La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di ECONOMIA PUBBLICA Luigi Mundula lezione 16 Luigi Mundula Facoltà di Economia Corso di laurea in Economia Manageriale A.A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di ECONOMIA PUBBLICA Luigi Mundula lezione 16 Luigi Mundula Facoltà di Economia Corso di laurea in Economia Manageriale A.A."— Transcript della presentazione:

1 corso di ECONOMIA PUBBLICA Luigi Mundula lezione 16 Luigi Mundula Facoltà di Economia Corso di laurea in Economia Manageriale A.A

2 Il sistema pensionistico Pensioni di vecchiaia Pensioni di anzianità Pensioni per superstiti Pensioni di invalidità Pensioni sociali Sistema a capitalizzazione Sistema a ripartizione

3 Sistema a capitalizzazione - funded adotta criteri analoghi a quelli propri delle assicurazioni di tipo privato. Durante il periodo di attività lavorativa, dal salario o dallo stipendio del lavoratore vengono effettuate trattenute, obbligatorie o volontarie, che, versate presso istituti assicurativi o fondi pensionistici, sono poi impiegate nel mercato finanziario.

4 Sistema a ripartizione - unfunded si fonda su principi che implicano necessariamente un accordo sociale fra individui che appartengono a diverse generazioni. Sulle retribuzioni di coloro che sono occupati vengono effettuati prelievi che servono per alimentare gestioni pensionistiche che pagano le pensioni a coloro che nello stesso periodo hanno abbandonato il lavoro per ragioni di età. I lavoratori di oggi pagano quindi le pensioni, di altri soggetti, di oggi.

5 Trasferimenti in natura Lo Stato fornisce assistenza alle classi povere attraverso molti trasferimenti in natura, cioè, il trasferimento diretto di beni e servizi anziché lerogazione di sussidi monetari. –Buoni alimentari –Assistenza medica agevolata –Edilizia popolare –Istruzione Stimarne il valore è difficile perché non sempre sono beni valutabili in base al loro valore monetario (se la rivendita è difficile o impossibile).

6 Trasferimenti in natura Consideriamo come lerogazione di un trasferimento in natura altera il vincolo di bilancio nella Figura 7.4. In questo caso, il trasferimento in natura conferisce unutilità inferiore a quella associata a un trasferimento monetario che ha lo stesso costo. Il trasferimento in natura migliora le condizioni dellindividuo, ma la sua utilità sarebbe ancora maggiore se ricevesse il trasferimento monetario.

7 Un trasferimento in natura determina un livello di utilità inferiore di un trasferimento in contanti

8 Trasferimenti in natura Un individuo non potrà mai ricevere unutilità superiore da un trasferimento in natura che ha lo stesso costo di un trasferimento monetario. Vi sono casi, tuttavia, nei quali lindividuo è indifferente tra le due forme di trasferimento. Vedi Figura 7.5.

9 Un trasferimento in natura può anche determinare lo stesso livello di utilità di un trasferimento monetario

10 Trasferimenti in natura In questo caso, il trasferimento in natura non è vincolante.

11 Esempio numerico: caso base Ipotizziamo che il sig. Bianchi abbia la seguente funzione di utilità: Dove C indica la quantità consumata di formaggio e O la quantità consumata di altri beni. I prezzi del formaggio e degli altri beni sono, rispettivamente, P C = 2 e P O = 1.

12 Esempio numerico: caso base Quale allocazione sceglie Bianchi se il suo reddito è I = 300 euro? Con questa funzione di utilità Cobb-Douglas, la curva di domanda di formaggio di Bianchi è:

13 Esempio numerico: caso base Inoltre, la sua curva di domanda di altri beni è: Lutilità di Bianchi è dunque pari a:

14 Esempio numerico: trasferimento monetario Ipotizziamo adesso che lo Stato eroghi a Bianchi un trasferimento monetario di 120 euro. Qual è il paniere di consumo scelto adesso da Bianchi, e qual è la sua utilità?

15 Esempio numerico: trasferimento monetario Inoltre, la sua curva di domanda di altri beni è: Lutilità di Bianchi è dunque pari a:

16 Esempio numerico: trasferimento in natura vincolante Ipotizziamo adesso che lo Stato eroghi a Bianchi un trasferimento in natura di 60 chili di formaggio, che Bianchi non può rivendere. Qual è il paniere di consumo scelto adesso da Bianchi, e qual è la sua utilità?

