La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dal mainframe allEnterprise 2.0.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dal mainframe allEnterprise 2.0."— Transcript della presentazione:

1 Dal mainframe allEnterprise 2.0

2 INDICE 1. Lorganizzazione e i processi aziendali 2.Levoluzione del sistema informativo 3.Il ruolo dellICT nellorganizzazione 4.Sistemi informativi e catena di Porter 5.Web Information System (WIS) 6.Knowledge economy 7.I trend 8.Question & Answer

3 1. LOrganizzazione e i processi aziendali

4 Struttura di unorganizzazione Suddivisione dellorganizzazione in differenti sistemi con compiti ed obiettivi specifici che cooperano attraverso legami di tipo gerarchico e funzionale

5 Il Processo: Definizione classica pianificazione, acquisizione, gestione Un processo è linsieme delle attività che lorganizzazione nel suo complesso svolge per gestire il ciclo di vita (pianificazione, acquisizione, gestione) di una risorsa o di un gruppo omogeneo di risorse.

6 Il Processo: definizione puntuale Un insieme di attività interrelate svolte da una o più strutture organizzative: finalizzate alla realizzazione di un risultato definito e misurabile (il prodotto/servizio interno o esterno) che contribuisce al raggiungimento della missione dell'organizzazione che trasferisce valore al fruitore del servizio (il cliente, anche in questo caso, interno o esterno). I compiti e le responsabilità delle strutture organizzative sono codificate in norme o procedure che regolano il processo

7 La risorsa informazione Informazione = risorsa utilizzata per la gestione di tutte le altre risorse utilizzate nelle aziende ed organizzazioni I processi, per poter operare, hanno bisogno di conoscere la risorsa o le risorse su cui agiscono, in altri termini hanno bisogno della risorsainformazione.

8 La risorsa informazione Esempio: processi di gestione delle risorse umane il processo di pianificazione delle risorse umane richiede informazioni sulla esigenze delle linee operative, sul mercato del lavoro, sulle classi di personale con specifiche competenze i processi di acquisizione richiedono la gestione delle informazioni relative alle persone contattate, per poterle valutare i processi di gestione hanno bisogno di informazioni sulle singole persone in organico. ciascuno dei processi per il trattamento della risorsa personale ha bisogno di informazioni

9 2.Levoluzione del sistema informativo

10 I processi di trattamento (raccolta, archiviazione, elaborazione, distribuzione) della risorsa INFORMAZIONE costituiscono, nel loro complesso, il SISTEMA INFORMATIVO Il sistema informativo

11 Il sistema informatico è quella parte del sistema informativo che consente di:Il sistema informatico è quella parte del sistema informativo che consente di: raccogliere, raccogliere, archiviare, archiviare, elaborare, elaborare, scambiare scambiare INFORMAZIONI mediante lutilizzo di tecnologie ICT Il sistema informatico

12 I servizi informatici: supporto ai processi aziendali Processi Aziendali Processi informativi Processi informativi automatizzati Sistema Aziendale Sistema informativo Sistema Informatico Esigenze Servizi informatici informatici

13 Decisioni strategiche Decisioni direzionali Decisioni operative Piramide di Anthony 13 Modello gerarchico dellorganizzazione Classificazione dei processi Processi Direzionali Processi gestionali Processi operativi

14 Decisioni strategiche Decisioni direzionali Decisioni operative Piramide di Anthony 14 Modello gerarchico dellorganizzazione Caratteristiche sistemi informativi Fonti interne Dati strutturati di sintesi Dati analitici Elaborazione in tempo reale Fonti eterogenee Prevalenza Dati non strutturati Scenari e stime

15 Sistemi di Supporto operativo Acquisizione e organizzazione di informazioni creando schedari elettronici (anagrafi aziendali prodotti, clienti, distinta base, …) Elaborazione delle transazioni (sportello, ordini, …) Pianificazione delle operazioni (programmazione produzione, gestione scorte,…) Gestione procedure amministrative (contabilità clienti, fornitori, …)

16 BASE DI DATI Processo 1 Processo 2 Processo N Sistemi di elaborazione delle transazioni (OLTP) Base di dati: memorizza informazioni persistenti N processi di elaborazione: leggono e/o scrivono sulla base dei dati (transazioni)

