La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNICOCAMPANIA LINTEGRAZIONE DI RETE E SERVIZI Ing. Antonietta Sannino Cogito ergo bus Convegno ATAF- ASSTRA Firenze, 24-25.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNICOCAMPANIA LINTEGRAZIONE DI RETE E SERVIZI Ing. Antonietta Sannino Cogito ergo bus Convegno ATAF- ASSTRA Firenze, 24-25."— Transcript della presentazione:

1 UNICOCAMPANIA LINTEGRAZIONE DI RETE E SERVIZI Ing. Antonietta Sannino Cogito ergo bus Convegno ATAF- ASSTRA Firenze, gennaio 2008

2 Il ruolo del trasporto pubblico locale Lintegrazione tariffaria nasce a Napoli nel 1994 con lobiettivo di dare una risposta concreta alle esigenze di mobilità sul territorio in termini di domanda di trasporto pubblico. In quel periodo il TPL assunse, infatti, sia per le Amministrazioni Locali che per lopinione pubblica, il ruolo fondamentale di fattore di sviluppo delleconomia e di miglioramento delle condizioni di vita, non solo dei pendolari, che avevano necessità di mobilità sul territorio, ma di tutti i cittadini residenti nellarea urbana.

3 Le leve del trasporto pubblico locale Lintegrazione tariffaria è una delle leve strategiche per lo sviluppo del trasporto pubblico locale

4 Lintegrazione tariffaria Lintegrazione tariffaria consente allutente di viaggiare sullintera rete di trasporto nellarea integrata secondo i propri bisogni e necessità, con la massima accessibilità al sistema, acquistando mobilità sul territorio e non sulle singole aziende. Non più tanti biglietti per tanti spostamenti, ma un solo titolo di viaggio e per tutti gli spostamenti.

5 Lintegrazione tariffaria Le semplificazioni introdotte dallintegrazione tariffaria in termini di riduzioni dei tempi e dei costi dello spostamento, di praticità di acquisto e utilizzo dei titoli di viaggio, abbinate ad ulteriori agevolazioni possibili, fanno sì che i pendolari lascino la propria auto a casa, o in un parcheggio di interscambio, utilizzando i mezzi pubblici.

6 I benefici dellintegrazione Lintegrazione tariffaria in Campania ha consentito di: Aggregare e razionalizzare lofferta di T.P.L.; Recuperare quote di trasporto pubblico rispetto allutilizzo del mezzo privato; Incrementare la fidelizzazione dellutente; Accrescere e migliorare i servizi mediante ladozione delle nuove soluzioni tecnologiche; UN IMMEDIATO AUMENTO DELLOFFERTA DI TRASPORTO A COSTO ZERO

7 Le criticità di attuazione Lintegrazione tariffaria presenta una serie di criticità nella fase di attuazione e gestione connesse alla: definizione (preliminare e nelle fasi di sviluppo successive) delle quote di ripartizione degli introiti derivanti da tariffa; preoccupazione delle aziende di trasporto per la perdita di identità sul territorio e rispetto ai propri utenti; timori di una flessione degli introiti per le singole aziende, determinati dallunificazione delle varie offerte sulla base di livelli tariffari non penalizzanti per la clientela; definizione della struttura operativa e del management che in concreto gestirà lintegrazione tariffaria; individuazione e definizione del Sistema Tariffario Integrato.

8 Campania: la nuova frontiera del TPL La Campania è stata la prima realtà territoriale a credere nellintegrazione tariffaria come nuova frontiera del TPL. Leffetto principale per il cittadino è stato quello di diventare acquirente dellintera offerta di mobilità sul territorio, qualunque fosse il mezzo scelto. Il rapporto contrattuale col singolo vettore, dunque, si è trasformato ed è diventato il rapporto del singolo utente con tutti i vettori riuniti sotto ununica compagnia di bandiera: il Consorzio UNICOCAMPANIA

9 Un UNICO marchio per il trasporto Il sistema tariffario integrato UNICOCAMPANIA, marchio istituzionale dello STI, ha racchiuso, in maniera assolutamente innovativa, tutte le risorse del sistema in un unico quadro integrato di gestione, tariffazione e di immagine del sistema di trasporto pubblico campano.

