La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

The WeaverSettingsComunicationsFeedback www.maestra.net Piemonte Piemonte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "The WeaverSettingsComunicationsFeedback www.maestra.net Piemonte Piemonte."— Transcript della presentazione:

1 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Piemonte Piemonte

2 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 0.0 – Percorso –The Weaver e larte del tessere… –Setting, ovvero una classe accogliente e una maestra simpatica –Communications, quando le parole passano attraverso la rete –Feedbacks, perché nessuno è solo

3 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Piattaforma MAESTRA Espertionline Tutor Materiali didattici A S A A A S S 0.1 – Scenario di riferimento Tutor

4 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 0.2 – Scenario di riferimento –I tutor on-line –Gli esperti darea –Il gestore del corso –Gli assistenti tecnici –La segreteria

5 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 1.0 – The Weaver e larte del tessere The Weaver -The Weaver E il Tutor nella FAD:E il Tutor nella FAD: Indicizza Prepara Riassume Interpreta Il Tessitore Il Tessitore

6 The WeaverSettingsComunicationsFeedback >Finalizzazione e consapevolezza del percorso formativo >Contratto formativo (psicologico) >Coinvolgimento cognitivo - relazionale >Apprendimento dallEsperienza >Apprendimento come scoperta >Motivazioni intrinseche ed estrinseche >Finalizzazione e consapevolezza del percorso formativo >Contratto formativo (psicologico) >Coinvolgimento cognitivo - relazionale >Apprendimento dallEsperienza >Apprendimento come scoperta >Motivazioni intrinseche ed estrinseche 1.1 – Finalità del tutoring The Weaver

7 SettingsComunicationsFeedback 1.2 – Ruoli del Tutor on-line The Weaver –Tutor personale –Tutor in assistenza –Tutor darea

8 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Funzioni contestualiFunzioni contestuali > Apertura di discussioni –Con commenti scelti e preparati –Scegliendo esempi ed esperienze esemplificative > Impostare regole –Di tipo buon andamento familiare per impostare tacite aspettative sul comportamento di tutti > Impostando una agenda –Il tessitore controlla landamento del flusso delle informazioni e le devia/interrompe quando necessario 1.3 – Larte del tessere I The Weaver

9 SettingsComunicationsFeedback MonitoringMonitoring > Rinforzo –Si assicura ai partecipanti che il loro contributo è valido e benvenuto, si correggono eventuali fraintendimenti > Prompt –Si sollecitano commenti da parte dei partecipanti tramite messaggi pubblici o privati; possono essere anche compiti formali –Punto periodico sulla discussione/lavoro in corso 1.4 – Larte del tessere II The Weaver

10 SettingsComunicationsFeedback > Note organizzative > Molta cura alla biografia personale e alla preparazione di quelle altrui > Preparazione dettagliata della prima volta, del corso o del nuovo arrivato > Messaggi di apertura, di aiuto, di facilitazione… > Preparazione di un modello per lorganizzazione dei tempi da parte degli utenti con calendario Do not disturb 1.5 – La trama … The Weaver

11 SettingsComunicationsFeedback 2.0 – Setting Setting –Setting, ovvero una classe accogliente e una Maestra simpatica liberi nellapprendimento ma mai soli

12 The WeaverSettingsComunicationsFeedback E dovere del leader creare un setting adatto per listruzione Possono esserci documenti forniti che descrivono lambiente che si vuole formare Il nuovo arrivato si deve sentire accolto in una classe popolata, con strutture e regole predefinite 2.1 – Setting Setting

13 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Il concetto di presenzaIl concetto di presenza Il tutor tessitoreIl tutor tessitore La piattaforma MAESTRALa piattaforma MAESTRA 2.2 – Il calore di un ambiente FAD Setting

14 The WeaverSettingsComunicationsFeedback > Il silenzio è brutale e ambiguo > La presenza del tutor si percepisce con i messaggi pubblici > No lurkers; a volte si dice di non avere tempo, in realtà si lurka 2.3 – La presenza Setting > Spronare alla metacomunicazione esplicita >Laughing hard, working hard