17 Sistemi Informativi Direzionali Supporto alle attività di controllo direzionale e pianificazione strategica (Management Information Systems: MIS - Decision Support Systems: DSS) Fornire informazioni a diversi livelli di sintesi e di tipo non predefinito, a seconda delle esigenze dellutente (cruscotti di sintesi) Consentire allutente modifiche veloci del formato e del contenuto delle informazioni prodotte (rendiconti analitici diversificati)

18 Sistemi Informativi Direzionali Motori di calcolo (DSS) Motori di presentazione (EIS) Data Entry (budget, dati direzionali) Aggregazione Data Warehouse DB TRANSAZIONALI OLAP OLTP

19 supporto alle attività di tipo gestionale e direzionaleL'integrazione dei dati è un prerequisito necessario per il supporto alle attività di tipo gestionale e direzionale: infatti i processi di questo livello necessitano di dati intersettoriali L'informatizzazione settoriale può consistere in una replica, con nuove tecnologie, delle stesse procedure effettuate manualmente la ridefinizione delle procedure organizzative e la ridistribuzione dei compiti all'interno dell'aziendaLa realizzazione di un sistema integrato richiede la ridefinizione delle procedure organizzative e la ridistribuzione dei compiti all'interno dell'azienda Sistemi informativi Direzionali

20 3.Il ruolo dellICT nellorganizzazione

21 Fasi evolutive ICT I ciclo: tecnologie del calcolatore II ciclo: tecnologia della risorsa dati III ciclo: tecnologia della comunicazione IV ciclo: tecnologia della relazione Sistemi di automazione Sistemi di coordinamento e controllo Sistemi di gestione delle transazioni Sistemi per linterazione Informatica come strumento di lavoro; tecnologia di produzione Informatica come tecnologia organizzativa di coordinamento e controllo Informatica come tecnologia di intermediazione Informatica come tecnologia per la gestione delle relazioni interpersonali Meccanizzazione delle procedure Memorizzazione elettronica dei dati Informatizzazione delle comunicazioni Informatizzazione dei processi di interazione Riduzione dei costi di produzione Riduzione di costi di coordinamento Riduzione dei costi di transazione

22 Levoluzione del ruolo dellinformatica nelle organizzazioni

23 Organizzazione Sistemi Informativi ICT Effetto: maggiore efficienza ed efficacia Ruolo dellICT: Visione tradizionale

24 Ruolo dellICT: Visione tradizionale Incremento di efficienza: permette la riduzione delle risorse necessarie a completare un obiettivo Es. un programma di contabilità in una piccola impresa Incremento di efficacia: prestazioni dellorganizzazione a parità di risorse impiegate per unindustria manifatturiera luso di worstation in rete per il CAD migliora il time to market La tecnologia è funzionale ai cambiamenti organizzativi

25 Visione dinamica Organizzazione ICT Sistemi Informativi Effetto: trasformazione Come realizzare questo approccio? ristrutturazione dei business process (BPR) La rilevanza della funzione Sistemi Informativi

26 leve gestionali per la trasformazione dellorganizzazioneLe tecnologie dellinformazione applicate alle aziende si trasformano da semplici strumenti per migliorare lefficienza dei processi in leve gestionali per la trasformazione dellorganizzazione. Linformatica assume quindi una duplice veste: da un lato continua ad essere una tecnologia con le proprie evoluzioni; si trasforma in una disciplina organizzativa dallaltro si trasforma in una disciplina organizzativa. Informatica e organizzazione

27 4.Sistemi informativi e catena del valore di Porter

28 Catena del Valore di Porter

29 LICT oltre i confini dellorganizzazione Nella catena del valore di Porter la presenza di fornitori a monte e clienti a valle della catena (del valore) mostra che lorganizzazione è in realtà inserita nella sequenza di catene (del valore) delle organizzazioni appartenenti alla stessa filiera produttiva di un settore. Allinterno di un settore viene definito il SISTEMA DEL VALORE in cui : gli output di ogni organizzazione fornitore costituisce linput di una o più organizzazioni cliente

30 Catena del valore di Porter e infrastruttura ICT

31 Catena del valore di Porter e infrastruttura ICT Customer Services INTRANETEXTRANET INTERNET Internal Communication Partners Management business to customer business to employeebusiness to business Technologies Infrastructure www ecommerce Communities groupware workflow ERP www Private networks CRM EDI SCM

32 5.Web Information System (WIS)

33 Web Information System Web information system, or web-based information system, is an information system that utilizes Internet web technologies to deliver information and services, to users or other information systems/applications., from Wikipedia

