La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Regione Marche Dott. Giordano Giostra Medico Chirurgo Referente regionale per la sorveglianza nutrizionale e Okkio alla salute ASUR Zona Territoriale n.7.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Regione Marche Dott. Giordano Giostra Medico Chirurgo Referente regionale per la sorveglianza nutrizionale e Okkio alla salute ASUR Zona Territoriale n.7."— Transcript della presentazione:

1 Regione Marche Dott. Giordano Giostra Medico Chirurgo Referente regionale per la sorveglianza nutrizionale e Okkio alla salute ASUR Zona Territoriale n.7 ANCONA Realizzazione grafica: Gianni Marconi URP zona Territoriale 7 Ancona

2 Regione Marche Per indurre scelte di vita salutari Privilegiando, quale strumento importante, la informazione e la conoscenza rendere facili le scelte salutari 1 Dott. Giordano Giostra

3 SISTEMA DI SORVEGLIANZA SUI COMPORTAMENTI DEI SOGGETTI IN ETA PEDIATRICA E ADOLESCENZIALE ( 6 – 17 ANNI ) SISTEMA DI SORVEGLIANZA SUI COMPORTAMENTI DEI SOGGETTI IN ETA PEDIATRICA E ADOLESCENZIALE ( 6 – 17 ANNI ) Regione Marche Per indurre scelte di vita salutari Privilegiando, quale strumento importante, la informazione e la conoscenza rendere facili le scelte salutari 2 Dott. Giordano Giostra

4 Secondo lOMS di Europa e Italia 86 % dei decessi 77 % della perdita di anni della buona salute 75 % delle spese sanitarie sono causate da patologie presentanti FATTORI DI RISCHIO MODIFICABILI 3 Dott. Giordano Giostra

5 Stili di vita caratterizzati da cattive abitudini alimentari e scarsa attività fisica sono la causa più importante dellaumento della prevalenza di sovrappeso e obesità La percezione dellobesità come problema di salute pubblica è comunque unacquisizione recente LOMS considera lobesità una epidemia globale Sovrappeso e obesità 4 Dott. Giordano Giostra

6 Ecco quanto è stato messo in luce dalla sorveglianza realizzata negli Stati Uniti durante gli ultimi venti anni Sovrappeso e obesità 5 Dott. Giordano Giostra

7 No Data <10% 10%–14% Andamento dellobesità nelladulto: USA 1985 ( 30 IMC) Dati CDC di Atlanta, Dott. Giordano Giostra

8 No Data <10% 10%–14% Andamento dellobesità nelladulto: USA 1990 ( 30 IMC) 7 Dott. Giordano Giostra

9 No Data <10% 10%–14% 15%–19% 20 Andamento dellobesità nelladulto: USA 1997 ( 30 IMC) 8 Dott. Giordano Giostra

10 No Data <10% 10%–14% 15%–19% 20 Andamento dellobesità nelladulto: USA 2000 ( 30 IMC) 9 Dott. Giordano Giostra

11 No Data <10% 10%–14% 15%–19% 20%–24% 25% Andamento dellobesità nelladulto: USA 2003 ( 30 IMC) 10 Dott. Giordano Giostra

12 Le dimensioni del problema: il 20% dei bambini europei è in sovrappeso o obeso in Europa lobesità infantile è aumentata di 10 volte dagli anni 70 Sovrappeso e obesità 11 Dott. Giordano Giostra

13 % sovrappeso Dati non disponibili 0-9,9 % 10-19,9% 20-29,9% 30% International Obesity Task Force, 2003 Situazione in Europa 8-11 anni Sovrappeso e obesità 12 Dott. Giordano Giostra

14 In Italia probabilmente sono in sovrappeso/obesi milioni di persone In particolare si stima che nelletà evolutiva: 1 bambino su 3 è in sovrappeso 1 su 10 obeso con differenze per età, sesso, area del Paese Sovrappeso e obesità 13 Dott. Giordano Giostra

15 Prevalenza elevata, più marcata nei maschi, notevole differenza tra nord e sud del paese Età 6-13 anni Sovrappeso e obesità 14 Dott. Giordano Giostra

16 Ministero della salute e regioni INTESA STATO REGIONI 23 Marzo 2005 Azione di contrasto alle malattie croniche Piano Nazionale della Prevenzione Dott. Giordano Giostra

17 Ministero della salute collaborazione con la regione Europea dellO.M.S. Strategia di contrasto alle Malattie Croniche Copenaghen 12 settembre 2006: comitato regionale per leuropa 16 Dott. Giordano Giostra

