La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AF/2008 Linfoadeniti1 A Fassina Patologia Linfonodale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AF/2008 Linfoadeniti1 A Fassina Patologia Linfonodale."— Transcript della presentazione:

1 AF/2008 Linfoadeniti1 A Fassina Patologia Linfonodale

2 AF/2008 Linfoadeniti2 LYMPH NODES are a combination of burglar alarm and West Point. Allarme contro gli antigeni non riconosciuti. Le cellule linfoidi rispondono agli Ag formando anticorpi e le cellule B e T per anni sono in grado di ricordare le caratteristiche dellAg.

3 AF/2008 Linfoadeniti3 Capsula Seni sottocapsulari (marginali) Cordoni della midollare Linfatici afferenti ed efferenti Follicoli Centri germinali Area parafollicolare Venule con endotelio alto Strutture anatomiche del linfonodo

4 AF/2008 Linfoadeniti4 LINFONODO

5 AF/2008 Linfoadeniti5

6 AF/2008 Linfoadeniti6

7 AF/2008 Linfoadeniti7 La corticale contiene dei clusters sferici di linfociti B chiamati follicoli. Se le cellule B "vergini" non sono state esposte a Ag, esse costituiscono follicoli primari. Se le cellule B sono state stimolate da Ag, proliferando e trasformandosi, formano dei centri germinativi pallidi circondati da un mantello di linfociti B più piccoli e più scuri, chiamati follicoli secondari.

8 AF/2008 Linfoadeniti8

9 AF/2008 Linfoadeniti9 La ZONA PARACORTICALE si trova tra i follicoli della corticale, e vi si trovano i linfociti T e le venule con endotelio alto. Questi sono i vasi attraverso i quali i linfociti passano dal sangue ai linfonodi. La parte profonda (midollare) contiene: –I seni che contengono macrofagi e linfociti –Il tessuto linfoide tra i seni (corde midollari) che spesso contengono le plasmacellule.

10 AF/2008 Linfoadeniti10 LAg arriva al LN da una lesione a monte (lesione cutanea, neoplasia) attraverso il linfatico afferente. Il linfatico afferente si fonde con la sottile capsula fibrosa e rilascia il suo contenuto nel seno sottocapsulare. LAg scende poi nei seni trabecolari lungo i setti fibrosi del LN (trabecole). La linfa e lAg arrivano allilo, verso i vasi ematici e linfatici efferenti.

11 AF/2008 Linfoadeniti11 I macrofagi che tappezzano i seni, catturano lAg e iniziano a processarlo, rendendolo alla fine pronto per il riconoscimento da parte delle cellule linfoidi. Le cellule che presentano lAg sono probabilmente macrofagi dei seni e cellule dendritiche della paracorticale (interdigitating dendritic cells) o dei follicoli (follicular dendritic cells). Le T-cells Paracorticali, soprattutto cellule T- helper CD4(+), giocano un ruolo chiave nel riconoscimento dellAg e informano le cellule B del follicolo primario ancora non stimolato.

12 AF/2008 Linfoadeniti12

13 AF/2008 Linfoadeniti13 Nel follicolo primario le cellule B con le immunoglobuline di superficie che match lAg, proliferano e si trasformano, dopo aver ricevuto linformazione dalle cellule T. Da piccole (virgin, resting B-cells), le cellule iniziano a divenire più grandi con nuclei irregolari (small-cleaved e large cells) nei centri germinativi attivati. Le cellule B attivate hanno nuclei più grandi che sembrano vuoti e quindi i centri germinativi nelle sezioni colorate con E&E appaiono come CENTRI CHIARI. I centri germinativi mostrano numerose figure mitotiche e i "tingible bodies" sono frammenti di nucleo di cellule B morte.

14 AF/2008 Linfoadeniti14 Centro germinale reattivo versus Linfoma follicolare Alto Indice Mitotico Tingible-body macrophages Zona mantellare ben sviluppata Polarizzazione, con cellule ipercromatiche che predominano nella metà più profonda dei centri germinativi.

15 AF/2008 Linfoadeniti15 Le cellule B che sopravvivono si trasformano in PLASMA CELLULE migrano nelle corde della midollare o abbandonano il LN per andare nei tessuti dove è necessario il loro intervento. I centri germinativi compaiono circa una settimana dopo lo stimolo immunogeno e gradualmente diminuiscono a meno che lo stimolo persista. Si osservano inoltre altri tipi di iperplasia reattiva, come la IPERPLASIA DELLE CELLULE SINUSOIDALI della paracorticale (ISTIOCITOSI DEI SENI).

