La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stato di avanzamento del Piano Nazionale di eliminazione del Morbillo e rosolia Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stato di avanzamento del Piano Nazionale di eliminazione del Morbillo e rosolia Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute."— Transcript della presentazione:

1 Stato di avanzamento del Piano Nazionale di eliminazione del Morbillo e rosolia Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute Istituto Superiore di Sanità, Roma Vaccini e Vaccinazioni, Roma, 27 gennaio 2007

2

3 Piano di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita Approvato dalla Conferenza Stato Regioni nel novembre 2003 Obiettivi entro il 2007: –Interrompere la trasmissione indigena del morbillo –Ridurre la SRC < 1 caso/ nati vivi

4 Indicatori Piano nazionale eliminazione Copertura vaccinale per MPR entro i due anni di età, a livello regionale e nazionale Copertura vaccinale per MPR nei bambini oltre i due anni di età e negli adolescenti, a livello regionale e nazionale Copertura vaccinale per la seconda dose di MPR, a livello regionale e nazionale Incidenza del morbillo per mese, anno, fasce di età, a livello regionale e nazionale Rosolia Suscettibilità alla rosolia nelle donne in età fertile Incidenza annuale di SRC confermata in laboratorio (inclusi i casi di sola infezione)

5 Studio di sieroprevalenza morbillo e rosolia, Indagine nazionale, ESEN2 Un laboratorio di riferimento per ogni regione Per ogni laboratorio, 200 campioni anonimi di siero residuo, stratificati per età e sesso Consenso informato verbale Esclusi i sieri di individui affetti da deficit della risposta immune, da infezioni acute o recentemente sottoposti a trasfusione Test ELISA Boehring Negativi ( 350 mUI/mL), dubbi ( mUI/mL)

6 Sieroprevalenza per morbillo; campioni analizzati Fascia di età

7 Sieroprevalenza per morbillo e copertura vaccinale per MPR entro 24 mesi campioni analizzati Fascia di età

8 Morbillo in Italia, Incidenza 2005: 0,4/

9 Incremento coperture vaccinali pesate per popolazione residente, per anno AnnoCopertura MPR entro 24 mesi Incremento annuale Avvicinamento allobiettivo (95%) % %4%22% %2%14% %1%9% %3%30% %2%33%

10 Copertura vaccinale per MPR entro i 24 mesi, 2005 Fonte dei dati. Sistema di rilevazione routinario; Ministero della Salute Copertura nazionale pesata: 89% < 85% 85%-89% > 90%

11 Coperture vaccinali coorti Riferiti a 19/21 Regioni Pre-2004 Ottobre 2006

12 Copertura vaccinale per dose nelle coorti di nascita , pre-2004 ed allottobre 2006

13 Incidenza mensile del morbillo SPES gennaio 2000-ottobre 2006

14 Spes 2006, incidenza del morbillo per mese e regione Settembre 2006 Luglio 2006 Aprile 2006 Giugno 2006

15 Gennaio 2004-Marzo 2006 Notifiche obbligatorie: Tutte le Regioni, Ministero della Salute- CISID Gennaio-Settembre 2006 SIMI, 15 Regioni –Val dAostaoggi (trasmissione on-line) –Piemonteottobre –Lombardiagiugno –PA Bolzanoagosto –PA Trentosettembre –Venetooggi (trasmissione on-line) –Liguriaagosto –Emilia Romagnaagosto –Toscanasettembre –Umbriaagosto –Laziogiugno –Basilicata giugno –Calabriasettembre Anni : Fonti dei dati sui casi

16 Morbillo in Italia,

17 1° semestre 2005 vs 1° semestre 2006: 170 vs 183 casi

18 Morbillo 2006: Dati SIMI per Regione RegioneN. casi Bolzano12 Trento66 Veneto4 Liguria6 Emilia Romagna12 Toscana52 Umbria0 Lazio34 Basilicata0 Calabria3 Totale254

19 Morbillo 2006: Dati SIMI per età

20 Focolai di morbillo in Italia nel 2006 Grosseto, gennaio-maggio: 40 casi caso indice importato dallIndia trasmissione intra-ospedaliera PA Bolzano, giugno-agosto: 17 casi, 13 in nomadi trasmissione intra-ospedaliera Lazio, giugno-settembre 171 casi, 71 in nomadi trasmissione per via nosocomiale e intra-familiare Alghero, agosto-settembre 8 casi, in nomadi importazione dal Lazio