18 Ministero della salute Cooperazione alla Costituzione Strategia europea di contrasto Istambul 15 novembre 2006: 17 Dott. Giordano Giostra

19 Azioni di contrasto Il sovrappeso/obesità sono il risultato dellevoluzione delle società occidentali e combatterle è un fatto di civiltà Le strategie per essere efficaci devono prevedere azioni integrate dellintero sistema e non di un singolo settore (scuola, industria, sanità, ecc.) 18 Dott. Giordano Giostra

20 Il Ministero della Salute e della Pubblica Istruzione hanno avviato una collaborazione per conoscere la reale situazione italiana e definire unefficace azione educativa finalizzata a migliorare la salute dei bambini nelle scuole primarie Azioni di contrasto 19 Dott. Giordano Giostra

21 Il Centro per la Prevenzione e Controllo delle Malattie (CCM) nellambito del programma europeo Guadagnare salute e del Piano Nazionale di Prevenzione , ha messo a punto alcune strategie intersettoriali (diversi ministeri, ma anche pubblico e privato) Progetto OKkio alla SALUTE Azioni di contrasto 20 Dott. Giordano Giostra

22 Il progetto OKkio alla SALUTE progetto realizzato dalle Regioni, con il coordinamento dellIstituto Superiore di Sanità (ISS) Azioni di contrasto 21 Dott. Giordano Giostra

23 Il progetto OKkio alla SALUTE Screening o sorveglianza? 22 Dott. Giordano Giostra

24 La sorveglianza di popolazione In Italia non esiste un sistema di sorveglianza nutrizionale e i dati disponibili hanno i seguenti limiti: non sono rappresentativi della realtà nazionale usano metodi non standardizzati non sono confrontabili sono frammentari e non permettono di osservare i trend temporali 23 Dott. Giordano Giostra

25 … sistematica raccolta, archiviazione, analisi e interpretazione di dati, seguita da una diffusione delle informazioni a tutte le persone che le hanno fornite e a coloro che devono decidere di intraprendere eventuali interventi (definizione sorveglianza in sanità pubblica CDC) La sorveglianza di popolazione 24 Dott. Giordano Giostra

26 Sequenza di azioni della sorveglianza in Sanità Pubblica Raccolta sistematica Analisi e interpretazione Diffusione a chi ne necessita al fine di intraprendere azioni adeguate dati Dai dati alle informazioni Dalle informazioni allintervento La sorveglianza di popolazione 25 Dott. Giordano Giostra

27 OKkio alla SALUTE non è uno screening I dati sono rilevati su un campione e non su tutta la popolazione a rischio Per fare screening sono necessari test più specifici (compreso un esame clinico) Lo screening viene usato per patologie la cui risoluzione è affidata a interventi individuali efficaci Lanonimato dei bambini imposto dal Garante non permette di avviare interventi individuali 26 Dott. Giordano Giostra

28 Presentazione dellindagine 27 Dott. Giordano Giostra

29 I Protagonisti 28 I BAMBINI I GENITORI IL REFERENTE REGIONALE SCOLASTICO I REFERENTI PROVINCIALI SCOLASTICI I DIRIGENTI SCOLASTICI GLI INSEGNANTI IL REFERENTE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE IL REFERENTE DI ZONA TERRITORIALE GLI OPERATORI DI ZONA TERRITORIALE Dott. Giordano Giostra

30 Obiettivo generale Stimare e seguire nel tempo la situazione nutrizionale dei bambini delle scuole primarie Descrivere e seguire nel tempo i progressi dell ambiente scolastico in termini di caratteristiche favorenti la sana nutrizione e l attivit à fisica al fine di suggerire azioni appropriate e basate su prove di efficacia Adottando procedure standardizzate ed identica strumentazione in tutta Italia 29 Dott. Giordano Giostra

31 Obiettivi specifici 1: lo stato nutrizionale dei bambini Monitorare la proporzione di bambini sottopeso/normopeso, sovrappeso, obesi mediante la misurazione dell indice di massa corporea (IMC) 30 Dott. Giordano Giostra

32 Obiettivi specifici 2: lalimentazione dei bambini Monitorare la proporzione di: Bambini che assumono comportamenti alimentari sani (autoriferiti e riferiti dai genitori) Scuole che mostrano caratteristiche favorenti la sana nutrizione 31 Dott. Giordano Giostra

