La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PSICOLOGIA TRANSCULTURALE 18 febbraio 2009 Prof. Paolo Inghilleri Dr. Eleonora Riva, Phd

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PSICOLOGIA TRANSCULTURALE 18 febbraio 2009 Prof. Paolo Inghilleri Dr. Eleonora Riva, Phd"— Transcript della presentazione:

1 PSICOLOGIA TRANSCULTURALE 18 febbraio 2009 Prof. Paolo Inghilleri Dr. Eleonora Riva, Phd

2 I 4 LIVELLI DELLA PSICOLOGIA IL LIVELLO NEUROFISIOLOGICO E LE FUNZIONI DI BASE (memoria, attenzione, percezione) IL LIVELLO NEUROFISIOLOGICO E LE FUNZIONI DI BASE (memoria, attenzione, percezione) IL LIVELLO INDIVIDUALE (personalità, Sé personale, identità) IL LIVELLO INDIVIDUALE (personalità, Sé personale, identità) IL LIVELLO DEI PICCOLI GRUPPI (famiglia, amici, scuola, lavoro) IL LIVELLO DEI PICCOLI GRUPPI (famiglia, amici, scuola, lavoro) IL LIVELLO DEI GRANDI GRUPPI (nazione, cultura di appartenenza ) IL LIVELLO DEI GRANDI GRUPPI (nazione, cultura di appartenenza )

3 LE AREE DELLA PSICOLOGIA P. Generale P. Sviluppo => Sé/identità/persona P. Sociale P. Lavoro e organizzazioni P. Clinica P. Culturale/Transculturale: interseca i precedenti livelli (e i contempla contemporaneam. I 4 livelli della psic.)

4 Aspetto emozionale/affettivo del funz. Psic. Aspetto cognitivo/logico del funz. Psic. Psic. Cult. ha quadro di lettura olistico (contempla e mette in relazione tra loro i 2 aspetti attraverso significati di ordine culturale)

5 Modello olistico di osservazione della psicologia transculturale TRA PSIC. GENERALE E PSIC. SOCIALE Sistema di personalità individuale Sistema di personalità individuale Comportamento quotidiano ed esperienza soggettiva Comportamento quotidiano ed esperienza soggettiva Sistema sociale Sistema sociale

6 PSICOLOGIA SOCIALE E PSICOLOGIA CULTURALE LE VARIABILI IN GIOCO: Sistema ecologico Sistema ecologico Sistema di sussistenza Sistema di sussistenza Sistema socioculturale Sistema socioculturale Sistema individuale Sistema individuale Sistema interindividuale Sistema interindividuale

7 RAPPRESENTAZIONI SOCIALI (Moscovici 1984) 1)Fornire significato (cfr Categorie) condiviso nel medesimo gruppo sociale per: 1)INTERAZIONE 2)COMUNICAZIONE (CODICE) 2)Trasformare lestreneo in familiare (attr. esper. pregresse e signif. condivisi) attraverso: 1)ANCORAGGIO 2)OGGETTIVAZIONE

8 RAPPRESENTAZIONI PERSONALI IDENTITA SOCIALE (Tajfel 1981) nasce da: IDENTITA SOCIALE (Tajfel 1981) nasce da: Confronto sé con rappres. soc. del gruppo di appartenenza Confronto sé con rappres. soc. del gruppo di appartenenza Confronto di sé con gruppi differenti Confronto di sé con gruppi differenti Freud: Freud: IO – SUPER-IO – ES (SÉ) Mead: Mead: SÉ (interoc.) – MENTE – ME (oggettivaz. Sé)

9 Antropologia e psicologia Definizioni di Cultura Insieme di conoscenze, credenze, arte, morali, leggi, e ogni altra capacità e abitudine acquisita dalluomo come membro della società (Tylor, 1987) Insieme di conoscenze, credenze, arte, morali, leggi, e ogni altra capacità e abitudine acquisita dalluomo come membro della società (Tylor, 1987) Sistema di pratiche (Bordieu) Sistema di pratiche (Bordieu) Sistema di valori (Hofstede) Sistema di valori (Hofstede) Ragnatela di significati condivisi (Geertz) Ragnatela di significati condivisi (Geertz) Capacità umana di rappresentarsi il proprio rapporto con il mondo (Bruner) Capacità umana di rappresentarsi il proprio rapporto con il mondo (Bruner) Il bastone del cieco (Bateson) Il bastone del cieco (Bateson) La cultura come un fiume (Hannerz) La cultura come un fiume (Hannerz)

