La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISO 14001 e ISO 14004 Edizione 15 novembre 2004. OBIETTIVI DELLE DUE NORME ISO 14001:2004 Sistema di gestione Ambientale Requisiti e guida per luso DEFINIRE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISO 14001 e ISO 14004 Edizione 15 novembre 2004. OBIETTIVI DELLE DUE NORME ISO 14001:2004 Sistema di gestione Ambientale Requisiti e guida per luso DEFINIRE."— Transcript della presentazione:

1 ISO e ISO Edizione 15 novembre 2004

2 OBIETTIVI DELLE DUE NORME ISO 14001:2004 Sistema di gestione Ambientale Requisiti e guida per luso DEFINIRE I REQUISITI IN MODO PIU CHIARO RISPETTO ALLA EDIZIONE DEL 1996 ALLINEARE I CONTENUTI NEL FORMATO E NELLE PAROLE A QUELLI DELLA ISO 9001:2000 DEFINIRE ALCUNI REQUISITI NUOVI E SVILUPPARNE ALTRI ISO 14004:2004 Sistema di gestione Ambientale Linee guida FORNIRE ASSISTENZA ALLE ORGANIZZAZIONI CHE DESIDERANO REALIZZARE E MIGLIORARE IL SGA E DI CONSEGUENZA MIGLIORARE LE LORO PRESTAZIONI AMBIENTALI

3 ISO : 1996ISO : SCOPO 2 RIFERIMENTI NORMATIVI 3 TERMINI E DEFINIZIONI 4.1 REQUISITI GENERALI 4.2 POLITICA AMBIENTALE 4.3 PIANIFICAZIONE ASPETTI AMBIENTALI PRESCRIZIONI LEGALI OBIETTIVI, TRAGUARDI E PROGRAMMA 1 SCOPO 2 RIFERIMENTI NORMATIVI 3 TERMINI E DEFINIZIONI 4.1 REQUISITI GENERALI 4.2 POLITICA AMBIENTALE 4.3 PIANIFICAZIONE ASPETTI AMBIENTALI PRESCRIZIONI LEGALI OBIETTIVI E TRAGUARDI PROGRAMMI DI G.A.

4 4.4 ATTUAZIONE E FUNZIONAMENTO RISORSE, RUOLI, RESPONSABILITA E AUTORITA COMPETENZA, FORMAZIONE E CONSAPEVOLEZZA COMUNICAZIONE DOCUMENTAZIONE CONTROLLO DEI DOCUMENTI CONTROLLO OPERATIVO PREPARAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZE 4.4 ATTUAZIONE E FUNZIONAMENTO STRUTTURA E RESPONSABILITA FORMAZIONE, SENSIBILIZZAZIONE E COMPETENZE COMUNICAZIONE DOCUMENTAZIONE CONTROLLO DEI DOCUMENTI CONTROLLO OPERATIVO PREPARAZIONEALLE EMERGENZE E RISPOSTA ISO : 1996ISO : 2004

5 ISO : 1996ISO : VERIFICA SORVEGLIANZA E MISURAZIONI VALUTAZIONE DEL RISPETTO DELLE PRESCRZIONI NON CONFORMITA, AC e AP REGISTRAZIONI AUDIT INTERNO 4.6 RIESAME DELLA DIREZIONE 4.5 CONTROLLI E AZIONI CORRETTIVE NON CONFORMITA, AC e AP REGISTRAZIONI AUDIT DEL SGA 4.6 RIESAME DELLA DIREZIONE ALLEGATO A DELLA ISO 14001: 2004 CORRISPONDONO AI NUMERI DEI PARAGRAFI ED AI REQUISITI DELLA ISO 14001: 2004 ALLEGATO B IDENTIFICA PARTI SIMILI E CORRISPONDENZE CON ISO 9001: 2000

6 INTRODUZIONE ISO 14001:2004 AGGIORNAMENTO ISO HA LOBIETTIVO DI FORNIRE MAGGIORE CHIAREZZA RISPETTO ALLEDIZIONE 1996 DI RENDERLA MAGGIORMENTE COMPATIBILE CON 9000:2000 IN NOTA VIENE SPIEGATO IL MODELLO PDCA IL PDCA VIENE INDICATO COMPATIBILE CON LAPPROCCIO PER PROCESSI

