TIC come amplificatore delle capacità di comunicazione 1.3 TIC come supporto ai processi di apprendimento collaborativo 2.1. TIC come strumento di produttività individuale 3.1 TIC come amplificatore delle capacità espressive

17 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 17 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè 1.Qual è l’impatto delle TIC sulla propria disciplina e sulla sua didattica; 2.come possono essere utilizzati gli strumenti informatici per facilitare e migliorare lo studio della disciplina; 3.come individuare, scegliere e usare il software didattico disponibile e quali risorse di rete sono rilevanti per l’apprendimento della disciplina. 1.1 Ricercare e descrivere i cambiamenti indotti nella propria disciplina dall’uso delle TIC con particolare riferimento ai contenuti e ai modi di insegnamento. Analizzare buone pratiche. 2.1 Uso di strumenti informatici (WP, fogli elettronici, DBMS, editori grafici ecc) nella didattica della propria disciplina 3.1 Software didattico SD (Scelta, uso, sviluppo) Siti web rilevanti 3.2. Ricercare i principali siti web di interesse. Usare i motori di ricerca e i tesauri più adatti in relazione all’ambito disciplinare. Tecnologia e didattica - Discipline

18 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 18 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Tecnologia e rete Ambienti di apprendimento e apprendere in rete 1. Ambiente di apprendimento e le metodologie utilizzabili per il suo sviluppo. 2. Il valore aggiunto delle reti telematiche alla didattica; 3. l’utilità di partecipare attivamente a una comunità di pratica e di apprendimento; 4.le principali caratteristiche della comunicazione a distanza e come applicarle ai processi di apprendimento. 5.Didattica in rete 1.1 Definire i requisiti di un ambiente di apprendimento e la sua struttura. Elaborare un progetto di ambiente di apprendimento a scuola. 2.1 Accesso all’informazione utile per lo studio 3.1 Condivisione di informazioni e conoscenze 4.1 Comunicazione 4.2 Collaborazio-ne educativa per progetti tematici integrati con curricolo. 5.1 Distanza sincrona e asincrona

19 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 19 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Approfondimenti Il nuovo Portale Erickson “Nuove tecnologie per l’apprendimento” didattico/4748-tutti-i-programmi-di-ivana- sacchi-in-chiavetta.html

20 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 20 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè I tre modi di usare la multimedialità Esistono tre grandi categorie di uso didattico di sistemi multimediali. Il primo uso il più immediato, consiste nello scegliere un sistema multimediale già pronto e adatto. Il secondo uso prevede la costruzione di applicazioni multimediali personalizzate sui bisogni dell’allievo. Il terzo uso è il più complesso, ma forse il più promettente di tutti, e ci porta nel bel mezzo del costruttivismo e dell’apprendimento cooperativo. (La costruzione di un software ipertestuale o multimediale)

21 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 21 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Il 4° modo di usare la multimedialità Didattica per i nativi digitali: teorie, contenuti, uso consapevole e sicuro della rete, gestione dei contenuti multimediali online(ebook) 1- Presentazione dei nuovi strumenti per insegnare: tablet e LIM (sincronizzano le categorie spazio-temporali collegando l’aula al resto del mondo) 2- Ambienti di apprendimento: chat, social network, piattaforme open source per creare comunità docenti e apprendimento collaborativo. 3- Didattica di programmazione coding per permettere agli alunni di diventare programmatori digitali usando il pensiero computazionale. 4- Simulazione di esperienze di coding su piattaforme dedicate: scratch, code.org, programmailfuturo.it

22 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 22 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè

23 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 23 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Una esperienza positiva Il valore dell’attività di laboratorio, in cui l’esperienza concreta viene interpretata come contesto in cui agire stimola l’elaborazione di un pensiero e la costruzione di un processo di generalizzazione e astrazione che concorre al successo formativo: si tratta della didattica del fare

24 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 24 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè La didattica del fare Non solo per raggiungere un risultato pratico (qualitativo o quantitativo) ma come lo strumento più adatto che mette in moto un processo cognitivo che trascende l’evento.

