La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Doping: fenomeno tra sport e dipendenza Dott. G. Savino Medico Farmacologo Clinico Centro Antidoping Regione Emilia Romagna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Doping: fenomeno tra sport e dipendenza Dott. G. Savino Medico Farmacologo Clinico Centro Antidoping Regione Emilia Romagna."— Transcript della presentazione:

1 Il Doping: fenomeno tra sport e dipendenza Dott. G. Savino Medico Farmacologo Clinico Centro Antidoping Regione Emilia Romagna

2 Efedrina, Ma Huang

3 L'efedrina riscuote un interesse maggiore rispetto alla caffeina per lutilizzo a scopo dopante sia per modalità di somministrazione più agevoli (inalazione), sia per effetto più immediato e prolungato a dosi minori rispetto alla caffeina stessa

4 Lefedrina è facilmente reperibile a dosaggi consistenti anche in Italia, in quanto presente come principio attivo in molti prodotti da banco, venduti in farmacia per la terapia sintomatica delle riniti. L'efedrina è un simpaticomimetico con attività beta ed alfa adrenergica diretta ed indiretta tramite lo stimolo alla liberazione di adrenalina (Gilman et al, 1990; Reynolds, 1991; Olin, 1990).

5 Gli effetti si esplicano prevalentemente a livello respiratorio con broncodilatazione (effetto ricercato dagli atleti per ottenere una maggiore ossigenazione) Effetti cardiovascolari : tachicardia e ipertensione, Effetti sul Sistema Nervoso Centrale: agitazione psicomotoria ed euforia, fino alla possibile insorgenza di ansia, crisi di panico, allucinazioni, comportamento paranoide e psicosi Alterazioni urinarie: ritenzione vescicale da ipertono sfinteriale del detrusore (tipiche in soggetti utilizzatori di efedrina)

6 Lefedrina è spesso presente in prodotti definiti ad azione dimagrante. Uno degli effetti dellefedrina è quello (come per la caffeina) di interferire indirettamente sulla regolazione del metabolismo tramite la stimolazione della produzione delle catecolamine. Questo è un effetto collaterale dellefedrina, non quantificabile e variabile da soggetto a soggetto, lassunzione di prodotti a base di efedrina a scopo dimagrante può risultare improprio e potenzialmente pericoloso.

7 Tribulus Terrestris

8 Il tribulus terrestris (TT) è una pianta molto diffusa nei paesi dellest asiatico con una lunga tradizione di utilizzo nella medicina indiana e cinese per il trattamento di una serie di patologie come disfunzioni renali, cardiovascolari, gastrointestinali ed epatiche presunta notevole efficacia nello stimolo alla produzione di ormoni androgeni

9 I prodotti a base di TT infatti, oltre ad essere utilizzati in forma di soluzione contenente il succo prodotto dalla spremitura dei semi della pianta originale, vengono impiegati anche nella formulazione in compresse contenenti un estratto liofilizzato di uno dei principali componenti della pianta stessa: la protodioscina

10 Protodioscina = saponina steroidea che agirebbe favorendo laumento della produzione endogena di testosterone, diidrotestosterone, ormone luteinizzante (LH), deidroepiandrosterone (DHEA), deidroepiandrosterone solfato (DHEA-S), con conseguente aumento della spermatogenesi e della libido nellanimale da esperimento e nelluomo (Gauthaman K. et al. 2002, 2003).

11

12 il Tribulus funziona soprattutto in condizioni di deficienza. Non hanno gran valore scientifico gli studi sull'aumento percentuale di testosterone (spesso i valori iniziali dei gruppi esaminati sono medio- bassi, il livello di testosterone nell'uomo adulto varia da 3 a 10 ng/ml, dato estremamente variabile).

13 Dyma - Bol DSS Price $46.32/Caps 60ct DSS Price $27.49/Spray Dyma-Bol è tra I più dannosi prodotti a base di SA attualmente sul mercato. 2 capsule contaengono: Nor Androstendiolo mg 19 Norandrostendione mg 4 Androstendiolo mg 5 Androstendiolo mg 4 Androstene 3, 17 Dione mg Tribulus Terrestis mg Fosfatidil Serina mg Zinco (Glicinato) mg Preparazioni Multi-ingredienti…

14 Integratori Salini

15 Il reintegro di Sali minerali è importante i condizioni di sudorazione profusa, temperatura elevata, sforzo prolungato. Secondo alcuni una reale integrazione salina sarebbe giustificata per impegno fisico superiore alle 4 ore. Senza seguire drastiche considerazioni è possibile sostenere che: Un reintegro salino a base di acqua e frutta dopo la gara può essere adeguato Luso di integratori salini in commercio dovrebbe essere effettuato con attenzione praticando opportune diluizioni Un ottimo integratore salino può essere auto prodotto aggiungendo zucchero e sale e/o succo di limone in acqua

