La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI a.s. 2007/2008 Istituto Comprensivo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI a.s. 2007/2008 Istituto Comprensivo."— Transcript della presentazione:

1 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI a.s. 2007/2008 Istituto Comprensivo T. Anardi SCAFATI MANUALE DELLA QUALITA

2 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI IL MANUALE DELLA QUALITÀ Norme UNI EN ISO 9004:2000 Cap. 5 Responsabilità della Direzione

3 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI SCOPO Scopo del presente capitolo è quello di descrivere i compiti di guida e di governo del D.S. attraverso unefficace conduzione del Sistema di Gestione per la Qualità, garantendo il miglioramento continuo dello stesso, alla luce dei seguenti obiettivi: Efficienza ed efficacia dellattività operativa; Attendibilità delle informazioni (didattica – bilancio - organizzazione - rapporti Enti); Rispetto delle leggi e dei Regolamenti.

4 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 5.1 GUIDA GENERALE La Direzione dellIstituto, oltre a garantire un sistema di gestione conforme a standard normativi internazionali, si impegna al recupero del concetto di efficacia riferito alla misurazione delle proprie performances, sulla soddisfazione della propria clientela, verificando, quindi, sulla qualità del servizio erogato alla collettività, il grado di soddisfazione del cliente rispetto al servizio ricevuto. Lintendimento della Scuola è di diffondere una qualità rispondente alle aspettative del cliente, vale a dire qualità che questi si aspetta. Pertanto alla luce di quanto esplicitato, limpegno della Direzione è rivolto alla ricerca di strumenti che permettano allistituzione scuola di migliorare sempre più la sua

5 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI attività attraverso : indagini di customer satisfaction : il cui valore consiste nellindividuare il potenziale di miglioramento dellamministrazione, nonché dei fattori su cui si registra lo scarto maggiore tra ciò che lamministrazione è stata in grado di realizzare e ciò di cui gli utenti hanno bisogno; leadership della Direzione, intesa come definizione e sviluppo di strategie, valori e modelli condivisi nellorganizzazione ( prospettiva di un miglioramento continuo); soddisfacimento dei bisogni espressi dai propri clienti; gestione per processi, con correlata definizione di indicatori di qualità;

6 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI individuazione delle risorse umane, dopo attento coinvolgimento e valutazione del personale; promozione continua della qualità tecnica (ciò che il cliente riceve) e della qualità funzionale (come lo riceve); promozione di monitoraggio del gap tra qualità attesa e qualità percepita ed analisi delle cause che lhanno determinato per rimuoverlo; definizione della Politica per la qualità dellIstituto scolastico ed individuazione e pianificazione degli obiettivi funzionali.

7 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 5.2 ESIGENZE E ASPETTATIVE DEL CLIENTE: Il cliente è soddisfatto del servizio ricevuto quando : appaga i suoi bisogni (riceve valore) riceve ciò che si aspetta (esaudisce le attese). I clienti, in senso stretto, di un Istituto scolastico sono: Allievi Famiglie Docenti personale non docente territorio. Tutti questi soggetti esprimono bisogni ed esigenze; conoscere questi bisogni è necessario per verificare la rispondenza

8 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI dellofferta formativa alle domande del cliente per accrescerne la soddisfazione(customer satisfaction). Lindagine è la descrizione analitica e dettagliata del servizio. Con lanalisi del servizio è possibile identificare i fattori di qualità,attributi del servizio che partecipano alla creazione del valore da consegnare al cliente. LIstituto Comprensivo T. Anardi ha fatto propri i criteri individuati da Gronroos: professionalità e competenze atteggiamento e comportamento accessibilità e flessibilità affidabilità e fiducia capacità di rimediare reputazione e credibilità

9 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI Per ognuno di tali criteri il Gruppo Qualità andrà ad individuare gli indicatori di qualità, parametri che permettono di misurare il livello di performance conseguito. Nella seguente tabella è schematizzato un esempio della prima fase di tale processo: Fattori di qualitàIndicatori di qualità Puntualità Accessibilità Competenza disciplinare Cortesia Tempo di attesa Esistenza di barriere architettoniche Numero apprendimenti – abilità Livello di gradimento

10 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI Successivamente si fisseranno gli standard di qualità come valori obiettivo. I valori dati dagli indicatori di qualità confrontati con i valori delle attese dei clienti e con gli standard di qualità verificheranno se sono state mantenute le promesse fatte e adottate nella Carta dei Servizi e nel P.O.F.