10 Il ruolo del Consorzio UNICOCAMPANIA Il Consorzio coordina il sistema di tariffazione integrata UNICOCAMPANIA nella Regione. Dal 2003 con un UNICO biglietto è possibile viaggiare, in tutta la Regione, su tutti i mezzi di trasporto, su gomma e su ferro, delle aziende aderenti al Consorzio. Questo assetto è stato raggiunto con un intenso lavoro di studio e confronto tra i soggetti interessati seguendo la filosofia dei piccoli passi. Oggi le aziende di trasporto pubblico aderenti al sistema tariffario UNICO sono 14: ACMS, AIR, AMTS, ANM, CIRCUMVESUVIANA, CTP, CTI/ATI, CSTP, METROCAMPANIA NORDEST, METRONAPOLI, SEPSA, SITA, TRENITALIA, VESUVIANA MOBILITA.

11 La mission e la vision La Mission del Consorzio è promuovere lutilizzo del trasporto pubblico attraverso tutte le iniziative di marketing e comunicazione in grado di evidenziare i vantaggi, in termini economici e di rispetto dellambiente, che derivano agli utenti dalla preferenza accordata al TPL. La Vision del Consorzio si incentra sul corretto utilizzo del TPL nella consapevolezza che la lotta allevasione consente di recuperare risorse destinate a incrementare la qualità del servizio.

12 Le attività del Consorzio Il Consorzio gestisce le seguenti attività: linformazione dellofferta integrata, delle caratteristiche e dei vantaggi; il coordinamento delle attività idonee a determinare tra i consorziati unintegrazione delle tariffe, degli orari e dei percorsi dei mezzi di trasporto; attività di programmazione, di progettazione, di pianificazione di nuovi interventi volti ad estendere, attraverso accordi e intese con enti, imprese, associazioni, pubblici e/o privati, ulteriori livelli di integrazione che portino, attraverso il miglioramento qualitativo e quantitativo del servizio reso, un incremento dei ricavi dei consorziati e dellimmagine aziendale di ciascuno, individualmente e quale membro del Consorzio;

13 Le attività del Consorzio la promozione e la comunicazione, in tutti i modi, dei servizi offerti; la definizione e lattuazione delle attività di promozione e comunicazione; la rilevazione dei dati di traffico; la cura della stampa dei titoli di viaggio; lorganizzazione e gestione degli incassi relativi alla distribuzione dei titoli di viaggi; il coordinamento della attività di validazione e verifica; la gestione delle attività di controllo nei confronti dei viaggiatori.

14 Il sistema di trasporto integrato UNICO 14 Aziende di TPL CORSE BUS GIORNO CORSE TRENI GIORNO % dellofferta regionale su gomma integrata; 100% dellofferta regionale su ferro integrata. BUS*km Anno TRENI*km Anno Dati anno trasportati/giorno Regione Campania Abitanti: Capoluogo: Napoli Superficie: Km² Densità abitanti: 425 ab/Km² Altre provincie: Avellino, Benevento, Caserta, Salerno

15 Le tappe dellintegrazione tariffaria 1° FEBBRAIO 1995 TARIFFA INTEGRATA GIRANAPOLI Integrazione del sistema di trasporti dellarea urbana di Napoli 18 OTTOBRE 2000 TARIFFA INTEGRATAUNICO Napoli & Provincia Integrazione tra Napoli e 43 Comuni con un bacino dutenza di ab. 1° OTTOBRE 2001 TARIFFA INTEGRATAUNICOCAMPANIA Integrazione tra Napoli e 162 Comuni con un bacino dutenza di ab. 1° GENNAIO 2003 Estensione tariffa integrata UNICOCAMPANIA a tutta la Regione Integrazione tra Napoli e 550 Comuni con un Bacino dutenza di ab.

16 La struttura tariffaria regionale TipologiaDescrizioneTariffa 1 Spostamenti allinterno di Napoli UNICONAPOLI 2 Spostamenti da e per NapoliUNICOCAMPANIA U 3 Spostamenti tra Comuni diversi da Napoli UNICOCAMPANIA E 4 Spostamenti allinterno della area suburbana dei capoluoghi di Provincia UNICOAVELLINO UNICOCASERTA UNICOSALERNO UNICOBENEVENTO Lintroduzione di Unicocampania U ha notevolmente aumentato lutilizzo del TPL allinterno dellarea di Napoli

17 La tariffa UNICONAPOLI, nata nel marzo 2004, comprende larea urbana di Napoli e i 14 Comuni dellarea suburbana. La tariffa UNICONAPOLI

18 I RISULTATI OTTENUTI

19 Leffetto dellintegrazione AnnoViaggiatori al giorno Introiti annuali (£) Incremento 1994 (*) Mld Mld+ 55% Mld+ 59% Mld+ 22% da e per Napoli E evidente che già dallintegrazione tariffaria del Comune di Napoli e, quindi, con lintroduzione della tariffa Giranapoli, si è subito riscontrato un incremento sia in termini di passeggeri trasportati che di introiti. (*) = Prima dell'introduzione della tariffa GIRANAPOLI Lincremento degli introiti tra il 1994 e il 2000 è circa 200% In dieci anni lincremento del trasportato è oltre il 300%

