La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Alessandro Bacchilega 3b Internet Che cos'è internet Internet è una rete mondiale ad accesso pubblico che consente, a chiunque è in possesso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Alessandro Bacchilega 3b Internet Che cos'è internet Internet è una rete mondiale ad accesso pubblico che consente, a chiunque è in possesso."— Transcript della presentazione:

1

2 A cura di Alessandro Bacchilega 3b Internet

3 Che cos'è internet Internet è una rete mondiale ad accesso pubblico che consente, a chiunque è in possesso di un computer e se appoggiato da un punto d'accesso ad esempio un modem oppure una chiavetta, di collegarsi in una rete “locale” in cui io posso parlare con gli altri tramite social network, oppure condividere immagini e video, posso cercare informazioni su un particolare interesse o per una ricerca (come sto già facendo io)

4 LA SUA STORIA La storia di internet è direttamente collegata alle reti di comunicazioni, l'idea di comunicare attraverso differenti computer è venuta dopo molte tappe. Con lo sviluppo di queste tappe e, con il continuo progresso si è arrivati alla “rete delle reti” cioè quella che tutti noi oggi conosciamo come internet. I primi progetti iniziarono ad essere scritti alla fine degli anni '50, poi negli anni '60 si incominciò a mettere in pratica l'idea e negli anni '80 le basi di internet si diffonderono in tutto il mondo con l'apertura del sito: World Wide Web.

5 L'INIZIO DI UNA NUOVA ERA CON L'ARPANET ➲ Tutto iniziò con l'ARPANET, una rete di computer costruita nel settembre del 1969 negli USA da ARPA (Advanced Research Projects Agency). ARPA fu creata nel 1958, essa era provista di molte sedi sparse per l'America ma aveva dei problemi, non riusciva a comunicare con loro, perquesto decisero di creare una rete comune dove essi si potessero scambiare informazioni e quant'altro. ➲.

6 Così, nell'ottobre 1969 Leonard Kleinrock, titolare del laboratorio della UCLA, fu incaricato di creare il primo collegamento telefonico da computer a computer fra l'Università della California di Los Angeles e lo Stanford Research Institute, che furono così i primi due nodi di Internet.

7 Intanto si aggiungono altri nodi ➲ Nell'estate del 1970 vennero collegati il sesto, settimo, l'ottavo e il nono nodo: rispettivamente il MIT, la Rand Corporation, la System Development Corporation e Harvard. Un ulteriore passo nello sviluppo di ARPANET fu quello di collegarla ad altri network, PRNET e SATNET, reti di comunicazione gestite da ARPA: alla fine del 1971 Internet era composta di 15 nodi, e alla fine del 1972 aveva 37 nodi. Fin da allora la sua crescita avveniva a velocità esponenziale.

8 Lo Sviluppo di Internet continua con il primo “social network” ➲ L'altra origine di internet si trova nel BBS (Bulletin Board System), un sistema di bacheca elettronica sorto alla fine degli anni settanta. Nel 1977 due studenti dell'Università di Chicago, Ward Christensen e Randy Suess, hanno scritto un programma battezzato MODEM.ASM, che permetteva il trasferimento di file tra i loro personal computer e nel 1978 hanno messo a punto anche il Computer Bulletin Board System, che consentiva al pc di trasmettere e archiviare messaggi. Entrambi i programmi sono stati distribuiti dai loro creatori, in forma open source.

9 L'ultimo passaggio con il world Wide Web ➲ Nel 1991 da Tim Berners-Lee creò un progetto chiamato HTTP. Esso era un sistema che permette una lettura ipertestuale, non-sequenziale dei documenti, saltando da un punto all'altro mediante l'utilizzo di rimandi (link o, più propriamente, hyperlink). Il primo browser con caratteristiche simili a quelle attuali, il Mosaic, venne realizzato nel Esso rivoluzionò profondamente il modo di effettuare le ricerche e di comunicare in rete.Da quel susseguirsi di evoluzioni di broswer nacque il Wolrd Wide Web

10 ➲ Nel corso dei decenni, internet si è voluto fino ad arrivare ai giorni d'oggi che tutt'ora è una fonte principale di qualsiasi attività....