10 10. C = f (G, CI)+(AN,CE)+ I (G,CI,CE) LEquazione Adattativa. C = f (G, CI)+(AN,CE)+ I (G,CI,CE) C = comportamento, f = funzione di; G = istruzioni genetiche; CI = cultura interna o intrasomatica; AN = ambiente naturale; CE = cultura extrasomatica; I = inerzia NATURA E CULTURA P.Evoluzionistica/P.Culturale

11 COMPORTAMENTO Insieme di azioni volontarie e involontarie Insieme di azioni volontarie e involontarie Caratteristica sia delle persone sia dei gruppi Caratteristica sia delle persone sia dei gruppi Complessità variabile Complessità variabile Si svolge in definiti tempo, luogo e contesto di riferimento Si svolge in definiti tempo, luogo e contesto di riferimento E interpretabile secondo parametri diversi da individui diversi (esperienza, cultura…) E interpretabile secondo parametri diversi da individui diversi (esperienza, cultura…) 03/10/2008storia della psicologia11

12 ISTRUZIONI GENETICHE Insieme delle istruzioni contenute nel Dna e tramandate da una generazione allaltra Insieme delle istruzioni contenute nel Dna e tramandate da una generazione allaltra Determinano la struttura biologica dellindividuo Determinano la struttura biologica dellindividuo Determinano (in interazione con lambiente naturale e sociale) lo sviluppo biologico dellindividuo Determinano (in interazione con lambiente naturale e sociale) lo sviluppo biologico dellindividuo Determinano alcune caratteristiche psicologiche di base Determinano alcune caratteristiche psicologiche di base 03/10/2008storia della psicologia12

13 AMBIENTE NATURALE Tutto ciò che è presente in natura e non costruito o modificato dalluomo Tutto ciò che è presente in natura e non costruito o modificato dalluomo Contiene oggetti inanimati e esseri viventi non umani Contiene oggetti inanimati e esseri viventi non umani Ha un suo ciclo di sviluppo Ha un suo ciclo di sviluppo Tende allentropia Tende allentropia Se investito di significato specifico entra a far parte della cultura di un popolo come oggetto culturale oltre che naturale Se investito di significato specifico entra a far parte della cultura di un popolo come oggetto culturale oltre che naturale 03/10/2008storia della psicologia13

14 CULTURA Insieme dei significati condivisi da un gruppo di individui Insieme dei significati condivisi da un gruppo di individui Costruita dalle persone attraverso la condivisione di esperienza in un contesto comune Costruita dalle persone attraverso la condivisione di esperienza in un contesto comune I significati sono custoditi in oggetti culturali chiamati artefatti I significati sono custoditi in oggetti culturali chiamati artefatti Tramandata da generazione a generazione attraverso la partecipazione sociale e la relazione con oggetti e persone Tramandata da generazione a generazione attraverso la partecipazione sociale e la relazione con oggetti e persone 03/10/2008storia della psicologia14

15 CULTURA INTRASOMATICA Significati della cultura interiorizzati nei singoli individui Significati della cultura interiorizzati nei singoli individui Interiorizzati nella mente e nel corpo Interiorizzati nella mente e nel corpo Parzialie rispetto alla cultura esterna Parzialie rispetto alla cultura esterna Si modifica con lesperienza Si modifica con lesperienza Gli individui la usano per leggere la realtà ed interagire con essa Gli individui la usano per leggere la realtà ed interagire con essa Se gli individui si spostano la portano con sé (inerzia può > o o <) 03/10/2008storia della psicologia15

16 CULTURA EXTRASOMATICA Insieme degli oggetti materiali e immateriali costruiti dalluomo (artefatti) e presenti nellambiente esterno Insieme degli oggetti materiali e immateriali costruiti dalluomo (artefatti) e presenti nellambiente esterno Conservati, tramandati e modificati dallazione umana Conservati, tramandati e modificati dallazione umana Introiettati e incorporati dalle persone attraverso lesperienza Introiettati e incorporati dalle persone attraverso lesperienza Condivisa nei gruppi attraverso lesperienza e lempatia Condivisa nei gruppi attraverso lesperienza e lempatia 03/10/2008storia della psicologia16

