La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI “G. D’ANNUNZIO” PESCARA FACOLTA’ DI ECONOMIA Corso di Laurea Specialistica in Economia Informatica Corso di “Reti di calcolo e sicurezza”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI “G. D’ANNUNZIO” PESCARA FACOLTA’ DI ECONOMIA Corso di Laurea Specialistica in Economia Informatica Corso di “Reti di calcolo e sicurezza”"— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI “G. D’ANNUNZIO” PESCARA FACOLTA’ DI ECONOMIA Corso di Laurea Specialistica in Economia Informatica Corso di “Reti di calcolo e sicurezza” Prof. Bistarelli Seminario “LA VIDEOCONFERENZA” Aspetti economici, tecnici, applicazioni pratiche Di Pierpaolo ANGELILLO

2 INDICE INTRODUZIONE ASPETTI ECONOMICI –Benefici tangibili, intangibili e strategici –Alcune applicazioni –Modalità trasmissione-ricezione, ricezione e software ASPETTI TECNICI –Tecnologie di rete –Cablaggio –Componenti di videoconferenza –Componenti di rete –Standard APPLICAZIONI PRATICHE –Semplice messa a punto di un'aula –Videoconferenze per apprendimento a distanza –Aule multiple –Distretto o rete regionale CONCLUSIONI 1

3 INTRODUZIONE VANTAGGI ECONOMICI PER LE IMPRESE TECNOLOGIE DI RETE, CABLAGGIO, COMPONENTI DI VIDEOCONFERENZA, COMPONENTI DI RETE, STANDARD SITUAZIONI IPOTETICHE 2

4 ASPETTI ECONOMICI IN PASSATO MOLTO COSTOSA OGGI PERMETTE DI ABBATTERE COSTI E TEMPI STRUMENTO COMPETITIVO MIGLIORA IL PROCESSO DECISIONALE LAVORI DEI TEAM PIU TEMPESTIVI ELIMINAZIONE DI OSTACOLI TEMPORALI E FISICI FACILITA LO SCAMBIO DI IDEE E DI INFORMAZIONE AVVICINA LE PERSONE 3

5 ASPETTI ECONOMICI Benefici tangibili –Riduzione dei costi –Incremento della produttività –Utilizzo ottimale delle risorse Benefici intangibili –Miglioramento della comunicazione –Rapidità dei processi decisionali –Miglioramento del morale Benefici strategici –Ottimizzazione dei processi decisionali –Gestione immediata delle situazioni di crisi –Riscontro nei confronti dei clienti 4 BENEFICI TANGIBILI, INTANGIBILI E STRATEGICI

6 ASPETTI ECONOMICI Industria –Spiegazione sul funzionamento dei prodotti: montaggio, manutenzione, potenzialità –Costruisce un rapporto di fiducia con la clientela con l’assistenza Impianti di produzione –Scambio in tempo reale di informazioni con i reparti di ricerca e sviluppo –Immediate soluzione di problemi Istituti di credito e finanza –Contatti diretti tra filiali e sede centrale –Scambio di dati di grosse dimensioni 5 ALCUNE APPLICAZIONI

7 ASPETTI ECONOMICI Trasmissione-ricezione –Scambio di dati –Visualizzazione contemporanea di 4 sedi remote –Tutte le sedi possono interagire contemporaneamente Ricezione –Le sedi non possono interagire –Possono solo assistere Software ew2 –Facile da usare e istallare –Si integra con sistemi di videoconferenza hardware già esistenti –I partecipanti vengono convocati tramite 6 MODALITA’ TRASMISSIONE-RICEZIONE, RICEZIONE E SOFTWARE

8 ASPETTI TECNICI Scelta della larghezza di banda Plain Old Telephone Service (POTS) –Sistema del telefono di casa –33.6 (kbps) –Lenta ma ampiamente disponibile T1 –Linea telefonica digitale a (Mbps) –24 canali di dati a 64 kbps l'uno Binary 8 Zero Suppression (B8ZS) –Caratteristiche elettriche del segnale: Alternate Mark Inversion (AMI) e Binary 8 Zero Suppression (B8ZS) Extended Superframe (ESF) –Formato frame: D4 e Extended Superframe (ESF) –Sono connessioni dedicate point-to-point –Canone mensile costante –Più sicura di una T3 che è più veloce 7 TECNOLOGIE DI RETE....

