La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto.. Dalla mobilizzazione passiva alla ricerca di una partecipazione attiva: una proposta specifica per.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto.. Dalla mobilizzazione passiva alla ricerca di una partecipazione attiva: una proposta specifica per."— Transcript della presentazione:

1 Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto.. Dalla mobilizzazione passiva alla ricerca di una partecipazione attiva: una proposta specifica per il paziente a bassa responsivita Fisioterapista Grillenzoni Maria Grazia Riabilitazione Intensiva Ospedale di CORREGGIO AUSL di Reggio Emilia

2 Aspen Workgroup (Giacino et al. 2002) Non evidenza di risposte comportamentali sostenute, riproducibili, intenzionali o volontarie a stimoli visivi, uditivi, tattili o dolorosi Non evidenza di risposte comportamentali sostenute, riproducibili, intenzionali o volontarie a stimoli visivi, uditivi, tattili o dolorosi Non evidenza di comprensione del linguaggio o espressione Non evidenza di comprensione del linguaggio o espressione Intermittente risvegliabilità manifestata con la presenza di cicli sonno- veglia (periodica apertura degli occhi) Intermittente risvegliabilità manifestata con la presenza di cicli sonno- veglia (periodica apertura degli occhi) Sufficiente preservazione delle funzioni automatiche per permettere la sopravvivenza con adeguate cure mediche Sufficiente preservazione delle funzioni automatiche per permettere la sopravvivenza con adeguate cure mediche Incontinenza della vescica e dellintestino Incontinenza della vescica e dellintestino Variabile preservazione dei nervi cranici e dei riflessi spinali Variabile preservazione dei nervi cranici e dei riflessi spinali

3 (Sazbon 2003). La semeiotica del paziente in SV definita dallACRM (The Multi Society Task-Force, 1994) descrive: La mancanza di evidenti segni di coscienza di sé e dellambiente con incapacità ad interagire con altri La mancanza di evidenti segni di coscienza di sé e dellambiente con incapacità ad interagire con altri La mancanza di risposte comportamentali a stimoli visivi, uditivi, tattili e nocicettivi La mancanza di risposte comportamentali a stimoli visivi, uditivi, tattili e nocicettivi La mancanza di comprensione e di espressione verbale La mancanza di comprensione e di espressione verbale La presenza di manifestazioni cliniche di sonno–veglia La presenza di manifestazioni cliniche di sonno–veglia La conservazione di funzioni ipotalamiche e tronco-encefaliche sufficienti a consentire la sopravvivenza, sia pure, con assistenza medico- infermieristica La conservazione di funzioni ipotalamiche e tronco-encefaliche sufficienti a consentire la sopravvivenza, sia pure, con assistenza medico- infermieristica Incontinenza sfinterica Incontinenza sfinterica La parziale conservazione di certi riflessi dei nervi cranici (pupillare, corneale, faringeo, ecc) La parziale conservazione di certi riflessi dei nervi cranici (pupillare, corneale, faringeo, ecc)

4 DISABITATA? CORTECCIA DISABITATA? Istinto Sensazioni Pulsioni PRIMITIVO Cioè il VISSUTOVISCERALEVEGETATIVO

5 ENCEFALO CORTECCIA MIDOLLO SPINALE RECETTORI Livello sovraspinale Livello spinale MR Danneggiato ? ?

6 Non limitarti allapparenza ma procedi sempre con una strategia adeguata Impressione generale sul paziente, oltre alla clinica, Impressione generale sul paziente, oltre alla clinica, (gli elementi disturbanti, le crisi neurovegetative, supporti invasivi...) (gli elementi disturbanti, le crisi neurovegetative, supporti invasivi...) DI CHE COSA HA BISOGNO ? DI CHE COSA HA BISOGNO ? Cè movimento e di che tipo.. in quale distretto corporeo? Cè movimento e di che tipo.. in quale distretto corporeo? E Automatico, spontaneo, su richiesta, volontario? E Automatico, spontaneo, su richiesta, volontario? Comè quando si trova supino al letto, seduto, in piedi.. Comè quando si trova supino al letto, seduto, in piedi.. quale postura influenza le sue reazioni? quale postura influenza le sue reazioni? Di funzionale cosa può o potrebbe fare se facilitato? Di funzionale cosa può o potrebbe fare se facilitato?