17 INERZIA Tendenza delluomo (individuo e gruppi) a resistere al cambiamento Tendenza delluomo (individuo e gruppi) a resistere al cambiamento Permette la conservazione dellindividuo, dellinformazione, del significato Permette la conservazione dellindividuo, dellinformazione, del significato Si oppone al disordine e allentropia Si oppone al disordine e allentropia Se eccessiva può diventare disfunzionale e anche patologica Se eccessiva può diventare disfunzionale e anche patologica Resistenza psichica, resistenza culturale, resilienza Resistenza psichica, resistenza culturale, resilienza 03/10/2008storia della psicologia17

18 Evoluzione culturale e selezione psicologica Evoluzione culturale è un Processo storico transgenerazionale Evoluzione culturale è un Processo storico transgenerazionale Selezione Psicologica individuale è un processo soggettivo e selettivo di CE: Selezione Psicologica individuale è un processo soggettivo e selettivo di CE: CE => CI (attraverso selezione => interiorizzazione e incorporazione) CE => CI (attraverso selezione => interiorizzazione e incorporazione) Esperienza soggettiva + > trasmissione culturale e > evoluzione culturale Esperienza soggettiva + > trasmissione culturale e > evoluzione culturale

19 Artefatti e mediazione culturale (1/2) Artefatto: tutto ciò che non è presente in natura ed è costruito dalluomo Artefatto: tutto ciò che non è presente in natura ed è costruito dalluomo Contiene e veicola i significati; Dawkins (cfr p.evoluzionistica): memi: Contiene e veicola i significati; Dawkins (cfr p.evoluzionistica): memi: Geni e memi: replicatori di informazione: Geni e memi: replicatori di informazione: Fedeltà di copiatura Fedeltà di copiatura Fecondità Fecondità Longevità Longevità Memi veicoli e memi replicatori (doppia funzione) Memi veicoli e memi replicatori (doppia funzione)

20 Artefatti e mediazione culturale (2/2) Artefatto: tutto ciò che non è presente in natura ed è costruito dalluomo Artefatto: tutto ciò che non è presente in natura ed è costruito dalluomo Necessità dellinvestimento di energia psichica degli individui per mantenersi ed evolversi (Doppio statuto): Necessità dellinvestimento di energia psichica degli individui per mantenersi ed evolversi (Doppio statuto): entropia vs neghentropia entropia vs neghentropia Permette agli individui di inserirsi in una rete coerente di significazione per comprendere gli eventi quotidiani Permette agli individui di inserirsi in una rete coerente di significazione per comprendere gli eventi quotidiani Lutilizzo quotidiano permette la riproduzione della cultura Lutilizzo quotidiano permette la riproduzione della cultura Levoluzione individuale creativa può modificarne luso ed il significato e quindi produrre cambiamento culturale Levoluzione individuale creativa può modificarne luso ed il significato e quindi produrre cambiamento culturale

21 Il processo di mediazione semantico-culturale (Vygotskij, 1934)

22 La mediazione semantico- culturale nel contesto sociale (Engeström, 1987)

23 Da Vygotskij a Bruner: mediazione culturale e rappresentazioni mentali MEDIAZIONE SEMANTICO-CULTURALE: Sviluppo umano (filo-ontogenetico) è un processo sociale Sviluppo umano (filo-ontogenetico) è un processo sociale Bambino soggetto attivo che manifesta intenzioni e iniziative attraverso espressioni concrete Bambino soggetto attivo che manifesta intenzioni e iniziative attraverso espressioni concrete Strumenti utilizzati dal bambino sono gli artefatti, costruiti storicamente in uno specifico contesto Strumenti utilizzati dal bambino sono gli artefatti, costruiti storicamente in uno specifico contesto Mente: strumento di mediazione tra mondo esterno e interno Mente: strumento di mediazione tra mondo esterno e interno

24 LEquazione Adattativa C = f (G, CI)+(AN,CE)+ I(G,CI,CE) Significato tra mente e cultura; costruzione del Sé Significato tra mente e cultura; costruzione del Sé Pensiero paradigmatico (logico-scientifico) Pensiero paradigmatico (logico-scientifico) Pensiero narrativo (in relazione con amb. storico-cult.) Pensiero narrativo (in relazione con amb. storico-cult.) Rappresentazione ed elaborazione dellinterazione individuo-ambiente Rappresentazione ed elaborazione dellinterazione individuo-ambiente Processo situato di significazione attraverso cui si evolve e si costruisce la mente umana Processo situato di significazione attraverso cui si evolve e si costruisce la mente umana

