La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Franco Guzzi - Presidente Assorel 1/12 Responsabilità Sociale: quale contributo alla reputazione dimpresa? Responsabilità Sociale: quale contributo alla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Franco Guzzi - Presidente Assorel 1/12 Responsabilità Sociale: quale contributo alla reputazione dimpresa? Responsabilità Sociale: quale contributo alla."— Transcript della presentazione:

1 Franco Guzzi - Presidente Assorel 1/12 Responsabilità Sociale: quale contributo alla reputazione dimpresa? Responsabilità Sociale: quale contributo alla reputazione dimpresa? Franco Guzzi - Presidente Assorel - 24 ottobre 2003 Università degli Studi di Udine - Corso di Laurea in Relazioni Pubbliche

2 Franco Guzzi - Presidente Assorel 2/12 Il giudizio della pubblica opinione, delle Terze Parti e dei media è divenuto ancora più attento, più approfondito e molto più reattivo di quanto sia mai stato Lintervallo fra messaggio e comportamento è molto breve: unimpresa oggi si trova attentamente osservata per il solo fatto di esistere e i suoi comportamenti comunicano molto, generando percezioni e giudizi Il comportamento di unimpresa - e la spiegazione che limpresa dà di tale comportamento - sono di vitale importanza per la sua attività, perché la percezione che ne deriva sui suoi interlocutori può costituire un grande valore o una pesante zavorra nella sua reputazione Il giudizio della pubblica opinione, delle Terze Parti e dei media è divenuto ancora più attento, più approfondito e molto più reattivo di quanto sia mai stato Lintervallo fra messaggio e comportamento è molto breve: unimpresa oggi si trova attentamente osservata per il solo fatto di esistere e i suoi comportamenti comunicano molto, generando percezioni e giudizi Il comportamento di unimpresa - e la spiegazione che limpresa dà di tale comportamento - sono di vitale importanza per la sua attività, perché la percezione che ne deriva sui suoi interlocutori può costituire un grande valore o una pesante zavorra nella sua reputazione Evoluzione della comunicazione

3 Franco Guzzi - Presidente Assorel 3/12 Dobbiamo prendere atto della delicatezza del compito che attende il consulente di Relazioni Pubbliche e delle responsabilità insite in questo ruolo: verso gli interlocutori, lopinione pubblica, il cliente Noi proponiamo fatti sulla cui base induciamo una percezione: una versione della realtà fra le molte che possono dedursi dalla medesima verità Dobbiamo sempre saper distinguere tra fatti e percezioni, con la consapevolezza del rapporto che esiste tra essi Solo così avremo il rispetto di tutti i nostri interlocutori per le nostre azioni e per le nostre prese di posizione, indipendentemente da chi siano le imprese per cui operiamo Dobbiamo prendere atto della delicatezza del compito che attende il consulente di Relazioni Pubbliche e delle responsabilità insite in questo ruolo: verso gli interlocutori, lopinione pubblica, il cliente Noi proponiamo fatti sulla cui base induciamo una percezione: una versione della realtà fra le molte che possono dedursi dalla medesima verità Dobbiamo sempre saper distinguere tra fatti e percezioni, con la consapevolezza del rapporto che esiste tra essi Solo così avremo il rispetto di tutti i nostri interlocutori per le nostre azioni e per le nostre prese di posizione, indipendentemente da chi siano le imprese per cui operiamo Ruolo del comunicatore Un comportamento che va sempre tenacemente perseguito

4 Franco Guzzi - Presidente Assorel 4/12 Ruolo delle Associazioni 1.Promuovere comportamenti professionali ed etici (è insito nella professione delle Relazioni Pubbliche il comportamento etico) 2.Monitorare e comprendere levoluzione del mercato (agenzie / professionisti - clienti - terze parti) 3.Redigere e aggiornare Codici / Principi professionali (in coerenza con levoluzione del mercato) 4.Verificarne lapplicazione - prendere posizione - comminare sanzioni (presso i propri associati e il mercato) 1.Promuovere comportamenti professionali ed etici (è insito nella professione delle Relazioni Pubbliche il comportamento etico) 2.Monitorare e comprendere levoluzione del mercato (agenzie / professionisti - clienti - terze parti) 3.Redigere e aggiornare Codici / Principi professionali (in coerenza con levoluzione del mercato) 4.Verificarne lapplicazione - prendere posizione - comminare sanzioni (presso i propri associati e il mercato)