9 ASPETTI TECNICI Integrated Services Digital Network (ISDN) –Linea telefonica digitale con proprio numero –Esistono due tipi: Basic Rate Interface (BRI) ISDN –2 canali da 64 kbps denominati canali B –1 canale da 16 kbps denominato canale D –Processo di Multiplex Inverso o IMUXing –Ad ogni canale B è assegnato un numero telefonico e uno di identificazione profilo di servizio (SPID) –I canali possono essere riservati per la voce o per i dati –Commutatori utilizzati 5ESS e DMS250 –Non diffusa come il POTS ma con spese simile al canone Primary Rate Interface (PRI) ISDN –Larghezza di banda di Mbps –23 canali B da 64 kbps –1 canale D anche da 64 kbps –Costosa perché dipende dal numero di canali B, dalla durata e dalla distanza....TECNOLOGIE DI RETE 8

10 ASPETTI TECNICI Videoconferenze su Internet Videoconferenze su Internet –Viene utilizzato il protocollo UDP per il trasporto –Sono applicazioni perdite-tolleranti –Assenza della fase di handshake –Il controllo della congestione può risultare controproducente –Sono applicazioni a larghezze di banda-dipendenti –Sono applicazioni sensibili al ritardo (assenza dei pacchetti jitter) Soluzioni per migliorare i servizi di videoconferenza Soluzioni per migliorare i servizi di videoconferenza –Con applicazioni in grado di riservare la larghezza di banda necessaria –Con il potenziamento delle reti degli ISP –Aumentando le reti per la distribuzione dei contenuti (CDN) –Utilizzando le reti multicast sovrapposte –Con la creazione di pacchetti di prima e di seconda classe....TECNOLOGIE DI RETE 8

11 ASETTI TECNICI Collegano le parti della rete di videoconferenza Trasportano segnali come elettricità o luce Si differenziano per capacità, costi ed applicazioni Cavi a coppia attorcigliata (Twisted pair) Cavi a coppia attorcigliata (Twisted pair) –Fatti di rame –Le torsioni servono per ridurre le interferenze –Twisted pair schermato (STP) Doppia schermatura –Twisted pair non schermato (UTP) Categoria 3 (cat 3): usato nelle applicazioni via telefono, compreso ISDN Categoria 5 (cat 5): usato per reti ad alta velocità, costa poco, facile da istallare, uso flessibile, il più venduto 9 CABLAGGIO....

12 ASPETTI TECNICI Cavo Coassiale Cavo Coassiale –Fatto in rame –Doppia protezione che lo rende meno suscettibile alle interferenze –Ampia larghezza di banda e funziona anche su distanze elevate –Difficile da istallare e più costosa –Utilizzato per reti digitali Cavo a Fibra Ottica Cavo a Fibra Ottica –Non trasportano l'elettricità ma la luce –Composti da vetro flessibile o da plastica –Trasportano i dati più velocemente e più lontano rispetto a tutti i cavi in rame per ciò vengono usate per le reti ad alta velocità –Sono costosi e difficili da istallare CABLAGGIO....

13 ASPETTI TECNICI Cavo V.35 Cavo V.35 –Formato da 34 fili –Può trasmettere i dati fino a 2 Mbps –Limitato fino a 100 piedi di lunghezza, oltre si verifica perdite di dati –Usati per collegare componenti hardware di una videoconferenza alle apparecchiature di rete. –Utilizzano connettori M-34 con 34 pin in oro Cavo Rs-366 Cavo Rs-366 –E’ usato per collegare direttamente parti di apparecchiature –E’ più lenta e meno costosa dei cavi V.35 –Vengono usati connettori Db-25 come quelli dei cavi paralleli –Ha un limite di lunghezza di 100 piedi CABLAGGIO

14 ASPETTI TECNICI Codec Codec –Corrisponde al codificatore / decodificatore –Converte in formato digitale i segnali audio e video e li comprime per poi decodificarli –Un complesso telaio di elettronica, una scheda installata all‘ interno di un calcolatore o un software Web Cam Web Cam –Bloccano le videoinformazioni per poi trasmetterle al codec –Semplici, Pantilt-zoom e con sistemi che possono rintracciare il soggetto della videoconferenza –Macchine fotografiche digitali non sono necessarie Monitor Monitor –Monitor di computer, TV, proiettori –Grandi abbastanza da essere visti da tutti 12 COMPONENTI DI VIDEOCONFERENZA....

