La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le attività di valutazione in itinere Nicoletta Torchio Nuval Piemonte Comitato di sorveglianza regionale, 11 giugno 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le attività di valutazione in itinere Nicoletta Torchio Nuval Piemonte Comitato di sorveglianza regionale, 11 giugno 2013."— Transcript della presentazione:

1 Le attività di valutazione in itinere Nicoletta Torchio Nuval Piemonte Comitato di sorveglianza regionale, 11 giugno 2013

2 Strutturazione Attività realizzate nel 2012 Attività istituzionali e di coordinamento Attività di comunicazione e networking Approfondimenti tematici e valutazioni Attività in corso di realizzazione

3 Attività istituzionali e di coordinamento 12 Steering group della valutazione del PSR (2) Comitato di sorveglianza e RAE 2012 Incontro annuale bilaterale Incontri periodici con: Partner del gruppo di valutazione del PSR Unità tecnica e referenti di misura

4 Attività di comunicazione e networking 12 Interventi in conferenze e seminari Nuova PAC; Censimento 2011; Leader; Politiche per le aree montane; Valutazione in agricoltura Partecipazione a gruppi di lavoro Valutazione in agricoltura (PT); Programmazione e valutazione ex-ante (EENRD); Leader e GAL; stesura sintesi linee guida VEXA PRS di EENRD in italiano Paper e presentazioni a convegni Le développement rural et ses effets sur la qualité de la vie dans les zones marginales : une méthode pour les quantifier, monitorer et évaluer (Filippa F., Cagliero R.), XLIX Convegno ASRDLF, 8-12/7/2012, Belfort La formazione agricola e forestale piemontese: qualità e criticita dellintervento pubblico (Pagliarino E., Torchio N., Pavone S.),XXXIII Conferenza AISRE 13–15/9/2012, Roma

5 Approfondimenti tematici e valutazioni 2012 Valutazione di impatto della misura A PSR (Nuval) Analisi di procedure e criteri di selezione dei bandi (Nuval) Valore delle produzioni di qualità in Piemonte (Ceris-CNR) Simulazione impatto lordo del PSR sul PIL Piemonte (IRES) Indagine quali-quantitativa sugli sportelli GAL A (Nuval) Analisi del contributo del PSR alla PRU (Nuval)

6 Valutazione di impatto della misura A del PSR : esercizio sui dati RICA (Nuval Piemonte)

7 FINALITA Testare utilizzabilità dei dati esistenti per valutare i sussidi agli investimenti agricoli (valutazione finale PRS ) Valutare il raggiungimento degli obiettivi della misura e lentità dellimpatto netto su valore aggiunto e reddito netto. METODOLOGIA Utilizzo BD esistenti: indagini RICA, dati di monitoraggio Approccio controfattuale con gruppo di controllo (imprese non beneficiarie simili alle beneficiarie) Calcolo dellimpatto medio sul totale dei beneficiari e per categorie (giovani; tipo/importo investimento; OTE, zona)

8 RISULTATI PRINCIPALI I risultati supportano lipotesi che la misura abbia, nel complesso, raggiunto gli obiettivi che si era proposta: effetto positivo significativo della misura su VA, RN Emergono tuttavia differenze anche significative legate alla tipologia di impresa beneficiaria e alla natura degli investimenti. Si rilevano effetti positivi sul VA (RN) di maggiore rilievo per: poli urbani (A) e nelle aree rurali intermedie (C) aziende sopra i 16 UDE (RLS>20mila ) aziende specializzate nelle coltivazioni permanenti e miste aziende condotte da giovani (<=40 anni) investimenti in macchinari e attrezzature, fabbricati investimenti medi (contrib 10-20mila ) e grandi (>40mila )