16 AF/2008 Linfoadeniti16 Clinica Tempo di comparsa Sede Numero Rapporto tra LN Variazioni nel tempo Semeiotica fisica –tumor –rubor –dolor Formula leucocitaria Eosinofilia Gamma-globuline

17 AF/2008 Linfoadeniti17 Tumefazione linfonodale Neoplastica Dura Fibrotica Crescita lenta, inesorabile Fissa sui piani profondi Coinvolge altri linfonodi Reattiva Si muove bene sotto la cute Molle Fluttuante Cresce e diminuisce nel giro di settimane o mesi

18 AF/2008 Linfoadeniti18 Diagnosi patologica Fine Needle Aspiration Biopsy Biopsia chirurgica ICH Biologia molecolare

19 AF/2008 Linfoadeniti19 Indicazioni quale metodica è indicata quando fare la biopsia

20 AF/2008 Linfoadeniti20 Linfoadeniti Acute Linfonodo aumentato di volume Soffice alla palpazione Palpazione dolorosa Peri-linfoadenite Spiccata iperemia Infiltrazione granulocitaria con microascessi Macrofagi

21 AF/2008 Linfoadeniti21

22 AF/2008 Linfoadeniti22

23 AF/2008 Linfoadeniti23

24 AF/2008 Linfoadeniti24 Diagnosi microscopica per pattern Follicolare Sinusoidale Diffuso Misto

25 AF/2008 Linfoadeniti25 Pattern Follicolare Follicoli numerosi, ingranditi, con dorma irregolare; Centri germinativi prominenti; Periferia di linfociti maturi; Popolazione linfocitaria non omogenea; Mitosi frequenti; Macrofagi con corpi tingibili; Immunoglobuline di superficie policlonali.

26 AF/2008 Linfoadeniti26

27 AF/2008 Linfoadeniti27 PATTERN FOLLICOLARE Iperplasia follicolare reattiva aspecifica Artrite Reumatoide Castelman (Giant LN Hyperplasia) AIDS Sifilide Trasformazione progressiva dei Centri Germinativi

28 AF/2008 Linfoadeniti28 Iperplasia follicolare

29 AF/2008 Linfoadeniti29 Linfoadenite reumatoide (Follicoli Giganti) Iperplasia corticale e midollare Iperplasia follicolare con fusione Peri-linfoadenite Aggregati di neutrofili con necrosi Iperplasia endoteli Dilatazione seni

30 AF/2008 Linfoadeniti30 Linfoadenite luetica Linfonodi inguinali Flebite Infiltrato linfo plasmocitario peri vascolare Iperplasia endoteliale midollare Granulomi epitelioidei Cellule giganti plurinucleate Fibrosi capsulare

31 AF/2008 Linfoadeniti31 AIDS I linfonodi svolgono un ruolo fondamentale in corso di AIDS. Durante il lungo periodo di latenza, quando la conta virale nel sangue è minima, il virus si replica furiosamente nei linfonodi, debilitando il sistema immunitario.

32 AF/2008 Linfoadeniti32 1)Fase precoce: LN edematosi con iperplasia follicolare, iperplasia B monocitoide nei seni, con espansione della regione interfollicolare con cellule linfoidi piccole e grandi, plasma cellule, vasi, eosinofili, e istiociti. 2)I follicoli sono spesso enormi e bizzarri, con zona mantellare. Bande di piccoli linfociti distruggono i centri germinativi (follicle lysis). 3)Occasionalmente dentro ed intorno ai follicoli si osservano piccole cellule multinucleate (Cellule di Warthin-Finkeldey), presenti anche nel morbillo.

33 AF/2008 Linfoadeniti33 4) Tardivamente compaiono aspetti di involuzione follicolare. Follicoli piccoli e "burnt out": nella maggior parte solo le cellule dendritiche e le cellule endoteliali popolano i centri germinativi, che sembrano nudi, senza la loro zona mantellare. La regione interfollicolare è occupata da immunoblasti, istiociti, e vasi.

34 AF/2008 Linfoadeniti34 5) Infine deplezione linfocitaria: al posto dei follicoli si osservano aree cicatriziali sclerotiche. La popolazione linfoide è sostituita da plasma cellule e istiociti. In ogni stadio il linfonodo può essere sovrainfettato da numerosi altri agenti patogeni opportunistici (mycobacteri, funghi).

35 AF/2008 Linfoadeniti35 Pattern Sinusoidale Seni prominenti Iperplasia istiocitaria Proliferazione di plasma cellule Immunoglobuline di superficie policlonali

36 AF/2008 Linfoadeniti36

37 AF/2008 Linfoadeniti37 Sinus Pattern Istiocitosi dei seni Istiocitosi dei seni con LA massiva Istiocitosi X Iperplasia a cellule B monocitoidi S emofagocitica M di Whipple Trasformazione vascolare dei seni Sarcoma di Kaposi

38 AF/2008 Linfoadeniti38 Pattern Diffuso Cancellazione dell'architettura, Proliferazione di immunoblasti, Popolazione cellulare mista, Numerosi macrofagi e plasma cellule, Immunoglobuline di superficie policlonali.

