La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SALUTE EMOTIVA, MEMORIA, ATTENZIONE E SONNO PARTE TEORICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SALUTE EMOTIVA, MEMORIA, ATTENZIONE E SONNO PARTE TEORICA."— Transcript della presentazione:

1 SALUTE EMOTIVA, MEMORIA, ATTENZIONE E SONNO PARTE TEORICA

2 Relazione tra salute emotiva, funzioni cognitive e riposo Ritmo del sonno/riposo Memoria e attenzione Emozioni e salute INTRODUZIONE

3 CONTENUTI Emozioni e Salute La salute emotiva e la sua importanza motional Gli obiettivi della Salute Emotiva Controllo delle emozioni e strategie di coping Schemi e raccomandazioni Memoria Funzioni della Memoria Stadi del processo di memorizzazione Attenzione Influenza dellattenzione sulla memoria Caratteristiche individuali dellattenzione Fattori che influenzano lattenzione Tipologie di attenzione Benefici di una maggiore attenzione Sonno e riposto per linvecchiamento in salute

4 LInibizione emotiva provoca disordini e malattie. LAnsia è un elemento che aggrava le malattie. LOttimismo amenta la risposta del sistema immunitario. La Rabbia (trattenuta o espressa) (ostilità permnente) è un elemento i rischio pr il cuore. La Depressione dopo un attacco di cuore moltiplica il rischio di comlicaioni nellanno successivo. Connessione tra lo stress (sensazione di impotenza/inutilità) e il rischio di sviluppare unelevata pressione del sangue. La velcità di cicatrizzazione diminuisce in situazioni stressful situazioni. La Depressione nei giovani è un attore di rischio per lipertensione da adulti. Tristezza e ansia influiscono sul sistema immunitario. Il Sostegno sociale nei azienti sieropositivi migliora i loro segni vitali. FONDAMENTI Sistema immunitario Sistema Endocrino Sistema Nervoso Relazioni tra…MENTE LE EMOZIONI ESERCITANO UNA INFLUENZA SULLA REGOLAZIONE BIOCHIMICA SALUTE EMOTIVA EMOZIONI E SALUTE

5 Le persone sane dal punto di vista EMOTIVO controllano… I loro pensieri I loro sentimenti I loro comportamenti Hanno buone relazioni interpersonali Si sentono bene con sé stessi IMPARANDO Come diventarlo Esperienza di vita Formazione I. PERCEZIONE, ESPRESSIONE E VALUTAZIONE DELLE EMOZIONI III. CAPIRE LE EMOZIONI IV. REGOLAZIONE – GESTIONE DELLE EMOZIONI II. EMOZIONI AL SERVIZIO DEL PENSIERO SALUTE EMOTIVA INTELLIGENZA EMOTIVA

6 A cosa serve? Miglioramento della salute fisica Prevenzione dei rischi di malattie Protezione contro la depressione Gestione dellansia Rafforzare il sistema immunitario STATI EMOTIVI POSITIVI SENSO DELLUMORISMO OTTIMISMO RESISTENZA DIVERTIMENTO …. SALUTE EMOTIVA

7 OBIETTIVI Percepire la salute emotiva come uno stile di vita che può essere sviluppato attraverso la conoscenza e le strategie di coping. Identificare il fenomeno emotivo di base (emozioni, sentimenti, stati mentali. Svilupare abitudini emotive sane. Applicare la conoscenza acquisita ad una vita quotidiana sana (nel contesto intra e inter personale).