16 La soluzione orale ideale per una reidratazione ottimale caratteristiche : sapore gradevole assorbimento rapido non produrre stress gastrointestinali mantenere il volume e losmolarità dei fluidi extracellulari 5-6% di carboidrati ed elettroliti fruttosio, saccarosio NaCl

17 Dopo la gara Reintegrazione del glicogeno Assunzione di alimenti contenenti carboidrati a moderato ed elevato indice glicemico gr di carboidrati ogni ora ( saranno necessarie 20 ore per una reintegrazione completa) Reintegrazione dei liquidi Riposo

18

19

20 Molta confusione

21 TALLONE D'ACHILLE COME PARTECIPARE SENZA FARSI MALE Realizzato con il contributo della: Commissione Europea Direzione Generale per l'Educazione e la Cultura Hanno contribuito alla realizzazione del progetto: Unione Europea, Provincia di Modena, Comune di Modena, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Azienda USL Modena, Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena, Piano per la Salute della provincia di Modena, Casa di cura Villa Igea, Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia-Romagna - Direzione Generale - Centro Servizi Amministrativi di Modena, CONI, CSI - Centro Sportivo Italiano, UISP, Volley Modena

22 Cosè? E una linea dedicata con numero verde (telefonata gratuita da tutta Italia) attraverso la quale si possono avere informazioni sulle sostanze dopanti o sospette tali, sui loro effetti sulla prestazione sportiva, sugli effetti collaterali, sui rischi relativi al loro uso, sulle interazioni con altri farmaci, sostanze, cibi e bevande. E possibile avere informazioni anche su integratori e prodotti di erboristeria, sui farmaci in generale relativamente al loro impiego, alle indicazioni duso ed alla loro eventuale pericolosità nella pratica sportiva. Quando funziona ? La linea è attiva dal 18 marzo 2002 ed è a disposizione degli utenti tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 14:00 alle ore 16:00, le risposte ai quesiti vengono fornite al momento della telefonata oppure via fax o via entro 24 ore dalla formulazione della domanda. Chi Risponde ? In linea rispondono i MEDICI delle Scuole di Specializzazione in Tossicologia Medica e Farmacologia Clinica della Facoltà di Medicina dellUniversità degli Studi di Modena.

23

24 Sezione Farmaci e integratori Contiene lelenco delle sostanze vietate dal Comitato Internazionale Olimpico (C.I.O.) ordinato per Classe, nome commerciale e nome del principio attivo.

25 Alcuni quesiti pervenuti M 39 anni, sport: podismo semi-pro Assumo creatina entro i limiti consigliati (non più di 10 grammi/die) (?), non avverto un particolare miglioramento della performance o della forza di contrazione muscolare, dipende dal mio metabolismo ? Se aumentassi la dose ? E vero che la creatina liquida ha un assorbimento migliore ? E se provassi la somministrazione endovenosa ? Ritiene migliore, e meno rischiosa, la via intramuscolare ? Molti miei colleghi lo fanno…

26 SIERO DI CREATINA… La creatina liquida non è altro che creatina monoidrato solubilizzata in acqua. La creatina in acqua tende a degradarsi rapidamente in creatinina, del tutto priva di efficacia. La creatina ha scarsa solubilità; dopo somministrazione orale di creatina il trasporto della stessa a livello intracellulare dipende dalleffettivo bisogno dellorganismo, il trasporto di creatina nei tessuti è influenzato positivamente dalla presenza di catecolamine, IGF 1, insulina.

27 Sempre più di frequente si riscontrano, soprattutto tra i giovani, condotte di abuso o uso improprio di supplementi dietetici finalizzate ad ottenere prima possibile ed al meglio una particolare ed ideale condizione psico-fisica.

28 la disinformazione è uno dei principali fattori che predispongono alluso improprio ed allabuso di supplementi dietetici, soprattutto in ambito amatoriale. Le normative ed i controlli sono indispensabili, ma promuovere un corretto stile di vita ed un adeguato regime alimentare è compito fondamentale di chi opera per lo sport.

29 Lintegrazione alimentare è indispensabile solo in casi specifici e particolari, è praticabile per scelta individuale, ma tale scelta non può prescindere da una adeguata conoscenza dei reali benefici e dagli effetti collaterali che da essa possono derivare, tanto meno dalla capacità di distinguere e scegliere il prodotto realmente valido tra i numerosi ed evidenti tentativi di confondere le idee.

30 E umano tendere al massimo risultato col minimo sforzo, attribuire ad una bevanda o ad una compressa proprietà che consentano di raggiungere ciò che è più salutare, ma di certo più difficile, ottenere con limpegno.

31

32 Continua ricerca del Rimedio/metodo miracoloso Risultato col minimo sforzo

33 Io per la mia salute farei qualunque cosa tranne la dieta e il moto. (O. Wilde)

34


Scaricare ppt "Il Doping: fenomeno tra sport e dipendenza Dott. G. Savino Medico Farmacologo Clinico Centro Antidoping Regione Emilia Romagna."

Presentazioni simili


Annunci Google