17 Esempio numerico: trasferimento in natura vincolante Si noti che il trasferimento in natura costa allo Stato 120 euro (60 chili per 2 euro/chilo). Quando percepiva il trasferimento monetario, Bianchi usava i 120 euro addizionali per consumare il paniere {C,O}={52.5,315}. Bianchi adesso non può attingere a questo paniere di consumo, perché la quantità minima di formaggio che deve consumare è C = 60 chili (pari allammontare del trasferimento in natura).

18 Esempio numerico: trasferimento in natura vincolante Di conseguenza, Bianchi usa tutto il suo reddito fungibile (300 euro) per comprare il bene O: Lutilità di Bianchi è dunque pari a:

19 Esempio numerico: trasferimento in natura non vincolante Ipotizziamo adesso che lo Stato eroghi a Bianchi un trasferimento in natura di 30 chili di formaggio, che Bianchi non può rivendere, e un trasferimento monetario di 60 euro. Qual è il paniere di consumo scelto adesso da Bianchi, e qual è la sua utilità?

20 Esempio numerico: trasferimento in natura non vincolante Si noti che il trasferimento costa complessivamente allo Stato 120 euro. Il trasferimento in natura costa 60 euro (30 chili x 2 euro/chilo) e il trasferimento monetario costa altri 60 euro. Quando percepiva unicamente il trasferimento monetario, Bianchi usava i 120 euro addizionali per consumare il paniere {C,O}={52.5,315}. Bianchi adesso può attingere a questo paniere di consumo, perché la quantità minima di formaggio che deve consumare è C = 30 chili (lammontare del trasferimento in natura), che è inferiore a C = 52,5 chili (la quantità ottima che desidera consumare).

21 Esempio numerico: trasferimento in natura non vincolante Di conseguenza, Bianchi usa parte del proprio reddito fungibile (360 euro) per acquistare i beni C e O. Bianchi desidera consumare C = 52,5 chili, quindi acquista 22,5 chili di formaggio con il suo reddito fungibile (per integrare i 30 chili acquisiti con il trasferimento in natura). Bianchi acquista 315 unità di O con la parte restante del suo reddito fungibile. Bianchi attinge al medesimo livello di utilità cui attingeva nel caso del trasferimento monetario.

22 Trasferimenti in natura Perché si erogano i trasferimenti in natura se questi sono inefficienti? –Egualitarismo dei beni –Permettono di combattere le frodi al sistema assistenziale (specialmente se il trasferimento in natura è un bene inferiore) –Politicamente accettabili perché aiutano anche i produttori del bene che viene erogato nel trasferimento in natura.

23 Le diverse prospettive di distribuzione di reddito Distribuzione personale –Il modo in cui il reddito si distribuisce fra i soggetti che compongono la comunità Distribuzione funzionale –Come il reddito si distribuisce fra i fattori produttivi che hanno concorso a produrlo Distribuzione sociale –Il modo in cui il redditosi ripartisce fra le classi sociali Distribuzione spaziale –Il modo in cui il reddito si ripartisce fra le aree geografiche di uneconomia Distribuzione settoriale –Come il reddito si ripartisce fra i settori che compongono uneconomia

24 Analisi delle imposte: tassazione e distribuzione del reddito Il dibattito politico sui sistemi fiscali si concentra sullinterrogativo di quale sia unequa distribuzione del carico tributario. Non si tratta semplicemente di analizzare lammontare versato al fisco dal singolo contribuente, perché limposizione fiscale provoca un cambiamento dei prezzi.

25 Incidenza e traslazione dimposta Due importanti concetti per la distribuzione del carico tributario: –Incidenza legale – indica il soggetto giuridicamente tenuto al pagamento dellimposta –Incidenza economica – leffettiva variazione delle distribuzione del reddito causata dallintroduzione dellimposta. I due concetti differiscono tra loro a causa della traslazione dellimposta.

