La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Apparato di Golgi Membrana plasmatica Sostanze nutritive Vacuolo alimentare Lisosomi Digestione Introduzione delle particelle Vescicola di trasporto (contenente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Apparato di Golgi Membrana plasmatica Sostanze nutritive Vacuolo alimentare Lisosomi Digestione Introduzione delle particelle Vescicola di trasporto (contenente."— Transcript della presentazione:

1 Apparato di Golgi Membrana plasmatica Sostanze nutritive Vacuolo alimentare Lisosomi Digestione Introduzione delle particelle Vescicola di trasporto (contenente enzimi idrolitici inattivi) Reticolo ruvido Il lisosoma ingloba lorganulo danneggiato Demoliscono le sostanze alimentari e di rifiuto delle cellule I lisosomi sono costituiti da enzimi digestivi (idrolitici) chiusi in un sacchetto avvolto da una membrana. I LISOSOMI Sono anche il centro di riciclaggio degli organuli danneggiati.

2 I lisosomi sono anche il centro di riciclaggio degli organuli danneggiati. TEM Due organuli danneggiati allinterno del lisosoma Frammento di mitocondrio Frammento di perossisoma

3 I MITOCONDRI Sono organelli di forma cilindrica lunghi 2-8 m e larghi circa 2 m, presenti a centinaia nella cellula Dispongono di un doppio sistema di membrane: membrana esterna e membrana interna. La M.I. è introflessa in modo da disporre di uno sviluppo superficiale maggiore; queste pieghe sono chiamate creste. La camera delimitata dalla complessa membrana interna è la matrice mitocondriale Mitocondrio Membran a esterna Spazio intermembrana Matrice Membrana interna Creste TEM RESPIRAZIONE CELLULAREPossono essere considerati come la centrale energetica della cellula, infatti costituisce la sede del processo detto RESPIRAZIONE CELLULARE, mediante la quale la cellula ricava energia (sotto forma di molecole di ATP) bruciando molecole di glucosio, derivanti dalla demolizione delle sostanze nutritive, in presenza di ossigeno.

4 IL CITOSCHELETRO Il citoplasma non è una massa gelatinosa informe, in cui sono sparsi il nucleo e gli organelli; possiede al contrario una struttura organizzata. Una matrice di proteine fibrose,il citoscheletro, si estende dal nucleo fino alla superficie interna della membrana citoplasmatica,tale struttura ha varie funzioni: contribuisce a definire la forma della cellula, è coinvolto nel movimento e nella divisione cellulare, controlla il movimento degli organelli cellulari e dirige il traffico delle vescicole.

5 IL CITOSCHELETRO Lo scheletro delle cellule è costituito da una rete di fibre proteiche di sostegno: Subunità di actina Microfilamento 7 nm Subunità fibrosa 10 nm Filamento intermedio Microtubulo 25 nm Subunità di tubulina 1. microfilamenti di actina permettono alle cellule di cambiare forma e di muoversi. 2. filamenti intermedi rinforzano la cellula e tengono bloccati alcuni organuli. 3. microtubuli conferiscono rigidità alla cellula e svolgono funzione di ancoraggio per gli organuli e di guida per i loro movimenti.

6 Sono due tipi di estensioni cellulari, la struttura e il funzionamento si basano sui microtubuli. Le ciglia sono corte e numerose. Possono fungere da mezzo di propulsione della cellula o hanno il compito di far scorrere materiali lungo la sua superficie I flagelli sono più lunghi delle ciglia e spesso presenti in un unico esemplare, fungono da mezzo di propulsione della cellula LM 600 Colorizzata SEM 4100 CIGLIA E FLAGELLI

7 Nelle ciglia e nei flagelli, gruppi di microtubuli hanno funzione di sostegno e consentono il movimento ondeggiante tipico di questi organuli. Flagello Fotografie al microscopio elettronico di sezioni trasversali Flagello Corpo dorsale Corpo basale (strutturalmente identico al centriolo) TEM Membrana plasmatica Braccia di dineina Braccia radiali Microtubuli centrali Coppia di microtubuli esterni

