La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nozioni di Primo Soccorso. Sostegno di base delle funzioni vitali secondo le nuove linee guida IRC BLS BASIC LIFE SUPPORT La corsa contro il tempo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nozioni di Primo Soccorso. Sostegno di base delle funzioni vitali secondo le nuove linee guida IRC BLS BASIC LIFE SUPPORT La corsa contro il tempo."— Transcript della presentazione:

1 Nozioni di Primo Soccorso

2 Sostegno di base delle funzioni vitali secondo le nuove linee guida IRC BLS BASIC LIFE SUPPORT La corsa contro il tempo

3 RIDURRE LA MORTALITA E GLI EFFETTI INVALIDANTI NEL SOGGETTO IN CUI RISULTANO COMPROMESSE LE FUNZIONI VITALI: 3 Non respira 3 Non ha polso MEDIANTE 3 Il pronto riconoscimento 3 Lattivazione precoce del sistema di emergenza 3 Il supporto precoce del respiro e del circolo OBIETTIVI DEL BLS

4 NATURALE INATTESO RAPIDO Morte naturale per cause cardiache preceduta da improvvisa perdita di coscienza entro unora dalla comparsa di una sintomatologia acuta Colpisce circa 3 persone su 2000 ogni anno. In Italia circa casi lanno: 156 al giorno – 1 ogni circa 9 minuti (Congresso Mediterraneo di Cardiologia 05/2007) MORTE CARDIACA IMPROVVISA

5 Operazioni di bombardamento al fosforo bianco a Falluja in Iraq 800 MORTI l8 Novembre 2004 (dati Comitato Internazionale della Croce Rossa) Un bollettino di guerra ogni anno in ITALIA MORTE CARDIACA IMPROVVISA

6 LA MORTE CARDIACA IMPROVVISA: una corsa contro il tempo 10 Morte biologica No coscienza No coscienza No respiro No respiro No circolo No circolo Anossia Lesioni cerebraliLesioni cerebrali MorteMorte Il danno neurologico inizia dopo 4-5 minuti Il danno neurologico dopo 10 minuti diventa irreversibile

7 OGNI MINUTO CHE PASSA PERDIAMO IL 10% DI POSSIBILITA DI RECUPERO. TEMPESTIVITA

8 ã Dolore o peso retrosternale Possibile irradiazione dolore a: - Braccio sinistro - Spalle - Epigastrio - Mandibola ã Altri sintomi: - Sudorazione, nausea, difficoltà respiratoria ã Insorgenza: - Sotto sforzo, stress emotivo o anche a riposo SEGNI DELLATTACCO CARDIACO

9 COME INTERVENIRE BLSDefibrillazione Mantenere la perfusione dei tessuti nobili (Cuore e Cervello) Risoluzione dellaritmia con ripristino del ritmo sinusale

10 % DI SOPRAVVIVENZA DOPO ACR IN RELAZIONE ALLA PRECOCITA ED AL TIPO DI INTERVENTO

11 Allertamento precoce BLS precoce Defibrillazione Precoce BLS-D ACLS precoce Gli anelli devono essere forti e saldi CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA

12 Anche se sei un soccorritore esperto attiva immediatamente il sistema di emergenza 118 Cosa devo dire alloperatore? Il Comune La Località La Via con riferimento (es.: n°civico) Indicare levento e la sua dinamica Il numero della/e persona/e coinvolta/e Le condizioni della/e persona/e (stato coscienza, si muove…) NB: Le domande delloperatore del 118 non sono una perdita di tempo ma servono per individuare il mezzo più adeguato da inviare nel minor tempo possibile

13 Basic Life Support IL PROTOCOLLO BLS OPERATORE LAICO OPERATORE ESPERTO Manovre di base per garantire la perfusione dei tessuti nobili (Cuore e Cervello) mediante M.C.E. Manovre di base per garantire la perfusione dei tessuti nobili (Cuore e Cervello) mediante M.C.E. e ventilazioni e DAE