25 Teoria della mente Teoria della mente Teoria della cultura Teoria della cultura Rappresentazione (informa la mente; CI) Rappresentazione (informa la mente; CI) Sistema simbolico (informa il contesto; CE) Sistema simbolico (informa il contesto; CE) Linguaggio e pensiero narrativo => racconto autobiografico Linguaggio e pensiero narrativo => racconto autobiografico Rappresentazione attiva, iconica, simbolica Rappresentazione attiva, iconica, simbolica Amplificatori culturali (artefatti) Amplificatori culturali (artefatti)

26 Shweder tra antropologia e psicologia culturale Interesse per la cultura intesa come insieme di simboli e significati Interesse per la cultura intesa come insieme di simboli e significati Illuministi e romantici: la ribellione al modello scientifico logico-formale e occidentale e la nascita del relativismo Illuministi e romantici: la ribellione al modello scientifico logico-formale e occidentale e la nascita del relativismo Le culture non sono comparabili perché sono differenti nellessenza (qualitativa, strutturale, costitutivo) Le culture non sono comparabili perché sono differenti nellessenza (qualitativa, strutturale, costitutivo)

27 Idee e pratiche alla base della cultura sono non razionali (alogici), ossia escono dalla logica razionare (logico)-irrazionale (illogico); induttivo-deduttivo) => processo di selezione non cognitivo ma arbitrario, specifico del contesto culturale Idee e pratiche alla base della cultura sono non razionali (alogici), ossia escono dalla logica razionare (logico)-irrazionale (illogico); induttivo-deduttivo) => processo di selezione non cognitivo ma arbitrario, specifico del contesto culturale La cultura si costruisce su basi arbitrarie, e non scientifiche, nei contesti non occidentali ma anche in quelli occidentali (ambivalenza culturale) La cultura si costruisce su basi arbitrarie, e non scientifiche, nei contesti non occidentali ma anche in quelli occidentali (ambivalenza culturale) Diversità culturale = mutamento di paradigma Diversità culturale = mutamento di paradigma

28 Cultura è un presupposto => sviluppo è lacquisizione di abilità e competenze; le regole del gioco Cultura è un presupposto => sviluppo è lacquisizione di abilità e competenze; le regole del gioco Relativismo culturale e psicologia culturale: descrivere le singole culture nel loro funzionamento specifico (e rappresentazioni mentali) Relativismo culturale e psicologia culturale: descrivere le singole culture nel loro funzionamento specifico (e rappresentazioni mentali) Non si può separare cultura e psiche (artefatto e soggetto) Non si può separare cultura e psiche (artefatto e soggetto) Universale è lintenzionalità umana Universale è lintenzionalità umana

29 Shweder e le caratteristiche della psicologia culturale: Non uniformità delle mentalità attraverso il tempo e lo spazio Non uniformità delle mentalità attraverso il tempo e lo spazio Costruzione sociale autoriflessiva (continuo tentativo di comprendere se stessi attraverso le pratiche sociali) Costruzione sociale autoriflessiva (continuo tentativo di comprendere se stessi attraverso le pratiche sociali) Disciplina interpretativa (pensare attraverso gli altri) Disciplina interpretativa (pensare attraverso gli altri) Pluralismo psicologico Pluralismo psicologico

30 Cole e la diffusione della Psicologia culturale Cultura > imp. di biol. Nella formazione della mente Cultura > imp. di biol. Nella formazione della mente Ruolo centrale della comunicazione nella creazione della mente (teoria della comunicazione della mente) Ruolo centrale della comunicazione nella creazione della mente (teoria della comunicazione della mente) Cultura = processo che accompagna levoluzione delle cose => giardino protetto: insieme di regole, strumenti (artefatti) e luoghi/ambienti Cultura = processo che accompagna levoluzione delle cose => giardino protetto: insieme di regole, strumenti (artefatti) e luoghi/ambienti

