La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Introduzione ai piani fattoriali Col termine piano fattoriale ci si riferisce ad esperimenti completi o replicazioni degli stessi, in cui sono provate.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Introduzione ai piani fattoriali Col termine piano fattoriale ci si riferisce ad esperimenti completi o replicazioni degli stessi, in cui sono provate."— Transcript della presentazione:

1 Introduzione ai piani fattoriali Col termine piano fattoriale ci si riferisce ad esperimenti completi o replicazioni degli stessi, in cui sono provate tutte le combinazioni di fattori e livelli Fattori incrociati: se ci sono a livelli del fattore A e b livelli del fattore B, ogni replicazione contiene tutte le combinazioni a x b dei trattamenti

2 Introduzione ai piani fattoriali Effetto principale: definito come la variazione nella risposta prodotta da una variazione nel livello del fattore (30) (20) (52) (40) Fattore A Fattore B Effetto Principale A = (40+52)/2-(20+30)/2=21 Effetto Principale B = (30+52)/2-(20+40)/2=11

3 Introduzione ai piani fattoriali Effetto incrociato: la differenza nella risposta tra i livelli di un fattore non è la stessa per tutti i livelli degli altri fattori (40) (20) (12) (50) Fattore A Fattore B Effetto Principale A = 50-20=30 Effetto Principale A = 12-40=-28 Al livello B - : Al livello B + : Esperimento fattoriale con Interazione L’entità dell’effetto dell’interazione è la differenza media tra i due effetti: AB = (-28-30)/2=-29 Interazione piuttosto rilevante! Poiché l’effetto di A dipende dal livello scelto per il fattore B, possiamo asserire che c’è interazione tra A e B

4 Introduzione ai piani fattoriali Interazione: Linee parallele tra le risposte in funzione del fattore A indicano assenza di interazione tra i fattori A e B e viceversa

5 Introduzione ai piani fattoriali Modello di regressione di un esperimento a due fattori e due livelli

6 Introduzione ai piani fattoriali Applicazione del modello di regressione con stime ai minimi quadrati (30) (20) (52) (40) Fattore A Fattore B Effetto Principale A = (40+52)/2-(20+30)/2=21 Effetto Principale B = (30+52)/2-(20+40)/2=11 Effetto Interazione AB = [(52-30)-(40-20)]/2=1 Media Risposte = ( )/4=35.5

7 Introduzione ai piani fattoriali Superficie di risposta e grafico a linee di livello del modello di regressione

8 Introduzione ai piani fattoriali Superficie di risposta e grafico a linee di livello del modello di regressione L’interazione è pertanto una forma di curvatura!

9 Introduzione ai piani fattoriali Effetti principali ed incrociati: in genere quando un interazione è grande gli effetti principali hanno significato pratico limitato (40) (20) (12) (50) Fattore A Fattore B Effetto Principale A = 50-20=30 Effetto Principale A = 12-40=-28 Al livello B - : Al livello B + : Esperimento fattoriale con Interazione L’entità dell’effetto dell’interazione è la differenza media tra i due effetti: AB = (-28-30)/2=-29 Interazione piuttosto rilevante! Poiché l’effetto di A dipende dal livello scelto per il fattore B, possiamo asserire che c’è interazione tra A e B Effetto Principale A = (50+12)/2-(20+40)/2=1 Il fattore A non ha effetto ma dipende dal livello del fattore B!

10 Vantaggi dei piani fattoriali Esperimento ad un fattore alla volta ed esperimento fattoriale (A - B - ) (A + B - ) Fattore A Fattore B (A - B + ) (A + B + ) (A - B - ) (A + B - ) Fattore A Fattore B (A - B + )


Scaricare ppt "Introduzione ai piani fattoriali Col termine piano fattoriale ci si riferisce ad esperimenti completi o replicazioni degli stessi, in cui sono provate."

Presentazioni simili


Annunci Google