La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

II. Elaborazione dei dati. Lindicatore mette in campo elementi di conoscenza nuovi e diversi rispetto al dato quantitativo, fornisce informazioni utili.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "II. Elaborazione dei dati. Lindicatore mette in campo elementi di conoscenza nuovi e diversi rispetto al dato quantitativo, fornisce informazioni utili."— Transcript della presentazione:

1 II. Elaborazione dei dati

2 Lindicatore mette in campo elementi di conoscenza nuovi e diversi rispetto al dato quantitativo, fornisce informazioni utili circa lo stato dellorganizzazione della biblioteca, consente di mettere a confronto i dati di biblioteche diverse diventando così allo stesso tempo strumento di misurazione del valore della biblioteca e delle sue prestazioni. 15 sono gli indicatori che presenteremo: 7 si riferiscono alle risorse di cui la biblioteca dispone e alla loro adeguatezza rispetto alla popolazione Indice di superficie Indice di apertura Indice della dotazione di personale Indice di spesa Indice della dotazione documentaria Indice della dotazione di periodici Indice di incremento della dotazione documentaria 8 esprimono invece il risultato delle prestazioni, lefficacia della sua azione e la sua efficienza di gestione Indice di impatto Indice di prestito Indice di circolazione Indice di fidelizzazione Indice di frequentazione Indice di affollamento Indice quantitativo del servizio di reference Indice di costo dei servizi

3 1. INDICE DI SUPERFICIE Definizione: l'indice di superficie mette in relazione la superficie dell'area dei servizi al pubblico con la popolazione; serve a verificare l'adeguatezza della sede della biblioteca a contenere documenti, servizi e spazi per gli utenti proporzionati all'utenza potenziale. Calcolo: area dei servizi al pubblico X 10 popolazione Uso e interpretazione: indicatore basso: poca disponibilità di spazi (risorsa strategica fondamentale) di grande utilità in occasione di ristrutturazioni o ampliamenti l'effettiva adeguatezza degli spazi va poi verificata attraverso il confronto con indicatori d'uso della biblioteca (indice di frequentazione, indice di affollamento) o altri indicatori di accessibilità (indice di apertura) Indicatori correlati: indice totale di superficie (superficie complessiva / popolazione x 10), percentuale di incidenza dell'area dei servizi al pubblico sulla superficie complessiva (area dei servizi al pubblico / superficie complessiva x 100), indice di superficie per ragazzi (mq sezione ragazzi / popolazione da 0 a 14 anni x 10). Categoria di riferimento: Risorse: Sede Funzione valutativa: Accessibilità

4 2. INDICE DI APERTURA Definizione: l'indice di apertura rileva in modo ponderato quante ore in una settimana la biblioteca è aperta nelle fasce orarie più accessibili al pubblico; serve a verificare laccessibilità effettiva della biblioteca e a valorizzare gli orari di apertura di quelle biblioteche che concentrano il maggior numero di orari dapertura nei giorni e negli orari durante i quali lutenza è più propensa ad utilizzare i servizi della biblioteca. Calcolo: ore di apertura mattutina (escluso il sabato) ore di apertura pomeridiana., serale e del sabato 3 N.B.: laffluenza del pubblico nelle ore pomeridiane e il sabato è più che tripla rispetto al mattino. Uso e interpretazione: indicatore diverso dagli altri senza rapporto con altri indicatori che lo relativizzino. per valutarlo occorre tenere conto della dimensione della biblioteca e della comunità da servire (20/25 ore indicatore alto per un piccolo comune, basso per un comune di 30/ abitanti) è incrementabile con interventi riorganizzativi a costo zero uno scarto eccessivo tra indice di apertura e il numero di ore di apertura settimanale segnala la necessità di rivedere larticolazione dellorario Indicatori correlati: la percentuale delle ore di apertura nella fasce pomeridiane e del sabato sul totale dellorario mette in evidenza quanta è la parte dellorario che ha requisiti di più alta accessibilità. Categoria di riferimento: Risorse: Orario di apertura Funzione valutativa: Accessibilità

5 3. INDICE DI DOTAZIONE DEL PERSONALE Definizione: l'indice della dotazione di personale mette in relazione il personale, ossia il numero di unità lavorative addette alla biblioteca calcolate in FTE, con la popolazione; serve a verificare l'adeguatezza della dotazione di personale della biblioteca rispetto all'utenza potenziale. Calcolo: personale (FTE) X (standard IFLA: 1 addetto ogni abitanti) popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: valutazione generalmente positiva, anche se occorre valutare spazi, orario di apertura, servizi erogati ecc. Indicatori correlati: percentuale del personale professionale sul totale del personale (personale professionale o tecnico (FTE) / personale (FTE) x 100 ). Categoria di riferimento: Risorse: Personale Funzione valutativa: Accessibilità