20 Leffetto UNICO al 2006 VIAGGI GIORNO % TOT.MODALITÀ VIAGGI GIORNO % Modale Relativa % Modale Assoluta spostamenti giorno feriale nell'area urbana di NAPOLI ,0% ferro %20,3% gomma %39,7% spostamenti giorno feriale da e per NAPOLI ,0% ferro %8,0% gomma %6,0% spostamenti giorno feriale nella Provincia di NAPOLI (escluso da e per Napoli) ,3% ferro %5,1% gomma %6,2% spostamenti giorno feriale inter provinciali ,9% ferro %2,6% intra provinciali (esclusa NAPOLI) gomma %5,3% spostamenti giorno feriale nelle altre aree suburbane della Regione (Avellino, Benevento, Caserta, Salerno) ,8% ferro4.9915%0,3% gomma %6,5% TOTALE SPOSTAMENTI TPL REGIONALE % ferro % gomma % TOTALE

21 Lutilizzo integrato del TPL Mentre in passato, con un solo titolo di viaggio, era possibile effettuare un solo spostamento e prendere un solo mezzo, oggi, con un solo titolo di viaggio, si utilizzano mediamente 1,46 mezzi presenti ed operanti sullintero territorio regionale. Nellarea metropolitana di Napoli, poi, il valore sale addirittura a 2 mezzi differenti (gomma e/o ferro e/o fune) utilizzati con un unico titolo di viaggio per lintero percorso usufruito.

22 I cittadini scelgono sempre più il trasporto pubblico per i loro spostamenti, non soltanto legati alle esigenze lavorative o scolastiche ma anche di svago e tempo libero, con benefici significativi sul miglioramento del traffico e dellinquinamento atmosferico. I benefici dellintegrazione Tali scelte sono dimostrate dal confronto tra le dinamiche della domanda di trasporto privato e quella di trasporto pubblico.

23 Levoluzione della domanda di mobilità AnnoTraffico PrivatoTangenziale (*)TPL % 06/96+ 20%Costante+ 159% SPOSTAMENTI GIORNALIERI AREA URBANA DI NAPOLI (*) Tangenziale di Napoli: collegamento est – ovest; lunghezza 20 km; 14 svincoli. Dal 1994, gli interventi di pianificazione della viabilità urbana (ZTL, Aree Pedonali, Ecointerventi), hanno determinato lo spostamento di quote di traffico urbano sulla tangenziale. Il dato di transiti/pedaggi medi giornalieri è ormai stabilizzato da anni e raggiunge una punta di pedaggi soltanto nel periodo natalizio.

24 Levoluzione della domanda di mobilità Dal 1996 al 2006, è cresciuta del 78% la domanda di Mobilità Globale. Tale crescita è stata assorbita dal trasporto pubblico locale. IL TPL, quindi, ha supportato lo sviluppo economico e territoriale di Napoli e della sua Area Metropolitana, evitando il collasso del sistema economico e produttivo. Lintegrazione tariffaria, le politiche di pianificazione territoriale e laumento quantitativo e qualitativo dellofferta di TPL sono stati, insieme, i fattori determinanti della crescita del Sistema Locale Campano.

25 LA STRATEGIA DI MARKETING

26 La strategia di marketing Prodotto:diversificazione della struttura tariffaria(biglietti, abbonamento annuale, mensili, titoli per turisti) Prezzo:agevolazioni tariffarie per le categorie sociali deboli, studenti Distribuzione:ampliamento ed adeguamento della rete di vendita Promozione:marketing, accordi, attività di comunicazione e di informazione allutenza

27 IL BOOM DI ABBONAMENTI ANNUALI ORDINARI ANNO ABB. ANNUALI % (Anno base 2003) % % % Biglietto Orario Giornaliero Week-end Abbonamento Mensile Annuale Le tipologie di titoli di viaggio Turistico (alibus/3t/unicocostiera)

28 ANNO ABBONAMENTI COMUNE ABBONAMENTI REGIONE TOT. % (Anno 2003) ,7% ,7% ,9% Con la stipula di convenzioni con il Comune di Napoli e con la Regione Campania, vengono rilasciati abbonamenti annuali alle categorie protette (invalidi e pensionati). Complessivamente, nel 2006, sono stati emessi Abbonamenti Annuali tra ordinari e agevolati. Le politiche di sostegno delle Istituzioni

29 Confronto con altre realtà italiane

30 UNICO Prestitempo a tasso 0 E possibile acquistare in comode rate mensili labbonamento annuale UNICO. La convenzione con Prestitempo, finanziaria della Deutsche Bank, consente ai possessori di reddito di usufruire di tale agevolazione acquistando labbonamento a tasso 0.