7 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE DIMOSTRAZIONE DELLA CONFORMITA AI REQUISITI DELLA NORMA CHE PUO ESSERE RAGGIUNTA MEDIANTE: AUTOVALUTAZIONE O AUTODICHIARAZIONE CONFERMA DA PARTI INTERESSATE (ES. CLIENTI) CONFERMA DELLAUTODICHIARAZIONE DA UNA PARTE ESTERNA ALLA ORGANIZZAZIONE CERTIFICAZIONE DA PARTE DI UN ORGANISMO DI CERTIFICAZIONE (ES. CERTIQUALITY)

8 3 TERMINI E DEFINIZIONI ISO 9000: 2000 ISO : AUDITOR Persona che ha la competenza per effettuare un audit 3.3 AZIONE CORRETTIVA Azione tesa ad eliminare la causa di una non conformità rilevata 3.4 DOCUMENTO Informazioni con il loro mezzo di supporto 3.14 AUDIT INTERNO Processo sistematico, indipendente e documentato atto ad ottenere le evidenze di audit e valutarle in maniera oggettiva, per determinare in che misura i criteri di audit del SGA stabiliti dallorganizzazione, siano rispettati 3.15 NON CONFORMITAMancato soddisfacimento di un requisito

9 3 TERMINI E DEFINIZIONI ISO 9000: 2000 ISO : AZIONE PREVENTIVA Azione tesa ad eliminare la causa di una Non conformità potenziale 3.19 PROCEDURE Modo specificato per svolgere un attività o un processo 3.20 REGISTRAZIONE Documento che riporta i risultati conseguiti o che fornisce levidenza delle attività eseguite

10 3 TERMINI E DEFINIZIONI ISO : MIGLIORAMENTO CONTINUO Processo ricorrente di accrescimento del SGA per ottenere miglioramenti della prestazione ambientale complessiva coerentemente con la P.A. 3.7 IMPATTO AMBIENTALE Qualunque modificazione dellambiente, negativa o benefica, causata totalmente o parzialmente dagli aspetti ambientali di una organizzazione 3.8 SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE Parte del sistema di gestione di unorganizzazione utilizzata per sviluppare ad attuare la propria Politica ambientale e gestire i propri aspetti ambientali

11 3 TERMINI E DEFINIZIONI Fine ambientale complessivo, coerente con la Politica ambientale, che unorganizzazione decide di perseguire Intenzioni e direttive complessive di una Organizzazione relative alla propria prestazione Ambientale come espresso formalmente dalla alta direzione ISO : OBIETTIVO AMBIENTALE 3.11 POLITICA AMBIENTALE 3.18 PREVENZIONE DELLINQUINAMENTO Utilizzo di processi, prassi, tecniche, materiali, Prodotti, servizi o fonti di energia per evitare, ridurre o tenere sotto controllo (separatamente o in combinazione) la generazione, lemissione o lo scarico di qualsiasi tipo di inquinante o rifiuto al fine di ridurre gli impatti ambientali negativi

12 4.1 ISO 14001:2004 REQUISITI GENERALI LORGANIZZAZIONE DEVE STABILIRE, DOCUMENTARE, ATTUARE, MANTENERE ATTIVO E MIGLIORARE IN CONTINUO UN SGA DEFINIZIONE DOCUMENTATA DELLO SCOPO E DEL CAMPO DI APPLICAZIONE DEL SGA ED EVENTUALI ESCLUSIONI DEVONO ESSERE MOTIVATE

13 4.2 ISO 14001:2004 LA POLITICA AMBIENTALE DEFINIZIONE DELLA POLITICA AMBIENTALE NELLAMBITO DELLO SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE DEL SGA LA POLITICA DEVE ESSERE COMUNICATA A TUTTE LE PERSONE CHE LAVORANO PER LORGANIZZAZIONE O PER CONTO DI ESSA

14 4.3.1 ISO 14001:2004 ASPETTI AMBIENTALI GLI ASPETTI AMBIENTALI DEVONO EMERGERE DALLO SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE DEL SGA DEVONO ESSERE CONSIDERATI QUANDO LE ATTIVITÀ, PRODOTTI E SERVIZI VENGONO MODIFICATI

15 A.3.1 ISO 14001:2004 ASPETTI AMBIENTALI IDENTIFICAZIONE ASPETTI AMBIENTALI SIGNIFICATIVI ATTIVITA, PRODOTTI E SERVIZI PASSATI, IN ITINERE E FUTURI a)Emissioni b)Scarichi nei corpi idrici c)Rilasci nel suolo d)Utilizzo m.p. e delle risorse naturali e) Utilizzo dellenergia f) Energia emessa, per es. calore, radiazione, vibrazioni g) Rifiuti e sottoprodotti h) Caratteristiche fisiche, per es. dimensioni, forma, colore,aspetto DIRETTI ASPETTI SUI QUALI ESERCITA INFLUENZA Beni e servizi utilizzati dallorganizzazione Prodotti e servizi che lorganizzazione fornisce INDIRETTI