14 SICUREZZA NEL SOCCORSO

15 Airway : Apertura delle vie aeree Breathing: Respiro Circulation: Circolo Le procedure del BLS prevedono: ATTENZIONE: Le manovre sono invasive, per cui occorre procedere ad unattenta valutazione! SEQUENZA DEL BLS SEGNI DI CIRCOLO

16 VALUTAZIONE DELLA COSCIENZA

17 Porre la vittima su un piano rigido, con capo, tronco ed arti allineati e scoprire il torace Porre la vittima su un piano rigido, con capo, tronco ed arti allineati e scoprire il torace Se non risponde: VALUTAZIONE DELLA COSCIENZA … FAI CHIAMARE IL 118

18 Ispezione della bocca Si devono togliere solo i corpi estranei VISIBILI!!! FASE A: ispezione del cavo orale

19 sollevamento della mandibola iperestensione della testa mani sulla fronte e sulla punta del mento FASE A: apertura delle vie aeree

20 IPERESTENSTENDI LA TESTA E SOLLEVA IL MENTO CON DUE DITA SULLA PARTE OSSEA FASE A: iperestensione della testa RICORDA : NO TRAUMA !!

21 DURANTE IL GAS CERCA SEGNI DI CIRCOLO: Movimenti, Respirazione, Tosse FASE BC: respiro e segni di circolo Guardo: se il torace del paziente si espande Ascolto: se il paziente respira Sento: sulla guancia del soccorritore se esce aria dalla bocca del paziente per 10 Secondi contando a voce alta …

22 … se il paziente respira… Assisti il paziente e somministra ossigeno ad alti flussi se possibile,(> 4 l/min) mantenendo sempre liperestensione della testa FASE B: respirazione assistita

23 Porre la vittima in: Posizione Laterale di Sicurezza con iperestensione della testa Impedisce alla lingua di ostruire le vie aeree Favorisce la fuoriuscita di eventuali secrezioni dalla bocca Consente di respirare FASE B: respirazione assistita … se il paziente respira e devi allontanarti

24 … se il paziente non respira e non ci sono segni di circolo… FASE B: respirazione assistita SE LATTIVITA RESPIRATORIA E I SEGNI DI CIRCOLO SONO ASSENTI E NON E PRESENTE UN DAE AVVISA IL 118 PER CONFERMA ACR E INIZIA IL MASSAGGIO CARDIACO

25 PORRE LE MANI SULLO STERNO AL CENTRO DEL TORACE FASE C: massaggio cardiaco esterno

26 FARE FULCRO CON IL BACINO FASE C: massaggio cardiaco esterno

27 FREQUENZA 100 AL MINUTO PROFONDITA 4-5 CM FASE C: massaggio cardiaco esterno

28 CONSENTIRE AL TORACE DI RIESPANDERSI DOPO OGNI COMPRESSIONE STESSO TEMPO PER COMPRESSIONE E RILASCIAMENTO Compressione Rilasciamento FASE C: massaggio cardiaco esterno

29 ALTERNA 30 COMPRESSIONI TORACICHE A 2 VENTILAZIONI (UN CICLO) SEMPRE!! FASE C: massaggio cardiaco esterno

30 SI PROSEGUE AD ESEGUIRE I CICLI DI RCP SINO ALLARRIVO DI UN DAE O DI UNA ALS O SINO A CHE SONO PRESENTI SEGNI EVIDENTI DI RIPRESA (MOVIMENTI, TOSSE, ECC.) FASE C: massaggio cardiaco esterno … quando effettuo le verifiche ?

