La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Parma Facoltà di Economia Parma, 13 luglio 2006 Presentazione del Laboratorio di Simulazione d’Impresa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Parma Facoltà di Economia Parma, 13 luglio 2006 Presentazione del Laboratorio di Simulazione d’Impresa."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Parma Facoltà di Economia Parma, 13 luglio 2006 Presentazione del Laboratorio di Simulazione d’Impresa

2 Indice 1. La Facoltà di Economia 2. Il Laboratorio di Simulazione d’Impresa

3 Facoltà di Economia: i numeri  Istituita nel 1955  studenti  900 matricole all’anno  88 Professori  5 Corsi di Laurea Triennali  4 Corsi di Laurea Specialistici  6 Master  10 Dottorati di Ricerca (Ph.D.)

4 L’offerta formativa  Le Lauree triennali (titolo di primo livello) Tre anni dedicati alla formazione di base e contenuti professionalizzanti  Le Lauree specialistiche (titolo di secondo livello) Due anni dedicati all’approfondimento delle competenze in specifiche aree/professioni  I Master: formazione universitaria e formazione sul lavoro  I Dottorati: (dopo la laurea specialistica) Tre anni dedicati alla formazione di ricercatori destinati alle Università, alle imprese e alle istituzioni

5 Il percorso formativo Economia Aziendale Economia e Finanza Economia MarketingMarketing Economia dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale Trade Marketing e Strategie Commerciali Sviluppo Locale, Cooperazione e Mercati Internazionali Amministrazione e Direzione Aziendale Amministrazione e Direzione Aziendale Laurea specialistica (2 anni)Laurea triennale Finanza e Risk Management Finanza e Risk Management Economia e Management Master ( un anno) Master di primo livello

6 I Master  International Business (in collaborazione con l’università di Dundee - Scozia)  Marketing Management (in collaborazione con il Sole 24 Ore)  Commercializzazione e Logistica dei Prodotti Agroalimentari  Lavoro, Welfare e Risorse Umane  Finanza per lo sviluppo  Corporate Banking

7 I Dottorati  Determinazione e Comunicazione del Valore nelle Aziende  Diritto Sindacale e del Lavoro  Economia delle Aziende e Amministrazioni Pubbliche  Economia Montana e Forestale  Economia Politica  Finanza Pubblica  Impresa e Mercato  Mercati e Intermediari Finanziari  Politica Agraria  Sociologia Economica

8 Laureati in Economia e occupazione In quanto tempo i neolaureati trovano impiego ? 1° mese Non risponde 3° mese 6° mese 26,6% 84,4% 65,3% 2,5%

9 Indice 1. La facoltà di Economia 2. Il Laboratorio di Simulazione d’Impresa

10 Il Laboratorio di Simulazione d’Impresa  E’ una metodologia didattica che simula la concreta attività di un’azienda negli aspetti che riguardano: La strategia aziendale. L’organizzazione e lo svolgimento del processo di business. Le relazioni con i clienti, i fornitori e i finanziatori. Gli adempimenti fiscali, civili e di gestione del personale.

11 Quali sono gli obiettivi del progetto?  Agevolare l’ingresso dei laureati nel mondo del lavoro riducendo la difficoltà di inserimento in impresa a causa di: Procedure operative e adempimenti formali non conosciuti. Dinamiche relazionali difficili, spesso fonte di frustrazione e di stress. Scarsa consapevolezza delle proprie reali attitudini a ruoli e mansioni.

12 Obiettivi formativi  Ingresso “soft” nel mondo del lavoro: avendo conosciuto i profili tecnico-pratici del lavoro avendo sperimentato le dinamiche relazionali tipiche degli ambienti di lavoro aziendali.  Obiettivi formativi: Acquisizione di esperienza pratica. Sviluppo di competenze trasversali. Acquisizione di cultura aziendale. Assunzione di responsabilità. Autonomia Lavoro di gruppo. Creatività

13 Collocazione nei percorsi formativi della Facoltà  Partecipanti: 30 studenti del secondo e del terzo anno dei corsi di laurea triennali della classe 17 (Indirizzo economico-aziendale).  Non è prevista l’attribuzione di un voto, ma di un giudizio, parametrato all’impegno dedicato alla gestione attiva dell’impresa.  La partecipazione consente l’acquisizione di 4 crediti didattici.  La scelta dei partecipanti avviene in base al merito, quantificato in termini di crediti didattici maturati e di media aritmetica dei voti.

14 Articolazione operativa del progetto  Attività previste: (2 incontri a settimana, durata 3 ore, per 4 mesi) Simulazione di colloqui di lavoro per i partecipanti Adempimenti per la costituzione dell’Impresa Simulata Gestione dell’Impresa (50 ore di Laboratorio) Partecipazione alla Fiera delle Imprese Simulate (2 giorni) Seminari di sociologia del lavoro e analisi delle dinamiche relazionali (16 ore) Redazione del Bilancio e presentazione dei risultati

15  Opera con altre imprese simulate appartenenti alla rete nazionale del Programma Simulimpresa e al network mondiale Europen.  E’ organizzata in Dipartimenti e svolge le ordinarie operazioni di gestione attraverso l’opera dei propri dipendenti (partecipanti al progetto).  Svolge la propria attività in un’Aula Laboratorio dotata di computer, linea telefonica, fax, per riprodurre fedelmente l’ambiente di lavoro. L’impresa virtuale …

16 Le Risorse del Laboratorio  Coordinatore del progetto - Professor Eugenio Pavarani - progettazione, attivazione e sviluppo dell’attività formativa.  Impresa “madrina” – Studio Garulli Insurance Broker s.r.l. – agevolazione del processo di simulazione attraverso la replica di alcuni profili dell’attività.  Amministratore Delegato - Professor Daniele Gualdi – direzione dell’attività dell’impresa virtuale.  Specialista in Psicosociologia delle Organizzazioni - Dottor Giorgio Tavani - presidio delle dinamiche interpersonali a livello sia individuale, sia di gruppi di lavoro  Tre tutors - direzione dei tre Dipartimenti in cui è articolata l’impresa.  Professionisti e consulenti esterni

17 NoRisk: la Business Idea  Dall’analisi del mercato delle imprese simulate è emersa la mancanza di imprese operanti nel settore del Risk Management Aziendale  Il mercato di sbocco è potenzialmente enorme data l’assenza di imprese concorrenti  Occorre tuttavia superare una barriera data dalla scarsa attenzione delle imprese simulate alle problematiche di gestione del rischio

18 Aree di Attività di NoRisk  Lo sviluppo della business idea ha evidenziato la possibilità di operare in due distinte aree di attività: Brokeraggio assicurativo: intermediazione di polizze assicurative per la copertura dei rischi puri (polizze incendio, furto e RCT-RCO) Commercializzazione di prodotti legati alla sicurezza aziendale (prevenzione antincendio, antifurto e sicurezza sul lavoro)

19 L’organigramma di NoRisk

20 P. IVA e REG. IMPR Parma – Italy – Via J.F. Kennedy, 6 Tel – Fax


Scaricare ppt "Università degli Studi di Parma Facoltà di Economia Parma, 13 luglio 2006 Presentazione del Laboratorio di Simulazione d’Impresa."

Presentazioni simili


Annunci Google