6 4. INDICE DI SPESA Definizione: l'indice di spesa mette in relazione la spesa per la biblioteca con la popolazione; verifica l'adeguatezza delle risorse economiche per la gestione corrente della biblioteca rispetto alle esigenze dell'utenza potenziale. Calcolo: spesa popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: comunque positivo; ulteriori valutazioni qualitative e quantitative della gamma dei servizi offerti possono utilizzare l'indice di costo dei servizi; termine di paragone con altre biblioteche o altri servizi comunali. Indicatori correlati: quando in corso investimenti è utile l'indice di spesa totale (spesa + spesa in conto capitale / popolazione); utile elaborare i dati relativi alle diverse incidenze percentuali delle principali voci di spesa ordinaria (personale, acquisti ecc.) in funzione di una corretta gestione del budget; sul fronte entrate: incidenza percentuale dei finanziamenti di enti diversi da quello gestore; per una corretta interpretazione è importante il riscontro con gli indicatori di efficienza (indice di costo dei servizi, indice di costo complessivo) per verificare la corrispondenza tra impegno finanziario ed effettiva produttività. Categoria di riferimento: Risorse: Disponibilità economica Funzione valutativa: Vitalità

7 5. INDICE DELLA DOTAZIONE DOCUMENTARIA Definizione: l'indice della dotazione documentaria mette in relazione la dotazione documentaria posseduta dalla biblioteca con la popolazione; serve a verificare l'adeguatezza della collezione moderna della biblioteca in rapporto all'utenza potenziale. Calcolo: dotazione documentaria popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: comunque positivo; ulteriori valutazioni qualitative e quantitative della gamma dei servizi offerti possono utilizzare l'indice di costo dei servizi; termine di paragone con altre biblioteche o altri servizi comunali Indicatori correlati: quando in corso investimenti è utile l'indice di spesa totale (spesa + spesa in conto capitale / popolazione); utile elaborare i dati relativi alle diverse incidenze percentuali delle principali voci di spesa ordinaria (personale, acquisti ecc.) in funzione di una corretta gestione del budget; sul fronte entrate: incidenza percentuale dei finanziamenti di enti diversi da quello gestore; per una corretta interpretazione è importante il riscontro con gli indicatori di efficienza (indice di costo dei servizi, indice di costo complessivo) per verificare la corrispondenza tra impegno finanziario ed effettiva produttività. Categoria di riferimento: Risorse: Disponibilità economica Funzione valutativa: Vitalità

8 6. INDICE DELLA DOTAZIONE DI PERIODICI Definizione: l'indice della dotazione di periodici mette in relazione il numero dei periodici correnti con la popolazione; serve a verificare l'adeguatezza del patrimonio di periodici vivi messo a disposizione della biblioteca rispetto allutenza potenziale. Calcolo: Periodici correnti X (per conformarsi agli standard IFLA) popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: generalmente positivo; sarebbe necessario correlarlo, come per altri indicatori di tipo quantitativo, a indicatori di tipo qualitativo (Grado di soddisfazione degli utenti) che tuttavia risultano molto onerosi e problematici da raccogliere Indicatori correlati: Categoria di riferimento: Risorse: Dotazione documentaria Funzione valutativa: Vitalità

9 7. INDICE DI INCREMENTO DELLA DOTAZIONE DOCUMENTARIA Definizione: l'indice di incremento della dotazione documentaria mette in relazione gli acquisti della biblioteca con la popolazione; serve a verificare l'impegno profuso dalla biblioteca per aumentare lofferta documentaria e per mantenerla aggiornata. Calcolo: acquisti X (per evitare decimali e in analogia con gli standard IFLA) popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: molto positivo; maggior parte dei prestiti sui documenti recenti (3/5 anni) con requisiti di freschezza e vivacità informativa importanza strategica nel determinare lefficacia dei servizi tanto è vero che si registra un rapporto di causa – effetto tra aumento dellindice di incremento della dotazione libraria e laumento dellindice di prestito indicatore in primo piano nei programmi di sviluppo dei servizi e dellutenza Indicatori correlati: indice delle accessioni: accessioni (acquisti + doni) / popolazione x 1.000, indice della percentuale dei doni sulle accessioni (doni / accessioni x 100), indici di secondo livello per tipologia di supporto e per contenuto; confrontato con altri indicatori quali lindice di spesa, la spesa per acquisto documenti pro capite, lincidenza percentuale delle spese destinate allacquisto dei documenti e il prezzo medio dei documenti; indice di scarto (eliminazioni / accessioni) che a regime dovrebbe essere vicino a 1, se troppo basso (oltre il primo numero decimale) occorre valutare lo stato di obsolescenza della raccolta. Categoria di riferimento: Risorse: dotazione documentaria Funzione valutativa: Vitalità

