La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 www.eupragma.com dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 La gestione del Team work Udine 5 novembre 2002 Dr. Stefano Minisini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 www.eupragma.com dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 La gestione del Team work Udine 5 novembre 2002 Dr. Stefano Minisini."— Transcript della presentazione:

1 1 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 La gestione del Team work Udine 5 novembre 2002 Dr. Stefano Minisini

2 2 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Situazioni che implicano il ricorso al team nellambito dellorganizzazione interna: - gestione per processi/progetti - gestione di progetti di miglioramento nellambito delle relazioni esterne - rapporti integrati con i fornitori - partnership con il trade - rapporti con i distretti Attenzione: i team sono sempre più frequentemente disomogenei per competenza e per profilo di appartenenza

3 3 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Maggiore potenziale creativo Maggiore capacità di tollerare lo sforzo Funzione motivante per i componenti del gruppo Permette di raggiungere risultati non ottenibili individualmente Il lavoro in team Maggiore difficoltà nel prendere decisioni Maggiore investimento di tempo per creare intergarzione Pone vincoli e limiti alle libertà del soggetto Difficoltà nel mediare i punti di vista dei singoli componenti, soprattutto quando molto divergenti. Vantaggi: Svantaggi:

4 4 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Il team: processi psicologici implicati Percezione interpersonale : il soggetto è indotto a considerare sé stesso e gli altri secondo una prospettiva individualistica. Percezione intergruppi: il soggetto tende a considerare sé e gli altri non come individui ma come soggetti appartenenti ad una specifica categoria o gruppo. Senso di appartenenza: conduce a sopravvalutare le similitudini con gli altri membri dellingroup e ad enfatizzarne le differenze i membri delloutgroup.

5 5 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Cooperazione: aiuta a produrre identificazione con il gruppo e aiuta i soggetti a preoccuparsi del bene del gruppo considerato nel suo insieme. Conflittualità: causata da una non corretta gestione della divergenza di punti di vista, di aspetti relazionali, da non condivisione di obiettivi, metodi o linguaggi. Interdipendenza: consapevolezza di essere legati agli altri e al destino del gruppo; spesso viene vissuta negativamente Continua….

6 6 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Coesione Gruppo Negoziazione Interazione Interdipendenza Integrazione Gruppo di lavoro Dal gruppo al gruppo di lavoro

7 7 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Dal gruppo al gruppo di lavoro Interazione: comporta reciproca influenza tra i componenti del gruppo e tra le performances da essi prodotte. Tale influenza può dare esiti positivi o negativi. È una condizione che si viene inevitabilmente a generare, ma non è di per se sufficiente ai fini del risultato. Integrazione: si intende quella condizione organizzativa, gestionale e relazionale che permette il raggiungimento degli obiettivi di gruppo prefissati, in un contesto di soddisfacente equilibrio relazionale (clima positivo, senso di appartenenza, identificazione).

8 8 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Un approccio al team building Metodo Ruoli Leadership Comunicazione Clima Sviluppo GRUPPO DI LAVORO Obiettivo raggiunto Obiettivo prefissato

9 9 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Definizione degli obiettivi. A Analisi dei fattori che compongono lobiettivo e dei problemi che generano impedimento B Formulazione e attuazione di soluzioni C Valutazione dellintervento. D Metodo per limpostazione di un lavoro di gruppo

10 10 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Definizione degli obiettivi. A Definire lobiettivo in termini di risultato (dati ed ipotesi plausibili) Esplicitarlo nelle sue motivazioni e promuoverne la condivisione Scomporlo in sotto-obiettivi e compiti Curarsi che sia oggettivamente perseguibile dal gruppo Condividere i parametri di valutazione con il gruppo Metodo per limpostazione di un lavoro di gruppo

11 11 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Analisi dei fattori che compongono lobiettivo e dei problemi che generano impedimento B 1.Individuare le macro-famiglie di causali 2.Scomporre in micro-caratteristiche le causali 3.Definizione del peso specifico di ciascuna causale (es:matrice peso economico/gestibilità) 4.Assegnazione delle priorità 5.Collocazione del problema allinterno di flussi di processo (attraverso diagrammi di flusso) 6.Misurazione puntuale Metodo per limpostazione di un lavoro di gruppo