16 4.3.2 ISO 14001:2004 PRESCRIZIONI LEGALI LORGANIZZAZIONE DEVE DETERMINARE COME LE PRESCRIZIONI SI APPLICANO AI PROPRI ASPETTI AMBIENTALI SI DEVE CONSIDERARE IL REQUISITO IN TUTTE LE FASI DEL SGA : PIANIFICAZIONE, REALIZZAZIONE E MONITORAGGIO

17 A.3.2 ISO 14001:2004 REQUISITI LEGALI LE PRESCRIZIONI SOTTOSCRITTE DALLORGANIZZAZIONE POSSONO INCLUDERE a)Accordi con la Pubblica Amministrazione b)Accordi con Clienti c)Linee guida non obbligatorie d)Codici di buona pratica o principi volontari e)Impegni volontari di etichettatura ambientale o di gestione sostenibile dei prodotti f) Requisiti posti dalle associazioni commerciali g) Accordi con gruppi rappresentativi delle comunità o con organizzazioni non governative h) Impegni pubblici dellorganizzazione o del gruppo societario i)Prescrizioni interne dellorganizzazione o della compagnia di appartenenza

18 4.3.3 ISO 14001:2004 OBIETTIVI, TRAGUARDI E PROGRAMMI FUSIONE DEI PARAGRAFI E ISO 14001:1996 OBIETTIVI MISURABILI, OVE POSSIBILE OBIETTIVI IN ACCORDO CON LE PRESCRIZIONI LEGALI E LE ALTRE PRESCRIZIONI CHE LORGANIZZAZIONE STESSA SOTTOSCRIVE

19 4.4.1 ISO 14001:2004 RISORSE, RUOLI, RESPONSABILITA E AUTORITA LA DIREZIONE DEVE ASSICURARE LA DISPONIBILITÀ DELLE RISORSE (VERSIONE 1996 : PROCURARE RISORSE) TRA LE RISORSE SI CITANO ANCHE LE INFRASTRUTTURE RAPPRESENTANTE DELLA DIREZIONE DEVE DARE RACCOMANDAZIONI PER IL MIGLIORAMENTO DEL SGA LE RESPONSABILITA CHIAVE DEL SGA SONO BEN DEFINITE E COMUNICATE AL PERSONALE CHE LAVORANO PER LORGANIZZAZIONE O PER CONTO DI ESSA

20 4.4.1 ISO 14004:2004 RISORSE, RUOLI, RESPONSABILITA E AUTORITA LA DIREZIONE DELLORGANIZZAZIONE DEVE RENDERE DISPONIBILI LE RISORSE PER IL SGA TEMPESTIVAMENTE ED EFFICACEMENTE INFRASTRUTTURE (edifici, linee telefoniche, serbatoi, fognature…) SISTEMI INFORMATIVI ADDESTRAMENTO KNOW HOW RISORSE UMANE E FINANZIARIE PER LALLOCAZIONE DELLE RISORSE BISOGNA CONSIDERARE LE NECESSITA PRESENTI E FUTURE DELLORGANIZZAZIONE

21 4.4.2 ISO 14001:2004 COMPETENZE, FORMAZIONE E CONSAPEVOLEZZA QUALSIASI PERSONA CHE ESEGUA, PER LORGANIZZAZIONE STESSA O PER CONTO DI ESSA, COMPITI CHE POSSONO CAUSARE UNO O PIÙ IMPATTI AMBIENTALI SIGNIFICATIVI DEVE ESSERE IDENTIFICATA DALLORGANIZZAZIONE COME COMPETENTE

22 LORGANIZZAZIONE DEVE DECIDERE SE COMUNICARE ALLESTERNO GLI ASPETTI AMBIENTALI SIGNIFICATIVI E DEVE DOCUMENTARE LA PROPRIA DECISIONE LORGANIZZAZIONE DEVE STABILIRE ED ATTUARE UNO O PIÙ METODI DI COMUNICAZIONE ESTERNA ISO 14001:2004 COMUNICAZIONE