34 Web Information System I Wis vengono classificati in base allo scopo e agli utenti a cui sono indirizzati: Business to Consumer (B2C) Business to Business (B2B) Business to Employee (B2E) Government to Citizen (G2C) Government to Business (G2B) Governemnt to Employee (G2E)

35 WIS Business to Customer Amazon Ebay

36 WIS Business to Business Borsa Merci Telematica Italiana

37 WIS Business to Employee Google Intranet

38 WIS Government to Citizen Borsa Lavoro

39 WIS Government to Business Acquisti In rete PA

40 WIS Government to Employee Intranet Ministero dellInterno

41 Rischi/opportunità di un WIS Architettura dellInformazione Sicurezza SOA Profilazione/Personalizzazione

42 WIS - Architettura dellinformazione La progettazione di un WIS deve seguire le regole definite dallArchitettura dellInformazione ovvero: Classificare, organizzare, e strutturare le informazioni online Progettare in modo strutturale i contenuti per renderli facilmente accessibili e trovabili dagli utenti Definire percorsi di navigazione semplici, intuitivi e personalizzabili Progettare e semplificare le azioni ed i compiti che gli utenti intendono compiere su un sito per raggiungere i propri obiettivi e bisogni informativi Fonte: IA Summit 07

43 WIS - Sicurezza Un WIS è una porta aperta sul Web la valutazione degli aspetti di sicurezza è unattività continua in fase di progettazione Analisi dei rischi (Piano della sicurezza) Organizzazione delle risorse In fase di realizzazione Definizione architettura implementazione strumenti in fase di gestione analisi minacce (Log Analysis) Aggiornamento Piano della sicurezza

44 WIS - Service Oriented Arch. The SOA models the business as a collection of self-contained services that are available across the enterprise that can be evoked through standard protocols both internally and externally. SOA is an architectural style whose goal is to achieve loose coupling among interacting software agents. A service is a unit of work done by a service provider to achieve desired end results for a service consumer. Both provider and consumer are roles played by software agents on behalf of their owners.

45 WIS - Profilazione Contenuti diversi ad utenti diversi Condivisione contenuti Analisi preferenze Marketing 1 to 1

46 Intranet Intranet è linsieme delle infrastrutture dei servizi e dei contenuti fruibili dal personale interno di una organizzazione che utilizza standard e tecnologie di derivazioni Internet.

47 Intranet istituzionale Comunicazione oneway Documentazione aziendale (organigramma, comunicati, ecc.) Servizi self-service Intranet di supporto ai processi operativi Integrazione con i sistemi legacy Gestione documentale Intranet di knowledge sharing Comunità di pratiche virtuali Pubblicazione e aggiornamento contenuti dal basso Quale Intranet?

48 Le funzioni di una Intranet

49 Fattori critici di successo Forte committment dallalto ma… …contenuti dal basso Sviluppo agile Progettazione dellorganizzazione Approccio KISS

50 Caso di studio: Intranet MEF-DAG

51 Il Ministero dellEconomia e delle Finanze Ministero che ha il compito di controllare le uscite e le entrate dello Stato e detiene le partecipazione azionarie dello Stato (Alitalia, Enel, Rai, ecc.) Dal 2001 accorpa i precedenti ministeri delle Finanze e del Tesoro È presente presso tutti i ministeri (UCB) ed ha sedi presso tutte le 107 province (RPS, DPSV)

52 IL Dipartimento della Amministraz. Generale del MEF Il DAG è un dipartimento di supporto sia ai Dipartimenti del MEF sia ad altre Amministrazioni È presente in tutte le 107 province con compiti di rilevazione della spesa ed erogazione di servizi pensionistici È composto da circa 3000 persone di cui circa la metà diffuse sul territorio presso le sedi locali

53 Consip Consip è una società per azioni creata dal Ministero dellEconomia e delle Finanze per fornire servizi informatici 2 aree di intervento gestione e sviluppo dei servizi informatici per il MEF realizzazione del Programma di razionalizzazione della spesa pubblica per beni e

54 Il progetto Intranet DAG Obiettivi: creare/rafforzare il senso di appartenenza migliorare la comunicazione Avvio progetto: 2002 Durata sviluppo rel. 1.0: ca. 6 mesi Utenza di destinazione: ca utenti Distribuzione geografica utenti: base nazionale Piattaforma utilizzata: CMS commerciale

