La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Risultati questionario 2007/2008 Scuola SECONDARIA “a. Degasperi”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Risultati questionario 2007/2008 Scuola SECONDARIA “a. Degasperi”"— Transcript della presentazione:

1 Risultati questionario 2007/2008 Scuola SECONDARIA “a. Degasperi”

2 Il Questionario è stato somministrato a tutte le classi della scuola secondaria di primo grado: Sono stati restituiti 196 questionari su 216 ( 90,7 % ) Il Questionario è diviso in 5 parti: PARTECIPAZIONE ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA SCUOLA ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA CLASSE GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA UTENZA SONDAGGIO PER UNA MIGLIORE ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA DEL TEMPO SCUOLA

3 PARTECIPAZIONE Le famiglie si ritengono informate in modo soddisfacente nella seguenti percentuali attraverso :

4 ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA SCUOLA Giudizio sul funzionamento della scuola

5 CLIMA SCOLASTICO (rapporti tra alunni, tra insegnanti ed alunni)

6 RAPPORTI SCUOLA/FAMIGLIA

7 RAPPORTI CON LA SEGRETERIA

8 DISPONIBILITA’ DEL DIRIGENTE E DEI SUOI COLLABORATORI

9 ORGANIZZAZIONE DELLA CLASSE Grado di soddisfazione dell’utenza : molto abbastanza poco Per niente Nonrispondono Relazione tra compagni33,6%60,755,1%00,6% Rapporto genitori - insegnanti32,1%58,6%8,6%00,7% Relazione tra insegnanti – alunni30,1%60,7%7,6%1%0,6% Gestione della classe22,4%63,7%11,7%1,5%0,7% Capacità di motivare gli alunni19,3%59,6%18,7%1,5%0,9% Chiarezza nelle spiegazioni23,9%59,6%12,2%1,5%2,8% Utilità della rielaborazione personale ( compiti)28,5%58,6%10,7%0,5%1,7%

10 OSSERVAZIONI Sommando “molto” e “abbastanza” il grado di soddisfazione dell’utenza si attesta attorno all’ 85%. Da discutere/valutare il dato utilità della rielaborazione personale “poco-per niente” 3%

11 Eventuali proposte e/o osservazioni in merito alle attività facoltative Accogliere le prime scelte degli alunni. Aumentare le proposte di attività. Far svolgere i compiti durante il tempo facoltativo. Proporre più attività musicali. Aumentare le di attività in lingua straniera ( anche con giochi) Aumentare le di informatica con possibilità di corsi per ECDL Proporre approfondimenti curricolari. Gradite le attività sportive

12 GRADO DI SODDISFAZIONE DELL’UTENZA

13 INDAGINE relativa al gradimento da parte dei genitori per il mantenimento del tempo scuola settimanale su sei giorni nella scuola Media:

14 ULTERIORI OSSERVAZIONI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Richiesta di più severità verso gli alunni ( sia dal punto di vista didattico che comportamentale) Affrontare tematiche inerenti il bullismo Richiesta di udienze al mattino presto e tardo pomeriggio per evitare perdita di giornate lavorative Difficoltà nell’iscrizione alle udienze. Eliminare le prenotazioni alle udienze generali Quando un insegnante risultata assente non sempre viene sostituito da docenti della stessa disciplina. In orario mettere ed. artistica, fisica e musica al pomeriggio. Migliorare il servizio mensa Aumentare le proposte per l’insegnamento della lingua inglese Molte assenze e supplenze.

15 Relazione di Autovalutazione d’Istituto Anno Scolastico

16 CONTESTO I dati significativi dei risultati L ivello d’ingresso degli alunni in classe I media secondo il giudizio riportato al termine della quinta elementare a confronto con i dati provinciali :

17 CONTESTO I dati significativi dei risultati Riferendosi agli scorsi anni si nota una significativa crescita nei livelli delle fasce estreme a ( alta e bassa) con il conseguente ampliarsi del divario ( a forbice) che identifica la tipologia di alunni in entrata. Lo scorso anno a fronte di una crescente percentuale in fascia medio/alta, risponde un maggior numero di alunni in difficoltà ( non sufficiente) sia in italiano che matematica. Il dato convalida l’aumento, rispetto agli anni precedenti, di alunni con bisogni educativi speciali rilevati nella Scuola.

