La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Convegno nazionale Passi Dalla lettura dei dati alla programmazione sanitaria Roma, 3 dicembre 2008 Il sistema Passi Caratteristiche e stato di avanzamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Convegno nazionale Passi Dalla lettura dei dati alla programmazione sanitaria Roma, 3 dicembre 2008 Il sistema Passi Caratteristiche e stato di avanzamento."— Transcript della presentazione:

1 Convegno nazionale Passi Dalla lettura dei dati alla programmazione sanitaria Roma, 3 dicembre 2008 Il sistema Passi Caratteristiche e stato di avanzamento Sandro Baldissera Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute Gruppo Tecnico PASSI

2 Obiettivi del sistema di sorveglianza Passi Monitorare in modo continuo i fattori di rischio comportamentali e l'adozione di misure preventive nella popolazione adulta Raccogliere informazioni utili per le azioni di sanità pubblica a livello aziendale e regionale Porre al centro dellattenzione il punto di vista dei cittadini Coinvolgere gli operatori non solo nella rilevazione, ma anche nell'analisi, interpretazione ed utilizzo dei risultati, favorendone la crescita professionale

3 I primi Passi: gli studi trasversali 2005/06 Realizzati su incarico del Ministero della Salute e di diverse Regioni, con il coordinamento del Cnesps Rivolti a valutare la fattibilità del sistema di sorveglianza Tutte le Regioni/P.A. hanno aderito a Passi circa 2/3 delle ASL italiane hanno partecipato Tasso di risposta elevato, completamento nei tempi previsti, costi contenuti, soddisfazione degli operatori Risultati divulgati e utilizzati per la programmazione sanitaria in molte Regioni

4 La sorveglianza Passi in breve Popolazione indagata: residenti nelle ASL, anni Campionamento casuale dallanagrafe sanitaria Interviste telefoniche (minimo 25/mese/ASL) da parte di operatori sanitari specificamente formati Raccolta continua di dati Inserimento dei dati via internet, con modalità protetta, in un archivio unico nazionale

5 I punti di forza Livello territoriale –sistema concepito per fornire informazioni a livello di ASL stime regionali ottenute aggregando i dati aziendali Organizzazione –catena breve tra rilevazione, analisi, interpretazione, utilizzo delle informazioni tempestività - coinvolgimento attivo degli operatori Cadenza temporale –raccolta continua, con campioni mensili individuazione di trend - impatto di nuovi interventi e di eventi non previsti Argomenti non coperti da altre indagini sistematiche –questionario sviluppato tenendo presenti le priorità e le esigenze del sistema sanitario Attenzione al punto di vista del cittadino: percezioni, conoscenze, consigli ricevuti

6 Lascolto dei cittadini Non solo domande su salute e stili di vita, ma anche attenzione a: PercezioniSecondo Lei, il Suo peso è giusto? OpinioniQuale è la Sua opinione sulla menopausa? MotivazioniPer quale motivo non ha fatto la mammografia? Interazioni con il sistema sanitario Ha ricevuto una lettera dalla ASL per fare il Pap Test? Informazioni ricevuteHa visto campagne di promozione della mammografia? Consigli e suggerimenti Un medico Le ha suggerito di smettere di fumare?

7 1. Salute percepita 2. Attività fisica 3. Fumo 4. Alimentazione 5. Alcol 6. Sicurezza stradale 7. Fattori di rischio cardiovascolare 8. Screening oncologici 9. Vaccinazioni delladulto 10.Salute mentale 11.Incidenti domestici 12.Aspetti socio-demografici + moduli opzionali, adottabili dalle Regioni su temi di interesse locale Temi indagati

