La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prevenzione e controllo nella comunità: la Sorveglianza Servizio Sovrazonale di Epidemiologia ASL 20 Alessandria Roberto Raso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prevenzione e controllo nella comunità: la Sorveglianza Servizio Sovrazonale di Epidemiologia ASL 20 Alessandria Roberto Raso."— Transcript della presentazione:

1 Prevenzione e controllo nella comunità: la Sorveglianza Servizio Sovrazonale di Epidemiologia ASL 20 Alessandria Roberto Raso

2 Aeroporto Medico Medicina Generale, Pediatra Pronto Soccorso Trasporto Ricovero Individuazione dei Casi Gestione dei Casi Sorveglianza Prevenzione: Viaggiatori Contatti dei Casi Protezione: Operatori Sanitari Conviventi Popolazione Cura 118

3 Sorveglianza della SARS in Paesi a basso rischio Dei cluster di polmonite atipica a sospetta acquisizione nosocomiale Dei casi Identificazione (definizione di Caso) Segnalazione Notifica Immediata, al sospetto, anche con indagini incomplete. Per le vie brevi: telefono, , fax All’accertamento del caso (al completamento indagini per la definizione del caso) Indagine Ep. Valutazione, ricerca fonte e popolazione esposta

4 Definizione di cluster di polmonite atipica a sospetta acquisizione ospedaliera Febbre alta (>38°) + Tosse o difficoltà respiratorie + Rx compatibile con RDS in 2 o più operatori della stessa struttura sanitaria con malattia verificatasi nello stesso periodo di 10 giorni o 3 o più persone che hanno acquisito la malattia nell’arco di 10 giorni e nella sessa struttura sanitaria Criterio epidemiologico Criterio Clinico +

5 Definizione di caso SOSPETTOPROBABILE contatto stretto di Caso Sospetto/Probabile o provenienza recente da zone affette ++ Febbre alta (>38°) ++ tosse o difficoltà respiratorie ++ Rx compatibile con RDS o positività ai tests + Criterio epidemiologico Criterio Clinico/laboratoristico

6 Definizione di caso in decesso SOSPETTOPROBABILE contatto stretto di Caso Sospetto/Probabile o provenienza recente da zone affette ++ malattia respiratoria acuta non spiegata ++ senza autopsia + riscontro autoptico di RDS senza cause identificabili + Criterio epidemiologico Criterio Clinico Criterio Autoptico

7 Riclassificazione dei casi Un caso inizialmente classificato come sospetto o probabile, e per il quale una diagnosi alternativa può spiegare pienamente la malattia, dovrebbe essere scartato. Un caso sospetto con radiografia normale dovrebbe essere trattato nel modo ritenuto, dal punto di vista clinico, appropriato e monitorato per 7 giorni. I casi con un recupero non adeguato, dovrebbero essere nuovamente sottoposti a radiografia e valutati sulla base del risultato di questa. I casi che mostrano un recupero adeguato ma per cui non può essere posta diagnosi alternativa, dovrebbero rimanere classificati come “sospetti”

8 Riclassificazione dei casi sospetti deceduti Un caso sospetto con esito mortale, in cui non sia stata eseguita autopsia, dovrebbe rimanere classificato come “sospetto” a meno che non venga identificato come parte di una catena di trasmissione che si sia verificata dopo l’inizio della malattia. Se all’autopsia non vengono riscontrati segni di RDS, il caso dovrebbe essere classificato come “scartato”

9 Definizione di PSO contatto stretto di Caso o provenienza recente da zone affette + Febbre alta (>38°) + Malessere o mialgie o cefalea Criterio epidemiologico Criterio Clinico +

10 Definizione di Contatto stretto 1)Aver vissuto con una persona con SARS 2)Aver curato una persona con SARS 3)Essere stato a contatto faccia a faccia 4)Aver avuto contatto diretto con secrezioni respiratorie e/o liquidi organici di una persona con SARS

11 Sorveglianza della SARS in Paesi a basso rischio Dei cluster di polmonite atipica a sospetta acquisizione nosocomiale Dei casi Identificazione (definizione di Caso) Segnalazione urgente Notifica Immediata, al sospetto, anche con indagini incomplete. Per le vie brevi: telefono, , fax All’accertamento del caso (al completamento indagini per la definizione del caso) Indagine Ep. Valutazione, ricerca fonte e popolazione esposta

12 Segnalazione Cluster nosocomiale Paziente Sotto Osservazione (PSO) Caso Sospetto Caso Probabile Notifica Caso Sospetto Caso Probabile

13 Segnalazione urgente di cluster nosocomiale Direzione Sanitaria Ospedaliera Referente SIMI o medico reperibile del SISP Direzione Sanità Pubblica regionale Ministero della SaluteRete delle Regioni Nodo regionale SIMI ISS SSEPI di Alessandria Nucleo di Reperibilità e Consulenza segnalazione

14 Segnalazione Urgente e Notifica di Caso Medico 118 Referente SIMI o medico reperibile del SISP Direzione Sanità Pubblica regionale Ministero della Salute Rete delle Regioni Nodo regionale SIMI ISS notifica SSEPI di Alessandria segnalazione Nucleo di Reperibilità e Consulenza segnalazione Segnalazione e notifica

15 Notifica internazionale La notifica internazionale al momento attuale riguarda solo i casi confermati in laboratorio che rispettano la definizione biologica di SARS Gli esami, conformemente alle indicazioni OMS, devono essere effettuati o confermati, esclusivamente in laboratori di riferimento regionali o nazionali Ministero della Salute Organizzazione Mondiale della Sanità - HQ Unione Europea Commissione

16 Follow up clinico dei casi L’ospedale invia giornalmente al Ministero della salute la scheda per il Follow up clinico dei pazienti Al termine del ricovero, scheda di follow up completata con l’indicazione dell’esito e della diagnosi finale viene inviata a: Medico curante Ministero della Salute Servizio di Igiene e Sanità Pubblica Servizio Sovrazonale di Epidemiologia

17 Sorveglianza della SARS in Paesi a basso rischio Dei cluster di polmonite atipica a sospetta acquisizione nosocomiale Dei casi Identificazione (definizione di Caso) Segnalazione urgente Notifica Immediata, al sospetto, anche con indagini incomplete. Per le vie brevi: telefono, , fax All’accertamento del caso (al completamento indagini per la definizione del caso) Indagine Ep. Valutazione, ricerca fonte e popolazione esposta

18 Indagine epidemiologica Di fronte ad un caso di SARS sospetto o probabile ricercare: l’informazione di un viaggio in una zona epidemica o precedentemente epidemica nei 10 giorni che hanno preceduto l’inizio dei sintomi l’informazione di una eventuale contatto con un caso di SARS sospetto o probabile nel paese di provenienza o durante il viaggio nel caso si tratti di personale sanitario deve essere indagato se ha prestato assistenza a persone con SARS o ha lavorato in ospedali dove possono essere state ricoverate persone malate. L’elenco delle persone che hanno avuto contatti stretti


Scaricare ppt "Prevenzione e controllo nella comunità: la Sorveglianza Servizio Sovrazonale di Epidemiologia ASL 20 Alessandria Roberto Raso."

Presentazioni simili


Annunci Google