21 Trasmissione morbillo; 2006 Alghero, agosto-settembre 8 casi, in nomadi esposizione durante un funerale Pescara, settembre 2 casi esposizione durante visita ospedaliera Trasmissione intrafamiliare

22 Reagire tempestivamente: cosa è successo a Pescara Viene notificato un caso di morbillo in un bambino di 2 anni, con esordio il 15 settembre Il 22 settembre, venerdì, la sorella di 18 anni del caso indice, non vaccinata, ha la febbre Il 23 settembre, sabato, vengono contattati i compagni di classe, che vengono vaccinati nel pomeriggio Il 25 settembre, lunedì, la ragazza ha lesantema Il 26 settembre, vengono raccolti i campioni per la diagnosi di laboratorio Al 5 ottobre non ci sono ulteriori casi secondari

23 Problemi da affrontare Rilevazioni routinaria coperture seconde dosi Segnalazione e indagine dei casi Conferma di laboratorio Flusso delle notifiche e completezza delle variabili

24 Rosolia in Italia,

25 Sieroprevalenza della rosolia; 1996 e 2004

26 D.M. 14 ottobre Notifica obbligatoria rosolia in gravidanza e rosolia congenita (classe III) Circolare esplicativa del 5 agosto 2005 Rosolia in gravidanza: tutti i casi sospetti di infezione da virus della rosolia in gravidanza, inclusi quelli in cui solo la presenza di IgM positive è alla base del sospetto diagnostico Rosolia congenita: la scheda di notifica va compilata per tutti i casi sospetti di rosolia congenita, inclusi i nati morti ed i bambini nati da madre con infezione confermata da rosolia in gravidanza asintomatici alla nascita Sorveglianza della rosolia in gravidanza e congenita

27 Notifiche rosolia in gravidanza; gennaio 2005-settembre casi sospetti, da tre regioni 22 multipare IgM rosolia-specifiche positive in gravidanza Solo 8 avevano eseguito lo screening pre- concezionale Solo 3 erano state precedentemente vaccinate

28 Follow-up rosolia in gravidanza; gennaio 2005-settembre 2006 Quattro gestanti con infezione confermata (2005) –Un neonato infetto, sintomatico –Un neonato infetto asintomatico –Un neonato con sintomi, senza conferma di laboratorio Incidenza 2005: 0,5/ nati vivi –Un neonato non infetto

29 Follow-up rosolia in gravidanza; gennaio 2005-settembre 2006 Otto gestanti in cui è stata esclusa linfezione –Una IVG 22 gestanti con sospetta infezione –Una IVG, autopsia normale –18 nati vivi, senza segni clinici/laboratorio di infezione –Tre persi al follow-up

30 Formazione nazionale Condotta nel dicembre 2005: –Epidemiologia –Sorveglianza, inclusa la conferma di laboratorio –Modalità di recupero delle donne in età fertile suscettibili Rivolta a figure professionali diverse –Operatori di Sanità Pubblica –Ginecologi/Ostetrici –Pediatri –Medici di medicina generale

31 Problemi da affrontare Rilevazione routinaria stato di suscettibilità donne in età fertile Segnalazione e indagine dei casi Conferma di laboratorio

32 Risultati dei modelli matematici di impatto del PNEM –Best: soddisfatti tutti gli obiettivi di vaccinazione –Worst copertura 80% per 1a dose, 60% per campagna straordinaria, no recupero suscettibili e seconda dose –Realistic: copertura 90% per 1a dose, 60% per campagna straordinaria, 90% per recupero suscettibili, 60% per seconda dose

33 Gruppo tecnico di monitoraggio del Piano* *M.Ciofi degli Atti, A. Ferro, E. Franco, G. Grilli, A. Guarino, S. Iannazzo, A. Pavan, R. Pizzuti, M.G. Pompa


Scaricare ppt "Stato di avanzamento del Piano Nazionale di eliminazione del Morbillo e rosolia Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute."

Presentazioni simili


Annunci Google