12 12 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Determinazione delle priorità Peso economico del problema Grado di gestibilità del problema AltoBasso Alto

13 13 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Formulazione e attuazione di soluzioni C 1. Fase creativa: esplorazione destrutturata di tutte le possibili soluzioni facendo ricorso a tecniche che favoriscano al produzione di idee e soluzioni. 2. Fase progettuale: declinare poi le idee più concretamente traducibili in veri e propri piani dazione articolati specificano Chi fa cosa Come Entro quando Con quali risorse (impatto economico della soluzione). 3. Fase sperimentale: individuare larea pilota presso cui effettuare una sperimentazione concreta. Metodo per limpostazione di un lavoro di gruppo

14 14 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Valutazione dellintervento. D Specificare: Grado di efficacia dellazione pilota Come estendere ad altre aree il progetto Come diffondere i risultati Come consolidare ed implementare definitivamente il miglioramento/raggiungimento dellobiettivo. Metodo per limpostazione di un lavoro di gruppo

15 15 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 LEADERSHIP Bisogno di equilibrio Bisogni individuali Bisogni di gruppo Il ruolo del leader nella gestione del team

16 16 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Interazione COMUNICAZIONE Informazione Trasformazione ConoscenzaFlusso CreativitàCambiamento DialogoContratto La comunicazione come strumento per il team building

17 17 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Essere chiari Essere completi Esporre in modo logico e ordinato Suscitare interesse ed attenzione Essere persuasivi Ottenere consenso Rimanere aderenti al tema Adattare il linguaggio allinterlocutore Risolvere dubbi e incertezze Esporre Convincere Ascoltare Rispondere COMUNICAZIONE Lasciare parlare Dimostrare attenzione e coinvolgimento Verificare di aver capito La comunicazione come strumento per il team building

18 18 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Annulla ragioni, bisogni ed obiettivi dellaltro Enfatizza gli aspetti negativi dellaltro Crea problemi e li scarica sugli altri Chiede informazioni senza darne Cerca ad ogni costo di andare daccordo Enfatizza gli aspetti negativi di sé Rimanda ed evita i problemi Da informazioni generiche Utilizza in modo sinergico le risorse proprie ed altrui Valorizza gli aspetti positivi di sé e dellaltro Risolve i problemi Da informazioni sintetiche ma complete Come? Imporre la propria superiorità Evitare rischi ed attacchi Risolvere problemi ottenere risultati oggettivi scopo AggressivaPassiva Assertiva scopo Strategie relazionali riscontrabili nel gruppo

19 19 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Condurre i partecipanti lungo un percorso di acquisizione di consapevolezza di sé dei propri stati emotivi, delle proprie credenze, motivazioni, obiettivi, risorse e competenze. Creare consapevolezza sul proprio modo di relazionarsi con il gruppo. Favorire un forte senso di appartenenza ed integrazione ed affiatamento con il gruppo, creare un clima positivo. Stimolare rinnovata motivazione ed energia da canalizzare verso il cambiamento e lo sviluppo delle proprie competenze. Lavorare sulle abilità e sulle competenze specifiche: da quelle metodologia a quelle relazionali. Alcuni passaggi cruciali del team building

20 20 dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 Una metodologia particolarmente interessante ed efficace: LOUTDOOR TRAINING MANAGEMENT 1. Definizione degli obiettivi: Insieme ai responsabili aziendali vengono definiti gli obiettivi dellintervento formativo (individuazione dei comportamenti target). 2. Progettazione del percorso di sviluppo: - le modalità e contesto ambientale in cui operare - la sequenza e la tipologia delle attività (metafore agite). 3. Realizzazione dellesperienza in outdoor training: - Azione - Rilfessione individuale e di gruppo. 4. Follow-up: - Definizione di un piano di sviluppo individuale - Realizzazione del piano e monitoraggio.


Scaricare ppt "1 www.eupragma.com dr. Stefano Minisini La gestione del Team working 5 novembre 2002 La gestione del Team work Udine 5 novembre 2002 Dr. Stefano Minisini."

Presentazioni simili


Annunci Google