23 FORNIRE APPROPRIATE INFORMAZIONI AL PERSONALE DELLA ORGANIZZAZIONE SERVE A MOTIVARLO ED AD ACCETTARE GLI SFORZI DELLORGANIZZAZIONE A MIGLIORARE LE PRESTAZIONI AMBIENTALI Metodi di comunicazione Bacheche, incontri, verbali degli incontri, giornalino interno, schema dei suggerimenti, sito web, COMUNICAZIONE ESTERNA Definite ed attuate procedure documentate per la comunicazione con le parti interessate, compresa quella relativa agli incidenti La comunicazione deve essere proattiva e registrata Valutazione dellefficacia dei metodi di comunicazione A.4.3 ISO 14001:2004 COMUNICAZIONE

24 ALLINEAMENTO CON I CONTENUTI DELLA ISO 9000:2000 LA DOCUMENTAZIONE DEL SGA DEVE COMPRENDERE : LA POLITICA AMBIENTALE, GLI OBIETTIVI E I TRAGUARDI IL CAMPO DI APPLICAZIONE DEL SGA LA DESCRIZIONE DEI PRINCIPALI ELEMENTI DEL SGA E DELLE LORO INTERAZIONI, NONCHÉ IL RIFERIMENTO AI DOCUMENTI CORRELATI I DOCUMENTI, COMPRESE LE REGISTRAZIONI, RICHIESTI DALLA NORMA ISO 14001:2004 I DOCUMENTI, COMPRESE LE REGISTRAZIONI,CHE LA ORGANIZZAZIONE RITIENE NECESSARI PER I PROPRI ASPETTI AMBIENTALI SIGNIFICATIVI ISO 14001:2004 DOCUMENTAZIONE

25 DOCUMENTAZIONE LA DECISIONE DI DOCUMENTARE UNA O PIÙ PROCEDURE SI BASA SU FATTORI QUALI: a) CONSEGUENZE, COMPRESE QUELLE PER LAMBIENTE, PER LA MANCATA DOCUMENTAZIONE b) NECESSITÀ DI DIMOSTRARE IL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI LEGALI E DELLE ALTRE PRESCRIZIONI SOTTOSCRITTE c) NECESSITÀ DI ASSICURARE CHE LATTIVITÀ SIA INTRAPRESA IN MODO COERENTE d) VANTAGGI QUALI AD ESEMPIO: ATTUAZIONE PIÙ SEMPLICE TRAMITE COMUNICAZIONE E FORMAZIONE, MANUTENZIONE E REVISIONE PIÙ SEMPLICI, MINOR RISCHIO DI AMBIGUITÀ E SCOSTAMENTI, DIMOSTRABILITÀ E VISIBILITÀ e) REQUISITI DELLA NORMA VENGONO UTILIZZATI DOCUMENTI GENERATI ORIGINARIAMENTE PER FINALITÀ DIVERSE DAL SGA ED IN TAL CASO VIENE FATTO RIFERIMENTO AD ESSI NEL SISTEMA

26 LORGANIZZAZIONE DEVE : APPROVARE I DOCUMENTI PRIMA DELLEMISSONE RIESAMINARE E AGGIORNARE E RIAPPROVARE I DOCUMENTI ASSICURARE CHE LE MODIFICHE E LO STATO DI REVISIONE CORRENTE DEI DOCUMENTI SIANO IDENTIFICATI ASSICURARE CHE LE EDIZIONI APPROPRIATE DEI DOCUMENTI IN TUTTI LUOGHI DUSO ASSICURARE CHE I DOCUMENTI RIMANGONO LEGGIBILI E FACILMENTE IDENTIFICABILI ASSICURARE CHE I DOCUMENTI DI ORIGINE ESTERNA SIANO IDENTIFICATI E CHE LA LORO DISTRIBUZIONE SIA TENUTA SOTTO CONTROLLO IMPEDIRE LUSO DI DOCUMENTI OBSOLETI ISO 14001:2004 CONTROLLO DEI DOCUMENTI

27 PROCEDURE RICHIESTE DALLA 14001:2004 REQUISITO ARGOMENTO 4.3.1Aspetti ambientali Identificazione degli aspetti ambientali e tra questi quelli aventi potenziali impatti ambientali significativi 4.3.2Requisiti legali Identificazione dei requisiti cogenti e determinazione di come si applicano agli aspetti ambientali Competenza, Formazione e consapevolezza Identificazione delle necessità di addestramento associate agli aspetti ambientali Autoesplicativo Comunicazione Autoesplicativo Controllo dei documenti

