La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ribosomi Piccoli organelli cellulari costituiti da 2 subunità (subunità maggiore e subunità minore). Sono i siti della sintesi proteica. Ogni subunità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ribosomi Piccoli organelli cellulari costituiti da 2 subunità (subunità maggiore e subunità minore). Sono i siti della sintesi proteica. Ogni subunità"— Transcript della presentazione:

1 Ribosomi Piccoli organelli cellulari costituiti da 2 subunità (subunità maggiore e subunità minore). Sono i siti della sintesi proteica. Ogni subunità è formata da rRNA e proteine. Subunità maggiore Subunità minore Sito per mRNA Sito per tRNA **

2 Possono trovarsi liberi nel citoplasma (poliribosomi) oppure associati alla membrana esterna del reticolo endoplasmatico (RE). Sono la fabbrica delle proteine, che a partire dallo stampo di mRNA procede ad opera di tRNA e di fattori specifici.

3 Formazione dei ribosomi

4 Reticolo Endoplasmatico (RE) Reticolo endoplasmatico: sistema di membrane intercomunicanti costituito da sacculi e tubuli. Si estende dalla membrana nucleare a tutta la cellula formando un intricato sistema di cisterne, tubuli e canali. Il reticolo è coinvolto nel trasporto dei materiali attraverso la cellula.

5 Esternamente rivestito da ribosomi. Funzione: sede della sintesi di proteine destinate alla membrana plasmatica, allesterno e agli organelli Non è associato a ribosomi. Funzione: sintesi dei lipidi, sintesi di steroidi (estrogeni, testosterone, cortisolo) e detossificazione (farmaci e veleni). Abbondante in cellule ghiandole endocrine (surrenali, gonadi). RE rugoso (RER) RE liscio (REL)

6 Rapporto fra le cisterne del RER e REL

7 Le proteine sintetizzate dai ribosomi che rivestono il RER vengono successivamente impacchettate in vescicole che, viaggiando nel citoplasma, arriveranno all apparato di Golgi Rapporti tra sistemi di membrane cellulari

8 Apparato di Golgi Sistema costituito da pile di vescicole appiattite (cisterne) delimitate da membrana. Funzione: stazione di raccolta, rielaborazione e smistamento dei prodotti del RE Riceve dal RE proteine e lipidi impacchettati in vescicole, li modifica aggiungendo gruppi carboidrato (glicosilazione) e li impacchetta in nuove vescicole che vengono indirizzate a varie destinazioni finali. Le vescicole del Golgi trasportano il loro contenuto al varie destinazioni finali: membrana plasmatica compartimenti cellulari spazio extracellulare

9 Lisosomi: il sistema digerente della cellula LISOSOMI: vescicole a contenuto acido che si formano nell'apparato del Golgi e racchiudono enzimi idrolitici attivi nella digestione intracellulare di materiali ingeriti dallesterno e di materiali cellulari obsoleti. Enzimi lisosomali o idrolasi acide: 50 diverse enzimi degradativi che includono proteasi (digeriscono proteine), nucleasi (digeriscono acidi nucleici), glicosidasi, lipasi ecc. in grado globalmente di digerire tutti I principali composti cellulari. Se i lisosomi si rompono, la cellula stessa viene distrutta (autolisi). Il pH acido dei lisosomi viene mantenuto, a spese di energia, da una pompa protonica nella membrana dellorganello Tutte le cellule eucariotepossiedono lisosomi (abbondanti nei macrofagi). Tutte le cellule eucariote possiedono lisosomi (abbondanti nei macrofagi).

10 Perossisomi Vescicole contenenti enzimi che decompongono il perossido didrogeno (H 2 O 2 ) altamente tossico per la cellula. Abbondanti nelle cellule del fegato dove detossificano molecole dannose come lalcol.

11 Mitocondri MITOCONDRI: organelli che costituiscono la centrale energetica della cellula, sede della respirazione cellulare e della sintesi di ATP. Respirazione cellulare: processo di demolizione di sostanze organiche che avviene con liberazione di energia sfruttata per sintetizzare ATP, necessario alle attività cellulari. Struttura: hanno forma oblunga, sono formati da 2 membrane, una interna che forma creste ed una esterna liscia, che delimitano uno spazio interno detto matrice

12 Membrana interna: si estroflette nella matrice formando creste su si trovano molti enzimi necessari alla produzione di energia (catena di trasporto degli elettroni) Matrice mitocondriale: contiene DNA circolare esclusivo dei mitocondri. Questo DNA dirige la sintesi di alcune proteine mitocondriali che non sono sintetizzate nel citoplasma della cellula Membrana esterna: contiene enzimi coinvolti nella sintesi di lipidi

13 I mitocondri si dividono per scissione binaria ed in modo autonomo rispetto alla divisione cellulare. Negli animali i mitocondri sono trasmessi per via materna: sono presenti nella cellula uovo, ma non nella porzione di spermatozoo che in essa penetra allatto della fecondazione. Organelli semiautonomi: possiedono un DNA circolare, ribosomi simili a quelli batterici, sintetizzano alcune proteine. Mitocondri discendenti di antichi batteri? Secondo la teoria dellendosimbiosi sarebbero i discendenti di primitive cellule procariote che avrebbero instaurato una relazione simbiotica con lantenato della cellula eucariote.

