La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 1 Wicksell La teoria monetaria della produzione; il tasso naturale e il tasso monetario.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 1 Wicksell La teoria monetaria della produzione; il tasso naturale e il tasso monetario."— Transcript della presentazione:

1 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 1 Wicksell La teoria monetaria della produzione; il tasso naturale e il tasso monetario di interesse

2 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 2 Knut Wicksell Economista svedese ( ) Conferenziere e giornalista – radicale Professore a Lund (1899) Valore, Capitale e Rendita (1893) Ricerche di Finanza Teorica (1896) Interesse Monetario e Prezzi dei Beni (1898)

3 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 3 La critica alla teoria quantitativa Confronto tra due modelli: –Economia monetaria pura –Economia monetaria pura non esiste credito –Economia creditizia pura –Economia creditizia pura le transazioni sono svolte attraverso il credito Economia monetaria pura: vale lequazione di Fisher –La velocità di circolazione della moneta è costante nel medio periodo

4 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 4 La velocità di circolazione della moneta Economia monetaria pura Decisioni sulle riserve liquide (imprese) –Sfasatura temporale tra pagamenti e incassi Dipende dalle condizioni del mercato e dalle modalità di pagamento –Riserva liquida per far fronte a pagamenti imprevisiti La regola è dettata dallesperienza passata

5 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 5 Leconomia creditizia pura In astratto una piccola quantità di moneta può servire a sorreggere tutti gli scambi –Tutti i pagamenti sono fatti attraverso il credito –La velocità di circolazione tende allinfinito Le banche creano moneta (depositi) –Le banche non hanno limiti (teorici) alla creazione di credito –Lofferta di moneta viene creata dalla domanda stessa –Se non si può più parlare di offerta (autonoma dalla domanda) di moneta, cade la teoria quantitativa Domanda di moneta =

6 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 6 Il tasso di interesse naturale e il tasso di interesse bancario economia di baratto con credito economia monetario-creditiziaConfronto tra economia di baratto con credito ed economia monetario-creditizia tasso di interesse naturaleCondizioni delleconomia di baratto tasso di interesse naturale tasso di interesse monetarioCondizioni delleconomia monetaria creditizia tasso di interesse monetario Tasso di interesse reale che non ha alcun effetto sui prezziTasso di interesse naturale: Tasso di interesse reale che non ha alcun effetto sui prezzi

7 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 7 Il circuito economico delleconomia di baratto Logica sequenziale – fasi della produzione e della circolazione I soggetti economici : Imprese – Lavoratori – Risparmiatori capitalisti –Le imprese organizzano la produzione –I capitalisti risparmiano e danno in prestito i beni –I lavoratori producono e consumano i beni

8 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 8 Le fasi economiche 1.Gli imprenditori prendono in prestito i beni di consumo dai capitalisti 2.Gli imprenditori assumono i lavoratori anticipando i beni di consumo (salari) 3.I lavoratori svolgono la produzione 4.Gli imprenditori estinguono il debito e pagano gli interessi con i prodotti da loro posseduti

9 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 9 Capitale e sovrappiù Concetto particolare di capitale: insieme dei beni di consumo che permettono ai lavoratori di produrre I mezzi di produzione non circolano tra i settori ma allinterno del settore degli imprenditori Il sovrappiù prodotto di beni di consumo permette il pagamento degli interessi

10 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 10 Circuito delleconomia di baratto Capitalisti= risparmio di panieri di beni di consumo Imprenditori=prendono in prestito i panieri Assumono i lavoratori in cambio dei panieri Produzione= panieri Sovrappiù = Restituzione dei debiti dagli imprenditori ai capitalisti più pagamento interessi = panieri concorrenza tra imprenditori – interessi = sovrappiù Tasso di interesse naturale = 5.000/ = 5%

11 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 11 Schema circuito 1 IMPRENDITORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI 1. prestito ( panieri) LAVORATORI 2. Salari ( panieri) FASE I: operazioni creditizie e pagamenti LAVORATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI FASE II: produzione IMPRENDITORI Produzione ( panieri) r=5.000/

12 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 12 Schema del circuito 2 Il tasso naturale di interesse naturale dipende dallefficienza della produzione…. Dipende da tutte le mille e una condizioni che nellinsieme formano la situazione economica corrente IMPRENDITORI LAVORATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI Restituzione del debito e pagamento degli interessi ( panieri) FASE III: restituzione dei debiti, pagamento degli interessi e risparmio Risparmio ( panieri) Risparmio ( panieri) Consumo (5.000 panieri) Consumo (5.000 panieri)

13 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 13 Leconomia monetaria- creditizia le bancheCè un settore in più: le banche creare monetaIl settore bancario ha il compito di creare moneta I soggetti economici sono : Banche – Imprese – Lavoratori – Risparmiatori Capitalisti monetabeni realiE presa in prestito la moneta, non i beni reali I beni reali sono acquistati e venduti

14 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 14 Soggetti economici nelleconomia monetaria Le banche: creano potere dacquisto Imprenditori: utilizzano il potere dacquisto per occupare i lavoratori e produrre Lavoratori: producono e acquistano i beni di consumo Capitalisti: risparmiano i beni reali Il circuito è descritto in termini sequenziali