28 PROCEDURE RICHIESTE DALLA 14001:2004 REQUISITO ARGOMENTO 4.4.6Controllo operativo Identificazione delle istruzioni necessarie allo Svolgimento delle operazioni Preparazione e risposta alle emergenze Identificazione delle potenziali situazioni di emergenza che possono avere un impatto sullo ambiente Sorveglianza e misurazioni Monitoraggio e misura sistematica delle Caratteristiche principali con potenziale impatto Ambientale significativo Valutazione della conformità ai requisiti concernenti lambiente sottoscritti dalla organizzazione

29 PROCEDURE RICHIESTE DALLA 14001:2004 REQUISITO ARGOMENTO Non conformità, azioni correttive e preventive Controllo delle registrazioni Audit internoAutoesplicativo

30 4.4.6 ISO 14001:2004 CONTROLLO OPERATIVO NON VI SONO MODIFICHE SIGNIFICATIVE STABILIRE, ATTUARE E MANTENERE ATTIVE UNA O PIÙ PROCEDURE DOCUMENTATE PER TENERE SOTTO CONTROLLO SITUAZIONI IN CUI LA LORO ASSENZA POTREBBE PORTARE A DIFFORMITA RISPETTO ALLA POLITICA AMBIENTALE, OBIETTIVI E TRAGUARDI COMPRESA LA MANUTENZIONE

31 IDENTIFICAZIONE DELLE OPERAZIONI DA CONTROLLARE : ISO 14004:2004 CONTROLLO OPERATIVO PROCESSI GESTIONALI Approvvigionamenti Vendite Marketing Ricerca & Sviluppo Ingegnerizzazione PROCESSI OPERATIVI Produzione Manutenzione Prove/Analisi Stoccaggio prodotti Consegna prodotti e servizi Controlli su : procedure – istruzioni di lavoro – metodi di prova

32 OGNI ORGANIZZAZIONE DEVE STABILIRE UNA PROCEDURA PER LE EMERGENZE E LE RISPOSTE CONSIDERANDO a)La natura dei pericoli presenti (es. presenza di liquidi infiammabili) b)Il tipo e la dimensione di situazione di emergenza o incidente più probabile c)I metodi più appropriati di risposta a un incidente o a una situazione di emergenza d)I piani per la comunicazione interna ed esterna e)Le azioni richieste per minimizzare il danno ambientale f)Le azioni di mitigazione e risposta da intraprendere per differenti tipologie di incidenti o situazioni di emergenza A.4.7 ISO 14001:2004 PREPARAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZE

33 OGNI ORGANIZZAZIONE DEVE STABILIRE UNA PROCEDURA PER LE EMERGENZE E LE RISPOSTE CONSIDERANDO g) La necessità di uno o più processi di valutazione post-incidente per stabilire ed attuare azioni correttive e preventive h) Le prove periodiche di emergenza i) La formazione del personale j) Una lista delle persone chiave e agenzie di soccorso (es. VVFF) k) i percorsi di evacuazione e i punti di raccolta l) Gli incidenti o le situazioni di emergenza potenziali presso una struttura vicina (es. stabilimento, strada, linea ferroviaria) m) La possibilità di mutua assistenza con le organizzazioni vicine A.4.7 ISO 14001:2004 PREPARAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZE

34 LE MISURE DEVONO ESSERE SVOLTE IN MODALITA CONTROLLATE taratura o verifica degli strumenti di misura personale e metodi qualificati TARATURA STRUMENTI O VERIFICA DEVE ESSERE EFFETTUATA ad intervalli specificati a fronte di standard riferibili a standard nazionali o internazionali in caso di assenza devono essere definite e registrate le modalità ISO 14001:2004 SORVEGLIANZA E MISURAZIONI

35 4.5.2 ISO 14001:2004 VALUTAZIONE DEL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI CONFORMITÀ AI REQUISITI DI LEGGE CONFORMITÀ DELLE PRESCRIZIONI CHE ESSA SOTTOSCRIVE RICHIESTA SPECIFICA DI MANTENERE REGISTRAZIONI SULLE VALUTAZIONI

36 4.5.3 ISO 14001:2004 NON CONFORMITA, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE ALLINEAMENTO CON I CONTENUTI DELLA ISO 9000:2000 IDENTIFICARE E CORREGGERE LE NON CONFORMITÀ VENGONO DEFINITE MEGLIO LE A.C. E A.P. NECESSARIE A PREVENIRE LE N.C. SI RICHIEDE DI RIESAMINARE LEFFICACIA DELLE A.C. E A.P.

