La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi Radiologia Interventistica E. Mazza M. Falchini - M. Acquafresca M. Falchini - M. Acquafresca LA PANCREATITE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi Radiologia Interventistica E. Mazza M. Falchini - M. Acquafresca M. Falchini - M. Acquafresca LA PANCREATITE."— Transcript della presentazione:

1 Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi Radiologia Interventistica E. Mazza M. Falchini - M. Acquafresca M. Falchini - M. Acquafresca LA PANCREATITE ACUTA: AGGIORNAMENTI TERAPEUTICI DRENAGGIO ECOGUIDATO Montecatini Terme Maggio 2005

2 PANCREATITE ACUTA PROCESSO INFIAMMATORIO DEL PARENCHIMA PANCREATICO CHE RICONOSCE VARI FATTORI ETIOLOGICI E CHE COINVOLGE, IN VARIO GRADO, TESSUTI PERIPANCREATICI E/O ORGANI A DISTANZA LIEVE (80%) Processo infiammatorio limitato, caratterizzato da edema interstiziale, minima disfunzione dorgano con rapida regressione del quadro clinico, in assenza delle caratteristiche della pancreatite severa SEVERA (20%) Caratterizzata da complicanze locali: necrosi, ascesso, pseudocisti e/o interessamento sistemico Atlanta, 1992

3 NECROSI PANCREATICA RACCOLTE FLUIDE ACUTE RACCOLTE FLUIDE ACUTE PSEUDOCISTI PSEUDOCISTI ASCESSO PANCREATICO ASCESSO PANCREATICO Atlanta, 1992 PANCREATITE ACUTA COMPLICANZE LOCALI MENO FREQUENTI: PSEUDOANEURISMA OSTRUZIONE BILIARE

4 AREE FOCALI O DIFFUSE DI TESSUTO PANCREATICO NON VITALE, TIPICAMENTE ASSOCIATE A NECROSI DEL GRASSO PERIPANCREATICO P.A. CON NECROSI: MORTALITA 23% MORBILITA 82% MORBILITA 82% P.A. SENZA NECROSI : MORTALITA 0% P.A. SENZA NECROSI : MORTALITA 0% MORBILITA 6% MORBILITA 6% (Balthazar, Radiology 1990) (Balthazar, Radiology 1990) Atlanta, 1992 PANCREATITE ACUTA NECROSI PANCREATICA

5 RACCOLTE CHE SI SVILUPPANO PRECOCEMENTE NEL CORSO DELLA PANCREATITE, LOCALIZZATE NEL PANCREAS O IN PROSSIMITA DI ESSO. NON SONO DELIMITATE DA UNA PARETE DI TESSUTO DI GRANULAZIONE O DI TESSUTO FIBROSO REGRESSIONE NEL 50% DEI CASI Bradley, 1994 Atlanta, 1992 PANCREATITE ACUTA RACCOLTE FLUIDE ACUTE

6 RACCOLTA DI SUCCO PANCREATICO DELIMITATA DA UNA PARETE FIBROSA O DI TESSUTO DI GRANULAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO 4-6 SETTIMANE DALL EPISODIO ACUTO Atlanta, 1992 PANCREATITE ACUTA PSEUDOCISTI REGRESSIONE NEL 50% DEI CASI Bradley, 1994

7 RACCOLTA CIRCOSCRITTA DI MATERIALE INTRA- ADDOMINALE, LOCALIZZATA IN PROSSIMITA DEL PANCREAS, CON O SENZA TRACCE MINIME DI NECROSI, CHE SI RISCONTRA IN SEGUITO A PANCREATITE ACUTA O TRAUMA PANCREATICO Warshaw, Ann Surg 1985 MORTALITA > 50% SE NON TRATTATI PANCREATITE ACUTA ASCESSO PANCREATICO Atlanta, 1992

8 NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI (>80%) TERAPIA MEDICA TERAPIA DI SUPPORTO TRATTAMENTO ENDOSCOPICO (P.A. BILIARE) TRATTAMENTO PANCREATITE ACUTA

9 IL 15% DELLE PANCREATITI ACUTE PRESENTANO DECORSO COMPLICATO DA: SEPSI - SCHOCK - M.O.F. TRATTAMENTO PANCREATITE ACUTA

10 …….ATTUALMENTE SI TENDE A RISERVARE TRATTAMENTI PIU AGGRESSIVI SOLO ALLE PANCREATITI ACUTE SEVERE, COMPLICATE DA SEPSI, SCHOCK, M.O.F. E DA EVENTI PROGNOSTICAMENTE SFAVOREVOLI ….IN PASSATO LA PRESENZA DI NECROSI SUBTOTALE ERA CONSIDERATA UN INDICAZIONE ALLA TERAPIA CHIRURGICA PANCREATITE ACUTA

11 INFEZIONE DELLA NECROSI 80% DEI DECESSI PER PANCREATITE Bradley, 1994 Beger, Gastroenterology, 1986 SEPSI: FATTORE DETERMINANTE NELLA STRATEGIA TERAPEUTICA INCIDENZA 24% - 1^ SETTIMANA 36% - 2^ SETTIMANA 71% - 3^ SETTIMANA PANCREATITE ACUTA

12 CLINICA : FEBBRE – LEUCOCITOSI - DOLORE 50% DEI PAZIENTI CON SEGNI CLINICI DI SEPSI NON PRESENTA CONTAMINAZIONE BATTERICA Freeny, RSNA, 1997 SEPSI: FATTORE DETERMINANTE NELLA STRATEGIA TERAPEUTICA IMAGING : CRITERI TC NON SICURI ED INCOSTANTI NON SICURI ED INCOSTANTI PANCREATITE ACUTA