10 8. INDICE DI IMPATTO Definizione: l'indice di impatto definisce la percentuale degli iscritti al prestito sul totale della popolazione; serve a verificare l'impatto della biblioteca sui suoi utenti potenziali, cioè il suo radicamento nel territorio di riferimento. Calcolo: Iscritti al prestito X 100 evitare decimali e in analogia con gli standard IFLA) popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: molto positivo; capacità di attrazione: di solito connessa a diversi fattori positivi (offerta documentaria, disponibilità di risorse, adeguatezza della sede, professionalità del personale ecc.); molto importante nelle relazioni con gli amministratori; misura solo il servizio di prestito ma non comporta oneri aggiuntivi, basso indice di impatto potrebbe essere imputabile a diversi fattori Indicatori correlati:indicatori di secondo livello (iscritti al prestito per classi di età, per titolo di studio e per condizione professionale; indice di impatto per specifiche classi detà o condizione professionale (elettricisti utenti / elettricisti presenti nel totale della popolazione), indice della distribuzione degli iscritti al prestito per residenza; riscontri incrociati con indice di apertura, indice di superficie, indice di frequentazione, indice quantitativo del servizio di reference. Categoria di riferimento: Prestazioni: utenti Funzione valutativa: Impatto, efficacia

11 9. INDICE DI PRESTITO Definizione: l'indice di prestito rileva il numero dei prestiti annuali rispetto alla popolazione; serve a valutare l'efficacia della biblioteca e la sua capacità di promuovere l'uso delle raccolte Calcolo: prestiti popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: elevato utilizzo del servizio di prestito (servizio più rappresentativo dell'attività di una biblioteca pubblica; buona efficacia complessiva della biblioteca; basso indice di impatto potrebbe essere imputabile a diversi fattori; da utilizzare valutandone l'evoluzione nel tempo e nel confronto con altre biblioteche; è uno degli obiettivi primari (da inserire nel P.E.G.) Indicatori correlati:indici di prestito più dettagliati (indice di prestito per ragazzi, indice di prestito per adulti, distribuzione percentuale del prestito tra adulti e ragazzi, distribuzione percentuale del prestito tra narrativa e saggistica, per tipologia di contenuto incrociata con la tipologia degli utenti, dei diversi materiali). Può essere utile mettere in relazione l'indice di prestito con altri indicatori (indice quantitativo del servizio di reference, usi remoti pro capite, indice di frequentazione, indice di superficie, indice di apertura, indice di frequentazione, indice di affollamento orario); indice di beneficio = numero dei prestiti per prezzo medio dei libri. Categoria di riferimento: Prestazioni: servizi Funzione valutativa: Efficacia

12 10. INDICE DI CIRCOLAZIONE Definizione: l'indice di circolazione mette in relazione il numero totale dei prestiti con la dotazione documentaria della biblioteca; serve a verificare il tasso d'uso della collezione e la qualità delle raccolte. Calcolo: prestiti dotazione documentaria Uso e interpretazione: indicatore alto due valutazioni: positivamente perché la raccolta risulta molto utilizzata e quindi probabilmente corrispondente alle richieste dell'utenza, negativamente per la rapida usura dei documenti e la loro frequente indisponibilità indicatore basso situazione esattamente contraria a quella illustrata sopra (scarsa revisione delle raccolte) Indicatori correlati:molto utili al fine di una mirata politica di sviluppo delle raccolte gli indici di circolazione di secondo livello (adulti, ragazzi, per tipologia dei documenti e dei contenuti; per biblioteche con sezioni ad alta circolazione è utile l'indice di indisponibilità dei documenti (prestiti di documenti della sezione / 12 mesi / dotazione documentaria della sezione x 100) che esprime quanta parte di quella collezione è costantemente a prestito. Categoria di riferimento: Prestazioni: dotazione documentaria Funzione valutativa: Efficacia

13 11. INDICE DI FIDELIZZAZIONE Definizione: l'indice di fidelizzazione mette in relazione il numero dei prestiti con il numero degli iscritti al prestito della biblioteca e verifica le frequenze di lettura e quindi il grado di "fedeltà" degli utenti alla biblioteca Calcolo: prestiti iscritti al prestito Uso e interpretazione: indicatore alto: iscritti soddisfatti (ritornano più volte nel corso dell'anno a utilizzare il servizio di prestito); se il valore alto è però contestuale a valori bassi dell'indice di prestito e dell'indice di impatto potrebbe essere che la biblioteca è molto attenta a soddisfare i pochi utenti; valore basso: giudizio negativo Indicatori correlati:indice di prestito e indice di impatto, ma anche indice di superficie, indice di apertura, indice di frequentazione, indice di affollamento Categoria di riferimento: Prestazioni: utenti Funzione valutativa: Efficacia