55 Intranet DAG: i feedback del progetto La tecnologia non determina la qualità della Intranet ma ha impatto sulleffort di sviluppo Importanza delle funzioni di ricerca Necessità conoscenze multidiscilinari Criticità livelli di servizio

56 6.Knowledge Economy

57 Knowledge economy e nuovi paradigmi organizzativi I fenomeni macro: da economia dei beni a economia delle risorse immateriali Globalizzazione: caduta delle barriere alla circolazione di merci e capitali diffusione delle tecnologie di informazione e comunicazione Outsourcing

58 Knowledge economy e nuovi paradigmi organizzativi Old economy Phisical assets Decreasing returns Economies of scale Use information asymmetry Mass standardization Long product life cycle Efficiency Reliability/Control Strategic Planning Competition Mechanization New economy/net economy Intangible assets Increasing Returns Network economies Use information sharing Mass customization Short product life cycle Creativity/effectivness Speed/Change Strategic Networking Co-opetition Digitalization

59 Old economyNew/Net Economy AziendaProduzione di beni mediante beni Produzione di conoscenza mediante conoscenza OrganizzazioneGestione delle risorse Gestione della conoscenza Processi di comunicazione Interni e top- down Trasversali allazienda ed esterni allorganizzazione Knowledge economy e nuovi paradigmi organizzativi

60 Knowledge Economy: lAzienda-Rete Gli elementi caratterizzanti dellAzienda-Rete Nodo appartenente ad una o più reti (ricerca, fornitori, acquisti, ecc.) Da competion a coo-petion Processi aziendali in Rete

61 Knowledge Economy: lAzienda-Rete Motivazioni interne: Strategiche: copertura di mercati di nicchia (Long Tail) Economiche: suddivisione dei costi di investimento Marketing: copertura di nuovi mercati

62 Knowledge Economy: lAzienda-Rete Spinte esterne: Riduzione time to market Mass Customization Richiesta di prodotti integati con Servizi Specializzazione

63 Knowledge Economy: lAzienda-Rete Tipologie di reti dimpresa a base gerarchica ad hub multipli a centro di gravità concentrato Esempi Microsoft Almaviva Reply

64 Knowledge Economy: il ruolo dellICT Fenomeni in atto: Digitalizzazione dei processi Condivisione delle informazioni Economie di rete LICT diventa il sistema nervoso dellazienda

65 Nella knowledge economy il knowledge asset di unorganizzazione è costituito da: Human capital Organizational capital Social Capital LICT ha un ruolo chiave nella gestione e nello sviluppo del patrimonio di conoscenza di unorganizzazione Knowledge economy: il ruolo dellICT

66 Knowledge economy: il ruolo dellICT A firm's IQ is determined by the degree to which its IT infrastructure connects, shares, and structures information. Isolated applications and data, no matter how impressive, can produce idiot savants but not a highly functional corporate behavior. Managing by Wire: Using IT to Transform a Business" Steve Haechel and Richard Nolan

67 7. I trend

68 Web 2.0 at a glimpse

69 Cosa è il Web 2.0 Web 2.0 Compact Definition platform platformWeb 2.0 is the business revolution in the computer industry caused by the move to the internet as platform, and an attempt to understand the rules for success on that new platform. Chief among those rules is this: Build applications that harness network effects to get better the more people use them Tim OReilly,Web 2.0 is the business revolution in the computer industry caused by the move to the internet as platform, and an attempt to understand the rules for success on that new platform. Chief among those rules is this: Build applications that harness network effects to get better the more people use them Il Web 2.0 è un insieme di trend tecnologici, sociali ed economici

70 Web 2.0: aspetti tecnologici SaaS: Software as a Service Rich User Experience: AJAX RSS: Syndincation di contenuti Tag clouds, geotagging API: Google Maps, Amazon mush-up: innovazione come assemblaggio di componenti (yahoo pipes) Sviluppo agile e Perpetual Beta (Gmail)

71 Web 2.0: internet as platform Skype, (telefonia) Zoho, GoogleDocument, Windows Office Live, LiveDocument (office automation) Eilluminate, Zoho meeting (web conferencing) Google Calendar, 30 boxes (Calendar/Organizer) SlideShare, SlideAware (Presentazioni) Smartsheet (Project Management) Lazybase (Database) Gmail, hotmail( webmail) …e ancora messaging, media, rss reader

