La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mozart e Amadeus tra invenzione e realtà di Alessandro Lavalle, Carlo Omogrosso, Ludovico Balassone, Lorenzo Pelagatti e Sermin Zekiri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mozart e Amadeus tra invenzione e realtà di Alessandro Lavalle, Carlo Omogrosso, Ludovico Balassone, Lorenzo Pelagatti e Sermin Zekiri."— Transcript della presentazione:

1 Mozart e Amadeus tra invenzione e realtà di Alessandro Lavalle, Carlo Omogrosso, Ludovico Balassone, Lorenzo Pelagatti e Sermin Zekiri

2 Le scene da ricordare Il film mostra il protagonista Salieri, anziano musicista che è geloso di Mozart e accusa lui stesso di aver causato la sua morte; e incomincia a raccontare la sua giovinezza: come è diventato musicista, incontrò Mozart alla corte dell’imperatore d’Austria, il quale gli commissiona un’opera: “Il ratto del serraglio”

3 Mozart sposa la ragazza Costance, dalla quale avrà due figli, dopo poco tempo la sua situazione finanziaria incomincia a crollare. Finito di comporre le sue sinfonie, su fogli originali, Costance si reca, in segreto da Salieri affinché, una volta visionate le sue sinfonie, lo aiuti a trovare lavoro. Salieri diventa sempre più invidioso e paga una ragazza affinché spii Mozart; il quale sta componendo un, altra opera,vietata dall’ imperatore: “Le nozze di figaro”

4 Nonostante i tentativi di Salieri di intralciarlo, Mozart compone l’opera in cui è previsto un balletto. Sfortunatamente il padre di mozart muore, e dopo la morte compone un’opera in suo onore: “Don Giovanni”. Le condizioni di salute di Mozart peggiorano ed un giorno si presenta alla porta un’ uomo mascherato (secondo il regista Salieri) che gli commissiona un’ opera in Requiem

5 Mozart però incomincia a lavorare per l’ opera “Il flauto magico” e durante la rappresentazione sviene, viene subito condotto a casa da Salieri, il quale lo aiuta a finire l’ opera che (sempre secondo il regista) lui stesso gli aveva commissionato. Mozart muore, al suo funerale partecipa solo un cane al quale Mozart dava a volte da magiare. Egli viene sepolto in una fossa comune.

6 Le differenze tra la realtà e il film  Nel film… In Amadeus Salieri viene rappresentato come un musicista sempre inferiore a Mozart e non molto bravo, ecco perché in lui si scatena una grande invidia  Nella realtà… Anche se Salieri non raggiunse mai una grandezza storica, egli fu un gran compositore. La musica di Salieri non sarà immortale ma è sempre corretta ed elegante

7  Nel film… Anche l’ imperatore Giuseppe II nel film viene rappresentato come un musicista dilettante e che non ha orecchio  Nella realtà… Al contrario Giuseppe era un musicista di talento; prendeva parte alla gestione dei suoi teatri e prendeva anche lezioni e suonava il violoncello

8  Nel Film… Quando Salieri esamina le opere di Mozart si meraviglia che le opere siano originali e non copie di copie  Nella realtà… È vero che Mozart aveva la capacità di lavorare con rapidità, ma ci furono molte false partenze e opere lasciate in sospeso per uno o due anni

9  Nel Film… In Amadeus l’ opera “Le nozze di figaro” non ebbe successo perché l’ imperatore era annoiato da quell’ opera e quindi se un opera annoia l’ imperatore annoia anche il popolo  Nella realtà… In realtà l’ imperatore fu costretto ad impedire che venne richiesto il bis, altrimenti un’ opera già di per se lunga sarebbe durata all’ infinito

10  Nel Film… In Amadeus, sia Salieri che Mozart dirigono l’ orchestra nel modo in cui oggi è abituato il pubblico: cioè con il direttore e autore dell’ opera  Nella Realtà… Nel diciottesimo secolo le responsabilità della direzione dell’ orchestra erano divise tra il primo violino, che dirigeva l’ orchestra, e il suonatore della tastierai.

11  Nel Film… Nel film il misterioso personaggio che commissiona requiem a Mozart è lo stesso Salieri, che in questo modo cerca di ottenere l’opera e dopo di che firmarla e spacciarla per sua  Nella realtà In verità il requiem gli fu commissionato dal conte Walsegg-Stuppach in suffragio della moglie defunta. La sua intenzione era quella di attribuirsi la paternità della composizione, cosa che faceva spesso

12  Nel film… Salieri partecipa ad una parte della rappresentazione dell’ opera “il flauto magico” poche ore prima della morte di Mozart che avvenne il 5 Dicembre  Nella Realtà… In realtà la rappresentazione dell’ opera avvenne il 13 Ottobre 1791: quasi due mesi prima della morte

13  Nel Film… Nel film Salieri assiste Mozart durante una breve malattia aiutando a finire l’ opera di Requiem  Nella realtà… Dopo la morte di mozart, Constance chiede la fine della composizione a ben tre compositori ma alla fine fu affidata a Franz Xaver Süssmayr, ed in oltre la malattia durò quasi tre settimane e non poche ore

14 Fine Spero che la presentazione vi sia piaciuta


Scaricare ppt "Mozart e Amadeus tra invenzione e realtà di Alessandro Lavalle, Carlo Omogrosso, Ludovico Balassone, Lorenzo Pelagatti e Sermin Zekiri."

Presentazioni simili


Annunci Google