37 4.5.4 ISO 14001:2004 CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI LE REGISTRAZIONI DEVONO DIMOSTRARE I RISULTATI DEL SGA E I RISULTATI OTTENUTI. RISULTATI DEGLI AUDIT, DELLE AC, DELLE ATTIVITÀ OPERATIVE DEI PROGRAMMI DI MIGLIORAMENTO E DI MONITORAGGIO

38 A.5.4 ISO 14001:2004 CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI a)Reclami b)Formazione c)Sorveglianza dei processi d)Ispezioni, manutenzione e tarature e)Registrazioni relative agli appaltatori e ai fornitori f)Rapporti degli incidenti g)Prove simulate di emergenza h)Risultati degli audit i)Risultati dei riesami della Direzione j)Decisione riguardo alla comunicazione esterna k)Prescrizioni legali applicabili l)Aspetti ambientali significativi m)Riunioni ambientali n)Informazione sulla prestazione ambientale o)Registrazioni relative al rispetto delle prescrizioni legali p) comunicazioni con le parti interessate

39 4.5.5 ISO 14001:2004 AUDIT INTERNO LE MODIFICHE SI RIFERISCONO ALLE SEGUENTI AGGIUNTE. LE PROCEDURE DI AUDIT DEVONO IDENTIFICARE: LE RESPONSABILITÀ E I REQUISITI PER PIANIFICARE E CONDURRE GLI AUDIT, PER RIPORTARNE I RISULTATI E PER CONSERVARNE LE RELATIVE REGISTRAZIONI LA DETERMINAZIONE DEI CRITERI, DEL CAMPO DI APPLICAZIONE, DELLA FREQUENZA E DELLA METODOLOGIA DI AUDIT INOLTRE SI STABILISCE CHE LA SELEZIONE DEGLI AUDITOR E LA CONDUZIONE DEGLI AUDIT DEVE ASSICURARE LOBIETTIVITÀ E LIMPARZIALITÀ DEL PROCESSO DI AUDIT

40 ADEGUAMENTO ALLE ISO 9000:2000 CON NUOVI ELEMENTI PRESCRITTIVI QUALI : RISULTATI DEGLI AUDIT INTERNI E DELLE VALUTAZIONI SUL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI LEGALI E DELLE ALTRE PRESCRIZIONI CHE LORGANIZZAZIONE SOTTOSCRIVE LE COMUNICAZIONI PROVENIENTI DALLE PARTI INTERESSATE, COMPRESI I RECLAMI LA PRESTAZIONE AMBIENTALE IL GRADO DI RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI E TRAGUARDI LO STATO DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE LO STATO DI AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAI PRECEDENTI RIESAMI IL CAMBIAMENTO DELLE SITUAZIONI CIRCOSTANTI, COMPRESE LE EVOLUZIONI DELLE PRESCRIZIONI LEGALI LE RACCOMANDAZIONI PER IL MIGLIORAMENTO 4.6 ISO 14001:2004 RIESAME DELLA DIREZIONE

41 ELEMENTI DI USCITA DEL RIESAME DELLA DIREZIONE DEVONO COMPRENDERE : TUTTE LE DECISIONI E LE AZIONI RELATIVE A POSSIBILI MODIFICHE A POLITICA AMBIENTALE OBIETTIVI E TRAGUARDI ALTRI ELEMENTI DEL SGA IL PROCESSO DI RIESAME PUO ESSERE COMPLETATO IN UN CERTO PERIODO DI TEMPO 4.6 ISO 14001:2004 RIESAME DELLA DIREZIONE

42 IN SINTESI 4.1 REQUISITI GENERALI Il campo di applicazione si allarga a quelle aree in cui vi sono persone che lavorano per conto dellorganizzazione oltre che alle sue dipendenze ASPETTI AMBIENTALI Considerazioni nello sviluppo di nuove attività e prodotti PRESCRIZIONI LEGALI E ALTRO Associati agli aspetti ambientali OBIETTIVI, TRAGUARDI E PROGRAMMI Associati VALUTAZIONE DEL RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI Valutazione periodica del rispetto dei requisiti cogenti AUDIT INTERNO Imparzialità dellauditor 4.6 RIESAME DELLA DIREZIONE Requisiti di input ed output


Scaricare ppt "ISO 14001 e ISO 14004 Edizione 15 novembre 2004. OBIETTIVI DELLE DUE NORME ISO 14001:2004 Sistema di gestione Ambientale Requisiti e guida per luso DEFINIRE."

Presentazioni simili


Annunci Google