La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 ATTRARRE NUOVI CLIENTI. CLIENTI PERSI PERSI CLIENTI INATTIVI CLIENTI NUOVI CLIENTI ATTIVI CLIENTI FEDELI FEDELI MISURA LO SFORZO DELLAZIENDA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 ATTRARRE NUOVI CLIENTI. CLIENTI PERSI PERSI CLIENTI INATTIVI CLIENTI NUOVI CLIENTI ATTIVI CLIENTI FEDELI FEDELI MISURA LO SFORZO DELLAZIENDA."— Transcript della presentazione:

1 1 ATTRARRE NUOVI CLIENTI

2 CLIENTI PERSI PERSI CLIENTI INATTIVI CLIENTI NUOVI CLIENTI ATTIVI CLIENTI FEDELI FEDELI MISURA LO SFORZO DELLAZIENDA

3 GLI INGREDIENTI INDISPENSABILI BUDGET BUDGET LISTE DI NOMINATIVI LISTE DI NOMINATIVI MEZZI DI COMUNICAZIONE UTILIZZABILI (sia in rapporto al budget che alla completezza dei dati a disposizione nelle liste) MEZZI DI COMUNICAZIONE UTILIZZABILI (sia in rapporto al budget che alla completezza dei dati a disposizione nelle liste) OBIETTIVO DELLA COMUNICAZIONE O DELLA MARKETING STRATEGY OBIETTIVO DELLA COMUNICAZIONE O DELLA MARKETING STRATEGY

4 UN DATO FORTE 86% DEI CLIENTI CHE CAMBIANO FORNITORE SI DICHIARANO SODDISFATTI DEL FORNITORE PRECEDENTE. Frederick Reicheld, The loyalty effect

5 Perché cambiano? 1. Spesso, semplicemente perché ricevono unofferta accattivante quanto basta per spingerli a provare qualcosa di nuovo. 2. Altrettanto frequentemente, perché vengono influenzati da un amico/conoscente (subiscono il potente fascino del passaparola).

6 COSA RENDE ACCATTIVANTE UNOFFERTA?

7 LA DIVERSITA

8 IL PRINCIPIO SECONDO CUI O TI DIFFERENZI O TI ESTINGUI VALE ANCHE, E SOPRATTUTTO, NELLA COMUNICAZIONE!

9 PERCHE SPESSO FALLISCONO LE CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE? PERCHE SI SCEGLIE LA STRADA PIU FACILE, QUELLA CHE CI RENDE TUTTI UGUALI : SI COMUNICA CIO CHE E DI INTERESSE PER NOI (senza domandarsi se sia di interesse anche per chi lo leggerà, cioè il nostro potenziale cliente); SI COMUNICA CIO CHE E DI INTERESSE PER NOI (senza domandarsi se sia di interesse anche per chi lo leggerà, cioè il nostro potenziale cliente); SI RICORRE A MEZZI TROPPO INFLAZIONATI (pagine gialle, fax, , spazi pubblicitari su riviste di settore o giornali locali); SI RICORRE A MEZZI TROPPO INFLAZIONATI (pagine gialle, fax, , spazi pubblicitari su riviste di settore o giornali locali); NON SI PERSISTE (perché se progettate un nuovo prodotto/servizio date per scontata la fase di testing, mentre se progettate una campagna di comunicazione no? Le ciambelle riescono sempre con il buco al primo colpo?) NON SI PERSISTE (perché se progettate un nuovo prodotto/servizio date per scontata la fase di testing, mentre se progettate una campagna di comunicazione no? Le ciambelle riescono sempre con il buco al primo colpo?)

10 Il pensiero creativo può essere semplicemente la consapevolezza che non cè particolare virtù nel continuare a fare le cose nel modo in cui sono sempre state fatte Rudolph Flesch

11 Chiunque è capace di cercare la moda in una boutique o la storia in un museo. Una persona creativa, invece, cerca la storia in un ferramenta e la moda in una fiera di settore. Robert Wieder

12 Non pensare di avere bisogno di una lampada magica (… la strada più facile) Ognuno di noi ha un genio dentro di sé… Semplicemente… siamo convinti del contrario e non facciamo nulla per cercarlo!

13 La buona idea può arrivare da chiunque.

14 Oggi mi sento generoso. Voglio confidarvi un piccolo segreto. La prossima volta che decidete di avviare una campagna di comunicazione coinvolgete i vostri COLLABORATORI. Non sarà tempo perso Ve lo può confermare anche il vostro genio personale. Il marketing è troppo importante per essere lasciato alla funzione marketing. David Packard

15 Ma vediamo di spaziare insieme nel mondo delle idee… Non ho la pretesa di voler esaurire largomento, né di pensare che le idee che sto per esporvi siano geniali… Ma da cosa nasce cosa… E certamente so che a tutti voi, poi, verranno idee ancora più efficaci, diverse e che vi frutteranno una redemption (risposte positive) altissima! A quel punto vi chiedo solo di condividerle anche con tutti noi.