31 Ladeguamento della rete di vendita La crescita degli abbonamenti annuali in questi anni ha motivato lampliamento della rete di vendita del titolo di viaggio affidandone il potenziale acquisto anche alla rete Internet. Dal 2005 lutente può acquistare labbonamento annuale on-line, in connessione protetta, in qualunque momento, direttamente da casa o dallufficio, superando le barriere fisiche e senza costi aggiuntivi.

32 Ladeguamento della rete di vendita Inoltre per raggiungere un più elevato grado di sicurezza della struttura e del processo di vendita, nonché aumentare la diffusione sul territorio regionale dei sistemi automatici, è stata potenziata la rete di emissione di titoli di viaggio attraverso la collocazione nelle stazioni di distributori automatici di biglietti.

33 Le alleanze di marketing Nellambito della Mobilità Sostenibile il Consorzio UNICOCAMPANIA promuove azioni dirette a favorire lutilizzo del tpl per la mobilità casa/lavoro, al fine di soddisfare le esigenze di mobilità sistematica dei lavoratori delle Aziende e delle Amministrazioni Locali, riducendo luso dellauto privata e migliorando al tempo stesso la qualità della vita nelle aree urbane.

34 Lintegrazione con i servizi turistici UNICOCOSTIERA UNICOCOSTIERA campania>artecard campania>artecard

35 Scenario di riferimento UNICOCOSTIERA La Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina rappresentano delle aree di forte interesse turistico e, pertanto, sono soggette nei periodi di alta stagione ad ulteriori fenomeni di congestione del traffico, di inquinamento ambientale ed acustico che alterano le capacità di carico dellambiente e del territorio circostante. Il miglioramento della mobilità collettiva nellarea è stato conseguito attraverso il potenziamento e la razionalizzazione dellofferta di trasporto nonché lattuazione di politiche di incentivazione alluso del trasporto pubblico locale.

36 Il tpl: una valida alternativa IL TPL rappresenta, infatti, una risposta concreta alle esigenze di mobilità e sviluppo del territorio. Si tratta di unalternativa valida dal punto di vista sociale ed economico, efficiente ed eco-sostenibile. wearewhatwedo.org

37 Il progetto UNICOCOSTIERA Il progetto UNICOCOSTIERA, promosso dellAssessorato ai Trasporti della Regione Campania e dal Consorzio UNICOCAMPANIA, prevede il potenziamento dellofferta di trasporto pubblico su gomma esercita della società Sita nellarea della Costiera Amalfitana, nonché lintroduzione di una nuova tariffa denominata UNICOCOSTIERA per la copertura dei costi aggiuntivi. Il sistema sperimentale, da giugno ad ottobre, ha come obiettivo di incentivare lutilizzo del trasporto pubblico in costiera al fine di garantire una mobilità più sostenibile in queste aree a forte vocazione turistica.

38 Lambito di applicazione della tariffa Larea di applicabilità della tariffa UNICOCOSTIERA riguarda i seguenti comuni della costiera sorrentina ed amalfitana: Agerola – Amalfi – Atrani – Cetara – Conca dei Marini – Furore – Maiori – Massa Lubrense – Meta di Sorrento – Minori – Positano – Piano di Sorrento – Praiano – Ravello – Salerno – SantAgnello – Scala – Sorrento – Tramonti – Vietri Sul Mare. Le aziende interessate sono SITA e Circumvesuviana (solo nei comuni di SantAgnello, Meta di Sorrento, Sorrento e Piano di Sorrento).

39 I destinatari UNICOCOSTIERA è riservata ai turisti e ai non residenti nei comuni di applicazione della tariffa. Si tratta di una eccezionale opportunità per il territorio che potrà beneficiare di un biglietto ad hoc e che consentirà una notevole semplificazione degli spostamenti con il trasporto pubblico nei periodi di maggiore afflusso turistico. Per i residenti nellarea resta in vigore il sistema UNICOCAMPANIA.