15 ASPETTI TECNICI Illuminazione Illuminazione –Sufficiente per l’acquisizione video –Luce artificiale interna più luci supplementari per eliminare quella solare Sistemi audio Sistemi audio –Acquisizione mediante microfoni push-to-talk o a soffitto –Riproduzione mediante autoparlanti COMPONENTI DI VIDEOCONFERENZA

16 ASPETTI TECNICI Multiplexor Inverso (IMUX) Multiplexor Inverso (IMUX) –Si occupa della scomposizione e ricomposizione dei segnali su più canali Accesso a reti WAN (Wide Area Network) Accesso a reti WAN (Wide Area Network) –Un commutatore WAN alloca una linea entrante a più linee interne –Un commutatore può essere anche una scheda da inserire in uno slot su cui fare modifiche personalizzate Channel Service Unit/Data Service Unit (CSU/DSU) Channel Service Unit/Data Service Unit (CSU/DSU) –Utilizzato alle estremità delle linee telefoniche digitali T1 –Codifica e ricompone il segnale –Svolge funzioni diagnostiche come le analisi dei guasti Demarc Demarc –Luogo in cui terminano le nostre linee telefoniche 14 COMPONENTI DI RETE....

17 ASPETTI TECNICI NT1 NT1 –Converte l'interfaccia ad U di una linea ISDN BRI in una interfaccia utilizzabile da apparecchiature con S/T –Da la possibilità alle compagnie telefoniche di effettuare test sulla funzionalità delle linee Multipoint Control Unit (MCU) Multipoint Control Unit (MCU) –Consente a più luoghi di partecipare contemporaneamente ad una medesima videoconf. –Diverse opzioni per determinare quale luogo dev’esse trasmesso: fisso, a rotazione, “Hollywood Squares” Remote Distance Modules (RDM) –Converte il segnale V.35 e Rs-366 in un formato supportato dai cavi cat 5 UTP o da fibre ottiche –Il segnale può raggiungere distanze di oltre un miglio COMPONENTI DI RETE

18 ASPETTI TECNICI E’ un linguaggio comune che differenti apparecchiature usano per comunicare tra loro L'unione delle Telecomunicazioni Internazionali (ITU) è competente nel regolarizzare gli standard Vengono classificati con lettere e numeri H.320 H.320 –Usate per le videoconferenze mediante linee ISDN e T1 –Comprende G.711 per compressione audio, H.221 per compressione video e H.261 per la loro trasmissione –Sono generati diversamente –Funzionano con sistemi che abbiano 7,5 (fps) H.323 H.323 standard utilizzato su Internet e sulle reti locali H.324 H.324 standard utilizzato su linee telefoniche digitali T.120 T.120 si occupa di trasferimento di grafi e dati 16 STANDARD

19 APPLICAZIONI Sistema di videoconferenza a desktop fornito di scheda standard H.320 a cui collegare periferiche di Input/Output Singola linea BRI ISDN da installare al demarc Dal demarc bisogna collegare il cavo cat 5 UTP ad un commutatore NT1 Usare un pannello d’ interconnessione tra l’ NT1 e l’ aula interessata Istallare il software e digitare il numero di connessione che consentirà di iniziare la conferenza 17 SEMPLICE MESSA A PUNTO DI UN’ AULA

20 APPLICAZIONI Sistema di videoconferenza di gruppo + aula informatica 3 linee ISDN BRI e un commutatore IMUX con NT1 incorporato I 3 BRI ISDN sono stati collegati con il cavo cat 5 attraverso il pannello d'interconnessione all’ IMUX Questo sistema consente anche di scambiare grafi e dati tra l’aula inf. e il s.v.g. 18 VIDEOCONFERENZA PER APPRENDIMENTO A DISTANZA

21 APPLICAZIONI 2 sistemi di videoconf. di gruppo + un sistema a desktop Al centro di questo sistema vi è un commutatore di accesso ad una rete WAN fornito di schede per li linee T1 e ISDN PRI Il collegamento avviene mediate cavi cat 5 UTP e due set di RDM 19 AULE MULTIPLE

22 APPLICAZIONI Più luoghi che partecipano simultaneamete Un commutatore MCU ed IMUX Collegamenti mediante linee T1 e cavi cat 5 UTP 20 DISTRETTO O RETE REGIONALE

23 CONCLUSIONI La videoconferenza, se usate correttamente, può aprire nuovi orizzonti per l’educazione, il mondo degli affari e i rapporti sociali. 21


Scaricare ppt "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI “G. D’ANNUNZIO” PESCARA FACOLTA’ DI ECONOMIA Corso di Laurea Specialistica in Economia Informatica Corso di “Reti di calcolo e sicurezza”"

Presentazioni simili


Annunci Google