La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MECCANISMI DAZIONE PSICO-BIOLOGICI DELLA PET THERAPY Dott.ssa Valentina Tarsia e Dott.ssa Claudia Giannelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MECCANISMI DAZIONE PSICO-BIOLOGICI DELLA PET THERAPY Dott.ssa Valentina Tarsia e Dott.ssa Claudia Giannelli."— Transcript della presentazione:

1 MECCANISMI DAZIONE PSICO-BIOLOGICI DELLA PET THERAPY Dott.ssa Valentina Tarsia e Dott.ssa Claudia Giannelli

2

3 Contatto con lanimale daffezione (stimolazione esterna piacevole) Attivazione e modificazione di diversi sistemi dellorganismo: Somato-sensitivo Somato-sensitivo (tattile, propriocettivo, termico e nocicettivo) Motorio Limbico ipotalamo Endocrino Limbico (ipotalamo) ed Endocrino Nervoso Autonomo Nervoso Autonomo (simpatico e parasimpatico)

4 TUTTI GLI STIMOLI (SIA INTERNI CHE AMBIENTALI) AFFERISCONO AD UN UNICO CENTRO :IPOTALAMO RACCOLTA INFORMAZIONI SU CONDIZIONI DELLORGANISMO (temperatura corporea, fame, sete, motivazione, umore ecc…) COORDINAZIONE E MODULAZIONE SECREZIONE ORMONALE (sistema endocrino) ORGANIZZAZIONE E CONTROLLO RISPOSTE VEGETATIVE E SOMATICHE (sistema nervoso autonomo e immunitario) COORDINAZIONE DELL ESPRESSIONE COMPORTAMENTALE CONCERNENTE GLI STATI EMOTIVI (sistema limbico)

5 In particolare attraverso la pet therapy vengono indotte modificazioni neuro-endocrine e biologiche: SNA parasimpatico: SNA parasimpatico: circuiti colinergici SNA simpatico: SNA simpatico: circuiti adrenergico e noradrenergico epinefrina e norepinefrina Asse ipotalamo-ipofisi-corteccia surrenale: Asse ipotalamo-ipofisi-corteccia surrenale: ormoni corticosteroidei (da Selye: circuito dello STRESS) Produzione di endorfine Produzione di endorfine

6 S.N.A. SIMPATICO: mobilita le risorse energetiche dellorganismo S.N.A. PARASIMPATICO: conserva le risorse energetiche dellorganismo FUNZIONI ANTAGONISTE

7 ASSE IPOTALAMO-IPOFISI-SURRENE ) (circuito dello stress) Corticosteroidi (= risorse energetiche) STIMOLO STRESSOR IPOFISI IPOTALAMO CORTECCIA SURRENALE ACTHCRF MIDOLLARE DEL SURRENE adrenalina epinefrina

8 ENDORFINE: oppioidi endogeni cerebrali Le cellule destinate alla produzione delle endorfine sono sparse in varie parti del sistema nervoso centrale, in particolare nellipofisi, nelle ghiandole surrenali, nelle ghiandole salivari e nel tratto gastrointestinale. Agiscono sulla via dopaminergica mesolimbica: CENTRO DEL PIACERE eucenestesi: sensazione di piacere e analgesia

9 Modificazioni clinicamente riscontrabili in: Riduzione pressione arteriosa Rallentamento frequenza cardiaca e normalizzazione del ritmo Diminuzione frequenza respiratoria Rallentamento delle onde elettriche cerebrali Analgesia ed eucenestesi

10 Attraverso il contatto con lanimale le risposte dei pazienti inducono modificazioni neuro-endocrine che agiscono sulle vie biochimiche e nervose del RILASSAMENTO PSICO-FISICO Interrelazione tra sfera affettivo-emotiva e biologica:

11 Le stesse modificazioni neuro-endocrine e biologiche agiscono per vie indirette sul Sistema Immunitario: Nei linfociti T e B è stata accertata la presenza di numerosi e specifici recettori per adrenalina, acetilcolina e per il corticosterone Il Sistema Immunitario regola lattività del sistema ipofisario Il Sistema immunitario modula la produzione delle β-endorfine ATTIVITA IMMUNOSOPPRESSORIA DELLA PET THERAPY BENESSERE PSICO-FISICO CHE AGISCE SUL BENESSERE PSICO-FISICO

12 Parametri fisiologici controllabili concentrazione ematica di corticosteroidi, epinefrina, norepinefrina, cortisolo, ecc… frequenza cardiaca pressione del sangue risposta elettrodermale Evidenze sperimentali

13 S.B. Barker and K.S. Dawson The Effects of Animal-Assisted Therapy on Anxiety Ratings of Hospitalized Psychiatric Patients. Psychiatr. Serv June; 49: Metodo: Prima-dopo trattamento: Misurazione ansia (S.T.A.I. State-Trait Anxiety Inventory) in 2 condizioni sperimentali: 1) AAT con cane 2) intervento terapeutico-ricreativo comparativo Risultati: In entrambi i gruppi è stato rilevato un significativo decremento dellansia tra il prima e il dopo trattamento Non sono state rilevate differenze significative nella riduzione dellansia tra i due tipi di sessioni terapeutiche

14 N. Franceschini, M. Verga, M. Galimberti, G. Bigatello, Attività assistite dagli animali e malati di Alzheimer, Aspetti teorici e risultati pratico- applicativi. Summa 2005 Ott.; 8: Metodo: Registrazione della frequenza cardiaca in 3 condizioni sperimentali: 1) assoluto riposo (baseline) 2) attività di AAA con cane (8 incontri) 3) attività comparativa senza cane Risultati: nella metà dei pazienti è stato registrato in presenza del cane un significativo abbassamento della frequenza cardiaca rispetto alle condizioni di baseline; Il parametro sorride è significativamente più elevato in presenza del cane rispetto alle condizioni di baseline.

15 K.M. Cole, A. Gawlinski, N. Steers and J. Kotlerman Animal-Assisted Therapy in Patients Hospitalized With Heart Failure. American Journal of Critical Care. 2007;16: Metodo: Prima-durante-dopo trattamento: Registrazione della pressione sangue Misurazione livelli di epinefrina e norepinefrina Misurazione ansia (S.T.A.I. State-Trait Anxiety Inventory) in 4 condizioni sperimentali della stessa durata: 1)A riposo (baseline) 2)Cure abituali (gruppo di controllo) 3)AAT con cane 4)Attività comparativa senza cane

16 Risultati: Nel gruppo AAT è stato rilevato un significativo decremento della pressione sanguigna e dei livelli di epinefrina e norepinefrina sia rispetto al gruppo di controllo sia rispetto al gruppo di attività comparativa Questo decremento è risultato significativo sia durante che dopo gli incontri di AAT Nel gruppo AAT è stato riscontrato un significativo abbassamento dellansia sia rispetto al gruppo di controllo sia rispetto al gruppo di attività comparativa

17 GRAZIE


Scaricare ppt "MECCANISMI DAZIONE PSICO-BIOLOGICI DELLA PET THERAPY Dott.ssa Valentina Tarsia e Dott.ssa Claudia Giannelli."

Presentazioni simili


Annunci Google