La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Dinamica dei gruppi Un gruppo è una unità emotiva Gruppo instabile –Individualismo e competizione –Scarso senso di appartenenza –Stress –Esigenza di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Dinamica dei gruppi Un gruppo è una unità emotiva Gruppo instabile –Individualismo e competizione –Scarso senso di appartenenza –Stress –Esigenza di."— Transcript della presentazione:

1 1 Dinamica dei gruppi Un gruppo è una unità emotiva Gruppo instabile –Individualismo e competizione –Scarso senso di appartenenza –Stress –Esigenza di identificare un capro espiatorio o un nemico esterno Gruppo stabile –Desiderio di coesione –Definizione spontanea di ruoli –Leadership riconosciuta ma con riserve –Competizione per il secondo posto Squadra –Senso di coesione senza dipendenze reciproche –Leadership invisibile –Ruolo di co-leader gestito con alternanza –Pianificazione consensuale

2 2 COSTRUIRE IL TEAM RICONOSCERE PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA SUPERARE LE BARRIERE CREARE UN CLIMA FAVOREVOLE FISSARE E CONDIVIDERE OBIETTIVI CHIARIRE I RUOLI STABILIRE REGOLE

3 3 SVILUPPARE LA FORZA GESTIRE LA DEBOLEZZA OGNUNO DI NOI HA PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA LA CONOSCENZA DI QUESTI E ESSENZIALE PER LA COSTRUZIONE DI UN SISTEMA DI RELAZIONI COSTRUIAMO SUI PUNTI DI FORZA IMPARIAMO A GESTIRE I PUNTI DI DEBOLEZZA

4 4 I PUNTI DI FORZA PRODUCONO SODDISFAZIONE ED ORGOGLIO E MANIFESTANO SEGNI DI PROGRESSO RICONOSCIBILI DA: –ATTRAZIONE –FACILITA E SPONTANEITA –SODDISFAZIONE –APPRENDIMENTO

5 5 I PUNTI DI DEBOLEZZA PRODUCONO INSODDISFAZIONE E FEED-BACK NEGATIVI RICONOSCIBILI DA: –SVOGLIATEZZA –DIFFICOLTA –NON SI TENDE ALLA SPONTANEITA –FATICA MENTALE –DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

6 6 GESTIONE DEI PUNTI DI DEBOLEZZA RINUNCIA RICERCA DI ALTERNATIVE DELEGA PARTNERSHIP SISTEMI DI SUPPORTO

7 PROBLEMI DI PRESTAZIONE TRAININGAMBIENTE SELEZIONEMOTIVAZIONE ATTEGGIAMENTO COMPETENZE

8 8 BARRIERE ALLEFFICACIA DEL TEAM DIVERGENZE SU OBIETTIVI, PRIORITA, INTERESSI CONFLITTI DI RUOLO COMPETIZIONE PER LA LEADERSHIP CREDIBILITA DEL LEADER STRUTTURA POCO DEFINITA SELEZIONE DEI COMPONENTI SCARSO SENSO DI APPARTENENZA PROBLEMI DI COMUNICAZIONE SCARSO SUPPORTO STRATEGICO

9 9 CREARE IL CLIMA INCOMUNICABILITA INVIDIA GELOSIA ESTRANEITA DISCORDIA DISTACCO ISOLAMENTO DERESPONSABILIZZ. DEMOTIVAZIONE DIALOGO COESIONE COOPERAZIONE LEALTA SOLIDARIETA IMPEGNO PARTECIPAZIONE RESPONSABILITA MOTIVAZIONE

10 10 CREARE IL CLIMA ALCUNI STRUMENTI CELEBRARE I RISULTATI –DIVULGARE ESPERIENZE –RINGRAZIARE PUBBLICAMENTE SVILUPPARE LIMPEGNO –ORIENTAMENTO ALLAZIONE –POSITIVE REINFORCEMENT –ETICA DELLA RESPONSABILITA GENERARE –FIDUCIA –CONSAPEVOLEZZA VERSO I CLIENTI –DISPONIBILITA A INVENTARE IL PROPRIO FUTURO –CAPACITA DI DARSI OBIETTIVI