11 Che cos'è la Pacht? Ne abbiamo sentito parlare, ma forse non sappiamo di cosa si tratta … ➲ La pacht, che in inglese significa “cerotto” non è altro che una serie di dati che funge da pezza per ricoprire i “buchi” dei programmi. Ad esempio se si acquista o si scarica un programma o un gioco per il computer, a volte su internet vi si trovano delle pacht per questi programmi che, se scaricate servono per offrire più qualità al gioco oppure per riparare eventuali danni del programma. Spesso la pacht è fornita dai programmatori per via di privacy

12 I rischi delle telecomunicazioni Di recente è stato fatto un “sondaggio” per capire il perchè i bambini/ragazzi, ora sentono sempre più il bisogno di internet. Il sondaggio è stato fatto da ragazzi tra i 10 e 19 anni.Un quarto dei bambini dice che i genitori non gli hanno mai raccontato una fiaba e per quasi il 40% solo qualche volta. Il 30,9% dice, invece, che i genitori raccontano loro le favole spesso o qualche volta. Ad accompagnare la crescita dei bambini sono la Tv (preferita ai libri, ai fumetti e alla radio) e gli strumenti informatici. Un terzo dei bambini intervistati segue la Tv da 1 a 3 ore al giorno. Il 7,6% afferma di guardarla mediamente dalle 3 alle 5 ore al giorno e ben l'8,4% oltre 5 ore. Nelle isole si trova la più alta percentuale di bambini “forti consumatori di Tv”. Dato preoccupante è che oltre la metà dei bambini (54,7%) afferma di vedere programmi con il bollino rosso, il 21,6% lo fa in compagnia di adulti. più rispettose le bambine.

13 I rischi del web ➲ I piccoli italiani sono sempre più tecnologici. E' una generazione di «iperconnessi tecnoager» quella dei bambini e degli adolescenti. Eppure, tra le numerose potenzialità espressive offerte dalle tecnologie, avverte il rapporto, «si annidano nuove forme di violenza e di sopraffazione, come il cyberbullismo, ma anche il pericolo di abusi». L'11,5% degli adolescenti intervistati è stato molestato o comunque ha dichiarato di aver ricevuto proposte oscene da un coetaneo; nel 7,7% dei casi l'autore delle molestie era invece un adulto conosciuto online. È capitato, inoltre, all'8% degli adolescenti di aver incontrato in chat un adulto che, simulando identità diverse, si dichiarava suo coetaneo.

14 La Publicità Su internet ➲ La pubblicità su internet rientra nella categoria dei nuovi media e sfrutta la capacità del Web di raggiungere una quantità notevole di persone. La pubblicità assume un ruolo determinante sia per le imprese, le quali possono raggiungere facilmente un vasto pubblico, con costi inferiori rispetto ai mezzi tradizionali; sia per i gestori dei siti web in quanto la pubblicità rappresenta la principale fonte di guadagno essendo la maggior parte dei servizi offerti, gratuiti.

15 ➲ essa appare nella nostra , nei socialnetwork, insomma dappertutto su internet. Addirittura si sono voluti creare dei siti apposta per scambiarsi dei beni o venderli come e-bay ecc.

16 Scheda Riassuntiva Alessandro Bacchilega 3b Situazione da studiare: internet Scopo della ricerca: Capire l'importanza di internet, sia dal punto di vista tecnologico e sociale Metodologia di lavoro: Ho preso le informazioni da wikipedia, internet e siti, poi ho costruito un testo su world e l'ho suddiviso in vari pezzettini da inserire nelle diapositive. Risultati Ottenuti: Sono riuscito a raggiungere quasi in maniera completa i risultati che mi ero prefisso Punti di forza: La mia ricerca parla in generale com'è strutturato enternet, sopratutto della sua storia, e dei rischi che ne conseguono se si sta troppo connessi Punti di debolezza: Nella mia ricerca manca sopratutto com'è fatto un computer. Nella presentazione mancano anche le tipologie di computer migliori presenti tutt'ora nel mercato.


Scaricare ppt "A cura di Alessandro Bacchilega 3b Internet Che cos'è internet Internet è una rete mondiale ad accesso pubblico che consente, a chiunque è in possesso."

Presentazioni simili


Annunci Google