33 Obiettivi specifici 3: sedentarietà/attività fisica Monitorare la proporzione di: Bambini che hanno svolto attivit à sedentarie (TV, computer) e/o attivit à fisica (autoriferite e riferite dai genitori) Scuole che mostrano caratteristiche favorenti l attivit à fisica 32 Dott. Giordano Giostra

34 Obiettivi specifici 4: percezione dei genitori Monitorare la corrispondenza tra la percezione dei genitori rispetto a Lo stato nutrizionale dei bambini La quantità di alimenti assunti L attività fisica Lo stato nutrizionale effettivo 33 Dott. Giordano Giostra

35 Razionale delle scelte operative Il progetto prevede di: Attivare un sistema di sorveglianza di popolazione con indagini annuali su campioni rappresentativi di popolazione scolastica Mediante raccolta di informazioni effettuata tramite semplici questionari riempiti: –in classe dai bambini –a casa dai genitori –a scuola dal dirigente scolastico Rilevazione di peso e altezza dei bambini (misure antropometriche) con strumenti della ASL 34 Dott. Giordano Giostra

36 Razionale delle scelte operative Strumenti per la raccolta dei dati: Scheda antropometrica Questionario per bambini (anonimo) Questionario per genitori (anonimo) Scheda classe (con insegnanti) Questionario per dirigente scolastico 35 Dott. Giordano Giostra

37 Gli strumenti da utilizzare per lo svolgimento dellindagine sono stati realizzati a cura dellIstituto Superiore di Sanità con la collaborazione di: Ministero della Pubblica Istruzione INRAN CCM Sono stati testati attraverso studi pilota condotti in diverse regioni (Liguria, Lazio, Calabria, Campania, Basilicata, Toscana, Umbria e Puglia) Caratteristiche degli strumenti 36 Dott. Giordano Giostra

38 Gli strumenti sono stati pensati in modo da garantire il totale anonimato dei bambini e dei loro genitori Caratteristiche degli strumenti 37 Dott. Giordano Giostra

39 Gli strumenti ci consentono di raccogliere dati qualitativi e quantitativi Qualitativi abitudini alimentari attività fisica dei bambini ambiente scolastico Quantitativi (per calcolo dellIMC) peso altezza Caratteristiche degli strumenti 38 Dott. Giordano Giostra

40 Popolazione in studio: bambini delle classi III primarie (8 anni) Sviluppo cognitivo adeguato (il bambino è in grado di rispondere a domande semplici) Situazione nutrizionale poco influenzata dalla pubertà Il campionamento 39 Dott. Giordano Giostra

41 Caratteristiche del campione: Rappresentativit à a livello ASL o Regionale Unità di campionamento: la classe Utilizzata la tecnica della probabilità proporzionale alle dimensioni della classe (le classi più grandi hanno maggiore probabilità di essere selezionate) Il campionamento 40 Dott. Giordano Giostra

42 La comunicazione I risultati della sperimentazione verranno condivisi con gli operatori regionali e con lISS Verranno preparati rapporti tipo adatti allinterlocutore e facilmente utilizzabili a livello locale Sarà effettuata la redazione di un rapporto nazionale/regionale per dare maggior risonanza possibile ai risultati della sorveglianza 41 Dott. Giordano Giostra

43 Prospettive: ricadute immediate Stimare e seguire nel tempo la situazione nutrizionale dei bambini delle scuole primarie Descrivere e seguire nel tempo i progressi dellambiente scolastico in termini di caratteristiche favorenti la salute dei bambini Suggerire azioni appropriate e basate su prove di efficacia 42 Dott. Giordano Giostra

44 Prospettive: ricadute a lungo termine Monitorare il progresso degli interventi di prevenzione Favorire lorientamento delle politiche sanitarie di prevenzione Favorire la ricerca di azioni preventive efficaci Coinvolgere vari gruppi di interesse nelle azioni di prevenzione 43 Dott. Giordano Giostra

45 44 di fronte ad una epidemia in atto solo limpegno di tutti può agire da contrasto efficace Dott. Giordano Giostra

46 Medico Chirurgo Referente regionale per la sorveglianza nutrizionale e Okkio alla salute ASUR Zona Territoriale n.7 A NCONA Realizzazione grafica: Gianni Marconi URP ASUR Zona Territoriale 7 Ancona


Scaricare ppt "Regione Marche Dott. Giordano Giostra Medico Chirurgo Referente regionale per la sorveglianza nutrizionale e Okkio alla salute ASUR Zona Territoriale n.7."

Presentazioni simili


Annunci Google