31 Cole, gli artefatti e il contesto culturale Artefatti: Artefatti: Primari; secondari; terziari Primari; secondari; terziari Materiali (strumenti) e/o immateriali (segni) Materiali (strumenti) e/o immateriali (segni) La cultura non esiste separata dalle situazioni concrete La cultura non esiste separata dalle situazioni concrete Contesto: Contesto: Definisce luoghi, tempi, oggetti e attori Definisce luoghi, tempi, oggetti e attori Fornisce gli strumenti interpretativi per gli attori sociali che li usano secondo i propri schemi cult. Fornisce gli strumenti interpretativi per gli attori sociali che li usano secondo i propri schemi cult. Attore culturalmente competente (liv.comunicativo) Attore culturalmente competente (liv.comunicativo)

32 CONTESTO SITUAZIONALE possibile compresenza di più universi culturali (che si riconoscono o no) Insieme di oggetti e eventi situati: pragmatico, delimitato, dinamicoInsieme di oggetti e eventi situati: pragmatico, delimitato, dinamico ciò che ci circonda, organizzato in livelli concentriciciò che ci circonda, organizzato in livelli concentrici tesse insieme: fornisce agli interagenti elementi comuni e mutualmente noti e strumenti comunicativitesse insieme: fornisce agli interagenti elementi comuni e mutualmente noti e strumenti comunicativi Unità culturale: si evolve secondo i significati culturali e al suo interno la cultura si realizza e si evolveUnità culturale: si evolve secondo i significati culturali e al suo interno la cultura si realizza e si evolve Definito in un momento storico ma formato da un flusso continuo di attività costruite.Definito in un momento storico ma formato da un flusso continuo di attività costruite. Luogo dove cultura e storia si intersecanoLuogo dove cultura e storia si intersecano Causalità reciproca CE e CICausalità reciproca CE e CI

33 Cole e le caratteristiche della psicologia culturale: Rifiuta il modello causa effetto e si basa sui concetti di attività come elemento fondante la mente e interpretazione del contesto Rifiuta il modello causa effetto e si basa sui concetti di attività come elemento fondante la mente e interpretazione del contesto Metodo olistico (più livelli di analisi) indiv + contesto Metodo olistico (più livelli di analisi) indiv + contesto La mente emerge dallazione mediata dagli artefatti e condivisa La mente emerge dallazione mediata dagli artefatti e condivisa Le persone svolgono un ruolo attivo nello sviluppo, ma non possono influire sulle caratteristiche dei contesti Le persone svolgono un ruolo attivo nello sviluppo, ma non possono influire sulle caratteristiche dei contesti Elem. di analisi = azione mediata dal contesto Elem. di analisi = azione mediata dal contesto Ambito di analisi = azioni nella vita quotidiana Ambito di analisi = azioni nella vita quotidiana

34 Berry da cross-culturale a transculturale P CC studia il variare dei costrutti dei diversi livelli della psicologia al variare della cultura P CC studia il variare dei costrutti dei diversi livelli della psicologia al variare della cultura Strumenti e apporti multidisciplinari Strumenti e apporti multidisciplinari Quantitativi Quantitativi Pericolo delletnocentrismo culturale Pericolo delletnocentrismo culturale Interpretazione Interpretazione Strumenti e significati connotati si general. Strumenti e significati connotati si general. Temi e teorie scelte hanno interesse > per cult ricercatore Temi e teorie scelte hanno interesse > per cult ricercatore P CC tende a ridurre etnocentrismo in psicologia P CC tende a ridurre etnocentrismo in psicologia

35 Relativismo: descrittivo e non utile allinterazione interculturale Relativismo: descrittivo e non utile allinterazione interculturale Equilibrio fra approfondimento locale e generalizzazioni pan-umane Equilibrio fra approfondimento locale e generalizzazioni pan-umane Approccio etnografico inserito in un modello di ricerca confrontazionista Approccio etnografico inserito in un modello di ricerca confrontazionista UNIVERSALI CULTURALI (pan-umani) UNIVERSALI CULTURALI (pan-umani) Presenti in tutti gli uomini Presenti in tutti gli uomini Differenti qualitativamente Differenti qualitativamente Similarità e differenze hanno senso solo nellinterazione di contesti differenti Similarità e differenze hanno senso solo nellinterazione di contesti differenti