14 Il Citoscheletro Rete di proteine che si estende tridimensionalmente nel citoplasma e forma limpalcatura (scheletro) della cellula. Funzioni del citoscheletro: conferisce e mantiene la forma della cellula rende possibili e coordinati i movimenti degli organelli Le proteine che costituiscono il citoscheletro sono organizzate in 3 strutture: Microfilamenti (diametro 7nm) Microtubuli (diametro 25nm) Filamenti intermedi (diametro 10nm)

15 Confronto tra i componenti A forma di cavo lunghi cilindri cavi 2 polimeri di actina costitituiti da tubulina avvolti a elica, flessibili costitituiti da tubulina avvolti a elica, flessibili, 10nm25nm7nm 10nm 25nm 7nm

16 Funzioni del Citoscheletro Sostegno e forma alle cellule Trasporto degli organelli e organizzazione interna delle cellule Costituisce il meccanismo locomotore di ciglia e flagelli È responsabile della contrattilità in tessuti specializzati (es. tessuto muscolare) Formazione del fuso mitotico e separazione dei cromosomi

17 Microfilamenti Formati dallassemblaggio di molte unità della proteina actina Hanno la funzione di binari per lo spostamento degli organuli ad essi ancorati Sono strutture in grado di assemblarsi e disassemblarsi Connettono complessi proteici ed organelli in regioni diverse della cellula Sebbene presenti in tutta la cellula, si concentrano nella zona sottostante alla membrana plasmatica

18 Microtubuli Generalmente una delle 2 estremità del microtubulo è attaccata al centrosoma Sono componenti essenziali di ciglia e flagelli Molto più grandi dei microfilamenti. Lunghi cilindri cavi formati da subunità della proteina tubulina. La circonferenza del tubulo è formata da 13 subunità di tubulina Possono assemblarsi e facilmente. Possono assemblarsi e disassemblarsi facilmente.

19

20 Centrosoma Centrosoma: localizzato vicino al nucleo cellulare, è il punto di origine dei microtubuli, che da esso si estendono a raggiera verso al periferia della cellula. Il centrosoma è costituito da 2 centrioli. Centrioli: strutture tubulari formate dalla associazione di 9 triplette di microtubuli Triplette di microtubuli I centrioli si duplicano prima della divisione cellulare e migrano ai poli opposti della cellula

21 FilamentiIntermedi Dimensioni intermedie rispetto a microfilamenti e microtubuli Sono costituiti da vari tipi di proteine, tra cui la cheratina Formano una solida rete nel citoplasma Si ancorano alla membrana plasmatica al livello di salde giunzioni tra cellule adiacenti

22 Ciglia e Flagelli Le cellule libere li utilizzano per muoversi nellambiente circostante I flagelli sono lunghi e poco numerosi Le ciglia sono corte e numerose Appendici cellulari dotate di movimento e formate da fasci di microtubuli ricoperti da membrana cellulare Le cellule non libere li usano per spostare il materiale extracellulare

23 Ciglia di una cellula epiteliale Flagelli dellalga verde

24 La cellula vegetale Possiede strutture che mancano nelle cellule animali: Vacuoli Parete cellulare Plastidi

25 Funzione: Funzione: conferire forma alla cellula, proteggerla e sostenerla. E costituita per la maggior parte da cellulosa (polimero del glucosio) Vacuoli Parete Cellulare Involucro rigido, esterno alla membrana cellulare. Funzione Funzione: servono da deposito per sostanze di riserva o rifiuto, danno turgore alla cellula, della quale possono occupare gran parte del volume. Grosse vescicole contenenti acqua e sostanze di vario tipo. Diventano via via più grandi man mano che la cellula invecchia.

26 Plastidi Organuli di forma allungata costituiti da 2 membrane, una interna ed una esterna. Esistono diversi tipi di plastidi: Deposito di sostanze di riserva (amido) Cloroplasti complesso sistema di membrane interne (tilacoidi), dotati di DNA circolare, contengono la clorofilla, sono sede della fotosintesi Cromoplasti Leucoplasti Deposito di pigmenti colorati

27 I Virus Oggetti biologici (viventi) non costituiti da cellule Differenzia con altri esseri viventi: Sono costituiti da una DNA o RNA Racchiuso in un involucro proteico (capside) Per riprodursi devono infettare cellule di cui sfruttano gli enzimi, lapparato energetico e le strutture Sono parassiti endocellulari obbligati e specifici (es. alcuni infettano solo cellule animali, altri solo cellule vegetali, altri solo batteri (batteriofagi). Dimensioni: variano da 10 a 300 nanometri (1nm=10 -9 metri) fago Incapaci di autonoma sintesi proteica

28 Virus dellinfluenza HIV HIV The single biggest threat to man's continued dominance on the planet is the virus! Joshua Lederberg, Ph.D, Nobel laureate Ebola virus HIV


Scaricare ppt "Ribosomi Piccoli organelli cellulari costituiti da 2 subunità (subunità maggiore e subunità minore). Sono i siti della sintesi proteica. Ogni subunità"

Presentazioni simili


Annunci Google