40 La struttura tariffaria Biglietto orario costo 5,00 valido 24 ore dalla convalida Abbonamento 7 giorni costo di 20,00 e valido 7 giorni Abbonamento mensile costo di 53,00 valido un mese solare

41 Il potenziamento dellofferta Alla nascita del nuovo sistema è corrisposto un significativo potenziamento del servizio di trasporto dellazienda SITA, in particolare sulle seguenti direttrici: Amalfi – Positano – Sorrento; Amalfi – Ravello – Scala; Amalfi-Minori-Maiori-Salerno. Oltre allintensificazione delle corse negli orari di punta e serali è stato prolungato anche il servizio nelle ore notturne con partenze, nel periodo estivo, fino alle Il potenziamento ha sviluppato una percorrenza aggiuntiva di: bus km, nel periodo 21/6–9/9,+32%rispetto ai bus km bus Km,nel periodo 10/9 -31/10,+48%rispetto ai bus km.

42 La campagna di comunicazione Il lancio di UNICOCOSTIERA è stato oggetto di una campagna di comunicazione sul territorio al fine di informare lutenza dellistituzione della nuova tariffa e del potenziamento dellofferta di trasporto pubblico. La campagna ha previsto anche la creazione di un marchio logotipo e di una visual, originale ed accattivante al fine di colpire il target di riferimento.

43

44 La campagna di comunicazione La campagna di comunicazione è stata declinata con i seguenti mezzi: affissioni, maxi tabelloni, pendoli e locandine adesive sui mezzi di trasporto, pubblicità dinamica, stampa, depliant informativi, orari del servizio nonché simpatici gadget con il brand UNICOCOSTIERA. Il materiale di comunicazione è stato redatto, visto il target, sia in lingua italiana che in lingua inglese. Inoltre è stata effettuata unattività di informazione e promozione del servizio con infopoint a Sorrento ed Amalfi, presidiati da personale specializzato.

45 Monitoraggio e controllo L e attività di controllo e monitoraggio del sistema hanno determinato lintroduzione di correttivi al sistema, in corso dopera, al fine di soddisfare le diverse esigenze di mobilità dellutenza. Nel dettaglio si è trattato di: Ampliamento dellofferta tariffaria: partito inizialmente con il biglietto giornaliero ( 5,00, valido 24 h dalla convalida), il sistema si è poi arricchito con due nuove tipologie labbonamento 7giorni e quello mensile Ampliamento della comunità tariffaria: con lintroduzione di un nuovo Comune: Tramonti Deroghe allapplicabilità della tariffa: eccezioni nellapplicazione della tariffa per gli spostamenti in entrata ed uscita dallarea e per proprietari/affittuari di appartamenti non residenti nellarea.

46 Lindagine conoscitiva Lindagine conoscitiva sulla tariffa ha permesso di rilevare lutilizzo del servizio, il numero massimo e medio di passeggeri, lutilizzo del biglietto, nonché la tipologia di utenza. INDAGINE CONOSCITIVA UNICOCOSTIERA viaggiatori giorno e presenti a bordo Linea Viaggiatori Presenti mediamente N° MAX di presenti a bordo Passeggeri giornoa bordoper Km Amalfi - Agerola Amalfi - Maiori - Salerno Amalfi - Pogerola Amalfi - Positano - Sorrento Amalfi - Ravello - Scala Totale Laumento dei viaggiatori/giorno è di circa il 18% rispetto al 2005

47 campania>artecard

48 Lo scenario di riferimento La presenza di aree archeologiche, di complessi storico-architettonici, di beni culturali e di paesaggi rappresenta una condizione necessaria ma non sufficiente per lo sviluppo della domanda turistica. E necessario creare una offerta in grado di stimolare e soddisfare la domanda turistica. Ciò significa, non soltanto rendere accessibili i siti museali, le aree archeologiche o o i parchi ambientali, ma qualificare la rete dei servizi primari al fine di favorirne la corretta fruizione: trasporti, ricettività turistica e sicurezza.

49 Lintegrazione dei servizi Sulla base di queste esigenze nasce in Campania lintegrazione tra il settore trasporti e turismo. Lintegrazione tariffaria in Campania ha favorito anche laccessibilità turistica ai diversi siti museali incentivando, quindi, alluso del mezzo pubblico per motivi di svago e tempo libero. Musei/ Siti archeologici Trasporti Servizi culturali

50 Lofferta turistica integrata La fruizione del patrimonio culturale, oltre ad avere grande rilievo sociale e civile, ha un ruolo determinante per lo sviluppo economico ed occupazionale di un territorio. Per promuovere il turismo è necessario fare sistema. Bisogna coinvolgere tutti i soggetti interessati, pubblici e privati, nella creazione di un sistema di offerta turistica integrata e coerente con gli obiettivi prefissati dai policy-makers.