15 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 15 Rappresentazione del circuito: fase 1 C= quantità dei panieri ( ); p=prezzo dei panieri (1); K= prestiti e debiti ( ); N=occupazione; w=saggio di salario BANCHE 4. Depositi (K) IMPRENDITORI 1. Prestiti (K) LAVORATORI 2. Salari (wN=K) Beni di consumo (C) FASE I: operazioni creditizie e di scambio CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI 3. Acquisto beni di consumo (wN=K=pC)

16 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 16 La sequenza fase 1 I capitalisti risparmiatori – detengono e risparmiano beni reali C Le banche finanziano le imprese (K) in cambio di un interesse (monetario) i Le imprese assumono N lavoratori al saggio di salario w (K=wN) I lavoratori consumano i beni di consumo (in possesso dei capitalisti (wN=Cp) La liquidità passa ai capitalisti che la depositano nuovamente nelle Banche

17 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 17 Fase 2 Produzione LAVORATORI Produzione [C(1+r)] [pC(1+r)=K(1+r)] Produzione [C(1+r)] [pC(1+r)=K(1+r)] CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI BANCHE Crediti Debiti K verso gli K verso i Imprenditori capitalisti BANCHE Crediti Debiti K verso gli K verso i Imprenditori capitalisti Con la produzione si ottengono panieri. r=5% IMPRENDITORI

18 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 18 Circuito: fase 3. Scambi e estinzione dei crediti I capitalisti acquistano la nuova produzione dagli imprenditori Le banche pagano i debiti e gli interessi ai capitalisti Gli imprenditori restituiscono i debiti e pagano gli interessi LAVORATORI 1. K(1+i) BANCHE CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI IMPRENDITORI 2. K(1+i)=pC(1+i) Beni di consumo [C(1+i)] 3. K(1+i) Consumo (iC) Consumo (iC) Risparmio (C) Risparmio (C)

19 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 19 Equilibrio Saggio di interesse monetario = saggio di rendimento reale K(1+i) = pC(1+r), cioè i=rK(1+i) = pC(1+r), cioè i=r Capitalisti risparmiatori ottengono il surplus Imprenditori chiudono in pareggio Banche = mera funzione di intermediazione i=rPer quale ragione le banche devono porre i=r ? E più probabile uno squilibrio

20 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 20 Il processo di squilibrio r>iSe r>i profitto netto degli imprenditori che li spinge a estendere la loro attività Processo cumulativo di crescita che si traduce in inflazione Esempio circuito precedente il processo produttivo si svolge con rendimenti più elevati K=pC pC(1+r)- pC(1+i)= pC(r-i)Poiché K=pC il profitto è uguale a pC(1+r)- pC(1+i)= pC(r-i) Dati i profitti, gli imprenditori chiedono maggiori finanziamenti per allargare ancora la produzione

21 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 21 Circuito con r>i Nessun meccanismo automatico di mercato garantisce leguaglianza tra tasso di interesse naturale e tasso monetario BANCHE LAVORATORI FASE III: estinzione dei crediti e scambio (r>i) CAPITALISTI – RISPARMIATORI CAPITALISTI – RISPARMIATORI 1. K(1+i) IMPRENDITORI 2. K(1+i)=pC(1+i) Beni di consumo [C(1+i)] 3. K(1+i) Risparmio (C) Risparmio (C) Consumo (iC) Consumo (iC) Profitti [ =K(r-i)] Profitti [ =K(r-i)]

22 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 22 Il processo cumulativo Le banche possono creare nuova moneta – concedono il maggiore finanziamento (maggiore dei depositi) Aumenta la domanda di lavoro – quando si esaurisce la forza lavoro disponibile aumentano i salari aumentano i prezzi Wicksell critica la teoria quantitativa della moneta endogenoInflazione Ecausata da un fattore endogeno: maggiore richiesta di finanziamenti da parte delle imprese ir profittiLa moneta non è neutrale – se i (fattore monetario)

23 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 23 Effetti sulla distribuzione del reddito r>ir>i imprese risparmiatoriA favore delle imprese contro i risparmiatori (profitto per le imprese) lavoratoriGli imprenditori, con i profitti possono decidere di aumentare la produzione di mezzi di produzione e diminuire i beni di consumo: diminuzione dei salari reali. A danno dei lavoratori

24 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 24 Elementi alternativi alla teoria neoclassica moneta non è neutraleLa moneta non è neutrale effetti reali banche creano potere dacquistoLe banche non hanno una pura funzione di intermediazione (creano potere dacquisto e finanziano le imprese) classi sociali con differente potereIl sistema economico è diviso in diverse classi sociali con differente potere produzionechi ha accesso al creditochi concede il creditoLe scelte sulla produzione vengono prese da chi ha accesso al credito (imprenditori) e da chi concede il credito (banche)

25 FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 25 Il carattere monetario delleconomia dopo finanziamento monetario alle impreseProcesso economico come ciclo monetario: la produzione può iniziare solo dopo il finanziamento monetario alle imprese non cè sovranità del consumatoreLe imprese decidono la produzione – non cè sovranità del consumatore I lavoratoriil salario monetarioI lavoratori contrattano solo il salario monetario: non possono prevedere il livello dei prezzi


Scaricare ppt "FACOLTÀ DI ECONOMIA SCIENZA ETICA SOCIETÀ ISTITUZIONI DI ECONOMIA 1 Wicksell La teoria monetaria della produzione; il tasso naturale e il tasso monetario."

Presentazioni simili


Annunci Google