11 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 5.3 POLITICA PER LA QUALITA LIstituto C. T. Anardi intende continuare a percorrere le iniziative già intraprese per migliorare la qualità del servizio erogato. La Dirigenza simpegna a diffondere la cultura della qualità a tutti i clienti, essendo essi contemporaneamente fruitori ed erogatori di servizi e,quindi, di valori. Pertanto la funzione centrale della politica per la qualità è quella di pianificare, sviluppare,coordinare il progetto della qualità a tutti livelli : qualità nellattività di gestione delle risorse umane: nello specifico la gestione delle risorse umane deve essere articolata su tre livelli: a)quali risorse coinvolgere,

12 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI b) come coinvolgerle, c) come monitorare la cultura della qualità. qualità nelle attività infrastrutturali: riferita a tutte le attività di un istituto scolastico,quali la direzione – la pianificazione- lamministrazione – il controllo di gestione – il personale – gli affari legali. qualità per la gestione della qualità: lattività di assicurazione della qualità è presente in tutte le funzioni scolastiche e deve dipendere dai singoli responsabili operativi. La Politica per la Qualità richiede grande impegno per assicurare la qualità dei servizi erogati e la totale collaborazione ed attenzione di tutti i collaboratori. Per accrescere la qualità dei

13 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI servizi offerti, ma anche per una buona gestione dellIstituto, è essenziale evitare non conformità nelle fasi dei processi di lavoro, cause di non conformità vanno subito analizzate ed eliminate.

14 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI MISSION: LIstituto Comprensivo T.Anardi intende promuovere una scuola che va oltre la realtà circostante,che prende il positivo dal contesto, lo utilizza e si pone per una formazione proiettata allacquisizione di spirito critico, di capacità di confronto e di costruzione di identità e valori universali, una scuola che sappia formare uomini migliori in una società migliore. Alla luce di quanto esposto, le finalità formative che si propone la scuola sono: Educare alla democrazia e alla solidarietà attiva Formare luomo e il cittadino istruito e competente Favorire lacquisizione della capacità di decodificare la realtà Favorire la capacità di mettere a confronto le proprie idee

15 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI Favorire la capacità di esprimere giudizi autonomi Favorire il riconoscimento di una cittadinanza con identità plurime e valore delle differenze Consentire una piena integrazione nellorganizzazione sociale tramite una legalità vissuta tra scuola, famiglia ed istituzioni locali Consentire alle future generazioni una consapevole ed attiva partecipazione alla cittadinanza europea proiettata verso la mondializzazione. La nostra scuola organizza lintera attività senza perdere mai di vista lalunno come futuro cittadino europeo e intende assicurare: uguaglianza, imparzialità, accoglienza ed integrazione,nonché apertura verso ogni esperienza e continuità del processo educativo

16 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 05.5 PIANIFICAZIONE OBIETTIVI PER LA QUALITA La Politica per la Qualità dellistituto viene assicurata con la concretizzazione dei seguenti obiettivi: Qualità e trasparenza delle procedure Coinvolgimento del personale Miglioramento continuo dellorganizzazione Gestione per processi Formazione in servizio Interlocuzione costante con la comunità locale Differenziazione dellofferta formativa Decisioni basate su dati oggettivi Valutazione dei risultati e dei processi

17 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI PIANIFICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA La Direzione dellIstituto sviluppa una pianificazione della qualità per individuare le risorse necessarie per il raggiungimento degli obiettivi della qualità. La pianificazione comprende: la preparazione del Manuale della Qualità, delle Procedure e della documentazione la definizione di profili professionali e delle relative competenze per il Personale la disponibilità ed il mantenimento delle infrastrutture

18 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI la definizione delle richieste per lerogazione del servizio la definizione del processo di erogazione del servizio il monitoraggio della qualità del servizio erogato. Tali attività vengono svolte in unottica di miglioramento continuo e vengono sottoposte al Riesame del Sistema Qualità per verificarne la validità ed eventualmente per essere sottoposte ad azioni correttive.

19 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 05.6 RESPONSABILITA,AUTORITA E COMUNICAZIONE RESPONSABILITA E AUTORITA Le attività svolte nellIstituto per garantire e favorire unefficace gestione per la qualità sono state suddivise tra i vari collaboratori. Gli incarichi sono assegnati coerentemente alla normativa, alle attitudini e alla disponibilità del personale, alle esigenze organizzative interne. Il D.S., ove necessario dopo lapprovazione del CdD e per mezzo di lettere di incarico, conferisce ad ogni collaboratore mansioni e responsabilità ben precise con lo scopo di suddividere le attività e fornire lautorità necessaria per attuare i controlli previsti.

