La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. S. Sorrentino Proteine parte 1a. Pròteios: primario Pròteios: primario Le Proteine sono i costituenti principali del corpo umano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. S. Sorrentino Proteine parte 1a. Pròteios: primario Pròteios: primario Le Proteine sono i costituenti principali del corpo umano."— Transcript della presentazione:

1 prof. S. Sorrentino Proteine parte 1a

2 Pròteios: primario Pròteios: primario Le Proteine sono i costituenti principali del corpo umano

3 Le proteine sono i costituenti principali dellarchitettura molecolare di tutte le cellule

4 Le Proteine sono macromolecole ma…… La maggior parte di esse è invisibile anche con il più potente microscopio elettronico 1 nm = m

5 Le proteine sono le macromolecole polimeriche più versatili della cellula, ma non sono dei semplici polimeri lineari di amminoacidi. Ogni proteina assume la struttura tridimensionale più adatta alla funzione che svolge in un determinato organismo

6 - Non sono dei semplici polimeri lineari di amminoacidi. - Presentano complesse strutture tridimensionali. - Sono sintetizzate dai ribosomi e, in frazioni di secondo, assumono la struttura tridimensionale più adatta alla funzione che devono svolgere. - Già conoscono il loro ruolo e sanno come organizzare la loro architettura molecolare. - Linformazione è contenuta nella sequenza degli amminoacidi che è stabilita dal tratto di DNA (gene) il quale contiene il progetto e le istruzioni per il montaggio di ogni specifica proteina. Le Proteine:

7 Nei virus con patrimonio genetico a RNA con meccanismo replicativo che utilizza la trascrittasi inversa (Retrovirus) è possibile il passaggio inverso, cioè ottenere il DNA partendo da RNA. DNA: detentore dellinformazione genetica organizzata in unità detti geni. RNA: traduce linformazione genetica nel linguaggio delle proteine. DNA: detentore dellinformazione genetica organizzata in unità detti geni. RNA: traduce linformazione genetica nel linguaggio delle proteine. Il dogma centrale della biologia trascrizione traduzione Trascrizione inversa

8 La funzione che una proteina svolge è strettamente legata alla struttura tridimensionale che la proteina assume Tali livelli di organizzazione dipendono dalla sequenza degli amminoacidi che è geneticamente determinata. La struttura tridimensionale finale è quella più stabile e viene raggiunta attraverso vari livelli di organizzazione strutturale

9 Gli amminoacidi possono esistere sottoforma di due enantiomeri o stereoisomeri. Le proteine contengono solo amminoacidi

10 Gli L-amminoacidi possono essere levogiri o destrogiri. Le proprietà ottiche non dipendono dalla serie stereochimica.

11 determina la forma degli altri livelli strutturali (secondaria, terziaria e quaternaria) Struttura primaria delle proteine Se un amminoacido in posizione chiave è sostituito con un altro, anche la forma della proteina cambia e anche la sua funzionalità. Infatti, anche le parole assumono significato diverso se le stesse lettere sono poste in una sequenza diversa. Ad esempio: -R-O-M-A- A-M-O-R- -M-O-R-A- -R-A-M-O- e quindi, la funzione biologica. La sequenza, unica per ogni proteina,

12 ΔG = ΔH - TΔS Legame peptidico

13

14 Limitazioni alla libera rotazione per particolari valori degli angoli Φ e Ψ distanza di contatto. Impedimenti sterici: i gruppi peptidici e le catene laterali per particolari valori degli angoli Φ e Ψ vengono a trovarsi a distanza di contatto.

15 I piani degli amminoacidi devono ruotare affinché la proteina si ripieghi assumendo la forma più stabile e cioè quella a più bassa energia In natura tutto tende a raggiungere un minimo di energia ΔG = ΔH – T ΔS spontaneo ΔG<0 Un processo è spontaneo se ΔG<0 - diminuendo ΔH - aumentando ΔS Entalpia Entropia

16 I PIANI DEI GRUPPI PEPTIDICI RUOTANO FAVORENDO LA FORMAZIONE DELLA STRUTTURA SECONDARIA AVVICINAMENTO DI GRUPPI ATOMICI CAPACI DI FORMARE LEGAMI A IDROGENO LEGAMI A IDROGENO (gruppi N-H e C=O di ogni legame peptidico) DIMINUISCE ΔH ΔG <0 ΔG = ΔH – T ΔS

17 Sequenza –C-C-N- Foglietto β α Elica

18 Struttura secondaria delle proteine Struttura primaria amminoacidi β foglietto α elica Struttura secondaria β struttura α struttura Struttura terziaria Struttura quaternaria Disposizione regolare e ripetitiva assunta dalla catena proteica nello spazio E stabilizzata da legami a idrogeno intracatena tra i gruppi C=O e N-H di due a.a. diversi

19 ripiegamento elicoidale della catena proteica che si presenta come un nastro avvolto intorno ad un asse centrale. Struttura secondaria delle proteine α elica Le catene laterali R dei residui amminoacidici sono tutte rivolte verso l'esterno dell'elica E stabilizzata da legami a idrogeno intracatena tra i gruppi C=O e N-H di dua a.a. anche lontani

20

21

22 Si presenta come un ripiegamento più ordinato a zig zag simile ad un ventaglio β-foglietto Le catene laterali sporgono alternativamente al di sopra e al di sotto del piano

23 Filamento pieghettato

24 Direzione antiparallela Direzione parallela NH 2 COOH NH 2 COOH Struttura secondaria delle proteine

25

26

27


Scaricare ppt "Prof. S. Sorrentino Proteine parte 1a. Pròteios: primario Pròteios: primario Le Proteine sono i costituenti principali del corpo umano."

Presentazioni simili


Annunci Google