36 Tre indirizzi della psicologia transculturale: elementi strutturali (Berry 1992) 1)Basi del comportamento 2)Incidenza della cultura nel variare del comportamento 3)Basi teoriche per lanalisi delle analogie 4)Cause delle variazioni/differenze 5)Etico vs emico 6)Astrazione di concetti generali non legati al contesto 7)Misurazione dei concetti indipendentemente dal contesto 8)Strumenti di valutazione 9)Paragonabilità

37 RELATIVISTA 1) Cultura 2) Sostanziale 3) Non ci sono 4) Fattori Culturali 5) Emico 6) Solitamente Impossibile 7) Impossibile 8) Str. Locali 9) Solitamente evitati, descrittivi ASSOLUTISTA 1) Biologia 2) Limitata 3) Processi base sono universali 4) Fattori non C. 5) Etico Imposto 6) Possibile e Direttam. ottenibil 7) Possibile 8) Str. Standardiz 9) Diretta, Freq., Quantitativa UNIVERSALISTA 1) Biologia+Cult. 2) Sostanziale 3) Processi base sono universali 4) Interaz. C+B 5) Etico derivato 6) Difficile da Ottenere 7) Spesso imposs 8) Str. Adattati 9) Controllata, Freq., Qualitat.

38 Emico ed Etico (Pike; Berry) Fonetica = studio degli aspetti generali dei suoni usati nel linguaggio umano Fonetica = studio degli aspetti generali dei suoni usati nel linguaggio umano Fonemica = studio degli aspetti specifici dei suoni usati in una particolare lingua Fonemica = studio degli aspetti specifici dei suoni usati in una particolare lingua ETICO = riferimento agli aspetti generali/universali del comportamento ETICO = riferimento agli aspetti generali/universali del comportamento EMICO = riferimento a comportamenti specifici di una cultura EMICO = riferimento a comportamenti specifici di una cultura

39 ETICO Studia il comp. Da 1 pdv esterno al sistema culturale Studia il comp. Da 1 pdv esterno al sistema culturale Compara + culture Compara + culture Il ricercatore crea la struttura Il ricercatore crea la struttura I criteri sono considerati universali e assoluti I criteri sono considerati universali e assolutiEMICO Studia il comport.nel sistema culturale Studia il comport.nel sistema culturale Esamina 1 sola cultura Esamina 1 sola cultura Il ricercatore scopre una struttura che già cè Il ricercatore scopre una struttura che già cè I criteri sono dettati da caratteristiche interne I criteri sono dettati da caratteristiche interne

40 La costruzione delletico-derivato

41 INDIVIDUALISMO vs COLLETTIVISMO Hofstede (1980; 1983): ricerca cross-cult. su selez., costruz. e trasmis. valori Hofstede (1980; 1983): ricerca cross-cult. su selez., costruz. e trasmis. valori IND/COLL: relativo peso della preoccupaz. Sogg. Per Sé vs Collettività di app. IND/COLL: relativo peso della preoccupaz. Sogg. Per Sé vs Collettività di app. INDIVIDUALISMO: INDIVIDUALISMO: Relaz. Sono una scelta sogg. Relaz. Sono una scelta sogg. Sé è decontestualizzato, stabile, causale Sé è decontestualizzato, stabile, causale COLLETTIVISMO: COLLETTIVISMO: Appartenenze (relaz.) Sono una fisse, ascritte, importanti => necess. adeguamento Appartenenze (relaz.) Sono una fisse, ascritte, importanti => necess. adeguamento Ruoli sociali centrali nella definizione di Sé e causalità Ruoli sociali centrali nella definizione di Sé e causalità

42 > pluralità appartenenze (sottogruppi differ.)> influenza su individuo > pluralità appartenenze (sottogruppi differ.)> influenza su individuo Elementi di complessità del tema Ind/coll: Elementi di complessità del tema Ind/coll: Relazione con gli altri (confini sottogruppi) Relazione con gli altri (confini sottogruppi) Costanza della caratteristica nel tempo (legata anche a omogeneità e costanza del contesto cult.) Costanza della caratteristica nel tempo (legata anche a omogeneità e costanza del contesto cult.) Ind/coll come fattori indipendenti o interdipendenti Ind/coll come fattori indipendenti o interdipendenti Interazione con altri fattori socio-psicologici Interazione con altri fattori socio-psicologici IDIOCENTRICO vs ALLOCENTRICO (Triandis et al., 1995) IDIOCENTRICO vs ALLOCENTRICO (Triandis et al., 1995) Sé Referential: divis. Sé e ambiente (Landrine, 1992) Sé Referential: divis. Sé e ambiente (Landrine, 1992) Se Indexical: si forma e si def. in rel. al contesto Se Indexical: si forma e si def. in rel. al contesto