39 AF/2008 Linfoadeniti39 Diffuse Pattern LA post-vaccinica Mononucleosi LA da Herpes Ipersensibilità da Difenilidantoina LA da Cytomegalovirus

40 AF/2008 Linfoadeniti40

41 AF/2008 Linfoadeniti41 Mononucleosi Scomparsa dell'architettura Iperplasia follicolare e paracorticale Tingible bodies Immunoblasti Istiocitosi immatura Cellule Sternberg-like Infiltrazione capsulare Linfociti atipici in periferia

42 AF/2008 Linfoadeniti42 Linfoadenite Post-vaccinica Storia di vaccinazione Linfonodi cervicali e ascellari Quadro diffuso, follicolare e misto Proliferazione di immunoblasti con sparse plasmacellule, eosinofili, mastcellule. Quadro screziato Proliferazione vasi Dilatazione seni

43 AF/2008 Linfoadeniti43 Linfoadenite Herpetica Varicella o infezione Zoster Eruzione generalizzata Linfoadenopatia Immunoblasti Plasmacellule Macrofagi con corpi tingibili Inclusioni nucleari con alone

44 AF/2008 Linfoadeniti44 Pattern Misto Cancellazione dell'Architettura, Combinazione dei patter follicolare, sinusoidale, e diffuso, Popolazione cellulare mista, Plasmacellule e macrofagi, Imunoglobuline di superficie policlonali.

45 AF/2008 Linfoadeniti45

46 AF/2008 Linfoadeniti46 Mixed Pattern Toxoplasmosi LA Dermatopatica SLE LA granulomatosa istiocitaria necrotizzante (M Kikuchi) S Linfonodale mucocutanea (M Kawasaki)

47 AF/2008 Linfoadeniti47 Linfoadenite da Toxoplasmosi Piringer e Kuchinka Linfoadenopatia cervicale-nucale Iperplasia follicolare Iperplasia centri G Detriti nei centri G Aggregati epiteloidi nei centri G e in paracorticale Istiocitosi dei seni

48 AF/2008 Linfoadeniti48 Toxoplasmosi T. gondii, trasmesso dai gatti o con ingestione di carne cruda. Infezione subclinica non grave, con sequele serie solo in donne gravide e in immunocompromessi. LN laterocervicali posteriori unilateralmente, con: iperplasia follicolare iperplasia a cellule B monocitoidi aggregati di istiociti epitelioidi (pochi per un granuloma) Mancano la necrosi e le cellule multi-nucleate.

49 AF/2008 Linfoadeniti49 Ciclo del Toxoplasma

50 AF/2008 Linfoadeniti50 Toxoplamosi paraventricolare

51 AF/2008 Linfoadeniti51 Toxoplasma nel polmone

52 AF/2008 Linfoadeniti52 Toxoplasma nel miocardio

53 AF/2008 Linfoadeniti53 La localizzazione più comune è ai LF dellilo polmonare, che sono aumentati di volume per la presenza di granulomi non-necrotizzanti, ben delimitati e non confluenti. E assente il cuff di linfociti che si osserva nei granulomi TBC. Occasionalmente si osservano cellule giganti con corpi intracitoplasmatici di Schaumann o i corpi asteroidi Morfologicamente questa è una diagnosi di esclusione. Anche in presenza di granulomi caratteristici, non-necrotizzanti si devono eseguire colorazioni speciali per mycobatteri e miceti.

54 AF/2008 Linfoadeniti54 Granulomatose Epitelioidi TBC Sarcoidosi Crohn Brucellosi Associata a Carcinomi Associata a HD

55 AF/2008 Linfoadeniti55 Granulomatose con necrosi microascessuale da Graffio di Gatto da Yersinia Pseudotbc da Tularemia da Linfogranuloma Venereo

56 AF/2008 Linfoadeniti56 Linfoadeniti granulomatose Granulomi: aggregati di istiociti simili alle cellule epiteliali (epitelioidi) I granulomi possono contenere una NECROSI CENTRALE talora circoscritta radialmente da istiociti fusati a palizzata, circondati da piccoli linfociti e plasmacellule Si osservano in presenza di: Sostanze che gli istiociti non sono in grado di digerire Una risposta immunitaria T mediata.

57 AF/2008 Linfoadeniti57 Le cellule giganti multinucleate sono composte da singoli istiociti che hanno in comune molti nuclei a corona in un unico citoplasma (cellule di Langhans) o distribuite nel citoplasma in corpi estranei.

