La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diventare un Manager-Coach Percorso di Management novembre 2008- aprile 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diventare un Manager-Coach Percorso di Management novembre 2008- aprile 2009."— Transcript della presentazione:

1 Diventare un Manager-Coach Percorso di Management novembre aprile 2009

2 Coaching Il Coaching è il processo in cui si chiama unaltra persona per potenziare al massimo le proprie abilità. Comporta lestrarre dallaltra persona le forze attraverso osservazioni e feedback accurati, e aiutarlo a partecipare attivamente al gruppo di lavoro. I metodi di coaching derivano dai modelli di allenamento sportivo, che sviluppano totale consapevolezza delle risorse e abilità, e lo sviluppo di una consapevole competenza. Ciò esalta un cambiamento generativo, concentrandosi sul definire e raggiungere obiettivi specifici.

3 Coaching Nel momento in cui supporta gli altri e lavora con loro, il coach deve essere sorretto, fra le altre, dalle seguenti convinzioni: Le persone hanno in sé le capacità necessarie per ottenere i risultati desiderati. Queste capacità possono essere manifestate stabilendo obiettivi chiari e e provvedendo a fornire loro appropriati incoraggiamenti e feedback. Con un appropriato incoraggiamento e feedback da parte mia,ogni persona potrà dare il meglio di se stessa. In un ambiente sufficientemente sicuro la gente scoprirà e applicherà le risorse che sono necessarie per ottenere i propri risultati Se le persone hanno maggior consapevolezza delle proprie capacità, potranno facilmente svilupparle.

4 Le qualità di un Coach efficace Ottime qualità di comunicazione Ottime capacità di ascolto Entusiasmo Capacità organizzative Flessibilità Recettività nei confronti del feedback Predisposizione alla comprensione Orientamento agli obiettivi Orientamento alle persone Creatività

5 Nel coaching sono di vitale importanza: Saper comunicare in modo efficace Saper ascoltare e fare domande Dare e ricevere Feedback

6 Orientamento dei nuovi collaboratori Il primo intervento di Coaching si presenta quando nuovi collaboratori entrano nella vostra squadra –Accoglienza –Sistema di affiancamento

7 Il concetto di Guida/Prendersi cura nel Coaching Guidare e prendersi cura significa aiutare unaltra persona con riferimento allambiente nel quale avverrà il cambiamento. Guida è il processo per dirigere unaltra persona lungo il percorso da uno stato presente a uno stato desiderato. Presuppone che la Guida abbia già sperimentato il percorso, e conosca la strada migliore (o comunque una strada) per raggiungere lo stato desiderato. Per essere una Guida, o un Aiuto, bisogna predisporre un ambiente sicuro e confortevole. Occorrerà curare il contesto esterno e assicurarsi che siano presenti tutti gli strumenti necessari, e che non vi siano ostacoli alla concentrazione o interferenze dallesterno.

8 Il Manager-Coach Lo scopo del manager coach: sviluppare il potenziale e le competenze dei propri collaboratori Identificare il livello di autonomia delle persone che compongono il team Adattare i propri comportamenti manageriali in rapporto al grado di autonomia del collaboratore

9 Il processo sistematico del Coaching LE FASI Definire gli obiettivi Raccogliere dati sulla performance Analizzare la performance Rivedere e modificare gli obiettivi di performance quando necessario Identificare le risorse di sviluppo Elaborare un piano dazione Attuare la strategia Valutare la performance

10 Intervenire sulle aree di miglioramento Per intervenire sulle aree di miglioramento: Spiegare lobiettivo del coaching: preciso, realistico e misurabile Coinvolgere il collaboratore nella preparazione Dare inizio al coaching partendo dal bilancio preliminare elaborato dal collaboratore La fase di controllo: saper fare le domande più efficaci e saper gestire i feedback

11 Intervenire sulle aree di miglioramento Diagnosi dei punti forti e di quelli deboli dei collaboratori Fissarsi degli obiettivi precisi e realistici: - perché? - quando? - come? Elaborare un piano dazione sulla base degli stili gestionali quotidiani

12 Livelli di Apprendimento e Cambiamento Spirituale A che fine? (Finalità e Visione) Identità Convinzioni Valori - Why? Capacità Comportamenti Ambiente Chi? Come? Che cosa? Dove? Quando? Missione Senso di Sé Permessi Motivazione Strategie Piani di azione Azioni Reazioni Opportunità Vincoli Identità Chi? (Ruolo e Missione) Valori e Convinzioni Perché? Motivazione e Permessi Capacità Come? Piani e strategie Comportamenti Che cosa? Azioni e Tattiche Ambiente Dove? Quando? Contesto e Vincoli

13 Vantaggi del Coaching Aumento della motivazione/produttività Riduzione dei costi e del turnover del personale Miglioramento della qualità e della quantità del lavoro Crescita professionale dei collaboratori Miglioramento della capacità di problem-solving Maggiore efficacia della formazione

14 La Motivazione Termine composto da: MOTIVO + AZIONE Etimologia latina Motivo = Motivus (capace di far muovere) + Azione = Agere (fare) Etimologia greca Il termine più affine è Thimos = spirito Thimos è al tempo stesso: lorgano del movimento o della volontà fisica la sede delle emozioni o dellanima

15 La Motivazione Etimologia contemporanea La motivazione è lenergia che alimenta la dinamica dei comportamenti e delle azioni e la dirige e orienta verso il conseguimento di determinate finalità (Quaglino), La motivazione è un processo intenzionale originato da bisogni (Maslow), finalizzato verso precisi obiettivi (Locke), caratterizzato da direzione direzione e persistenza (Adams).

16 La Motivazione DIMENSIONE DELLINDIVIDUO DIMENSIONE DELLORGANIZZAZIONE DIMENSIONE DELLA RELAZIONE

17 Da dove nasce la Motivazione DIMENSIONE DELLINDIVIDUO ASPIRAZIONI AMBIZIONI CARATTERE SIGNIFICATO DI SUCCESSO EDUCAZIONE STORIA PERSONALE ECC…

18 Da dove nasce la Motivazione DIMENSIONE DELLORGANIZZAZIONE RETRIBUZIONE GRADO DI RESPONSABILITÀ AUTO-REALIZZAZIONE OPPORTUNITÀ DI CARRIERA TIPO DI LAVORO TIPO DI ORGANIZZAZIONE CONDIZIONI DI LAVORO ECC…

19 Da dove nasce la Motivazione DIMENSIONE DELLA RELAZIONE ASCOLTO COMUNICAZIONE EFFICACE FIDUCIA DELEGA EMOZIONI LEADERSHIP POSITIVA

20 Motivazione e Soddisfazione Sfida Coinvolgimento Rinuncia Adempimento Motivazione Soddisfazione

21 Energia + Benessere AnsiaEntusiasmo Benessere Relazionale StressSoddisfazione Relazionale - + Depressione Tranquillità IsolamentoRoutine Energia -

22 La piramide di Maslow (1908 – 1970)


Scaricare ppt "Diventare un Manager-Coach Percorso di Management novembre 2008- aprile 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google