La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pedana stabilometrica Nicoletti capitolo 12. Percezione e movimento cervello e movimento Percezione e movimento sono inseparabili Eppure possono avere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pedana stabilometrica Nicoletti capitolo 12. Percezione e movimento cervello e movimento Percezione e movimento sono inseparabili Eppure possono avere."— Transcript della presentazione:

1 Pedana stabilometrica Nicoletti capitolo 12

2 Percezione e movimento cervello e movimento Percezione e movimento sono inseparabili Eppure possono avere rilevanze diverse a seconda del contesto: –possiamo vincolare da una parte ed amplificare da un’ altra, possiamo utilizzare di piu’ una parte a scapito di un’altra –e’ questo quello che fanno le persone affette da patologie neuromuscolari? –Importante osservare le startegie motorie che emergono

3 La plasticita’ Le interconnessioni neuro-muscolari sono: –distribuite: centri diversi sono coinvolti –operano in parallelo:diverse priorita’ –multifunzionali: compensative, adattative Questo porta a far si che data una patologia: –il patter motorio possa essere apparentemente non correlato al danno cerebrale, oppure diverse strategie motorie sono possibili a fronte di una stessa patologia –prima di osservare un pattern motorio alterato il danno cerebrale puo’ essere gia’ molto ampio

4 Equifinalita’ “A causa della Ridondanza esistente nel corpo umano, prestazioni simili sono possibili anche a fronte di strategie motorie estremamente diverse” (Bernstein, 1967) Giovani Anziani Parkinson Strategie diverse Prestazioni simili

5 Parkinson Gangli della base –smistano l’informazione fra corteccia e strutture sottocorticali Dopamina Nessuna disfunzione a livello distale!!! EMG normale Tremore a riposo Rigidita’: (resistenza all’allungamento muscolare) Bradicinesia: lentezza Acinesia: inizio del movimento I soggetti sono molto diversi!!!

6 Che cosa fanno i clinici? Testano i deficit percettivo-cognitivi: definire forme, colori, relazioni, soluzione di semplici problemi Testano i deficit motori:lavarsi vestirsi mangiare alzarsi sedersi camminare Tremore e bradichinesia effetti di danni diversi: due diverse patologie?

7 Teoria Nessun problema nel reclutamento del corretto programma motorio –scrittura non cambia nella forma Nessun problema nel funzionamento distale neuromuscolare –EMG regolare agonisti-antagonisti Nessun problema percettivo Conclusione: problema nella preparazione del movimento –tempi piu’ lunghi nell’inizio dell’ EMG

8 Controllo a circuito aperto o chiuso? Normali risolvono molti problemi motori usando il circuito aperto Parkinson usano spesso il circuito chiuso –controllano il movimento durante la sua esecuzione –hanno seri problemi ad eseguire due compiti contemporaneamente Lentezza e tremore come strategie motorie di stabilita’

9 Il “danno” sul pattern motorio Cessazione della funzione specifica del centro leso Aumento delle funzioni dei centri collegati con il centro leso Tremore: manca l’azione inibente della dopamina Bradicinesia: super compensazione e diversi comandi dalla corteccia premotoria

10 Metodologie di indagine: la pedana di forza Parametri considerati:  Area del gomitolo (COP)  Lunghezza del gomitolo (L)  Velocità media (v)  Ranges di spostamento (L-L) e (A-P)  Rapporto area lunghezza (A/L)

11

12

13

14 Metodo 5 parkinson (M=63 anni) 5 anziani (M=63 anni) 60 s sulla pedana: 30s stand 30s inclinati avanti afferrano una sfera Occhi aperti, occhi chiusi area, lunghezza, distanza, A-P, L-L, A/L

15 Stand Anziani: – sia OA che OC le lunghezze sono + grandi delle aree –sia le A che le L sono diverse da OA a OC –simmetria fra A e L Parkinson: –OA aree e lunghezze = –OC lunghezze < aree –perdita di simmetria A e L

16 Inclinati avanti Anziani: –L>A per OA OC –L e A diverse fra OA e OC Parkinson: –L=A OA –L

17 Spostamenti A-P L-L Simmetria per tutti e due i gruppi

18 Stategie motorie diverse

19 Conclusioni Pedana di forza strumento utile per la diagnosi di posture e capacita’ posturali Parkinson come esempio di soluzione di un problema utilizzando strategie motorie adatte al compito Lettura di una strategia motoria secondo variabili indipendenti (es L e A) e loro simmetria


Scaricare ppt "Pedana stabilometrica Nicoletti capitolo 12. Percezione e movimento cervello e movimento Percezione e movimento sono inseparabili Eppure possono avere."

Presentazioni simili


Annunci Google