8 LA CELLULA VEGETALE: differenze con la cellula animale Non ha i lisosomi Non ha i centrioli Ha una spessa parete Ha il vacuolo Ha i plastidi (es: cloroplasti)

9 LA CELLULA VEGETALE: IL CLOROPLASTO E un organello di forma elissoidale, con dimensioni di circa 5 micron. tilacoidigrana stromaE rivestito da una doppia membrana. Vi è anche un sistema di membrane interne che forma i tilacoidi, disposti in pile dette grana, immerse in liquido molto denso chiamato stroma. clorofillaContiene un pigmento, la clorofilla, indispensabile per catturare l' energia, luminosa del sole. TEM 9750 Cloroplasto Stroma Spazio tra le membrane Membrana interna ed esterna Grano E presente solo nelle cellule degli organismi autotrofi. Tutte le reazioni della fotosintesi, hanno luogo nei cloroplasti. plastidi Il cloroplasto fa parte di un gruppo di organelli detti plastidi

10 Cloroplasto Vacuolo centrale Nucleo Colorizzata TEM LA CELLULA VEGETALE: IL VACUOLO tonoplasto E un organulo delimitato da una membrana detta tonoplasto, che è costituito da lipidi e proteine caratteristici. Nelle cellule vegetali in genere c'è un unico grande vacuolo centrale che può arrivare ad occupare il 90% del volume cellulare, di solito occupano il 30%. E composto soprattutto da acqua. Nellambiente acquoso del vacuolo centrale sono presenti centinaia di sostanze (nutritive o di rfiuto)

11 FUNZIONI DEL VACUOLO Le piante usano i vacuoli per la produzione di grandi cellule con basso dispendio di energia Riserva: immagazzina ioni, aminoacidi, zuccheri,pigmenti, proteine Digestiva: contiene delle idrolasi che contribuiscono alla rottura e al riciclo dei componenti cellulari Discarica per i prodotti di rifiuto Controllo del pH e omeostasi ionica: riserva di protoni e ioni calcio Difesa dai nemici (patogeni microbici ed erbivori): accumula composti tossici Sequestro di composti tossici, anche di manifattura umana giacchè le piante non possono fuggire dai luoghi tossici Pigmentazione: molti fiori rossi o blu devono il loro colore a pigmenti disciolti nel vacuolo centrale delle loro cellule

12 Pareti di due cellule vegetali adiacenti Membrana plasmatica Citoplasma Plasmodesmi Vacuolo Strati di una parete di cellula vegetale LA PARETE Le cellule vegetali sono sostenute da pareti cellulari rigide fatte per la maggior parte di cellulosa mentre le cellule animali sono prive di pareti cellulari rigide Tra due cellule vegetali adiacenti si trovano numerosi canali (plasmodesmi), ovvero giunzioni cellulari che formano un sistema di comunicazione allinterno dei tessuti vegetali.

13 GIUNZIONI CELLULARI NELLA CELLULA ANIMALE –Le giunzioni occludenti uniscono le cellule tra loro formando un sottile strato a tenuta stagna. –I desmosomi (o giunzioni di ancoraggio) tengono unite le cellule tra loro o alla matrice extracellulare. –Le giunzioni comunicanti sono canali che permettono alle sostanze di fluire da cellula a cellula. Desmosoma Giunzione occludente Giunzione comunicante Matrice extracellulare Spazio fra le membrane cellulari Membrane cellulari di cellule adiacenti

14 Gli organuli eucariotici e le loro funzioni:

15 Tirocinante: Marilisa Lamuraglia Prof. Raffaele Popolizio


Scaricare ppt "Apparato di Golgi Membrana plasmatica Sostanze nutritive Vacuolo alimentare Lisosomi Digestione Introduzione delle particelle Vescicola di trasporto (contenente."

Presentazioni simili


Annunci Google