18 CONTESTO Evoluzione delle iscrizioni S oddisfacente il trend in crescita riferimento all’evoluzione delle iscrizioni con l’aumento di una classe. S i conferma l’osservazione fatta nel precedente anno scolastico in merito all’aumento del numero di iscritti in classe seconda e terza:mentre l’iscrizione in classe prima è in aumento di 26 alunni, l’incremento delle iscrizione in complesso è di 32 unità.

19 RISORSE I dati significativi delle risorse RAPPORTO ALUNNI/INSEGNANTI 7,9 MEDIA PROVINCIALE8,5 Il rapporto alunni/insegnanti si è significativamente innalzato rispetto agli anni scorsi assentandosi all’incirca con la Media Provinciale,

20 PROCESSI I dati significativi dei processi CLIMA SCOLASTICO Numero medio dei giorni di assenza degli alunni 12,7 Media Provinciale9,7 L’indice, sopra la media provinciale, rispecchia la tipicità dell’utenza: -chi per provenienza ( diversa regione o addirittura nazionalità) anticipa e prolunga vacanze e ponti per rientrare momentaneamente al luogo d’origine; - chi, per programmazione familiare, organizza o prolunga weekend o addirittura intere settimane di ferie indipendentemente dal calendario scolastico.

21 PROCESSI I dati significativi dei processi AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DALLA SCUOLA IN ORE S uperiore all’indice provinciale, il significativo numero di ore di aggiornamento organizzato dalla scuola evidenzia l’attenzione dell’Istituto a questo importante aspetto della professionalità docente. I n media con il dato provinciale (12,4%) il dato riferito al numero di giorni di assenza dei docenti

22 RISULTATI I dati significativi dei risultati RISULTATO ISTITUZIONALE Tasso di promozione degli alunni 92,3% Media Provinciale 97,0% S i segnala un calo di due punti percentuale rispetto all’anno precedente per quel che riguarda il tasso di promozione.

23 RISULTATI S oddisfacenti i dati perché vicini alla media provinciale e, confrontati con i risultati degli scorsi anni, evidenziano un innalzamento della percentuale di alunni in fascia medio/ alta, più significativo l’incremento in italiano.

24 RISULTATI I dati significativi dei risultati RISULTATO ISTITUZIONALE D istribuzione percentuale di alunni di classe III media secondo il giudizio riportato in italiano e matematica.

25 RISULTATI Rilevazione degli apprendimenti con il supporto di test IPRASE somministrati nel mese di maggio 2008 Lingua Italiana: degna di attenzione in ambito collegiale Matematica: dati positivi a confronto della media provinciale,simili a quelli dello scorso anno. In entrambi i risultati disciplinari è rilevante il gap rispetto al punteggio massimo ottenibile.

26 Pur migliorata rispetto agli anni precedenti, è ancora alta la percentuale di alunni che non superano positivamente il primo anno di scuola superiore. Riuscita scolastica RISULTATI Percentuale di alunni licenziati nel precedente anno scolastico, bocciati nell’anno successivo 18,2% Media Provinciale 12,0%

27 Positivo il dato di soddisfazione dell’utenza anche se inferiore a quello dello scorso anno. Soddisfazione dell’utenza 85 % RISULTATI

28 CONCLUSIONI GENERALI Per l’elaborazione dell’analisi dell’attività svolta nel precedente anno scolastico il Nucleo di Autovalutazione ha ovviamente tenuto conto dei dati elaborati dal software provinciale, dei risultati dei questionari famiglia nonché degli esiti dei test IPRASE (maggio 2008) per la lingua italiana e matematica in V^ elementare e III^ media non escludendo, chiaramente, il confronto con gli obiettivi che storicamente caratterizzato la nostra Scuola. Ha necessariamente comparato i risultati con quelli degli anni precedenti. L’elemento su cui si è soffermata a lungo l’attenzione dei componenti del Nucleo è stato la considerazione, peraltro comprovata da documentazione interna, della significativa evoluzione del tessuto sociale in cui si sta operando: all’importante percentuale di alunni “stranieri” va aggiunto il 13% di bambini e ragazzi censiti come alunni con “Bisogni Educativi Speciali”. Trattasi di ragazzi con situazioni molto diversificate: da chi vive in ambienti familiari ancor oggi poveri economicamente e culturalmente, a chi sperimenta le conseguenze della disgregazione familiare, a chi per altri numerosi motivi ha problematiche emotivo – relazionali. Non si considera retorico sottolineare che la presenza (talora di più alunni per classe) di questa fascia rende il contesto più complesso di quanto appare dalla documentazione allegata. Un ulteriore elemento, positivo, a cui preme fare riferimento è l’attenzione che l’Istituto ha dato all’insegnamento e apprendimento delle lingue con l’attivazione di progetti con docenti di madrelingua e l’incremento di corsi per la certificazione esterna in lingua tedesca e inglese sia in seconda sia in terza media.

