La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezioni di analisi logica Lezione 9 Principali determinazioni di tempo Albez edutainment production.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezioni di analisi logica Lezione 9 Principali determinazioni di tempo Albez edutainment production."— Transcript della presentazione:

1 Lezioni di analisi logica Lezione 9 Principali determinazioni di tempo Albez edutainment production

2 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze2 Principali determinazioni di tempo I complementi, che indicano il tempo in cui avviene un’azione o la durata di essa, si chiamano complementi di tempo. Osservate: La prima guerra mondiale scoppiò (quando?) nel la guerra durò (quanto?) quattro anni. Come vedete, i principali complementi di tempo sono due: il primo determina il tempo in cui avviene un’azione e si chiama perciò complemento di tempo determinato; il secondo indica per quanto tempo l’azione continua e si chiama perciò complemento di tempo continuato.

3 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze3 ATTENZIONE! Osservate queste due frasi: La civiltà egiziana fioriva già nel terzo millennio (quando? tempo determinato; ablativo) avanti Cristo. Per un istante (per quanto tempo? tempo continuato; per + accusativo) non ci vide più. Principali determinazioni di tempo

4 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze4 a) Complementi di tempo determinato e continuato Come avete visto, il complemento di tempo determinato risponde alla domanda “quando?” e si trova senza preposizione o con “in, di, a”. Si traduce al caso ablativo senza preposizione. ESEMPI Questa notte (tempo determinato; ablativo) non ho dormito. In primavera (tempo determinato; ablativo) gli alberi fioriscono. Di notte (tempo determinato; ablativo) a volte gela. L’esercito partì all’alba (tempo determinato; ablativo)

5 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze5 a) Complementi di tempo determinato e continuato Il complemento di tempo continuato risponde alla domanda “quanto?, per quanto tempo?” e si trova con o senza la preposizione “per”. Si traduce al caso accusativo preceduto o no dalla preposizione “per”. ESEMPI Rimasi in città dieci giorni (tempo continuato; per + accusativo). Mio fratello visse a Roma per cinque anni (tempo continuato; per + accusativo).

6 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze6 RIASSUMENDO DETERMINATO (quando?): Nel 1940 incominciò la guerra. Ablativo TEMPO CONTINUATO (per quanto?): Per quattro anni durò la guerra. Accusativo,con o senza “per”.

7 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze7 b) Altre determinazioni di tempo Osservate altre forme di complementi di tempo, oltre alle due principali già studiate. Le riconoscerete dalle domande con cui verranno introdotte. 1.Da quanto tempo? Il complemento che risponde a questa domanda si traduce in caso accusativo con o senza l’avverbio “iam” (= già). ESEMPIO Il bambino è ammalato (da quanto tempo?) già da molti giorni (complemento di tempo; iam + accusativo).

8 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze8 b) Altre determinazioni di tempo 2.Quanto tempo fa? Il complemento che risponde a questa domanda si traduce in caso accusativi con ante (= prima) o abhine (= da qui, fa). ESEMPI Sono arrivato (quanto tempo fa?) due ore fa (complemento di tempo; ante o abhine + accusativo). Suo padre è morto (quanto tempo fa?) da dieci anni (complemento di tempo; ante, abhine + accusativo).

9 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze9 b) Altre determinazioni di tempo 3.Fra quanto tempo? Il complemento che risponde a questa domanda si traduce in caso accusativo con le preposizioni “post” o “ad”. ESEMPIO Arriverò (fra quanto tempo?) fra tre giorni (complemento di tempo; post, ad + accusativo). 4.In quanto tempo? Il complemento che risponde a questa domanda si traduce in caso accusativo preceduto dalla preposizione “intra” (= entro) o in caso ablativo. ESEMPIO Ho letto quel romanzo (in quanto tempo?) in tre giorni (complemento di tempo; intra + accusativo).

10 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze10 b) Altre determinazioni di tempo 5.Quanto tempo prima?, quanto tempo dopo? I complementi che rispondono a queste domande si traducono in caso accusativo preceduto dalle preposizioni “ante” (= prima), “post” (= dopo). ESEMPI Era partito per Roma (quanto tempo prima?) due giorni prima (complemento di tempo; ante + accusativo). Si seppe la verità (quanto tempo dopo?) molti anni dopo (complemento di tempo; post + accusativo).

11 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze11 b) Altre determinazioni di tempo 6.Avrete notato che l’estensione, tanto nello spazio quanto nel tempo (durata), si esprime con il caso accusativo, mentre un luogo od un tempo determinato o un allontanamento da esso si esprimono con il caso ablativo. Non troverete perciò strano vedere uniti i complementi che rispondono a queste domande: fino a quando? fino a dove? I complementi che rispondono a queste domande si traducono in caso accusativo preceduto dalla locuzione prepositiva “usque ad”. ESEMPI Rimarrà a Roma (fino a quando?) fino a sabato (complemento di tempo; usque ad + accusativo). Giunse (fino a dove?) fino ai monti (complemento di luogo; usque ad + accusativo).

12 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze12 b) Altre determinazioni di tempo 7.Analogamente: fin da quando? fin da dove? I complementi che rispondono a queste domande si traducono in caso ablativo preceduto dalla locuzione prepositiva “usque a, (ab)”. ESEMPI (Fin da quando?) Fin dal 1950 (complemento di tempo; usque ab + ablativo) abitiamo a Torino. Sono discesi (fin da dove?) fin dal monte più alto (complemento di luogo; usque ab + ablativo). Annibale, giunto fino in Italia (complemento di luogo; usque ad + accusativo) dalla Spagna, combattè contro i Romani dal 218 fino al suo richiamo (complemento di tempo; usque ad + accusativo) in Africa.

13 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze13 b) Altre determinazioni di tempo 8.Di quanti anni? di che età? a quale età? Il termine che risponde a questa domanda si chiama complemento di età e si traduce: a) in caso genitivo. ESEMPIO: un ragazzo (di che età?) di quindici anni (complemento di età; genitivo) è nell’adolescenza. b) con il numerale ordinale in caso accusativo retto dal participio “agens” (= trascorrente). ESEMPIO: un ragazzo che sia nel quindicesimo anno ( = trascorrente il quindicesimo anno: complemento di età; agens + accusativo) è nell’adolescenza.

14 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze14 b) Altre determinazioni di tempo c) con il numerale cardinale al caso accusativo retto dal participio “natus” (= nato). ESEMPIO: un ragazzo di quindici anni ( = nato da quindici anni: complemento di età; natus + accusativo) è nell’adolescenza.

15 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze15 F I N E zzz….. Complementi di tempo…… ………zzzzz…..sto dormendo da 8 lezioni…zzzz ……..iam + accustativo…… ….mi ci vorrebbe un altro cuscino zzzzzzz…

16 Giuseppe AlbezzanoITC Boselli Varazze16 Bibliografia A.Diatto – R. Mortara “Analisi logica per la scuola media inferiore” Editore Petrini Torino 1961


Scaricare ppt "Lezioni di analisi logica Lezione 9 Principali determinazioni di tempo Albez edutainment production."

Presentazioni simili


Annunci Google