16 Prendiamo in considerazione il mailing cartaceo tradizionale

17 ALCUNE IDEE PER RENDERE EFFICACE IL TUO MAILING

18 LA BUSTA ESTERNA

19 PROVA CON UN CORRIERE E costoso, ma nulla offre un miglior quoziente di apertura. Se desideri provare, usalo con prudenza e assicurati di giustificare perché invii il messaggio con urgenza.

20 PROVA CON UN FALSO CORRIERE Utilizza una busta esterna con riferimenti grafici che, ad una prima occhiata, la facciano assomigliare a una tipica busta da Corriere Espresso. Sig. XXX

21 PROVA CON UN TELEGRAMMA Certamente costoso, ma ottiene di essere aperto e letto!

22 INSERISCI UNA PENNA NELLA BUSTA Una nota compagnia telefonica ha condotto un esperimento inserendo una penna nella busta del mailing. Con la penna la risposta aumentava del 50%.

23 METTI UN PUZZLE NEL PACCO Il concetto è che, a patto che non ci sia ombra di dubbio sul possibile contenuto – non sarebbe carino che il nostro mailing finisse in questura per indagini antispionaggio o, con i tempi che corrono, antiterrorismo, se la busta o linvolucro di confezionamento contengono una sorpresa, la percentuale di coloro che la aprono e la leggono aumenta sensibilmente.

24 PROVA BUSTE INSOLITE Alcuni esempi realmente utilizzati in campagne di successo: busta del pane, sacchettino termico, fac-simile bustina porta dvd.

25 LA LETTERA

26 INSERISCI UNA LETTERA E FAI SI CHE LA LETTERA SUONI COME UNA VERA LETTERA Diversi esperimenti – vd. Ogilvy & Mother Direct - hanno dimostrato che la lettera è certamente la componente più importante di ogni campagna di direct mail. Una lettera non è un progetto grafico, non è un volantino, non è un opuscolo. E una lettera e, come tale, deve rispondere a certi requisiti: ad es. deve essere intestata.

27 RACCONTA UNA STORIA Le persone sono sempre più interessate a leggere una storia piuttosto che a visionare unofferta di vendita. E continueranno a leggerla per sapere come va a finire.

28 SII SINCERO Una lettera deve essere come un dialogo tra un individuo e un altro; se non appare sincera probabilmente non funzionerà.

29 COINVOLGI IL LETTORE Puoi coinvolgerlo ponendo domande, muovendo la sua immaginazione, verificando il tutto attraverso test. Ricorda il motto: Parlami e dimenticherò. Mostrami e ricorderò. Coinvolgimi e capirò.

30 AGGIUNGI UN POST-IT Puoi personalizzare lofferta evidenziando la selettività del mailing.

31 SOTTOLINEA IL VANTAGGIO PRINCIPALE Se sottolinei troppo, il messaggio si perde. Cerca di evidenziare un singolo elemento della lettera come ad esempio lofferta o il vantaggio principale. Locchio del lettore correrà automaticamente in quel punto.

32 10 PRINCIPI PER OTTENERE UNA MAGGIORE REDEMPTION (TASSO DI RISPOSTA)

33 1. LA RIPETIZIONE E TUTTO (esposizione 12 volte a spot per comprensione messaggio e per ricordo)

34 2. CHIARISCI QUAL E IL TUO TARGET

35 3. MOSTRA IL TUO PRODOTTO MENTRE VIENE UTILIZZATO ( redemption btob – btoc ) ( redemption btob – btoc )

36 4. SII ATTUALE (trai vantaggio da ciò che circonda il tuo prospect: stagioni, vacanze, notizie – tende sole, festa mamma)

37 5. SOTTOLINEA LE GARANZIE

38 6. SPINGI LA PERSONALIZZAZIONE

39 7. COIVOLGI IL TUO PUBBLICO

40 8. ACCELERA LA LORO DECISIONE

41 9. AGGIUNGI AL TUO MESSAGGIO UN PERCORSO

42 10. NON LASCIARE IL MEGLIO ALLA FINE

43 Direi che per oggi può bastare. Vorrei ritirarmi nei miei appartamenti.

44 Ehi…adesso non perdere tempo, cerca la tua lampada…fai uscire il genio… Dick Dastardly Poi chiamami!

45 g.it


Scaricare ppt "1 ATTRARRE NUOVI CLIENTI. CLIENTI PERSI PERSI CLIENTI INATTIVI CLIENTI NUOVI CLIENTI ATTIVI CLIENTI FEDELI FEDELI MISURA LO SFORZO DELLAZIENDA."

Presentazioni simili


Annunci Google