5 Franco Guzzi - Presidente Assorel 5/12 Assorel Associazione Italiana tra le Agenzie di Relazioni Pubbliche a servizio completo Fondata nel 1982 come polo prioritario di attrazione per le Agenzie di Relazioni Pubbliche a servizio completo, manifesta da subito una chiara vocazione nazionale e internazionale Fa riferimento al Codice di comportamento di FERPI (Federazione Italiana dei Professionisti in Relazioni Pubbliche) Nel 1986 è tra i fondatori di ICCO (International Communications Consultancy Organisation), che riunisce le principali associazioni nazionali di settore Nel 1988 sottoscrive il Protocollo d'intesa delle organizzazioni professionali, cui aderiscono le più importanti associazioni attive nel mondo delle relazioni pubbliche, del giornalismo e della comunicazione Nel 1991 contribuisce alla redazione del Codice di Roma di ICCO Il 27 Febbraio 2003 lAssemblea di Assorel approva allunanimità il documento sui Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia Fondata nel 1982 come polo prioritario di attrazione per le Agenzie di Relazioni Pubbliche a servizio completo, manifesta da subito una chiara vocazione nazionale e internazionale Fa riferimento al Codice di comportamento di FERPI (Federazione Italiana dei Professionisti in Relazioni Pubbliche) Nel 1986 è tra i fondatori di ICCO (International Communications Consultancy Organisation), che riunisce le principali associazioni nazionali di settore Nel 1988 sottoscrive il Protocollo d'intesa delle organizzazioni professionali, cui aderiscono le più importanti associazioni attive nel mondo delle relazioni pubbliche, del giornalismo e della comunicazione Nel 1991 contribuisce alla redazione del Codice di Roma di ICCO Il 27 Febbraio 2003 lAssemblea di Assorel approva allunanimità il documento sui Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia

6 Franco Guzzi - Presidente Assorel 6/12 Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia Approvato allunanimità dallAssemblea Assorel – 27 Febbraio 2003 Premessa Prerequisito fondamentale per esercitare la professione delle Relazioni Pubbliche è di operare in una società aperta e caratterizzata da un clima di democrazia e libertà despressione. Le agenzie di Relazioni Pubbliche operano allinterno degli obiettivi e dei parametri di questa libera società, si attengono strettamente alle sue leggi e alle sue regole, promuovono comportamenti ispirati alletica della comunicazione, operano con clienti che hanno lo stesso approccio e principi. I principi professionali su cui si fondano le Relazioni Pubbliche si basano sulla convinzione che in una società libera, ogni punto di vista e interesse ha il diritto di essere ascoltato. > segue Premessa Prerequisito fondamentale per esercitare la professione delle Relazioni Pubbliche è di operare in una società aperta e caratterizzata da un clima di democrazia e libertà despressione. Le agenzie di Relazioni Pubbliche operano allinterno degli obiettivi e dei parametri di questa libera società, si attengono strettamente alle sue leggi e alle sue regole, promuovono comportamenti ispirati alletica della comunicazione, operano con clienti che hanno lo stesso approccio e principi. I principi professionali su cui si fondano le Relazioni Pubbliche si basano sulla convinzione che in una società libera, ogni punto di vista e interesse ha il diritto di essere ascoltato. > segue

7 Franco Guzzi - Presidente Assorel 7/12 Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia Approvato allunanimità dallAssemblea Assorel – 27 Febbraio 2003 > continua Ne consegue che: í i consulenti di Relazioni Pubbliche sono avvantaggiati dalla libertà e dallapertura tipica di una società democratica, dove vige la libertà despressione che è necessaria per operare. í è nellinteresse professionale delle agenzie di Relazioni Pubbliche che questa libertà e apertura vengano preservate ed estese e le agenzie stesse si adoperano attivamente perché ciò avvenga concretamente. > continua Ne consegue che: í i consulenti di Relazioni Pubbliche sono avvantaggiati dalla libertà e dallapertura tipica di una società democratica, dove vige la libertà despressione che è necessaria per operare. í è nellinteresse professionale delle agenzie di Relazioni Pubbliche che questa libertà e apertura vengano preservate ed estese e le agenzie stesse si adoperano attivamente perché ciò avvenga concretamente.

8 Franco Guzzi - Presidente Assorel 8/12 Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia Approvato allunanimità dallAssemblea Assorel – 27 Febbraio Le basi professionali della consulenza in Relazioni Pubbliche Le agenzie di Relazioni Pubbliche aiutano i loro clienti a pianificare, costruire, sviluppare, difendere le relazioni che essi intendono avere con gli interlocutori prioritari ed operano per influenzare le opinioni, gli atteggiamenti e i comportamenti delle persone fornendo al pubblico informazioni, elementi e strumenti per una più completa formazione degli stessi e favorendo una più approfondita e consapevole valutazione della proposta/posizione del cliente. … 1.Le basi professionali della consulenza in Relazioni Pubbliche Le agenzie di Relazioni Pubbliche aiutano i loro clienti a pianificare, costruire, sviluppare, difendere le relazioni che essi intendono avere con gli interlocutori prioritari ed operano per influenzare le opinioni, gli atteggiamenti e i comportamenti delle persone fornendo al pubblico informazioni, elementi e strumenti per una più completa formazione degli stessi e favorendo una più approfondita e consapevole valutazione della proposta/posizione del cliente. …