7 OSSERVAZIONE MIRATA PER IDENTIFICARE E RICONOSCERE DAI SEGNALI stato di DISAGIO... stato di DISAGIO... stato di AGIO… stato di AGIO…

8 INDIVIDUO PRIMA CHE PAZIENTE Come sta ora? Come respira? Come sta ora? Come respira? Si muove ? Come? Si muove ? Come? Qual è il livello di responsività? Qual è il livello di responsività? ?... ?...

9 :, A S C O L T O V I S I VO-CORPOREO del fisioterapista vissuto psicomotorio del paziente Paziente = Ospite

10 ….Il vissuto motorio e sensoriale in un corpo… ESTRANEO S C O N O S C I U T O ESTRANEO S C O N O S C I U T O sconvolge SE STESSO …. CONSENTIRE LESPLORAZIONE, LUTILIZZO, IL RICONOSCIMENTO DEL CORPO, DEL SUO SPAZIO, DEL PERIPERSONALE E LINTERAZIONE CON LAMBIENTE GARANTIRE LA SOMMINISTRAZIONE DI EVENTI SIGNIFICATIVI, COLLEGATI A UN COMPITO REALE, PIU FACILMENTE PERCEPIBILI

11 DA STRATEGIA PROCEDURALE A MEMORIA PROCEDURALE del sistema PERCETTIVO * PRECOCEMENTE * COSTANTEMENTE Tenendo conto del vissuto del paziente momento per momento Ricostruendo una sorta di mappatura del suo corpo (schema corporeo), di coordinate interne, in una nuova azione MOTORIO

12 Come parla il sistema nervoso centrale,cioè come si sta riorganizzando ? Come lo esprime il corpo anche rispetto alle sollecitazioni interne ed esterne ? Attraverso quali risorse (quote) motorie può o potrebbe comunicare il paziente ?

13 NECESSITA DI VALUTAZIONE QUANTITATIVA, QUALITATIVA NON SOGGETTIVA (del fisioterapista) NECESSITA DI VALUTAZIONE QUANTITATIVA, QUALITATIVA NON SOGGETTIVA (del fisioterapista) CAUSE PRIMARIE DISTURBANTI: CAUSE PRIMARIE DISTURBANTI: Cannula tracheostomica Cannula tracheostomica febbre alta febbre alta presenza di sondino naso-gastrico presenza di sondino naso-gastrico cateteri venosi cateteri venosi fissatori esterni fissatori esterni ferule odontoiatriche … ferule odontoiatriche … La scelta quotidiana del SETTING, si basa principalmente sulle condizioni cliniche e le problematiche internistiche DALLA CONDIZIONE DI STATO VEGETATIVO, IN ASSENZA DI PREREQUISITI Presenza di pregiudizi ?

14 ..SODDISFAZIONE dei bisogni primari, a seguire, ricerca di stimoli motivanti, (bisogni secondari) ricerca di stimoli motivanti, (bisogni secondari) CREA OCCASIONI,affinchè attraverso il proprio corpo nuovo, il paziente, possa prendere coscienza, con situazioni conosciute nel pre-morboso, della sua quotidianità IDENTIFICA una strategia riabilitativa PERSONALIZZATA OSSERVA LE REAZIONI del paziente nelle diverse situazioni ambientali, quantifica le informazioni sia sulle risorse quantifica le informazioni sia sulle risorse neuromotorie, SNC e SNP che sullo stato di coscienza