8 Aspetti esplorati solo da Passi Attività fisica: percezione Fumo: attenzione degli operatori sanitari, rispetto del divieto sul posto di lavoro e nei locali pubblici Abitudini alimentari e stato nutrizionale: percezione del proprio peso e delle proprie abitudini alimentari Sicurezza stradale: guida di veicoli sotto leffetto dellalcol Fattori di rischio cardiovascolare: calcolo del rischio individuale da parte dei medici Screening oncologici: motivazioni degli intervistati, screening del colon-retto Vaccinazioni: copertura vaccinale antiinfluenzale delle persone con malattie croniche

9 Un sistema informativo innovativo Compatibilità del software con diverse dotazioni hardware e sistemi operativi partecipazione aperta a tutte le ASL Uniformità nella raccolta ed archiviazione dei dati, controlli di qualità, aggiornamento e manutenzione continui Monitoraggio in tempo reale degli indicatori di processo Consultazione e correzione dei dati on-line Inserimento in forma elettronica delle interviste, raccolte con questionario cartaceo, oppure direttamente su PC (metodo CATI) Caricamento delle interviste via web su un server unico (www.passidati.it) con accesso protetto

10 Sostegno al funzionamento del sistema risposte a domande frequenti materiale didattico strumenti e modelli per la comunicazione Promozione di una rete tra gli operatori forum di discussione newsletter bimestrale (Passi-one) Informazione istituzionale, per gli operatori e il pubblico rapporto Istisan 2007 (protocollo Passi, documenti operativi) fascicolo di presentazione di Passi schede tematiche sui risultati link a convegni, pubblicazioni Il sito web (http://www.epicentro.iss.it/passi)

11 Comunicazione e utilizzo dei dati a livello locale Materiali elaborati dai gruppi Passi regionali e aziendali schede, rapporti, profili di salute locandine, fogli informativi presentazioni a convegni, poster link a siti Passi regionali e aziendali accessibili sul sito web, a disposizione del pubblico e degli operatori diffusione di best practice e di modelli di comunicazione efficace

12 La formazione 1) Corsi brevi per lavvio del sistema –formazione a cascata –completata in tutte le Regioni/P.A. 2) Percorsi formativi sulla sorveglianza in Sanità Pubblica –incluso un Master biennale in Epidemiologia, in collaborazione con lUniversità di Roma-Tor Vergata –alta adesione (44/70 referenti e coordinatori PASSI) 3) Altre attività formative a livello nazionale e locale

13 La situazione (a novembre 2008) Tutte le Regioni/P.A. hanno dato la loro adesione. Raccolta dati avviata, a partire dallAprile 2007, complessivamente in 149 ASL di 20/21 Regioni/P.A. (corrispondenti a oltre l85% della popolazione italiana) -Operatori coinvolti: circa Interviste caricate: > Tasso di risposta: 87% -Percentuale di rifiuti: 9%

14 La conferenza nazionale Passi 2009 Obiettivi: –comunicazione dei risultati nazionali, regionali e aziendali –confronto tra i partecipanti al sistema, con i partner istituzionali e i portatori di interesse –utilità di Passi per i programmi di sanità pubblica –senso di appartenenza degli operatori Passi Organizzazione: –due giornate, primavera 2009, prevista unampia partecipazione (operatori Passi, decisori, professionisti, rappresentanti dei cittadini)

15 Il futuro: la messa a regime di Passi Garantire la sostenibilità del sistema ottenere linteresse e il consenso per sostenere Passi coinvolgere le strutture operative del sistema sanitario e i portatori di interesse nell'interpretazione e valutazione delle informazioni raccolte promuovere lutilizzo dei risultati per gli interventi di sanità pubblica evidenziare la crescita professionale conseguita valorizzare il lavoro svolto dagli operatori Passi Realizzare il nuovo progetto CCM (2009/2010) condividere gli obiettivi e i risultati attesi con i principali attori (Regioni, ASL, Ministero, CCM, ISS) valutare lesperienza acquisita sinora

16 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Convegno nazionale Passi Dalla lettura dei dati alla programmazione sanitaria Roma, 3 dicembre 2008 Il sistema Passi Caratteristiche e stato di avanzamento."

Presentazioni simili


Annunci Google