8 Le persone con piu intelligenza emotiva riferiscono maggior benessere. Ansia e depressione sono meno prevalenti in soggetti con maggior intelligenza emotiva. (Davis,Stankov & Roberts 1998) Capacita e strategie che vanno potenziate 1) Percepire, sentire ed essere consapevoli del proprio stato emotivo senza esserne sopraffatti o minacciati. 2) Selezionare i pensieri a cui prestare attenzione con lobiettivo di agire con razionalita. 3) Controllare lesordio di alterazioni emotive. 4) Tollerare le frustrazioni. 5) Mantenere un atteggiamento sereno di fronte a situazioni di stress. 6) Rinforzare la motivazione personale per raggiungere obiettivi realistici CONTROLLO EMOTIVO: PER EVITARE LA COMPARSA DI DISTURBI PSICOPATOLOGICI

9 Caratteristiche della strategie di coping Risposte comportamental Risposte cognitive Risposte cognitive Risposte psico-fisiologiche STRATEGIE POSITIVE DI COPING EMOTIVO 1.RIicerca di alternative 2.Controllo emotivo 3.Ri-valutazione positiva 4.Ricerca di supporto sociale 5.Ricerca di supporto professionale 6.Senso dellhumor 7.Eliminazione di attivita distraenti 8.Progressione personale 9.Religione 10.Espressione emotiva 11.Visualizzazione positiva 12.Scrittura emotiva 13.Fuga comportamentale 14.Fuga cognitiva 15.Coping con ritirata 16.Attesa 17.Disconnessione mentale

10 In età adulta alcune capacità conoscono un declino costante (Cabeza, 2001; Corral e Pardo, 2007) Le capacità cognitive di base che costituiscono la ase per molti tipi di apprendimento possono essere modificate (Flavell, 1976; Feuerstein, 1980 e 1991). Rallentare il deterioramento delle capacità cognitive degli anziani è n obiettivo importante in termini di apprendimento per la salute e influenza il benessere emotivo, favorendo la salute e la qualità della vita degli anziani. La memoria e lattenzione sono essenziali per la vita ditutti i giorni Incoraggiare il riposto e il sonno sono fattori chiave in tale prospettiva. LIMPORTANZA DI MANTENERE BUONE FUNZIONI COGNITIVE PER UN INVECCHIAMENTO IN SALUTE

11 Definizione: la memoria è la capacità umana di immagazzinare e recuperare informazioni. Funzioni della memoria: senza saremmo incapaci di affrontare la vita di tutti i giorni perchè essa è alla base di tutte le normali azioni: Vedere Sentire Pensare Parlare... LA MEMORIA

12 STADIO DELLA REGISTRAZIONE Quando linformazione entra nel cervello; è la porta di entrata attraverso cui linformazione accede alla nostra coscienza. I processi che intervengono sono: Attenzione Concentrazione Percezione STADI DEL PROCESSO DI MEMORIZZAZIONE

13 STADIO DEL CONSOLIDAMENTO Attiviamo processi di movimento volti a consolidare o immagazzinare linformazione. I processi che intervengono sono: Associazione con informazioni nuove/vecchie Categorizzazione Integrazione con informazioni precedenti La Memoria è connotata emotivamente etc…. STADI DEL PROCESSO DI MEMORIZZAZIONE

14 STADIO DEL RICORDO Quando linformazione viene recuperata I Processi che intervengno sono: Riferimenti situazionali Evocazione Chiavi per richiamare alla memoria etc… STADI DEL PROCESSO DI MEMORIZZAZIONE

15 Definzioe: Un sistema di capacità limitata che compie processi di selezione dellinformazione, la disponibiità o stato di allerta del quale fluttua considerevolmente (De Vega, 1993). Studio delle capacità e limiti degli individui nella selezione e processazione dellinformazione sensoriale circa lambiente (Jahnke and Nowaczyk, 1998) E unattitudine consapevole mirata allosservazione di un oggetto (Dizionario di Psicología, F Dorsch) ATTENZIONE

16 Limportanza nei processi della memoria: Influenza in particolare la fase della registrazione. E per questo uno dei fattori determinanti nel processo di memorizzazione. La mancanza di attenzione impedisce la registrazione dellinformazone, impedendo il consolidamento e il ricordo. ATTENZIONE

17 Le Caratteristiche individuali dellattenzione: Capacità: limite fino al quale lorganismo può prestare attenzione a diversi compiti o processi simultaneamente. Connessione Attenzione-Coscienza: il punto in cui linformazione cui prestiamo attenzione arriva alla nostra coscienza. Filtri dellattenzione: abilità di fissare la nostra attenzione di fronte un numero predeterminato di stimoli. ATTENZIONE