15 Atteggiamento del terapista Osserva, non attraverso una lente dingrandimento ma Osserva, non attraverso una lente dingrandimento ma DIVENTA LENTE DIVENTA LENTE valuta e imposta il trattamento in base a conoscenze TECNICO/SCIENTIFICO ADEGUATE TECNICO/SCIENTIFICO ADEGUATE Si prende cura in modo EMPATICO Si prende cura in modo EMPATICO

16 IL DISAGIO IL DOLORE ALLERTA / PAURA Controlla le tue emozioni (coscienza della separatezza ) Ascolto e osservazione (tattile, visiva, corporea) Anticipa verbalmente, prepara allevento, rassicura,descrive:ora sposto la tua gamba..poi sentirai tirare non dolore…senti arriva la corrente Trasmetti sensazioni di forza e stabilità, non solo di protezione (con il tuo corporeo / verbale) Questa modalità può consentire la sua mappatura corporea extravisiva ( percezione ) EMPATIA EMPATIA

17 TERAPISTA GUIDA TRASDUTTORE TATTILE CORPOREO PROPRIOCETTIVO VERBALE

18 POSTURA ATTIVA Dinamizzare il corpo producendo una gestualita finalizzata Dinamizzare il corpo producendo una gestualita finalizzata

19 FACILITAZIONI GUIDA (parametri di misura) V E R B A L I di spazio, di tempo, direzione… V E R B A L I di spazio, di tempo, direzione… M O T O R I E statiche (di stabilità), dinamiche M O T O R I E statiche (di stabilità), dinamiche SENSORIALI visive, uditive, tattili, propriocettive SENSORIALI visive, uditive, tattili, propriocettive F E E D B A C K ( del paziente ) VEGETATIVO M O T O R I O COMUNICATIVO

20 NELLA NON VERBALITA Le reazioni possono essere colte nelle Le reazioni possono essere colte nelle ESPRESSIONI : MIMICA SGUARDO ESPRESSIONI : MIMICA SGUARDO (finalizzazione dellatto espressivo) (finalizzazione dellatto espressivo) POSTURA : nelle modificazioni… POSTURA : nelle modificazioni… GESTO : nelluso dello SPAZIO GESTO : nelluso dello SPAZIO

21 Osserva… c è o no 1. REAZIONE o RISPOSTA ? 2. INTENSITA della RISPOSTA +/- rispetto alla valutazione precedente ? IL PAZIENTE E UGUALE A PRIMA ? IN COSA E CAMBIATO ? IN COSA E CAMBIATO ?

22 attiva, da cui si creano delle variabili: (scheda di valutazione setting…) 1.il paziente ha le risorse cognitive per capire, ma è incapace di interagire per la presenza di deficit neuromotori 2.il paziente ha mantenuto competenze motorie che realizza SPONTANEAMENTE, pur non avendo ancora comportamenti regolati cognitivamente (consenso percettivo) 3.nessuna modificazione adattativa! porta modificazioni porta modificazioni : al contesto, alla postura, alla scelta degli strumenti guida, … Formula delle ipotesi:

23 E inaccettabile rinunciare a priori secondo una profezia Pensare che determinati risultati siano irraggiungibili da parte di alcuni pazienti. Pensare che determinati risultati siano irraggiungibili da parte di alcuni pazienti. Non offrire loro, invece, lopportunità di sperimentare ed esprimere le proprie eccellenze motorie e cognitive. Non offrire loro, invece, lopportunità di sperimentare ed esprimere le proprie eccellenze motorie e cognitive. Porre dei limiti a priori sulle proposte dintervento dopo una valutazione in negativo Porre dei limiti a priori sulle proposte dintervento dopo una valutazione in negativo

24 GRAZIE GUIDO VEZZOSI RODOLFO BRIANTI TUTTE LE COLLEGHE ELENA GANAPINI ILENIA MORBILLI FRANCESCO LOMBARDI


Scaricare ppt "Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto.. Dalla mobilizzazione passiva alla ricerca di una partecipazione attiva: una proposta specifica per."

Presentazioni simili


Annunci Google