43 SÉ E CULTURA Sé: elementi universali, culturali e idiosincratiche (esp. Soggettiva) Sé: elementi universali, culturali e idiosincratiche (esp. Soggettiva) Sé indipendente e interdipendente (vedi pg. 57) Sé indipendente e interdipendente (vedi pg. 57) Sé multipli: Sé multipli: Sé ideale Sé ideale Sé attuale Sé attuale Sé imperativo Sé imperativo Sé si forma attraverso relazioni tra individui appart. stessa c.tà; pratiche narrative; relaz. con artefatti (CE); agentività Sé si forma attraverso relazioni tra individui appart. stessa c.tà; pratiche narrative; relaz. con artefatti (CE); agentività

44 LA SELEZIONE CULTURALE Teoria bio-culturale del comportamento Teoria bio-culturale del comportamento Selezione naturale come evento creativo Selezione naturale come evento creativo Meccanismi selettivi nelleredità culturale Meccanismi selettivi nelleredità culturale E il sistema biologico che assomiglia a quello culturale (ossia di conoscenza) E il sistema biologico che assomiglia a quello culturale (ossia di conoscenza) Ritenzione selettiva della memoria tendenta a complessità, differenziazione, entropia negativa Ritenzione selettiva della memoria tendenta a complessità, differenziazione, entropia negativa Memoria extrasomatica Memoria extrasomatica Memi Memi Investimento energia psichica Investimento energia psichica

45 LA SELEZIONE BI-CULTURALE Colonizzazione tecnologica e modernizzazione forzata Colonizzazione tecnologica e modernizzazione forzata Instabilità dei 2 modelli culturali Instabilità dei 2 modelli culturali Nuovi artefatti e selezione bimodale Nuovi artefatti e selezione bimodale

46 BILCULTURALISMO E ALTERNANZA Aumento di complessità e selezione armonica Aumento di complessità e selezione armonica Selezione culturale prevalentemente unidirezionale Selezione culturale prevalentemente unidirezionale Il ritorno al passato Il ritorno al passato La modernizzazione spinta La modernizzazione spinta Selezione biculturla disruptiva Selezione biculturla disruptiva La selezione bi culturale armonica La selezione bi culturale armonica Biculturalismo e alternanza Biculturalismo e alternanza

47 Dr. Eleonora Riva - Università degli studi di Milano 47 MODELLO DELLA ALTERNANZA LaFroimboise, Coleman, Gerton (1993), Psychological Impact of Biculturalism: Evidence and Teheory., Psychological Bullettin, 114, 3, pp Acculturazione: cambiamento involontario e forzato, anche violento dal punto di vista psichico, in cui lindividuo entra a far parte della nuova cultura per ragioni esterne, ma non si forma una vera e propria identità e non si attua un riconoscimento paritario da parte del gruppo maggioritario;

48 Dr. Eleonora Riva - Università degli studi di Milano 48 Assimilazione: identificazione e interazione volontaria e continuativa con loutgroup da parte dalla cultura minoritaria, che tralascia la propria cultura a favore di quella della società di accoglienza, dominante, in modo assoluto, acquisendone i valori, le norme e gli stili di vita; Multiculturalismo: approccio pluralistico tra due o più culture che convivono mantenendo delle identità distinte e ponendosi in relazione per la soddisfazione di bisogni nazionali ed economici che sono comuni.

49 Dr. Eleonora Riva - Università degli studi di Milano 49 Alternanza: interiorizzazione di entrambe le culture da parte del soggetto immigrato, mantenendo la propria cultura ma assorbendo anche quella delloutgroup: le due culture rimangono ben separate e alternate a seconda del contesto; Fusione (melting pot): formazione di una nuova cultura attraverso la combinazione delle diverse culture.

