La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NPL E LA FAMILIARIZZAZIONE CON LA LETTURA FIN DALLA NASCITA Gruppo di ricerca sulle biblioteche scolastiche 18 febbraio 2008 Giorgia Golfetto Scuola di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NPL E LA FAMILIARIZZAZIONE CON LA LETTURA FIN DALLA NASCITA Gruppo di ricerca sulle biblioteche scolastiche 18 febbraio 2008 Giorgia Golfetto Scuola di."— Transcript della presentazione:

1 NPL E LA FAMILIARIZZAZIONE CON LA LETTURA FIN DALLA NASCITA Gruppo di ricerca sulle biblioteche scolastiche 18 febbraio 2008 Giorgia Golfetto Scuola di Dottorato in Scienze Pedagogiche, dell'Educazione e della Formazione

2 NPL – Il progetto Nazionale Senza fini di lucro Obiettivo: promuovere la lettura ad alta voce nei bambini dai 6 mesi ai 6 anni AIB ACP Centro per la Salute del Bambino

3 NPL - Storia Nati per Leggere si ispira a:  Born to Read (USA)‏  Reach Out and Read (USA)‏  Bookstart (UK)‏ 2000 (febbraio): nasce ufficialmente NpL come alleanza tra ACP, AIB e CSB; nascono i primi progetti a Palermo, Cesena, Trieste, Torino; NpL viene presentato per la prima volta alla Fiera del Libro di Torino

4 NPL - Coordinamento Coordinamento nazionale: bibliotecari + pediatri + educatori  delibera su strategie e modalità di diffusione del progetto,  diffonde gli obiettivi del progetto. Coordinamenti regionali (es.NPL VENETO): bibliotecari + pediatri + università + professionisti in ambito di letteratura per l'infanzia Coordinamenti provinciali (es.TREVISO)‏

5 NPL – Valutazione e ricerca Rigorosa valutazione  efficacia degli interventi messi in atto nelle diverse realtà locali nell’ambito del progetto NpL,  questionario somministrato dai pediatri durante le visite di controllo a un campione di genitori prima e dopo l'intervento  La promozione della lettura ad alta voce in Italia. Valutazione dell’efficacia del progetto Nati per Leggere (Quaderni ACP, 2006, 13 [5], pp )‏ Gemellaggio e confronto con analoghe iniziative in altri paesi

6 SFERA COGNITIVA ED EMOZIONALE L'approccio precoce alla lettura ha un'influenza positiva dal punto di vista:  Emozionale (opportunità di relazione tra bambino e genitore/educatore di riferimento)‏  Cognitivo (si sviluppa meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura

7 EMOZIONI DELLA LETTURA NELLA PRIMA INFANZIA 1 Vivere la relazione con la lettura, e con l’adulto di riferimento che fa da mediatore, comporta un grande coinvolgimento di emozioni NB: genitori/educatori per la prima infanzia consapevoli che leggere con e per il bambino è un atto che procura piacere ed è fonte di forti emozioni

8 EMOZIONI DELLA LETTURA NELLA PRIMA INFANZIA 2 Intensa relazione con il genitore che legge Quotidianità della lettura ad alta voce Contatto con l’oggetto-libro come gioco Coinvolgimento e partecipazione attivi nella lettura Rilettura delle storie preferite Rispetto dei gusti e degli interessi del bambino Incontro estetico con le illustrazioni Uso della fantasia e dell’immaginazione Conoscenza di nuove parole e aumento delle conoscenze Riconoscimento nelle storie e nei personaggi (piacere dell’immedesimazione)‏ Possibilità di scelta fra molti libri Rapporto autonomo con libri e lettura

9 EMOZIONI DELLA LETTURA Approccio contemporaneo Per secoli lettura = attività cognitiva Integrazione di emozione e cognizione in un rivoluzionario modello di funzionamento mentale Hot cognition (D. Goleman, M. Nussbaum)‏ Studio delle emozioni: status di ricerca fondata dal punto di vista scientifico Maria Chiara Levorato, Le emozioni della lettura, Bologna, Il Mulino, 2000 Studi e ricerche sul piacere di leggere La lettura sensuale (Ermanno Detti)‏