14 12. INDICE DI FREQUENTAZIONE Definizione: l'indice di frequentazione rileva il numero totale delle visite annuali in biblioteca rapportato alla popolazione; è utile a verificare l'attrattiva che la biblioteca nel suo insieme esercita sui cittadini Calcolo: visite popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: buon grado di visibilità e di attrazione della biblioteca sulla popolazione, denota un sicuro livello di qualità complessiva dei servizi bibliotecari; da valutare che se il valore alto si accompagna ad uno scarso uso dei servizi potrebbe denotare una funzione meramente sociale e ricreativa della biblioteca Indicatori correlati: percentuali di visite nelle diverse fasce orarie, nei giorni, adulti, ragazzi; da mettere in relazione con gli indicatori di accessibilità (indice di apertura, di superficie, di affollamento) e con quelli delle prestazioni (indice di prestito, indice quantitativo del servizio di reference, indice di impatto) Categoria di riferimento: Prestazioni: utenti, servizi Funzione valutativa: Impatto, accessibilità, efficacia

15 13. INDICE DI AFFOLLAMENTO Definizione: l'indice di affollamento mette in relazione la media settimanale delle visite alla biblioteca con le ore di apertura settimanale; serve a verificare da un lato l'intensità della frequentazione della biblioteca, dall'altro l'affollamento della stessa. Calcolo: media settimanale visite orario di apertura settimanale Uso e interpretazione: indicatore alto: doppia lettura: alto livello di attrazione della biblioteca, possibilità di indisponibilità di posti a sedere, confusione ecc. utile per avere un'idea del flusso orario di visite; consente valutazioni circa l'adeguatezza degli spazi e di grande utilità nel caso di ristrutturazioni o ampliamenti. Indicatori correlati: utile affiancarlo alla distribuzione dell'orario di apertura nella giornata e nella settimana, indice di affollamento al mattino, nel pomeriggio, nei diversi giorni della settimana, i prestiti giornalieri ecc. Categoria di riferimento: Prestazioni: sede Funzione valutativa: accessibilità

16 Definizione: l'indice quantitativo del servizio di reference mette in relazione il numero complessivo di transazioni informative con la popolazione; serve a valutare l'intensità d'uso del servizio di reference, cioè l'entità del flusso informativo che passa attraverso il personale. Calcolo: transazioni informative popolazione Uso e interpretazione: indicatore alto: uso intenso del servizio di reference; con variabili da approfondire. Indicatori correlati: indice globale di reference (comprende anche le transazioni informative di tipo direzionale), di secondo livello a seconda della tipologia di transazione (informative e direzionali) e l'indice del grado di risposta [(transazioni completate + transazioni riorientate) / transazioni informative x 100] in sostanza la percentuale delle transazioni andate a buon fine. Categoria di riferimento: Prestazioni: servizi Funzione valutativa: Efficacia 14. INDICE QUANTITAVO DEL SERVIZIO DI REFERENCE

17 15. INDICE DI COSTO DEI SERVIZI Definizione: l'indice di costo dei servizi mette in relazione la spesa per la biblioteca con i servizi forniti (in particolare i prestiti); serve a verificare l'efficienza della biblioteca e quindi il rendimento delle spese in termini di servizio erogato. Calcolo: spesa ordinaria prestiti Uso e interpretazione: l'indicatore non è costruito in termini di rigorosa contabilità aziendale bensì attribuisce tutti i costi della biblioteca a quello che sicuramente è l'output principale e più importante ma che tuttavia non è l'unico servizio erogato. Utile dato di verifica interna e di confronto esterno. valore basso positivo; il valore viene condizionato più dall'efficacia (numero dei prestiti effettuati) che non dalle risorse, quindi esprime l'orientamento al servizio della biblioteca un indicatore alto suggerisce una verifica dei livelli di efficacia e la distribuzione delle spese nelle varie voci Indicatori correlati: indice di costo complessivo (spesa / prestiti + visite), più rappresentativo la dove la biblioteca eroga un'ampia gamma di servizi al pubblico; costo per visita Categoria di riferimento: Prestazioni: servizi Funzione valutativa: Efficienza

18


Scaricare ppt "II. Elaborazione dei dati. Lindicatore mette in campo elementi di conoscenza nuovi e diversi rispetto al dato quantitativo, fornisce informazioni utili."

Presentazioni simili


Annunci Google