51 Gli attori del sistema artecard Regione Campania Soprintendenza per i beni e attività culturali Campania Soprintendenza Polo Museale di Napoli Soprintendenza per i Beni Archeologici Province di Napoli, Caserta, Benevento, Salerno e Avellino Soprintendenza per i Beni Architettonici di Napoli, Caserta, Salerno, Benevento e Avellino Comune di Napoli Comune di Pertosa Ente Parco del Cilento e Vallo di Diano Consorzio UNICOCAMPANIA Fondazione Idis – Città della Scienza ONLUS

52 Gli obiettivi Listituzione di campania>artecard ha i seguenti obiettivi: Promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e artistico della regione; Creare un sistema integrato tra turismo e trasporti; Migliorare il sistema di fruizione dei beni e servizi attraverso un coordinamento dei sistemi di erogazione dellofferta culturale e ladozione di nuove tecnologie; Incrementare i flussi turistici e gli ingressi nei musei della rete, con particolare attenzione ai musei meno noti.

53 I destinatari TOUR OPERATOR TURISTI COMUNITA LOCALE ISTITUZIONI Target di riferimento del prodotto campania artecard è rappresentato dalle seguenti categorie:

54 Il biglietto artecard Artecard è su prototipo sperimentale di smart card, dotata di un microchip che garantisce la sicurezza del sistema e facilita la gestione dei dati nonché la rapidità degli ingressi ai siti museali; La card consente, nellambito della sua validità, laccesso gratuito ai primi due siti che si intendono visitare e a metà prezzo per ogni ulteriore ingresso nei musei della rete. Per i giovani, dai 18 ai 25 anni, la card consente la gratuità allintera rete museale del circuito. Il kit artecard contiene, inoltre, al suo interno il titolo di viaggio UNICOCAMPANIA per gli spostamenti sulla rete del tpl.

55 La crescita di campania>artecard > anno 2002 campania > artecard 3 giorni Napoli e Campi Flegrei > anno 2003 campania > artecard 3 giorni tutti i siti campania > artecard 7 giorni tutti i siti senza trasporti >anno 2006 campania>artecard 365 giorni GIOVANI ORDINARIA

56 I titoli di viaggio UNICOCAMPANIA UNICO con artecard e il biglietto 3t, tourist travel ticket, sono i titoli di viaggio contenuti rispettivamente allinterno delle card Napoli+Campi Flegrei e Campania.

57 Lintegrazione con UNICOCAMPANIA Introito sulla card Campania 10 Introito sulla card Napoli e Campi Flegrei 3.10 In relazione alle diverse tipologie le artecard consentono: laccesso alla rete di trasporto pubblico afferente al Consorzio Unicocampania; Lutilizzo del servizio Alibus, shuttle bus, per i trasferimenti da/per l'aeroporto di Napoli; Un viaggio a/r sulla linea MM1 del Metrò del Mare.

58 campania > artecard 3 giorni tutti i siti ordinaria 25 - giovani 18 (tutti i siti gratuiti) Trasporto regionale con il biglietto 3T 2 siti a scelta, 50% sugli altri, sconti su altre offerte culturali (Citysightseeing Napoli e Sorrento) campania > artecard 7 giorni tutti i siti trasporti esclusi ordinaria 28 - giovani 21 (tutti i siti gratuiti) Tutti i siti gratuiti, sconti su altre offerte culturali (Citysightseeing Napoli e Sorrento) campania > artecard 3 giorni Napoli e Campi Flegrei ordinaria 13 - giovani 8 (tutti i siti gratuiti) Trasporto urbano Napoli + Campi Flegrei 2 siti a scelta, 50% sugli altri, sconti su altre offerte culturali (Citysightseeing Napoli e Sorrento) Il sistema campania>artecard

59

60 LA COMUNICAZIONE

61 La strategia di comunicazione Il Consorzio UNICOCAMPANIA ha sostenuto, fin dalla sua costituzione, il ruolo fondamentale della comunicazione per competere sul mercato e conquistare nuovi segmenti di utenza. In linea con le strategie di marketing tendenti ad incrementare la fidelizzazione degli utenti e a ridurre, al contempo, il fenomeno dellevasione sono state promosse delle campagne di comunicazione dai concept innovativi.