25 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 25 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Una esperienza positiva L’impiego delle risorse digitali si inserisce naturalmente in questa visione laboratoriale della scuola, conferendo spazi e strumenti, offrendo nuove opportunità in tutti i campi disciplinari. Quindi non più aule per ogni singola classe e laboratori separati per ogni disciplina ma solo ambienti attrezzati, aule laboratorio specifiche per ogni materia.

26 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 26 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Tutte le aule vengono attrezzate con lavagne interattive multimediali (LIM), hanno la disponibilità di connessione wifi e sono dotate di un numero di dispositivi mobili (tablet o netbook) per i lavori di gruppo.

27 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 27 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Gli studenti in base all’orario ruotano nelle classi- laboratorio per seguire le lezioni specifiche, mentre i docenti rimangono nelle aule del loro dipartimento,condividendo luoghi, strumenti, e materiali favorendo cosi il consolidamento della comunità di apprendimento flessibile ed adattabile ad ogni metodologia (dalla lezione frontale al lavoro di gruppo); (alla personalizzazione dei percorsi didattici sia con attività in presenza sia con attività predisposte su apposite piattaforme on line.

28 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 28 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè E’ uno strumento che non ha valore per sé stesso ma per gli obiettivi che permette di raggiungere. (Itis “Majiorana” di Grugliasco).

29 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 29 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè 1. Gestione della classe e rapporti con l’amministrazione Gestione della classe e TIC Archivi studenti Diari di bordo condivisi Utilizzare le TIC per la gestione dei registri di classe, la pianificazione del lavoro, la documentazione delle attività ecc. Utilizzare i database per archiviare profili degli studenti, lo sviluppo del loro apprendimento, ma anche per elaborare statistiche, effettuare raffronti ecc. Predisporre “diari di bordo” condivisi e disponibili in rete. 1 Gestione della scuola e TIC Come usare le TIC nella gestione scolastica? Quale contributo possono dare gli insegnanti all’innovazione della scuola utilizzando le TIC?

30 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 30 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè 2 Gestione della scuola e TIC Come usare le TIC nella gestione scolastica? Quale contributo possono dare gli insegnanti all’innovazione della scuola utilizzando le TIC? 2.Rapporti con i genitori Comunicazione con l’insieme dei genitori della classe Comunicazione in rete con singoli genitori Usare le TIC per migliorare la comunicazione con l’insieme dei genitori della classe (news elettroniche, pagine web, mailing list ecc.) Usare le TIC per comunicazioni individuali con genitori dei singoli alunni.

31 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 31 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè 3 Gestione della scuola e TIC Come usare le TIC nella gestione scolastica? Quale contributo possono dare gli insegnanti all’innovazione della scuola utilizzando le TIC? 3. Servizi della scuola Utilizzare software dedicati per gestire varie attività come la gestione della biblioteca, la elaborazione dell’orario o internet per organizzare scambi, viaggi ecc.

32 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 32 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Comunità docenti e TIC 1. Open learning Il lavoro nella Comunità di pratica degli insegnanti Modalità di lavoro nei processi di apprendimento collaborativo Individuare e usare gli strumenti tipici di interazione nella comunità (siti web, riviste, mailing list, forum, news…) Operare nell’ambito di una comunità virtuale di insegnanti per realizzare lavori di gruppo, scambi, ricerche, misurazione degli esiti ecc.