50 Dr. Eleonora Riva - Università degli studi di Milano 50 MODELLO BI-ASSIALE DELLADATTAMENTO (1/2) (BERRY ET AL., 1992) ALTA| | |AssimilazioneIntegrazione | Nuova| Cultura| dInserimento| || | Marginalizzazione Separazione ||__________________|_____________________________________________________| BASSA|Propria Cultura dOrigineALTA BASSA|Propria Cultura dOrigineALTA| (Berry et al., 1992)

51 MODELLO BI-ASSIALE DELLADATTAMENTO (2/2) Precontatto Contatto Conflitto Crisi Adattamento

52 MODELLO DELLADATTAMENTO DI BOHURIS (1997) Atteggiamenti di integrazione degli immigrati Atteggiamenti di integrazione degli immigrati Orientamenti di integrazione della società ospitante Orientamenti di integrazione della società ospitante Politiche di integrazioni dello stato Politiche di integrazioni dello stato Possibili modalità relazionali Possibili modalità relazionali Dr. Eleonora Riva - Università degli studi di Milano 52

53 Dr. Eleonora Riva - Università degli studi di Milano 53

54 SOCIETÀ E COSTRUZIONE DELLIDENTITÀ Migrazioni e globalizzazione: soc. interetniche => pluralismo culturale Migrazioni e globalizzazione: soc. interetniche => pluralismo culturale Si basa su differenze: Si basa su differenze: Etniche (biol.) => inter-racial Etniche (biol.) => inter-racial Nazionali (giurid.) => inter-national Nazionali (giurid.) => inter-national Culturali (storiche) => inter-cultural Culturali (storiche) => inter-cultural Religiose => inte-religious Religiose => inte-religious Berry: assimilazione (Francia); separazione (GB); Emarginazione (Germania); Integrazione => valorizzaz. pluralismo (Canada-Australia-Olanda) Berry: assimilazione (Francia); separazione (GB); Emarginazione (Germania); Integrazione => valorizzaz. pluralismo (Canada-Australia-Olanda)

55 M. Assimilativo (Omologazione): Francia M. Assimilativo (Omologazione): Francia Es: ius solis vs ius sanguinis Es: ius solis vs ius sanguinis M. Pluralistico: M. Pluralistico: Liberale (multicult. dal basso => separaz.): GB Liberale (multicult. dal basso => separaz.): GB Attivo (discriminazione positiva): Olanda Attivo (discriminazione positiva): Olanda M. Immigr. Temporanea (esclusione differenziale): Germania M. Immigr. Temporanea (esclusione differenziale): Germania MULTICULTURALISMO in Europa

56 Multiculturalismo quotidiano Multiculturalismo quotidiano Mente multiculturale (confine culturale) Mente multiculturale (confine culturale) Relazioni di potere tra gruppi dominanti e minoritari (pg. 83): Relazioni di potere tra gruppi dominanti e minoritari (pg. 83): Gruppi sedentari vs gruppi migranti Gruppi sedentari vs gruppi migranti Contatto voluto vs forzato Contatto voluto vs forzato Gruppi etnici; nativi; immigrati; profughi Gruppi etnici; nativi; immigrati; profughi Violenza strutturale Violenza strutturale MULTICULTURALISMO e psicologia

57 Pluralismo non implica riconoscimento di identità etniche definite Pluralismo non implica riconoscimento di identità etniche definite Cultura come confine permeabile di scambio Cultura come confine permeabile di scambio Al centro lAgency del soggetto Al centro lAgency del soggetto Cultura come produzione narrativa e negoziata, dinamica, situata, storica, centrata sui bisogni delle persone Cultura come produzione narrativa e negoziata, dinamica, situata, storica, centrata sui bisogni delle persone Diversità culturali incarnate negli individui Diversità culturali incarnate negli individui INTERCULTURA

58 Comunità transnazionali Comunità transnazionali Concetto fluido di identità sociale e culturale Concetto fluido di identità sociale e culturale Attività transnazionali: economica, sociocult., politico Attività transnazionali: economica, sociocult., politico Famiglie transnazionali Famiglie transnazionali Transnazionalismo dal basso Transnazionalismo dal basso Relazioni dirette e mediate Relazioni dirette e mediate Transnational living (sistema dinamico di pratiche) Transnational living (sistema dinamico di pratiche) TRANSNAZIONALISMO


Scaricare ppt "PSICOLOGIA TRANSCULTURALE 18 febbraio 2009 Prof. Paolo Inghilleri Dr. Eleonora Riva, Phd"

Presentazioni simili


Annunci Google