13 VIE DI ACCESSOVIE DI ACCESSO ESAME COLTURALEESAME COLTURALE 50% DEI PAZIENTI CON SEGNI CLINICI DI SEPSI NON PRESENTA CONTAMINAZIONE BATTERICA Freeny, 1997 SEPSI: FATTORE DETERMINANTE NELLA STRATEGIA TERAPEUTICA PANCREATITE ACUTA

14 FREENY, RADIOLOGY 1988: LEE, RADIOLOGY 1992: FREENY, AJR 1998: successo morbilità 65% 13% 47%17%33% 47%12% mortalità TRATTAMENTO PERCUTANEO: RISULTATI MEMIS, EJR 2002: 50-79% PANCREATITE ACUTA

15 DRENAGGIOPERCUTANEO RACCOLTE FLUIDE INFETTE CHIRURGIA NECROSI INFETTA NECROSI INFETTA DRENAGGIOPERCUTANEO TRATTAMENTO PANCREATITE ACUTA

16 PUNTURA TC GUIDATA CON AGO CHIBA 18 G PUNTURA TC GUIDATA CON AGO CHIBA 18 G INSERIMENTO GUIDA ANGIOGRAFICA inch INSERIMENTO GUIDA ANGIOGRAFICA inch DILATAZIONE FASCIALE PROGRESSIVA FINO AL DILATAZIONE FASCIALE PROGRESSIVA FINO AL CALIBRO DESIDERATO DEL CATETERE CALIBRO DESIDERATO DEL CATETERE INSERIMENTO PEEL-AWAY INSERIMENTO PEEL-AWAY POSIZIONAMENTO DEL DRENAGGIO POSIZIONAMENTO DEL DRENAGGIO TRATTAMENTO PERCUTANEO: TECNICA PANCREATITE ACUTA Mazza, RSNA 2003

17

18 DRENAGGI : 8-32 Fr (83% FR, 6% FR) POSIZIONAMENTO : GUIDA TC O FLUOROSCOPICA LAVAGGI con soluzione fisiologica ed antibiotico (3-4 v./die): sterilità e pervietà sterilità e pervietà RIMOZIONE DRENAGGI: Evidente riduzione della necrosi (TC) Assenza di materiale di drenaggio per 24 h Remissione clinico-umorale Evidente riduzione della necrosi (TC) Assenza di materiale di drenaggio per 24 h Remissione clinico-umorale PANCREATITE ACUTA Mazza, RSNA 2003

19 PERIODO DI STUDIO: PAZIENTI CON P.A. CON NECROSI SETTICA: ETA : 27 – 78 anni CTSI (INDICE SEVERITA TC): 6-10 ( 8 in 16 pz. - 76%) SEPSI: IN II SETTIMANA: 6 IN III SETTIMANA: 11 IN III SETTIMANA: 11 IN IV SETTIMANA: 4 IN IV SETTIMANA: 4 PANCREATITE ACUTA Mazza, RSNA 2003

20

21

22 EFFICACIA TERAPEUTICA: 57% (12 CASI) EFFICACIA TERAPEUTICA: 57% (12 CASI) COMPLICANZE: 22% (5 CASI): 1 RECIDIVA 2 ASCESSI 2 PSEUDOCISTI (Ascessi e Pseudocisti trattate con successo per via percutanea) MORTALITA :19% (4 Pz.) PANCREATITE ACUTA RISULTATI Mazza, RSNA 2003

23

24 PSEUDOCISTI DI DIAMETRO <5 CMPSEUDOCISTI DI DIAMETRO <5 CM NECROSI STERILENECROSI STERILE RACCOLTE FLUIDE STERILIRACCOLTE FLUIDE STERILI PANCREATITE ACUTA TRATTAMENTO CONSERVATIVO

25 ASCESSI - Possono portare a morte nel 50% dei casi PSEUDOCISTI - Voluminose o Sintomatiche RACCOLTE FLUIDE INFETTE NECROSI INFETTA PANCREATITE ACUTA TRATTAMENTO AGGRESSIVO

26 Mueller, Mueller, RSNA,1997 ASCESSI

27

28 PSEUDOCISTI

29

30 ASCESSI PANCREATICI PSEUDOCISTIPSEUDOANEURISMI OSTRUZIONE BILIARE RADIOLOGIAINTERVENTISTICA PANCREATITE ACUTA CONCLUSIONI

31 DIMOSTRATA LEFFICACIA DELLA TERAPIA PERCUTANEA NELLE RACCOLDE FLUIDE E NELLA NECROSI SETTICA NOTEVOLE IMPEGNO NOTEVOLE IMPEGNO NUMERO LIMITATO DI LAVORI NUMERO LIMITATO DI LAVORI NECESSARIE ULTERIORI CONFERME NECESSARIE ULTERIORI CONFERME PANCREATITE ACUTA CONSIDERAZIONI

32 CHIRURGIA RADIOLOGIA INTERVENTISTICA * INDICAZIONE POSTA DAL CHIRURGO PER ELEVATO RISCHIO ANESTESIOLOGICO O PER MANCATO ASSENSO DEL PAZIENTE ALL INTERVENTO CHIRURGICO ELEVATO RISCHIO ANESTESIOLOGICO O PER MANCATO ASSENSO DEL PAZIENTE ALL INTERVENTO CHIRURGICOPAZIENTISELEZIONATI* RACCOLTE FLUIDE INFETTE NECROSI PANCREATICA INFETTA* PANCREATITE ACUTA CONCLUSIONI


Scaricare ppt "Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi Radiologia Interventistica E. Mazza M. Falchini - M. Acquafresca M. Falchini - M. Acquafresca LA PANCREATITE."

Presentazioni simili


Annunci Google