9 Analisi di procedure e criteri di selezione dei bandi PSR (Nuval Piemonte)

10 Analisi delle procedure FINALITA E METODOLOGIA Evidenziare punti di difficoltà o dilatazione dei tempi, differenze tra misure Analisi delle procedure messe in atto per la gestione delle misure (pivot) Confronto fra la struttura e i contenuti dei diversi bandi Esame delle singole fasi (presentazione, graduatorie, istruttoria…) RACCOMANDAZIONI Rendere i bandi più uniformi, riorganizzare le informazioni e il linguaggio per renderli più accessibili ai richiedenti Evitare bandi generalisti, con termini di apertura molto lunghi e i rifinanziamenti per gli stessi bandi; ridurre i tempi di valutazione delle domande

11 Analisi dei criteri di selezione FINALITA E METODOLOGIA Valutare lefficacia dei criteri nel selezionare le domande verso le priorità stabilite Approfondimento olistico dei criteri di selezione adottati (funzionamento, coerenza, efficienza, efficacia) RACCOMANDAZIONI Considerare solo criteri importanti, qualificanti e coerenti con la misura Differenziare maggiormente il valore dei punteggi Introdurre un livello di soglia minimo (punteggio) al di sotto del quale le domande sono ritenute di non sufficiente valore

12 Approfondimento sulle produzioni agroalimentari di qualità in Piemonte (CERIS-CNR)

13 FINALITA Stimare il valore delle produzioni di qualità piemontesi (132 e 133) Crescente rilevanza delle produzioni di qualità Incidenza e contributo allexport Caratteristiche virtuose delle aziende METODOLOGIA Raccolta sistematica di informazioni sulle produzioni di qualità attraverso analisi desk su dati Istat, ISMEA e Qualivita

14 RISULTATI PRINCIPALI Difficoltà nella raccolta dati (mancata disponibilità, dati non omogenei, discordanti tra fonti) Non possibile effettuare una stima robusta di tutte le produzioni di qualità Forte differenziazione tra i prodotti in termini di quantità, valore delle produzioni, propensione allexport La misura 132 ha finanziato ( ) circa 13mila interventi (70% DOC/ DOCG; 20% BIO; 10% DOP/IGP) ELEMENTI DI RIFLESSIONE Rendere sistematica la raccolta di informazioni sulle quantità e sul valore dei prodotti di qualità (Istat rileva solo dati strutturali aziende)

15 Stima degli effetti macroeconomici del PSR della Regione Piemonte (Ires Piemonte)

16 FINALITA Stimare limpatto lordo del PSR sul valore aggiunto e sulloccupazione del Piemonte (ind. di impatto - QCMV) METODOLOGIA Modello econometrico multisettoriale di tipo lineare e dinamico basato su serie storiche e tavole input-output (Prometeia- IRES Piemonte) 2 scenari: a. di breve pd (s. domanda); b. di ML pd (s. D/S) Scenario b. hp IFL PL VA Considera spesa (pubb+privata) per investimenti di tipo materiale/immateriale (misure assi 1,3,4)

17 RISULTATI PRINCIPALI Gli impatti simulati tendono ad essere piuttosto bassi e nello scenario di Domanda tendono a riassorbirsi (2017): Gli Investimenti attivati con il PSR : 0,8% PIL Settore agricolo: 1,5% del VA e 2% del PIL regionale 07 Circa il 60% della spesa PSR canalizzata nel settore agricolo, bassa integrazione con altri settori (*alimentare) Scenario con Domanda e Offerta presenta impatti sempre molto bassi, tuttavia leffetto positivo sul VAT si mantiene (almeno fino al 2020) effetti cumulati al 2020 inferiori all1% per VAT; OCC effetti cumulati su IFL al 2020: 2,5%

18 Attività in corso di realizzazione Analisi trasversale e di avanzamento delle misure forestali Analisi della misura 114 e delle caratteristiche dei beneficiari Approfondimento sull innovazione e la cooperazione in agricoltura: la misura in Piemonte Valutazione ex-ante: partecipazione agli incontri preparatori per la determinazione dei fabbisogni, incontri specifici con partner monitoraggio-valutazione, assistenza tecnica e AdG.

19 Grazie per lattenzione! Contatti:


Scaricare ppt "Le attività di valutazione in itinere Nicoletta Torchio Nuval Piemonte Comitato di sorveglianza regionale, 11 giugno 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google