29 SCUOLA SECONDARIA Dalla lettura, in un quadro d’insieme, dei vari dati emerge uno scenario complesso caratterizzato da: - un incremento di iscritti in prima classe - un significativo aumento di alunni in fasce alte sia nei livelli d’ingresso che nei risultati istituzionali - un aumento ( il 24% in più rispetto all’anno prima) di alunni che hanno frequentato i corsi di preparazione alla certificazione esterna Fit in Deutsch 1 e 2 e Ket, - - risultati dei test IPRASE non esaltanti - - decremento della percentuale del tasso di promozione ( dal 94.2 al 92.3%) e aumento di alunni trattenuti in terza media. ( da 1.8% dello scorso anno a 3.2% di quest’anno). I risultati relativi alle bocciature e non superamento dell’esame, in incremento rispetto agli anni precedenti, sono dovuti ad una svolta nelle scelte strategiche dell’Istituto in base alle quali non si intende promuovere o licenziare ragazzi con gravi lacune nelle competenze di base. La scuola ha infatti elevato la soglia minimia delle competenze per il passaggio nelle classi successive. Il venir meno della continuità dei docenti in alcune discipline e l’importante percentuale di alunni qualificati come “BES” sono elementi che possono aiutare a leggere alcuni insuccessi documentati nei risultati. Sarà comunque cura del Collegio individuare opportuni interventi in merito, fermo restando che è già prassi attivare percorsi di supporto – recupero con risorse interne disponibili. Ad un aumento di interventi da parte della scuola ( comunicazioni, lettere e richiami) con un maggiore coinvolgimento delle famiglie come richiesto dai genitori stessi nei questionari dell’anno precedente, risponde un maggior numero di assenze degli alunni non dovuti a malattie ( come presentato nelle riflessioni dei dati relativi ai processi – rif ) e un abbassamento della soddisfazione dell’utenza ( rif. ai commenti della sezione risultati al punto 4.4.1).

30 Soppesati con attenzione erano stati gli interventi a favore dell’orientamento per migliorare la riuscita scolastica e il risultato lo conferma: è dimezzato l’esito negativo della riuscita scolastica. Numerosi sono stati gli incontri e le iniziative organizzate dalla scuola per l’incremento dell’uso delle nuove tecnologia applicate alla didattica ( in primis l’uso della LIM) per l’avvio di pratiche più efficaci. L’uso delle T.D è significativamente in aumento nelle prassi d’insegnamento dei docenti. A partire da quest’anno sono introdotte due “novità” nell’intento di perfezionamento dei rapporti scuola – famiglia: il raddoppio dei tempi dedicati alle cosiddette udienze generali e l’adozione di un documento di valutazione intermedio nel primo quadrimestre ( pagellina) come strumento di stimolo ad un progressiva responsabilizzazione nei confronti del percorso scolastico. L’avvio della sperimentazione dell’insegnamento veicolare della lingua inglese è infine l’innovazione che la scuola ha voluto introdurre per arricchire significativamente l’offerta formativa ed ampliare l’esperienza linguistico – culturale dei ragazzi. La partecipazione a numerose iniziative organizzate da e con realtà del territorio sono state occasione per consolidare i legami che l’Istituto precedentemente aveva stretto e servirsi di occasioni in cui gli alunni hanno potuto sentirsi protagonisti del loro percorso di crescita.


Scaricare ppt "Risultati questionario 2007/2008 Scuola SECONDARIA “a. Degasperi”"

Presentazioni simili


Annunci Google