15 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 3.0 – Parole attraverso la rete Comunications –Comunications, quando le parole passano attraverso la rete

16 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Comunicazione a due vie Può essere privata o pubblica 3.1 – Uno-a-uno Comunications

17 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 3.2 – Uno-a-molti Comunications Comunicazione a Stella Può essere privata o pubblica

18 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 3.3 – Molti-a-molti Comunications Comunicazione a Rete Può essere solo pubblica

19 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 3.4 – Dinamiche della comunicazione Comunications

20 The WeaverSettingsComunicationsFeedback > Il tempo –Comunicazioni sincrone –Comunicazioni asincrone > Il modo –La scrittura come mezzo di comunicazione > Aspetti socio-relazionali –Stimolare il cooperative learning 3.5 – La comunicazione in ambienti ODL Comunications

21 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Il tempo: Il tempo: > Metodi –Chat, webcam, telefono, videoconferenza –Multiutente o private > Peculiarità –Meno rilevanti dal punto di vista didattico –Difficoltà leadership –Difficoltà decision making –Utile per le messe a punto 3.6 – Comunicazioni sincrone Comunications

22 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Il tempo: comunicazioni asincrone > Il tempo – CE, ma è percepito diversamente dagli utenti (time coherence) > Metodo –Più riflessivo –Horror vacui : riempire gli spazi vuoti –Spezzare gli argomenti in più parti 3.7 – Comunicazioni asincrone Comunications

23 The WeaverSettingsComunicationsFeedback >Evitare sarcasmi e note polemiche >Silenzio / assenso specie nei sondaggi >Interazione a due vie e interazione di gruppo >…>…>…>… 3.8 – Scrittura come comunicazione Comunications >Uso delle emoticons (faccine) :-);-) :-( ^_^

24 The WeaverSettingsComunicationsFeedback >Uso del quoting citazione (evitarlo quando non serve) >Uso delle repliche ai msg >Corrispondenza fra oggetto e contenuto del msg >Lunghezza dei msg e possibile loro monotematicità >Uso degli attachment (quando e con quale formato) 3.9 – … Netiquette!!! Comunications

25 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Flattering of gerarchy > Flattering of gerarchy > La mancanza di segni di comunicazione può lasciare ansietà (silence -> failure) > Vincere la solitudine dellutente > Il tutor diventa: –social host –meeting chairperson 3.10 – Aspetti socio-relazionali Comunications

26 The WeaverSettingsComunicationsFeedback 4.0 – Parole attraverso la rete Feedback –Feedback, Perché nessuno è solo

27 The WeaverSettingsComunicationsFeedback > Tempi –Valutazioni:settimanali –Contatti:quotidiani –Percezione dellassenza del tutor > I nodi da sciogliere –quando e quanto intervenire? Come fronteggiare i due possibili estremi? –esprimere opinioni personali? come intervenire in caso di lite? –quale supporto per problemi tecnici? 4.1 – Feedback I Feedback

28 The WeaverSettingsComunicationsFeedback >Altri suggerimenti … - Condividere con gli allievi i metodi di valutazione - Intervenire solo quando serve - Annotare quanto detto dagli studenti - Studiare le situazioni prima di procedere al contatto 4.2 – Feedback II Feedback

29 The WeaverSettingsComunicationsFeedback Piemonte Piemonte Torino, 26 gennaio 2001

30 The WeaverSettingsComunicationsFeedback maestraagendacorsi News centri News Ente Sys qualità … sitoElenco Elenco corsiDoc. qualità…. Mailing-listforum(ftp)… Web HTML Web dynamic Personal web interattivitàFacilità tecnica di realizzazionePersonalizzazione Al 1 – Prospettive telematiche CNOS-FAP


Scaricare ppt "The WeaverSettingsComunicationsFeedback www.maestra.net Piemonte Piemonte."

Presentazioni simili


Annunci Google