20 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI Lorganizzazione dellIstituto è definita nellOrganigramma funzionale, in particolare sono state prese in considerazione le funzioni: Direttiva, docente, non docente che collaborano e interagiscono con gli Organi collegiali, tra cui: CdD, CdI, G.E., Commissioni

21 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 1° Collaboratore: prof.ssa Barchiesi 2° Collaboratore : ins. Giordano FUNZIONI STRUMENTALI F.S. 1: Coordinamento POF prof.ssa Paviglianiti Antonietta F.S. 2 : Sostegno alla didattica prof. ssa DellIsola Annamaria F.S. 3 : Coordinamento delluso delle nuove tecnologie prof. ssa Paciolla Monica F.S. 4 : Orientamento e continuità prof.ssa Sica Alfonsina F.S. 5 : Rapporti con Enti locali o istituzioni private prof.Vollaro Mattia F.S. 6 : Coordinamento attività extracurricolari ins. Acampora Giovanna FUNZIONI STRUMENTALI F.S. 1: Coordinamento POF prof.ssa Paviglianiti Antonietta F.S. 2 : Sostegno alla didattica prof. ssa DellIsola Annamaria F.S. 3 : Coordinamento delluso delle nuove tecnologie prof. ssa Paciolla Monica F.S. 4 : Orientamento e continuità prof.ssa Sica Alfonsina F.S. 5 : Rapporti con Enti locali o istituzioni private prof.Vollaro Mattia F.S. 6 : Coordinamento attività extracurricolari ins. Acampora Giovanna 1.Responsabile Biblioteca 2.Responsabili lab. musicali 3.Responsabile lab.informatico 4.Responsabile lab. D.A. 5.Responsabile Sicurezza 6.Responsabile lab. scientifico 1.Responsabile Biblioteca 2.Responsabili lab. musicali 3.Responsabile lab.informatico 4.Responsabile lab. D.A. 5.Responsabile Sicurezza 6.Responsabile lab. scientifico 1.Referenti di Progetto 2.Referenti Commissioni di lavoro 1.Referenti di Progetto 2.Referenti Commissioni di lavoro Coordinatori di classe e di interclasse DIRIGENTE SCOLASTICO: prof.ssa Medugno Elvira MAPPA GENERALE DELLE COLLABORAZIONI MAPPA GENERALE DELLE COLLABORAZIONI

22 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI Collegio dei docenti 1° Collaboratore 2° Collaboratore R.S.U. Giunta Esecutiva Consiglio dIstituto Dirigente Scolastico Comitato di valutazione Gruppo Qualità Uffici amministrativi Personale A.T.A. Personale A.T.A. D.S.G.A. Responsabili laboratori Responsabili Progetti Responsabili Commissioni Commissione Sicurezza Commissione Sicurezza Funzioni strumentali Coordinatori di classe e dinterclasse Consigli di classe e dinterclasse ORGANIGRAMMA FUNZIONALE

23 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI RAPPRESENTANTE DELLA DIREZIONE Il D.S. dellIstituto non ha conferito un mandato di Rappresentante della Direzione al RGQ, in quanto il compito di garantire ladeguatezza e la conformità del SGQ agli standard normativi di riferimento è comune alle figure dello stesso D.S., del RGQ e al team di lavoro per la qualità.

24 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI COMUNICAZIONE INTERNA La Direzione dellIstituto garantisce adeguati processi di comunicazione interna al fine di trasmettere a tutti i livelli funzionali dellIstituto sia informazioni richieste per lattività da svolgere sia informazioni inerenti lefficacia del SGQ. Una corretta e costante comunicazione porta non solo alla fruizione di risorse per il miglioramento del SGQ, ma anche al maggiore coinvolgimento del personale nella realizzazione degli obiettivi definiti. Gli strumenti utilizzati per la comunicazione sono: Riunioni informative con i responsabili delle Funzioni strumentali o con specifiche Commissioni

25 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI Circolari interne Bacheca nella sala professori Consiglio di classe Collegio dei docenti Consiglio dIstituto Incontri individuali su appuntamento.

26 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI 05.7 RIESAME DA PARTE DELLA DIREZIONE GENERALITA Per una sicura attuazione del SGQ, la Direzione periodicamente effettua un Riesame del SGQ (RSQ). Tale riesame viene effettuato una volta allanno, precisamente alla fine dellanno scolastico, contemporaneamente alla fase di valutazione del POF.

27 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI ELEMENTI IN ENTRATA PER IL RIESAME Il D.S. si riunisce con lo staff di dirigenza per eseguire il RSQ prendendo in esame: Rapporto di autoanalisi dIstituto Relazioni dei docenti funzione strumentale al POF e referenti di progetto e attività Questionari di ritorno Risultati delle verifiche ispettive Procedure Prestazioni dei processi Reclami degli utenti.

28 Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI ELEMENTI IN USCITA PER IL RIESAME Lattività di riesame è documentata dalla redazione di un verbale che illustra i risultati riscontrati e sulla base dei quali si pianificheranno gli obiettivi di miglioramento.


Scaricare ppt "Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE POLO QUALITÀ DI NAPOLI a.s. 2007/2008 Istituto Comprensivo."

Presentazioni simili


Annunci Google