9 Franco Guzzi - Presidente Assorel 9/12 Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia Approvato allunanimità dallAssemblea Assorel – 27 Febbraio Il metodo Le agenzie di Relazioni Pubbliche si impegnano, nellesercizio della propria attività, a diffondere informazioni corrette e ad indicare chiaramente per quale cliente stanno svolgendo ogni incarico e quali sono le fonti delle informazioni che diffondono. Infatti, unagenzia di Relazioni Pubbliche ed i suoi professionisti non devono in alcun modo deliberatamente fuorviare il pubblico riguardo a informazioni che da loro vengono diffuse o circa gli interessi che essi rappresentano in quel momento. Inoltre, unagenzia di Relazioni Pubbliche non deve adottare mezzi illeciti o infrangere regole o accordi riconosciuti dalla società civile e che regolano le attività del cliente, anche qualora fosse il cliente stesso a richiederlo. … 2.Il metodo Le agenzie di Relazioni Pubbliche si impegnano, nellesercizio della propria attività, a diffondere informazioni corrette e ad indicare chiaramente per quale cliente stanno svolgendo ogni incarico e quali sono le fonti delle informazioni che diffondono. Infatti, unagenzia di Relazioni Pubbliche ed i suoi professionisti non devono in alcun modo deliberatamente fuorviare il pubblico riguardo a informazioni che da loro vengono diffuse o circa gli interessi che essi rappresentano in quel momento. Inoltre, unagenzia di Relazioni Pubbliche non deve adottare mezzi illeciti o infrangere regole o accordi riconosciuti dalla società civile e che regolano le attività del cliente, anche qualora fosse il cliente stesso a richiederlo. …

10 Franco Guzzi - Presidente Assorel 10/12 Principi professionali e codici di comportamento delle Relazioni Pubbliche in Italia Approvato allunanimità dallAssemblea Assorel – 27 Febbraio La gestione dellincarico … … 4.La riservatezza … … 5.Gli incarichi conflittuali o in concorrenza … … 6.Il rifiuto di un incarico … … 7.Il ruolo consulenziale … … 8.Gli onorari … … 9.I sistemi di verifica e le sanzioni … … 3.La gestione dellincarico … … 4.La riservatezza … … 5.Gli incarichi conflittuali o in concorrenza … … 6.Il rifiuto di un incarico … … 7.Il ruolo consulenziale … … 8.Gli onorari … … 9.I sistemi di verifica e le sanzioni … …

11 Franco Guzzi - Presidente Assorel 11/12 Qualche ulteriore considerazione íRispetto verso: i pubblici - noi stessi - il cliente íChiarezza, cautela, accuratezza efficacia íAssoluto rispetto dei fatti qualsiasi informazione diffondiamo deve essere firmata, fondata e dimostrabile íRispettosi delle tesi sostenute da altri noi proponiamo una diversa interpretazione íSaper distinguere tra fatti e percezioni íNon siamo responsabili di una causa impopolare, ma siamo responsabili di esserci messi al suo servizio íGuadagnare la fiducia dei pubblici a cui ci rivolgiamo, mantenendo nel tempo la nostra credibilità íRispetto verso: i pubblici - noi stessi - il cliente íChiarezza, cautela, accuratezza efficacia íAssoluto rispetto dei fatti qualsiasi informazione diffondiamo deve essere firmata, fondata e dimostrabile íRispettosi delle tesi sostenute da altri noi proponiamo una diversa interpretazione íSaper distinguere tra fatti e percezioni íNon siamo responsabili di una causa impopolare, ma siamo responsabili di esserci messi al suo servizio íGuadagnare la fiducia dei pubblici a cui ci rivolgiamo, mantenendo nel tempo la nostra credibilità

12 Franco Guzzi - Presidente Assorel 12/12 Conclusioni (per comunicatori e imprese) capacità di ascolto professionalità pragmatismo etica capacità di ascolto professionalità pragmatismo etica

13 Franco Guzzi - Presidente Assorel 13/12 Responsabilità Sociale: quale contributo alla reputazione dimpresa? Franco Guzzi - Presidente Assorel - 24 ottobre 2003 Università degli Studi di Udine - Corso di Laurea in Relazioni Pubbliche


Scaricare ppt "Franco Guzzi - Presidente Assorel 1/12 Responsabilità Sociale: quale contributo alla reputazione dimpresa? Responsabilità Sociale: quale contributo alla."

Presentazioni simili


Annunci Google