58 AF/2008 Linfoadeniti58 Gli aspetti specifici (granulomi) sono dovuti a infezioni, la cui eziologia deve essere confermata con colture del tessuto ottenuto dal linfonodo o con colorazioni delle sezioni (Ziehl-Nielsen) e dalla BM. I possibili agenti sono batteri, mycobactteri, spirochete, funghi, parassiti e virus. Pattern specifici non infettivi sono presenti nella Sarcoidosi, nelle malattie vascolari del collagene, nella silicosi, e nella linfoadenite dermatopatica.

59 AF/2008 Linfoadeniti59 Linfoadenite da Mycobatteri prototipo delle risposte granulomatose. ilo polmone e drenano un focolaio di TBC necrosi "caseosa", la necrosi assomiglia al formaggio (caseum) e mancano i margini cellulari residui che si osservano nella necrosi coagulativa. spesso delle calcificazioni. M atipici (M. bovis, M. avium-intracellulare, M.kansasii )

60 AF/2008 Linfoadeniti60

61 AF/2008 Linfoadeniti61 Granulomi nel polmone

62 AF/2008 Linfoadeniti62 Granulomi TBC

63 AF/2008 Linfoadeniti63 Granuloma con caseosi

64 AF/2008 Linfoadeniti64 Vallo di cellule epitelioidi

65 AF/2008 Linfoadeniti65 Mycobatteri nel polmone

66 AF/2008 Linfoadeniti66 Mycobatteri alcool-acido resistenti

67 AF/2008 Linfoadeniti67 Mycobacterium Avium Intracellulare Complex (MAC) pazienti immunocompromessi (AIDS) linfezione provoca la presenza di grandi aggregati di istiociti schiumosi il cui citoplasma è ripieno di acid-fast rods aspetto è diverso dai granulomi necrotizzanti, dal momento che lospite non è ingrado di sviluppare una adeguata risposta immunitaria. si possono osservare questi istiociti isolati nei tessuti senza segni istologici di flogosi.

68 AF/2008 Linfoadeniti68 MAC

69 AF/2008 Linfoadeniti69 MAC

70 AF/2008 Linfoadeniti70 Linfoadenite da graffio di gatto Contatto con gatto Linfoadenopopatia omolaterale Granulomi necrotici Microascessi C.epitelioidi a palizzata Cellule giganti Perilinfoadenite

71 AF/2008 Linfoadeniti71 Iperplasia Angio-Follicolare Tipo Jalino-vascolare (90%) area jalina centrata da un vaso layers concentrici di linfociti Tipo Plasmacellulare sintomi sistemici (anemia) sintomi neurologici numerose plasmacellule

72 AF/2008 Linfoadeniti72 Linfoadenite angioimmunoblastica Anziani Farmaci Febbre e rush Poliadenopatia Ipergammaglob. Anemia emolitica Epato splenomegalia Proliferazione vasi Immunoblasti Plasmacellule Eosinofili Epiteloidi

73 AF/2008 Linfoadeniti73 Linfoadenite Dermatopatica Lesioni cutanee esfoliative Eosinofilia Linfonodi inguine Struttura conservata Iperplasia follicolare Plasmacellule Macrofagi contenenti pigmento

74 AF/2008 Linfoadeniti74 Linfoadenite reattiva a tumori Neoplasia regionale Dilatazione dei seni Istiocitosi Iperplasia follicolare Proliferazione macrofagi

75 AF/2008 Linfoadeniti75 Linfoadenite Sarcoidea

76 AF/2008 Linfoadeniti76 Sarcoidosi Malattia del sistema immunitario con formazione di granulomi nei LN ed in altre sedi come polmoni, milza, e fegato. Numerosi fenomeni si accompagnano a questa condizione: deplezione dei linfociti CD4 ed alti livelli sierici dellenzima che converte langiotensina. Ha distribuzione mondiale, e negli USA interessa la pololazione nera 15 volte più della bianca. La maggioranza dei pazienti convive con la malattie, e la mortalità è del 10%.

77 AF/2008 Linfoadeniti77

78 AF/2008 Linfoadeniti78 Sarcoidosi

79 AF/2008 Linfoadeniti79

80 AF/2008 Linfoadeniti80 Linfoadenite di linfografia Storia di linfografia Istiocitosi dei seni Materiale lipidico contornato da cellule giganti corpo estraneo Istiocitosi

81 AF/2008 Linfoadeniti81 Linfoadenite di Rosai Dorfman Pediatrica Linfoadenopatia massiva cervicale Ipergamma gl monocl. Spiccata istiocitosi Fagocitosi

82 AF/2008 Linfoadeniti82 Infarto linfonodo Necrosi ischemica massiva Margine linfoide conservato Struttura reticolare conservata Flogosi marginale Trombosi ilo


Scaricare ppt "AF/2008 Linfoadeniti1 A Fassina Patologia Linfonodale."

Presentazioni simili


Annunci Google