18 Fattori che influenzano lattenzione: Le condizioni psicologiche nel loro complesso – definisce il nostro stato mentale (proccupato, ansioso, depresso, etc) Livello di attivazione: come siamo fisicamente parlando (stanchi, svegli, etc). Ambiente: definisce il luogo in cui ci troviamo (molto rumore, poco rumore) Motivazione: determina il grado di coinvolgimento nella focalizzazione. Abitudine e fatica: col passare del tempo diminuiscono naturalmente. Non riusciamo a prestare attenzione ad una cosa in maniera continuativa senza stancarci. ATTENZIONE

19 Tipi di attenzione: Attenzione selettiva: processo che attribuisce priorità ad alcune informazioni piuttosto che altre. Attenzione sostenuta: Persistenza nel tempo della priorità attribuita ad uninformazione. Riflesso di orientamento: Interesse verso una nuova informazione ch ci viene presentata. ATTENZIONE

20 Benefici di una maggiore attenzione per le attività quotidiane: Un aumento della nostra capacità di ricordare, che imlica una maggiore auto-stima e livelli di efficienza erchè abbiamo più fiducia nella nostra memoria. Un aumento dellinformazione in arrivo dal mondo che ci circonda, che implica un maggiore coinvolgimento nella vita perchè si è più consapevoli di essa. ATTENZIONE

21 SONNO E RIPOSO NELLAMBITO DI UNA STRATEGIA PER LINVECCHIAMENTO IN SALUTE Sonno: è lo stato di riposo uniforme di un organismo in opposizione allo stato di veglia. Insonnia: assenza cronica dellabilità richiesta per essere in gado di addormentarsi o mantenere il sonno. REM Veglia Phase I Phase II Phase III Phase IV VEGLIIAVEGLIIA Ore FASI DEL SONNO

22 Il sonno serve per rinfrescare lorganismo dopo lusura subita durante il periodo di veglia. Il suo principale è obiettivo è il ristabilimento neurale attraverso il sistema dei neutrofini che rafforza la sopravvivenza e il recupero neurale. Il sonno mantiene e riorganizza i circuiti neurali, compresa la neuroformazione di sinapsi che permette di modificare le reti neurali crate per leffetto dellesperienza. Tutto questo permette un adeguato funzionamento cerebrale e ladattamento ambientale. (Montes Rodríguez et al., Revista de Neurología. 2006) SONNO E RIPOSO NELLAMBITO DI UNA STRATEGIA PER LINVECCHIAMENTO IN SALUTE

23 Cè un relazione tra la qualità soggettiva del sonno e i livelli di cortisolo Una bassa qualità di correla con alti tassi di cortisolo. (Maldonado et al.C.Med.Psicosom.2004) CORTISOL CONNESSIONE CON IL CORTISOLO

24 Una secrezion anormale di cortisolo può indurre il cervello ad aumentare la sua attività in due aree: Lippocampo e lamigdala. Nel caso dellippocampo, può causare latropia e un danno permanente. Lippocampo e lamigdala sono cruciali non sono in situazioni stressanti (paura, emozioni, immunità) ma anche per la loro influenza sul cervello come memoria (Fraser. 2007) SONNO E RIPOSO NELLAMBITO DI UNA STRATEGIA PER LINVECCHIAMENTO IN SALUTE

25 IPPOCAMPO E MEMORIA Lippocampo sembra essere implicato nella formazione della memoria, non nel suo immagazzinamento. Sembra giocare un ruolo essenziale nella formazione di nuove memorie associate allesperienza autobiografica della memoria. IPPOCAMPO IN 3D

26 Lippocampo è parte di un più complesso sistema, quello del lobo temporale che raccoglie la memoria dichiarativa (differenti tipi di memorie che possono essere invocate esplicitamente, come la memoria semantica, caratterizzata dallimmagazzinamento di dati specifici come i giusti nomi). IPPOCAMPO E MEMORIA Angle circumvolution Callused body Lateral ventricles HippocampusCerebellum Fourth ventricle Third ventricle