72 Web 2.0: aspetti sociali Social Network: Myspace, Facebook,… Blogging:71 Milioni Blog (120k nuovi ogni giorno) Microblogging: Twitter, Jaiku Podcast: Folksonomies e Social tagging: Delicious, Digg Condivisione contenuti: vedi slide successiva

73 Web 2.0: Condividi et impera progetti (voo2do.com, basecamphq.com ) video (youtube.com, video.AOL.com) immagini (flickr.com, riya.com, pbase.com) audio (napster.com, kazaa.com, lastfm.com) notizie (newsgator.com, socialdust.com,) agenda (eventful.com, google calendar) ToDo List (tadalist.com, rememberthemilk.com) viaggi (travellerspoint.com, …e ancora condivisione di condivisioni (Spokeo.com, Profilelinker)

74 Web 2.0: aspetti economici Valore della reputazione: eBay, Amazon reviews Wikinomics: Economia collaborativa Ubiquitous computing Media Convergence

75 Web 2.0: piccole aziende crescono start-up che applicano il paradigma web 2.0 Zopa (prestiti modello trusted) Zopa Yellowikis (pagine gialle costruite dagli utenti) Yellowikis FON (condivisione accesso wi-fi) Linkedin YouTube

76 Web cosa cambia rispetto a prima Web 1.0Web 2.0 Modello di businesBest sellerLong Tail Customer CareCustomer ServiceCustomer self-service MarketingMarketing 1to1Customer community Relationship Modelli di sviluppoCattedralePerpetual Beta

77 Enterprise 2.0: il web 2.0 entra in azienda Termine introdotto da Andrew McAfee nel 2006 in un articolo della Sloan Management ReviewAndrew McAfeearticolo Viene utilizzato per indicare lutilizzo di piattaforme emergenti di social software nelle organizzazioni o tra le aziende e i loro partner e clienti. Definizione aggiornata da McAfee stesso alla versione 2.0 versione 2.0

78 Enterprise Slates S-earch, informazioni ricercabili favoriscono il riuso e il ritorno dell'investimento L-inks, l'uso dei link per dare forma alle migliaia di connessioni tra i contenuti A-uthorship, assicurare che ogni persona acceda in modo semplice alle piattaforme 2.0 T-ags, favorire una organizzazione naturale e leggera dei dati da ogni punto di vista E-xtensions, ampliare la conoscenza estraendola dalle attivita' e dai comportamenti delle persone S-ignals, rendere efficiente l'uso delle informazioni segnalando le novita'.

79 Enterprise 2.0: cosa cambia rispetto a prima Enterprise 1.0Enterprise 2.0 GerarchiaOrganizzazione piatta Burocrazia, tecnocraziaFlessibilità Team nello stesso luogo nello stesso momento Team sparsi nello spazio e nel tempo Confini definitiConfini sfumati Pianificazione strategicaShort time to market cycles Conoscenza accentrataConoscenza distribuita TassonomieFolksonomie Un video vale più di mille parolevideo

80 Web 3.0: cosa cambia rispetto al web 2.0 Web 2.0Web 3.0 LinkConcetto CommunitySoftware agent PageRankSemantic Search MyspaceFOAF TaggingAutomatic Data Markup XMLRDF

81 Web 3.0: gli sviluppi possibili Il web come database Intelligenza artificiale Semantic web & SOA Web 3D (Second Life) Un esempio americano: OpenMindOpenMind …e uno italiano: Senso ComuneSenso Comune

82 8.Question & Answer

83 Sigle MIS: Management Information System SEM: Strategic Enterprise ManagementStrategic Enterprise Management ERP: Enterprise Resource PlanningEnterprise Resource Planning OLTP: On Line Transaction ProcessingOn Line Transaction Processing OLAP: On Line Analytical ProcessingOn Line Analytical Processing KISS: Keep It Simple, StupidKeep It Simple, Stupid SaaS: Software as a ServiceSoftware as a Service Long Tail (theory of): vedi Chris AndersonChris Anderson

84 Sitografia WIS Web Information System Engineering Society Web Information System Engineering Society (WISE) Knowledge Economy Defining the Knowledge Economy Defining the Knowledge Economy (pdf) Web 2.0 The Machine is Us/ing Us Radar OReilly Web 3.0 Erich Schimdt: Web 2.0 vs. Web 3.0Web 2.0 vs. Web 3.0 Enterprise 2.0 Andrew McAfee blog


Scaricare ppt "Dal mainframe allEnterprise 2.0."

Presentazioni simili


Annunci Google