62 Gli obiettivi della comunicazione Le campagne di comunicazione attraverso l utilizzo combinato di tutte le leve del communication mix hanno gli obiettivi di Informare lutenza sulle tariffe e sui vantaggi del Sistema Tariffario Integrato Promuovere lutilizzo del TPL Sensibilizzare lutenza nella lotta allevasione e allelusione

63 Gli strumenti di comunicazione Le campagne di comunicazione multimezzo prevedono lutilizzo combinato di diversi strumenti di comunicazione, dalladvertising alla pubblicità dinamica, allo scopo di colpire il target.

64 Le campagne di comunicazione : PRATICO, MODICO, Tipologia: Campagna di Prodotto Metodologia: Multimezzo OGGETTO:estensione dellintegrazione tariffaria a 43 comuni della Provincia. SPOT: Testimonial Alessandro Greco. 2001: UNO PER TUTTI, TUTTI PER Tipologia: Campagna di Prodotto Metodologia: Multimezzo OGGETTO: introduzione delle nuove tipologie tariffarie. 2002: HA SOLO UN ANNO MA È GIÁ COSÍ GRANDE Tipologia: Campagna Istituzionale e di Prodotto Metodologia: Multimezzo OGGETTO: estensione dellintegrazione tariffaria a oltre 160 comuni della provincia di Napoli; il primo anno di vita di UNICO. SPOT: Testimonial Alessandro Greco. Vincitrice dellOscar di Comunicazione degli Enti Locali 2002

65 2002: UN SUPPORTO DAVVEROUNICO SMART CARD CONTACTLESS. Tipologia: Campagna Istituzionale e di Prodotto OGGETTO: introduzione della smart card contactless. 2003: UNICO IN TUTTA LA CAMPANIA Tipologia: Campagna Istituzionale Metodologia: Multimezzo OGGETTO: ampliamento dellintegrazione tariffaria allintera Regione Campania. 2003: UNICO VIAGGIA SEMPRE CON TE Tipologia: Pubblicità Progresso Metodologia: Multimezzo OGGETTO: iniziativa UNICOSICURO (ologramma antifalsificazione-controlleria consortile- sensibilizzazione utenza). Le campagne di comunicazione

66 2004: PAGARE TUTTI PER VIAGGIARE MEGLIO Tipologia: Pubblicità Progresso Metodologia: Mezzi audiovisivi OGGETTO: campagna antievasione SPOT: protagonisti attori ed utenti del TPL 2004: CON UNICO E PRESTITEMPO VIAGGI UN ANNO E PAGHI IN 12 RATE Tipologia: Campagna di Prodotto Metodologia: Mezzi audiovisivi OGGETTO: promozione rateizzazione abbonamento annuale SPOT: Testimonial Gino Rivieccio 2004: 10 ANNI CON UNICO:FESTEGGIA CON NOI Tipologia: Campagna Istituzionale Metodologia: Multimezzo OGGETTO: concorso a premi per i 10 anni di unico Le campagne di comunicazione

67 2005/06: UNICO DALESSIO – PORTAMI SEMPRE CON TE Tipologia: Campagna di Prodotto Metodologia: Multimezzo OGGETTO: promozione abbonamento annuale SPOT: Testimonial Gigi DAlessio 2006: UNICOCAMPANIA:O TENG E TO DONG Tipologia: Campagna di Prodotto Metodologia: Mezzi audiovisivi OGGETTO: campagna antievasione e promozione abbonamento annuale SPOT: Testimonial Alessandro Siani 2006: Larte arriva con tutti i mezzi Tipologia: Campagna di co-marketing con il Museo MADRE Metodologia: Multimezzo OGGETTO: campagna di promozione del Trasporto pubblico-sconti per gli utenti

68 UNICO best practice nel Libro Bianco 2001: CITAZIONE SUL LIBRO BIANCO DELLA UNIONE EUROPEA Il successo del sistema Unico Campania è testimoniato dal Libro Bianco sulla Politica Europea dei Trasporti, redatto dalla commissione della U.E., che cita proprio listituzione del Ticket Unico in Campania come esempio di sistema di tariffa integrata da promuovere in Europa per garantire agli utenti una maggiore flessibilità ed un aumento dellattrattività dei trasporti pubblici.