27 Lipocampo cessa di avere un ruolo cruciale nel passaggio dalla formazione della memoria al periodo di consolidamento. Danni allippocampo causano difficoltà nella formazione di nuove memorie e di informazioni spaziali. (O´Kane et al. Hippocampus. 2004) IPPOCAMPO E MEMORIA

28 SONNO: CONNESSIONE IPPOCAMPO – CORTECCIA CEREBRALE CONSOLIDAMENTO RETI NEURALI Central fissure Motor cortex Parietal lobe Occipital lobe Frontal lobe Somatosensorial cortex Lateral fissure Temporal lobe Visual recognition Vision Smell Basic movements Precise movements Emotions, conduct Knowledge, memory Language (Brocas area) Hearing Language (Wernickes area) Muscle and balance coordination Formix Hippocampus Amygdala LATERALVENTRAL Amygdalae Hippocampus Formix

29 Le memorie emotive possono essere attivate istantaneamente, in parte perchè lippocampo agisce mettendo a confronto il mondo esterno così come è raccolto dai sistemi settoriai, Un improvviso cabiamento in una situazioe data può costringere lippocampo e lamigdala a cominciano a lavorare insieme er costruire memorie consapevoli, insieme alle altre memorie coscienti (Fraser. 2007) IPPOCAMPO ED EMOZIONI

30 CORTISOLO E AUMENTO DELLA MEMORIA Lipotesi della cascata glucortidea suggerisce una relazone stretta tra lesposizione cumulativa ad alti livelli di sostanza (quale il cortisolo)e il deterioramento che produce sul funzionamento della memoria. (Csernansky et al. Am.J. Psy.2006) (CORTISOLO) CASCATA GLUCOCORTICOIDEA HYPOTHALAMUS HYPOPHYSIS ADRENAL GLAND GLUCOCORTICOIDS CEREBRAL CORTEX

31 Laumento dellattività dellasse ipotalamo-ipofisi adrenale e la mancanza di sonno provocano lo stesso effetto attraverso la cascata glucortidea. La mancanza di sonno, la tensione emotiva, hanno un impatto simle sul deterioramento cognitivo con effetti quali la perdita di alcuni tipi di memoria e problemi alla salute emotiva (tra gli altri). (Lupien et al. Psychoneuroendocrinology.2005) SONNO E RIPOSO NELLAMBITO DI UNA STRATEGIA PER LINVECCHIAMENTO IN SALUTE

32 IL CORTISOLO NEGLI ANZIANI Negli anziani il deterioramento cognitivo è prodotto dallesposizione a lungo termine a livelli di cortisolo elevati, confermando così lipotesi del deterioramento dovuto allesposizione cronica ai tassi glucortidei.

33 Montes Rodríguez, C.M.; Rueda Orozco, P.E.; Arteaga Urías, E.; Aguilar Roblero, R.; Prospero García, O. : De la restauración neuronal a la reorganización de los circuitos neuronales: una aproximación a las funciones del sueño. Revista de neurología, ISSN Vol. 43, No. 7, pp Maldonado, E.F.; Carranque, G. C. Med. Psicosom. No. 69/70. pp Lupien S.; Fiocco A.; Wan N. et al. Stress Hormones and Human Memory Function across the lifespan. Psychoneuroendocrinology 30(3): Carskadon M. A;Brown E. D;Dement WC Sleep fragmentation in the elderly: relationship to daytime sleep tendency.Neurobiol.Aging Soler A. (2008) Una perspectiva psicosociobiológica aplicada a la Geriatría preventiva: salud, calidad de vida y edad biológica. Doctoral Thesis Greene G. (2008). Review of Insomniac. N.Engl.J.Med 359: September SONNO E RIPOSO NELLAMBITO DI UNA STRATEGIA PER LINVECCHIAMENTO IN SALUTE

34 THANKS FOR YOUR ATTENTION


Scaricare ppt "SALUTE EMOTIVA, MEMORIA, ATTENZIONE E SONNO PARTE TEORICA."

Presentazioni simili


Annunci Google