10 APETTI FONDANTI DELLE EMOZIONI DELLA LETTURA VALUTAZIONE: riconoscimento del valore; innesca stati emozionali MOTIVAZIONE: “motore” che spinge all'azione COMPRENSIONE: risultato del processo di decodifica dei segni linguistici INTERPRETAZIONE: risultato del processo di proiezione dei sistemi di concezioni del mondo del lettore sul racconto

11 CIRCOLO VIRTUOSO DI EMOZIONE E COGNIZIONE Circolo virtuoso tra gli stati affettivo-emozionali ed i processi di elaborazione ed interpretazione la valutazione produce energia (= motivazione e preferenza) che viene messa al servizio del sistema di elaborazione (→ comprension) e del processo di proiezione delle concezioni del lettore sul racconto (→ interpretazione)

12 VALUTAZIONE DELL’ATTIVITÀ DI LETTURA STATI AFFETTIVO- EMOZIONALI = ENERGIA E MOTIVAZIONE COMPRENSIONE E INTERPRETAZIONE

13 PROSPETTIVA PEDAGOGICO-EDUCATIVA Leggere veicola contenuti e stimoli quando produce piacere Per lungo tempo la lettura considerata solo attività cognitiva CONDIZIONE NECESSARIA PER DIFFONDERE LA GRATUITÀ E IL PIACERE DI LEGGERE DIVENTA LA PROMOZIONE DELL’APPROCCIO EMOZIONALE ALL’ESPERIENZA DELLA LETTURA

14 EDUCARE ALLA LETTURA EMOZIONALE Promuovere la lettura sensuale Affinare la conoscenza delle emozioni Accrescere la competenza emozionale Accrescere la competenza comunicativo- relazionale Sostenere lo sviluppo dell’identità personale

15 PRINCIPI EDUCATIVI dell'educazione alla lettura emozionale MOTIVAZIONE PIACERE E INTRATTENIMENTO CONTAGIO EMOZIONALE

16 Giorgia Golfetto RUOLO E RESPONSABILITÀ DELL’ADULTO Conoscere importanza ed effetti dell’educazione alla lettura fin dalla nascita Sostenere l’educazione alla lettura fin dalla primissima infanzia (precocità)‏ Sviluppare e promuovere risorse e competenze dei contesti educativi dedicati alla prima infanzia Potenziare la rete educativa

17 UNA NUOVA PROGETTUALIT À Centralità e insostituibilità del ruolo educativo di famiglia e servizi Azioni e percorsi di educazione-formazione Educatori primissima infanzia creare e mantenere condizioni necessarie per nascita e sviluppo del piacere della lettura empowerment di potenzialità, competenze e risorse

18 RETE EDUCATIVA BENESSERE E CRESCITA ARMONICA DEL BAMBINO SERVIZI EDUCATIVI DEDICATI A FAMIGLIA E PRIMA INFANZIA FAMIGLIA: RUOLO E BISOGNI EDUCATIVI PRIVILEGIARE L’ATTIVITÀ PROGETTUALE IN RETE

19 CONCLUSIONI Ci si dedica alla lettura perché essa è piacevole Emozione = ponte tra mente e corpo Il piacere di leggere crea interazione tra intelligenza cognitiva ed emozionale Promuovere il coinvolgimento emozionale del lettore = condizione fondamentale per educare al piacere di leggere e alle emozioni della lettura

20 CONCLUSIONI Gli aspetti affettivo-emozionali della lettura sono palesemente dichiarati da chi ama tale attività LEGGERE è: emozionalmente coinvolgente piacevole scelta di intrattenimento e passatempo culturale motivato da gusti personali e da inclinazioni soggettive


Scaricare ppt "NPL E LA FAMILIARIZZAZIONE CON LA LETTURA FIN DALLA NASCITA Gruppo di ricerca sulle biblioteche scolastiche 18 febbraio 2008 Giorgia Golfetto Scuola di."

Presentazioni simili


Annunci Google