33 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 33 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Formazione in rete 1 Formazione a distanza di terza generazione 1.1 La formazione a distanza 1.2 Apprendimento collaborativo in rete 2 Gestione di corsi in rete 2.1 Comunica-zione in rete 2.2 Comunità virtuali di apprendimento 2.3 Corsi in rete 3 Progettazione di corsi in rete 3.1 Progettazione di corsi in rete 3.2 Ambiente di interazione 3.3 Sviluppo dei materiali 4 Qualità nei corsi in rete Classificare e descrivere le caratteristiche della formazione a distanza con particolare riferimento alla formazione in rete. Padroneggiare le tecniche di comunicaz in rete e usarle in processi di apprendi. collab Padroneggiare le tecniche di comunicaz. in rete e usarle in processi di apprend.collab Creare e monitorare comunità virtuali di apprendimento. Organizzare e condurre corsi in rete. Elaborare il progetto di massima di un corso in rete. Progettare l’ambiente di comunicaz. e condivisione e definire i materiali da sviluppare Valutare la qualità dei processi in rete e dell’apprendimento.

34 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 34 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè

35 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 35 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Due esempi di applicazione delle TIC alla didattica e alla formazione: l’impresa formativa simulata L’agorà CONFAO Consorzio Nazionale per la Formazione l’Aggiornamento e l’Orientamento

36 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 36 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè L’Impresa Formativa Simulata propedeutica all’alternanza scuola-lavoro E’ un’impresa simulata costituita dagli alunni che assumono i ruoli di: soci, amministratori, sindaci revisori e dipendenti e che li vede attori/protagonisti del proprio processo di apprendimento. L’IFS collabora con un’azienda reale del territorio che svolge funzioni di tutor e per la quale produce/commercializza prodotti/servizi. Tutto è simulato, ma rigorosamente attinente alle normative vigenti.

37 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 37 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè E’ una metodologia E’ un percorso metodologico per promuovere l’imprenditorialità e lo start up d’impresa con l’attuazione di una didattica basata sulla sperimentazione integrata con realtà aziendali di riferimento e delle relative competenze nell'ambito dell’alternanza scuola lavoro. L’attività IFS si svolge nel “laboratorio impresa” dove si simula in un contesto vicino a quello reale il processo di creazione e gestione dell’impresa.

38 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 38 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Un esempio di IFS: IL SIMULATORE CONFAO Ogni istituto che intende aderire alla Rete dovrà avere dei contatti preliminari con la CONFAO per la verifica della concreta possibilità di attivare proprie IFS. Il simucenter CONFAO coadiuva l’IFS nella fase di star up, di gestione, nelle attività connesse alla banca, magazzino e di mercato con i negozi virtuali per t ransazioni online business to business, business to consumer.

39 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 39 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè

40 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 40 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè AGORA’- CONFAO Ambiente di discussione e apprendimento

41 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 41 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Nella piazza virtuale sono diverse le risorse a disposizione dell’utente La piazza è concepita al tempo stesso come una banca dati e un archivio di documenti e come strumento di apprendimento e formazione a distanza La piazza è aperta al contributo dinamico delle scuole e dei singoli docenti per le loro esperienze AGORA’ – Le risorse

42 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 42 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Agorà: le sezioni Normativa di riferimento: linee guida, documenti nazionali, contributi dalle Regioni Didattica : dalla produzione CONFAO e dai contributi degli associati materiali relativi alla didattica per competenze e alle esperienze sul campo Progettazione: riferimenti e modelli per la progettazione didattica e per gli assetti organizzativi

43 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 43 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè Agorà : e-learning La piazza virtuale permette di costruire ambienti di apprendimento e aggiornamento per le scuole e per i singoli docenti La piazza virtuale è un laboratorio a disposizione degli associati per costruire una rete di risorse e di strumenti da condividere e sperimentare

44 Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 44 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica – Formatore R. Gioè SLIDE realizzate da R.Gioè, parte del materiale è tratto da: Dislessia e DSA di Stella G. e Grandi L (2010) Tuttoscuola Portale Erickson Giuseppina Manildo Itis “Majiorana” di Grugliasco CONFAO


Scaricare ppt "Istituto Datini Prato - Scuola Polo-Formazione Ambito Territoriale di PRATO e PISTOIA 1 Laboratorio 4 - Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica."

Presentazioni simili


Annunci Google