26 Lincidenza dellimposta: osservazioni generali Soltanto le persone fisiche sopportano il carico fiscale –Le imprese che pagano la propria parte di imposte trasferiscono lonere tributario a diversi individui. –Si possono studiare gli individui il cui reddito totale è costituito in proporzioni diverse da reddito da lavoro, reddito da capitale e così via. –A volte è appropriato studiare come varia lincidenza dellimposta su base regionale. Si dovrebbero considerare sia le fonti sia gli impieghi del reddito –Le imposte influiscono sui consumatori, sui lavoratori del settore e sui proprietari –Gli economisti spesso trascurano il lato delle fonti

27 Lincidenza dellimposta: osservazioni generali (cont.) Lincidenza dipende dalle modalità di determinazione dei prezzi –La struttura del settore è rilevante –Reazioni di breve e di lungo periodo Lincidenza dipende dalla destinazione del gettito fiscale –Con lanalisi dellincidenza con bilancio in pareggio si calcola leffetto combinato dellimposizione fiscale e della spesa pubblica finanziata con stesse imposte. –Con lanalisi dellincidenza differenziale dellimposta si mette a confronto lincidenza di unimposta in relazione a unaltra, ignorando come viene speso il gettito. Spesso limposta di riferimento è unimposta a somma fissa, cioè i cui effetti non dipendono dal comportamento del singolo.

28 Tipologie dimposta –Unimposta può essere: Progressiva Regressiva Proporzionale –Le imposte proporzionali sono le più semplici: il rapporto tra lammontare dellimposta e il reddito è costante, indipendentemente dal livello di reddito.

29 Lincidenza dellimposta: misura del grado di progressività Vi sono molti modi per definire unimposta progressiva (o regressiva). La progressività può essere definita in termini di –Aliquota fiscale media (rapporto tra limposta totale e il reddito totale) –Aliquota fiscale marginale (laliquota applicata sullultima unità di reddito)

30 Lincidenza dellimposta: misura del grado di progressività (cont.) La misurazione del grado di progressività di un sistema fiscale è ancora più complessa. Consideriamo due semplici definizioni. –Secondo la prima definizione, il sistema tributario è tanto più progressivo quanto maggiore è lincremento delle aliquote medie al crescere del reddito.

31 Lincidenza dellimposta: misura del grado di progressività (cont.) –La seconda definizione stabilisce che un sistema fiscale è più progressivo di un altro se lelasticità del gettito fiscale rispetto al reddito è più elevata. –Rammentate che lelasticità è definita come il rapporto tra la variazione percentuale di una variabile e la variazione percentuale di unaltra:

32 Lincidenza dellimposta: misure di progressività (cont.) Queste due misure intuitivamente convincenti della progressività possono dare risultati molto contrastanti. Esempio: immaginiamo che si debbano aumentare le imposte corrisposte da ciascun contribuente del 20%.

33 Modelli di equilibrio parziale Poiché le imposte producono variazioni nei prezzi relativi è necessario capire le modalità di determinazione dei prezzi Considereremo innanzitutto modelli di equilibrio parziale: considerano unicamente il mercato nel quale viene imposto il tributo, ignorando gli effetti su altri mercati. È estremamente appropriato quando il mercato dei beni soggetto a imposta è relativamente ridotto rispetto alleconomia nel suo insieme. Il modello di riferimento è quello di domanda e offerta in concorrenza perfetta

34 Modelli di equilibrio parziale : le imposte specifiche in concorrenza Le imposte specifiche sono pari a un ammontare fisso su ogni unità di bene venduto Ipotizziamo la concorrenza perfetta. Il punto di equilibrio iniziale è (Q 0, P 0 ) Ipotizziamo che in questo mercato venga introdotta unimposta specifica di u euro al litro ai consumatori. –Elemento fondamentale: in presenza di unimposta, il prezzo pagato dai consumatori differisce dal prezzo ricevuto dai produttori. –In precedenza si usava lanalisi della domanda e dellofferta per determinare un unico prezzo di mercato; adesso ci sono due prezzi diversi, uno per i produttori e uno per i consumatori.