31 OGNI 5 CICLI IL SOCCORRITORE CHE ESEGUE LE COMPRESSIONI TORACICHE DOVREBBE CAMBIARE (CONSIGLIO) In caso di BLSD seguire indicazioni del DAE (cambio: ogni 2 minuti) FASE C: massaggio cardiaco esterno

32 Insuffla 2 volte ogni 30 compressioni toraciche (1 ventilazione durata 1 sec. – volume ml.) mantenendo iperestesa la testa VENTILAZIONE ASSISTITA

33 Collega il pallone autoespandibile a fonte di O2 ad alti flussi Fai 2 insufflazioni (volume massimo ml.- durata 1 sec.) e conta il ciclo di RCP a voce alta Linsufflazione deve durare 1 sec. Guarda sempre se il torace del paziente si espande VENTILAZIONE ASSISTITA … se ventili durante i cicli di RCP

34 Collega il pallone autoespandibile a fonte di O2 ad alti flussi Fai 10 insufflazioni (volume massimo 400 – 600 ml. – durata 1 sec.) ogni minuto. Ogni minuto ricontrolla segni di circolo Guarda sempre se il torace del paziente si espande VENTILAZIONE ASSISTITA … se il paziente è in apnea

35 1) Pallone da solo: 21% 2) Pallone + O 2 : 50% 3) Pallone + O 2 + Reservoir: 90% 0ssigeno Reservoir Volume corrente ml. VENTILAZIONE ASSISTITA Percentuali O2 in base al presidio adottato

36 CAUSE PIU FREQUENTI DI VENTILAZIONE INEFFICACIE O COMPLICANZE INCOMPLETA ADERENZA DELLA MASCHERA INSUFFICIENTE IPERESTENSIONE DEL CAPO INSUFFLAZIONE TROPPO RAPIDA O BRUSCA Ipoventilazione Distensione gastrica Ricorda !! Volume massimo ml. VENTILAZIONE ASSISTITA

37 SOCCORRITORE AEffettua il mce SOCCORRITORE BEffettua le ventilazioni e conta i cicli 30:2 AChiede il cambio BOK Atermina il ciclo e ne ricomincia un altro CAMBIO TRA DUE SOCCORRITORI

38 SOCCORRITORE Blascia la posizione per ventilare e si prepara al mce sullaltro lato ripetto al soccorritore A...raggiunte 15 compressioni toraciche sulle 30 previste... SOCCORRITORE Aindividua il punto delle compressioni e riprende immediatamente il mce SOCCORRITORE Bsi prepara a ventilare ed al termine delle 15 compressioni effettuate da A ventila per 2 volte CAMBIO TRA DUE SOCCORRITORI

39 ASPETTI MEDICO LEGALI DEL BLS

40 SEGNI EVIDENTI DI MORTE BIOLOGICA MACCHIE IPOSTATICHE DECOMPOSIZIONE TISSUTALE RIGOR MORTIS DECAPITAZIONE QUANDO NON INIZIARE LA RCP? ASPETTI MEDIC O LEGALI DEL BLS

41 … ETA APPARENTE … ASPETTO CADAVERICO … TEMPERATURA CORPOREA … MIDRIASI (pupille dilatate) INIZIARE LA RCP SENZA TENERE CONTO DI..

42 ASPETTI MEDICO LEGALI DEL BLS FINO ALLARRIVO DI UNA ALS FINO ALLARRIVO DI UN DAE FINO A RIPRISTINO EVIDENTE DI SEGNI DI CIRCOLO FINO AD ESAURIMENTO FISICO DEI SOCCORRITORI N.B. Non esiste un tempo predefinito oltre il quale è lecito interrompere la RCP PER QUANTO TEMPO CONTINUARE LA RCP

43 ASPETTI MEDICO LEGALI DEL BLS QUANDO SPOSTARE LA VITTIMA ? IN PRESENZA DI RISCHIO ATTIVO O EVOLUTIVO IN TUTTI GLI ALTRI CASI SI NO N.B. AVVISA SEMPRE LA CENTRALE OPERATIVA 118 PRIMA DI FARE QUALSIASI COSA

44 DOMANDE ?


Scaricare ppt "Nozioni di Primo Soccorso. Sostegno di base delle funzioni vitali secondo le nuove linee guida IRC BLS BASIC LIFE SUPPORT La corsa contro il tempo."

Presentazioni simili


Annunci Google