La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di B.L.S. Adulti Basic Life Support. RCP-BLS Primo Intervento I primi interventi rianimatori possono essere messi in atto da chiunque, ovunque,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di B.L.S. Adulti Basic Life Support. RCP-BLS Primo Intervento I primi interventi rianimatori possono essere messi in atto da chiunque, ovunque,"— Transcript della presentazione:

1 Corso di B.L.S. Adulti Basic Life Support

2 RCP-BLS Primo Intervento I primi interventi rianimatori possono essere messi in atto da chiunque, ovunque, senza lausilio di mezzi speciali Comunità = estrema unità coronarica

3 BLS - Definizione Riconoscere i sintomi premonitori oppure lArresto Cardicaco conclamato. Applicare lABC senza attrezzature specifiche. Basic Life Support Supporto di Vita di Base Linsieme di conoscenze e di abilità manuali che ci permette di:

4 BLS- Scopo Prevenire i danni anossici cerebrali nel soggetto in cui risultano compromesse una o più funzioni vitali: Non è cosciente Non respira Non ha polso

5 Danno Anossico Cerebrale Inizia dopo 4-6 di assenza di circolo Dopo circa 10 si hanno lesioni cerebrali irreversibili. 4 Morte clinica 10 Morte biologica

6 Cause di arresto respiratorio Caduta della lingua nel soggetto incosciente, oppure corpi estranei. Intossicazione da farmaci, overdose da oppiacei. Annegamento. Folgorazione. Trauma. Arresto cardiaco. Ostruzione delle vie aere da:

7 Segni di allarme dellattacco cardiaco Dolore o peso retrosternale Possibile irradiazione del dolore a: braccio sinistro, spalle, epigastrio, mandibola Altri sintomi: sudorazione, nausea e dispnea Insorgenza: sotto sforzo, stress emotivo o anche a riposo

8 Diagnosi di Arresto Cardiaco Stato di incoscienza Assenza di respiro o gasping Assenza di polso.

9 Diagnosi di Arresto Cardiaco Stato di incoscienza Assenza di respiro o gasping Assenza di segni di circolo (aspetto cadaverico, assenza di tosse, movimenti, ecc…) Fatta diagnosi di ACC non cè tempo da perdere! Ogni secondo che passa diminuiscono le possibilità di recupero della vittima! % Minuti

10 FASE INIZIALE Arrivo sul posto e quindi valutazione ambientale Valutazione tipo di emergenza Valutazione esistenza pericolo per noi o per infortunati Valutazione di Triage in caso di più infortunati Quindi avvicinamento allinfortunato

11 Fasi del BLS ABC della RCP Pervietà delle vie respiratorie Respirazione Circolazione B reathing C irculation A irways

12 Valutazioni Segni di circolazione N.B. Nessuno deve subire procedure di RCP se prima non è stata stabilita la necessità di tale intervento. Ogni azione deve essere preceduta da una valutazione Stato di coscienza azione A Attività respiratoria GAS azione B azione C

13 BLS - A Accertamento dello stato di coscienza Signore, Signore !!! Mi sente !!!!

14 Se linfortunato non risponde : Chiamare subito aiuto (118)

15 Allineare il corpo dellinfortunato su una superficie rigida e comoda

16 Slacciare eventuali cravatte, giacche e cinture che possono impedire una corretta respirazione

17 BLS - A Apertura delle vie aeree (1) Controllare se le vie sono pervie Leggera iper-estensione del capo

18 BLS - A Apertura delle vie aeree (2) Aprire la bocca con il pollice verso larcata dentale superiore e lindice ed il medio verso larcata dentale inferiore della mano destra. Manovra ad uncino

19 BLS - A Apertura delle vie aeree (3) Cannule orofaringee

20 Se ci sono corpi solidi (dentiere,denti rotti,) superficiali si rimuovono con la manovra ad uncino

21 Se ci sono liquidi (sangue, vomito, ecc) si gira lentamente la testa di lato per far defluire questi liquidi, altrimenti si può usare anche laspiratore.