35 Modifica della curva di domanda Qual è limpatto dellimposta sulla curva di domanda? –Considerate il punto a. P a è il massimo prezzo che i consumatori sono disposti a pagare per Q a. –La disponibilità a pagare dei consumatori NON cambia a seguito dellintroduzione dellimposta. Cambia però la curva di domanda come viene percepita dai produttori. I produttori percepiscono di poter ricevere soltanto (Pa–u) se offrono la quantità Qa. Cioè i produttori percepiscono che la curva di domanda si sposta verso il basso, al punto b

36 Modifica della curva di domanda (cont.) Ripetendo questo procedimento per ogni punto lungo la curva di domanda, si ottiene una nuova curva di domanda D c ', Questa nuova curva di domanda, è quella che interessa ai produttori perché mostra quanto possono ricevere per ogni unità venduta. Lequilibrio adesso consiste di una nuova quantità e di una coppia di prezzi (uno pagato dai consumatori, laltro ricevuto dai produttori). –Il prezzo dei produttori (P n ) si determina allintersezione della nuova curva di domanda e della vecchia curva di offerta. (prezzo al netto dellimposta) –Il prezzo pagato dai consumatori è P g = P n + u. (prezzo al lordo dellimposta) –La quantità Q 1 si ottiene come D(P g ) o S(P n ).

37 Il gettito fiscale Il prezzo pagato dai consumatori aumenta da P 0 a P g, un aumento che (in questo caso) è inferiore al valore nominale dellimposta, u. Il gettito fiscale è pari a uQ 1, cioè allarea kfhn Lincidenza economica dellimposta è divisa tra i consumatori e i produttori Il prezzo pagato dai produttori corrisponde al prezzo inferiore ottenuto per litro venduto da P 0 a P n

38 Esempio numerico Supponiamo che il mercato dello champagne sia caratterizzato dalle seguenti curve di offerta e di domanda: Lintroduzione di unimposta specifica sui consumatori, in misura di 8 euro allunità, crea un divario tra il prezzo pagato dai consumatori e quello ricevuto dai produttori. Prima dellimposta, possiamo riscrivere il sistema di equazioni come:

39 Esempio numerico Dopo lintroduzione dellimposta i produttori ricevono, per ogni confezione, 8 euro in meno del prezzo pagato dai consumatori. Quindi: Risolvendo il sistema iniziale (prima dellimposta) otteniamo un prezzo P = 20 e una quantità Q = 60. Risolvendo il sistema dopo lintroduzione dellimposta, otteniamo:

40 Esempio numerico In questo caso lincidenza legale cade al 100% sui consumatori, ma lincidenza economica è ripartita in uguale misura tra produttori e consumatori:

41 Imposte sui produttori e sui consumatori a confronto I consumatori percepiscono che è diventato più costoso per le imprese fornire una data quantità del bene. Lincidenza di unimposta specifica è indipendente dal fatto che gravi formalmente sui consumatori o sui produttori. Se limposta fosse introdotta dal lato dellofferta, la curva di offerta come percepita dai consumatori traslerebbe verso lalto di un ammontare pari allimposta.

42 Imposte sui produttori e sui consumatori a confronto (cont.) Nel precedente esempio numerico, limposta sui consumatori dava luogo alla seguente relazione: Se invece tassassimo i produttori, la relazione sarebbe:

43 Imposte sui produttori e sui consumatori a confronto (cont.) Chiaramente, queste equazioni sono identiche fra loro. In equilibrio si troveranno la stessa quantità e gli stessi prezzi. Implicazione: Lincidenza legale di unimposta non ci dice nulla circa lincidenza economica dellimposta stessa. Si definisce cuneo fiscale la differenza tra il prezzo pagato dai consumatori e quello ricevuto dai produttori.

44 Incidenza di unimposta specifica ed elasticità Lincidenza di unimposta specifica dipende dalle elasticità della domanda e dellofferta. In generale, quanto più elastica è la curva di domanda, tanto minore è limposta che grava sui consumatori, a parità di altre condizioni. –Lelasticità fornisce una misura della capacità di un agente economico di sfuggire allimposta. –Quanto più elastica è la domanda, tanto più facile è per i consumatori passare ad altri prodotti quando il prezzo aumenta. I produttori devono quindi sopportare una maggiore quota dellimposta. Quanto più è elastica la curva di offerta tanto minore sarà limposta che grava sui produttori, a parità di altre condizioni