69 LOscar della comunicazione degli Enti Locali Il Consorzio ha vinto il premio "Oscar della comunicazione degli Enti locali 2002" promosso dalla FERPI - Federazione Relazioni Pubbliche Italiana, per la campagna di "Unico Campania", il ticket integrato che consente di viaggiare tra Napoli e i Comuni della regione utilizzando tutti i mezzi pubblici. Il riconoscimento, di livello nazionale, è stato assegnato nella categoria "migliore campagna di comunicazione relativa ai servizi erogati" per l'efficacia delle diverse azioni dirette alla conoscenza di un nuovo ticket che vuole porsi come strumento di semplificazione e incentivazione dell'uso del mezzo di trasporto pubblico. In particolare si sottolineano la completezza dei mezzi utilizzati (affissioni, inserzioni su quotidiani e periodici, spot e radiocomunicati, depliant), la grafica pulita, il linguaggio chiaro e la scelta di un testimonial noto al grande pubblico, l'impatto sul target di destinazione testimoniato dal follow up. I test effettuati sull'utenza hanno dimostrato l'incremento dell'uso del trasporto pubblico, provato dagli 8 milioni di biglietti venduti in un anno e dall'elevato livello di soddisfazione degli utenti.

70 2003: Premio IRISBUS Verona – Premio Irisbus nellambito del Salone Internazionale del Trasporto in autobus Bus & Bus Business. Il riconoscimento per aver realizzato in Campania il sistema di integrazione tariffaria in tutti i 551 Comuni delle cinque province è stato assegnato da una giuria di venti giornalisti di riviste specializzate del settore. Il concorso ha visto la partecipazione di dieci progetti realizzati da Comuni, Province e aziende di trasporto provenienti da Firenze, Genova, Milano, Padova, Parma, Venezia, Torino, Bologna e Roma. I riconoscimenti di UNICOCAMPANIA

71 2004: 1° premio Miglior Campagna di Marketing Bologna – Concorso Innovazione Tecnologica e Qualità: Forum Mobilità e Territorio. Nella sezione Miglior Campagna di Marketing è risultato vincitore il Consorzio Unico Campania con il progetto relativo al Biglietto Integrato Unico. Il riconoscimento è stato assegnato per la chiarezza ed innovazione dei messaggi allutenza, il ritorno in termini di Customer Satisfaction delle strategie adottate e lefficacia del rilancio delle politiche di promozione, tra Aziende di TPL e Agenzie di Mobilità. I riconoscimenti di UNICOCAMPANIA

72 2005: 1° premio Miglior Campagna di Promozione dei Servizi Milano–Concorso Progetti, Sistemi e Soluzioni per lo Sviluppo del Sistema Città–promosso da Assolombarda e ATM Nella sezione Miglior Campagna di Promozione dei Servizi è risultato vincitore il Consorzio Unico Campania tra Aziende di TPL, Agenzie di Mobilità e Enti Pubblici, per aver utilizzato una metodologia di comunicazione multimezzo, con conferenze stampa e comunicati, affissione di manifesti, trasmissione di spot tv, cinema e radio, Internet Communication, pubblicità a bordo dei mezzi di trasporto e pubblicità dinamica. Il Consorzio attua, inoltre, delle vere e proprie azioni di marketing accostando alle singole campagne di comunicazione la produzione di gadget e la realizzazione di ricerche per monitorare i risultati delle campagne e i risultati in termini di customer satisfaction. I riconoscimenti di UNICOCAMPANIA

73 2005: 1° premio INNOVAZIONE E QUALITA URBANA Rimini- EURO P.A. Salone delle Autonomie Locali Il Consorzio UNICOCAMPANIA vince il primo premio IQU Innovazione e Qualità Urbana, promosso dal Gruppo Maggioli, nellarea mobilità uno dei settori più complessi, in cui linnovazione tecnologica trova ambi spazi di applicazione e di successo: Il riconoscimento è stato assegnato per la realizzazione del Sistema di Integrazione Tariffaria UNICOCAMPANIA in tutta la Regione e per lapplicazione delle nuove tecnologie al settore. I progetti, provenienti da tutta Italia, sono stati valutati da una giuria di esperti e studiosi del settore della mobilità urbana e delle tecnologie applicate al territorio. Il Consorzio ha vinto anche il premio on-line nella sezione mobilità I riconoscimenti di UNICOCAMPANIA

74 Il Portale unicocampania Il portale è lo strumento istituzionale di comunicazione con lutenza con aggiornamenti in tempo reale si divulgano novità e iniziative sul trasporto pubblico locale. Lutenza utilizza il portale per informazioni sulle tariffe, per acquistare gli abbonamenti e per inviare suggerimenti o porre quesiti.www.unicocampania.it

75 GRAZIE PER LATTENZIONE Ing. Antonietta Sannino


Scaricare ppt "UNICOCAMPANIA LINTEGRAZIONE DI RETE E SERVIZI Ing. Antonietta Sannino Cogito ergo bus Convegno ATAF- ASSTRA Firenze, 24-25."

Presentazioni simili


Annunci Google