22 Se il corpo estraneo è in profondità si consiglia di non provare a recuperarlo, bisogna stare attenti anche a non iper- estendere molto la testa perché il corpo estraneo potrebbe immettersi sempre più in gola e soffocare linfortunato. Tentare quindi la manovra di Heimlich

23 BLS - B Valutazione della respirazione Rilevare lattività respiratoria eseguendo il: Guarda (espansione toracica) Ascolta (rumori, rantolii ecc. dovuti a microrespirazione) Sento (variazioni termiche) per 10 sec:

24 BLS - B Valutazione della respirazione La testa dellinfortunato rimane per tutto il tempo in iper-estensione

25 BLS - B Attività Respiratoria Attività respiratoria G.A.S. Respiro Assente Respiro Presente Ventilare 2 insufflazioni 1,5-2 Se linfortunato rimane incosciente mettere in PLS

26 BLS - B Ventilazione Artificiale Ventilazione artificiale Senza mezzi aggiuntivi: Bocca/bocca Bocca/naso Con mezzi aggiuntivi: Bocca/maschera Pallone/maschera

27 BLS - B Ventilazione (bocca-bocca) Palmo mano dx sulla fronte e quindi iperestendere la testa e con le dita chiudere le narici, con le dita della mano sx sollevare il mento e quindi insufflare

28 BLS - B Ventilazione (bocca-maschera)

29 BLS - B Percentuali di ossigeno Pallone + O 2 + Reservoir PallonePallone + O 2 21% 40/50% 80/90%

30 Complicanze o Ventilazione Inefficace Incompleta aderenza della maschera. Insufficiente iperestensione del capo Narici aperte Insufflazioni troppo rapide o brusca Insufficiente iperestensione del capo Ipoventilazione Distensione gastrica

31 BLS - C Valutazione della presenza di circolo Rilevare lattività cardiaca ricercando il polso carotideo per 10 sec: Ventila, 12 atti al minutoCompressioni toraciche CT PresenteAssente

32 BLS - C Polso Carotideo

33 BLS - C Individuazione del punto di compressione

34 BLS - C Compressione Toracica

35 BLS - C Si alternano 15 compressioni e 2 insufflazioni sia con uno che a due soccorritori

36 Compressione Toracica Cause più frequenti di lesioni e/o inefficacia Compressioni troppo superficiali Fratture sternali o costali Lesioni organi interni (polmoni, fegato, milza) Circolo insufficiente Punto di compressione Scorretto. Compressioni troppo intense o brusche.

37 Si continua RCP fino a comparsa del medico, oppure fino a comparsa di primo segno di circolo (movimento volontario, tosse, respiro – MO.TO.RE) oppure fino ad esaurimento fisico del soccorritore. Si procede dunque alla rivalutazione del circolo sanguigno.

38 Rivalutazione dellefficacia della RCP Polso Presente controlla il respiro per 10 Assente riprendi MCE 15:2 Respiro Presente posizione laterale sicurezza Assente ventila 12 atti /minuto

39 Aspetti medico legali (1) Età apparente Aspetto cadaverico Midriasi Temperatura corporea Iniziare la RCP senza tener conto

40 Aspetti medico legali (2) Fino allarrivo di un medico Fino ad esaurimento fisico dei soccorritori N.B. non esiste un tempo predefinito oltre il quale è lecito interrompere la RCP. Per quanto tempo?

41 Aspetti medico legali (3) Maciullamento. Decomposizione tissutale. Carbonizzazione. Decapitazione. Non iniziare la RCP se.. Ci sono segni evidenti di morte biologica:

42 Defibrillazione Se non sussiste battito cardiaco, in presenza di un DAE, si libera il torace del paziente, si asciuga se il torace è bagnato, si rimuovono eventuali peli con lapposito rasoio si fissano le due placche sul torace si fa allontanare la folla si effettua lanalisi

43 Defibrillazione Se il paziente è defibrillabile allora il DAE si prepara ad emettere il primo Shock a 200 Joule di intensità. In totale il DAE emette tre scariche, la prima e la seconda di 200 Joule e la terza scarica di 360 Joule per i monofasici (a metà intensità per i bifasici).

44 Rivalutazione Dopo le tre scariche, si effettua nuovamente la rivalutazione dei parametri vitali Successivamente si procede con unaltra serie di RCP. Dopo quattro minuti il DAE fa ripartire lanalisi


Scaricare ppt "Corso di B.L.S. Adulti Basic Life Support. RCP-BLS Primo Intervento I primi interventi rianimatori possono essere messi in atto da chiunque, ovunque,"

Presentazioni simili


Annunci Google