45 Curva di offerta anelastica il prezzo pagato dai consumatori non cambia dopo lintroduzione dellimposta. I produttori sopportano lintero onere

46 Curva di offerta perfettamente elastica il prezzo che i consumatori pagano aumenta in misura esattamente uguale allaumentare dellimposta. Il prezzo ricevuto dai produttori non cambia

47 Modelli di equilibrio parziale: le imposte ad valorem Unimposta ad valorem è unimposta con unaliquota proporzionale al prezzo. Lanalisi grafica è molto simile a quella delle imposte specifiche. Anziché traslare verso il basso la curva di domanda di uno stesso importo assoluto per ciascuna quantità, la si fa traslare della stessa percentuale.

48 Modelli di equilibrio parziale: le imposte ad valorem La Figura mostra unimposta ad valorem applicata ai consumatori. Come nel caso dellimposta specifica, la curva di domanda come percepita dai produttori cambia; si usa la stessa analisi per trovare i prezzi e la quantità di equilibrio.

49 Esempio numerico Ritorniamo allesempio precedente. Con unimposta specifica sui consumatori, il sistema di equazioni era scritto come: Adesso, con unimposta ad valorem (τ D ), il sistema diventa:

50 Esempio numerico Se sui consumatori gravasse unimposta ad valorem del 10%, la relazione tra i prezzi sarebbe:

51 Imposte sui fattori di produzione: il lavoro Unimposta sul salario, come quella che viene utilizzata per finanziare il sistema di sicurezza sociale, è unimposta ad valorem su un fattore di produzione: il lavoro. Lincidenza economica è determinata solo dal cuneo fiscale e dipende dallelasticità di domanda e offerta

52 Imposte sui fattori di produzione: il capitale La strategia per lanalisi di unimposta sul capitale è la stessa di quella per lanalisi di unimposta sul lavoro Economia chiusa –curva di domanda con pendenza negativa (allaumentare del prezzo le imprese domandano meno capitale) –curva di offerta con pendenza positiva (allaumentare del reddito del risparmio aumenta il risparmio) Economia aperta e capitale perfettamente mobile tra i Paesi: lofferta di capitale è perfettamente elastica –I fornitori del capitale non sopportano alcun onere –Il capitale viene trasferito allestero se viene gravato, anche parzialmente, dallimposta Persino nelleconomia globalizzata di oggi il capitale non è perfettamente mobile (esiste la possibilità di tassare il capitale) Finchè il capitale è mobile le imposte sui capitali saranno trasferite ad altri e la loro progressività è solo apparente

53 I modelli di equilibrio parziale: il monopolio Adesso possiamo rimuovere lipotesi di concorrenza perfetta. La Figura mostra la situazione di un monopolista prima dellintroduzione di unimposta specifica. La massimizzazione dei profitti richiede il livello di produzione X 0 con prezzo P 0 e MRx=MCx Profitto unitario = distanza ab Profitto totale = area abcd

54 Introduzione di un imposta in monopolio Dopo lintroduzione di unimposta specifica, la curva di domanda effettiva si sposta verso il basso (o equivalentemente verso lalto la curva dei costi marginali), e altrettanto fa la curva effettiva del ricavo marginale. In presenza dellimposta i profitti di monopolio sono inferiori, anche se limpresa ha potere di mercato.

55 Introduzione di un imposta in monopolio X1 si trova dove MRx=MCx Salendo da X1 a Dx si trova il prezzo ricevuto dal monopolista= Pn Il prezzo pagato dai consumatori = Pn+u=Pg Il profitto per unità =fg Il profitto totale = fghi

56 Le imposte sui profitti Le imprese possono essere tassate sul profitto economico, definito come la differenza tra i ricavi totali e il costo opportunità dei fattori utilizzati nella produzione. Le imprese che massimizzano il profitto non possono trasferire limposta sui consumatori. –Spiegazione intuitiva: la combinazione di prezzo- quantità che massimizzava inizialmente il profitto continua a essere la combinazione ottimale. La quantità di equilibrio non cambia.


Scaricare ppt "Corso di ECONOMIA PUBBLICA Luigi Mundula lezione 16 Luigi Mundula Facoltà di Economia Corso di laurea in Economia Manageriale A.A."

Presentazioni simili


Annunci Google