11 11 CREARE IL CLIMA POSITIVE REINFORCEMENT IL FEED-BACK NEGATIVO PORTA ALLINAZIONE O AL DISPREZZO ACCETTARE LERRORE COME MOMENTO DI CRESCITA SORPRENDERE I COLLABORATORI MENTRE FANNO BENE LIEVI CONTATTI FISICI ELOGIARE IN PUBBLICO, CRITICARE IN PRIVATO

12 12 GLI OBIETTIVI DALLINDIVIDUO ALLIMPRESA ATTRAVERSO LA SQUADRA REALISTICI E MISURABILI ACCETTATI FORMULATI IN POSITIVO CORRELATI ALLE RESPONSABILITA AMBIZIOSI E SFIDANTI

13 13 I RUOLI NELLA SQUADRA RESPONSABILITA DEFINITE RELAZIONI CHIARE VALORIZZARE I POSSIBILI CONTRIBUTI INDIVIDUALI: –INTEGRATORE –INNOVATORE –ANALIZZATORE –REALIZZATORE –RIFINITORE –GURU

14 14 LE SPINE LARRABBIATO IL FUORI GIOCO IL POTENZIALE INCONSAPEVOLE IL SI, MA… IL DISORGANIZZATO IL RAMPANTE

15 15 LARRABBIATO CARATTERISTICHE –ritiene di aver subito torti –desiderio di vendetta SINTOMI –ipercritica –riluttanza –svalutazione programmatica delle novità –minimo indispensabile nelle prestazioni OBIETTIVO: RICREARE IL RAPPORTO ATTEGGIAMENTO: COMPRENSIONE PROPOSITIVA

16 16 IL FUORI GIOCO CARATTERISTICHE –fine carriera –demotivato, isolato, messo da parte SINTOMI –calo di prestazioni –orari irregolari –passività OBIETTIVO: RICOSTRUIRE UNA PROSPETTIVA A BREVE ATTEGGIAMENTO: RISPETTO ED EMPATIA

17 17 IL POTENZIALE INCONSAPEVOLE CARATTERISTICHE –non sa usare energie e potenzialità SINTOMI –timore di sbagliare –ansia ingiustificata rispetto al nuovo –rinuncia allautonomia (ricerca di coperture) OBIETTIVO: VENDERGLI SE STESSO ATTEGGIAMENTO: SOSTEGNO AD OLTRANZA

18 18 IL SI, MA….. CARATTERISTICHE –troppe paure –troppe domande SINTOMI –perfezionismo –eccesso di preparazione OBIETTIVO: AUMENTARE TOLLERANZA AL RISCHIO ATTEGGIAMENTO: INCORAGGIAMENTO E FIDUCIA

19 Yesbutters dont just kill ideas. They kill companies, even entire industries. The yesbutters have all the answers. Yesbut were different. Yesbut we cant afford it. Yesbut our business doesnt need it. Yesbut we couldnt sell it to our workforce. Yesbut we cant explain it to our shareholders. Yesbut lets wait and see. All the answers. All the wrong answers. Whynotters move Companies The next time youre in a meeting, look around and identify the yesbutters, the notnowers and the whynotters. God bless the whynotters. They dare to dream. And to act. By acting, they achieve what others see as unachievable. Why not, indeed? Before the yesbutters yesbut you right out of business.

20 20 IL DISORGANIZZATO CARATTERISTICHE –carenza nei metodi –non risolve i problemi SINTOMI –disorganizzazione –spreco di energie –soluzioni banali –confusione nelle priorità –non sfrutta lorganizzazione di sistema OBIETTIVO: DEFINIRE REGOLE ATTEGGIAMENTO: FERMEZZA E COSTANZA

21 IL RAMPANTE CARATTERISTICHE –buon livello –carrierista –ego ipertrofico SINTOMI –ottima preparazione –svalutazione del passato e degli altri –competitività eccessiva –aspettative ingiustificate –poca propensione alla squadra –impazienza OBIETTIVO: RIEQUILIBRARE LE RELAZIONI ATTEGGIAMENTO: ENFASI SUI DATI DI FATTO E FERMEZZA


Scaricare ppt "1 Dinamica dei gruppi Un gruppo è una unità emotiva Gruppo instabile –Individualismo e competizione –Scarso senso di appartenenza –Stress –Esigenza di."

Presentazioni simili


Annunci Google