La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Riabilitazione dorgano e specialistica: attualità e prospettive – il punto di vista del fisiatra Maurizio Massucci UO Centro Ospedaliero Riabilitazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Riabilitazione dorgano e specialistica: attualità e prospettive – il punto di vista del fisiatra Maurizio Massucci UO Centro Ospedaliero Riabilitazione."— Transcript della presentazione:

1 Riabilitazione dorgano e specialistica: attualità e prospettive – il punto di vista del fisiatra Maurizio Massucci UO Centro Ospedaliero Riabilitazione Intensiva Passignano sul Trasimeno (Pg) – ASL 2 dellUmbria

2 Argomenti Modello concettuale di riferimento Il team Lassessment Gli interventi Il peso della comorbilità cardiorespiratoria

3 Un intervento basato sullevidenza, multidisciplinare ed onnicomprensivo (comprehensive), per Pazienti affetti da patologie respiratorie croniche con presenza di sintomi e che spesso presentano una diminuita capacità nelle loro attività quotidiane. Il trattamento riabilitativo del Paziente è integrato e personalizzato ed ha come obiettivo la riduzione dei sintomi e lottimizzazione del suo stato funzionale tramite lincremento della sua partecipazione sociale e la riduzione dei costi sanitari stabilizzando o facendo regredire le manifestazioni sistemiche della patologia Am J Respir Crit Care Med 2006;173:

4 Funzionamento, Contesto & Riabilitazione Persona Ambiente Ambiente Esperienza Necessità di un linguaggio comune

5 IL MODELLO BIO-PSICO-SOCIALE NELLICF (WHO, 2001) Condizione di salute (malattia/disturbo) Fattori ambientali Fattori personali Funzioni & Strutture corporee (menomazione) Attività (limitazione) Partecipazione (restrizione)

6 ICF e riabilitazione Based on the ICF, rehabilitation can be defined as the health strategy that aims to enable people with health conditions experiencing or likely to experience disability to achieve optimal functioning in interaction with the environment Stucki g, J Rehabil Med 2004;

7 Condizione di salute (malattia/disturbo) Fattori ambientali Fattori personali Funzioni & Strutture corporee (menomazione) Attività (limitazione) Partecipazione (restrizione) Approccio biologico vs. comprehensive

8 ICF Fornisce un linguaggio comune Analizza e scompone la complessità Crea un profilo del funzionamento della persona Crea sintesi aspetti bio-patologici, individuali ed ambientali Organizza losservazione nel team Da un ordine possibile agli strumenti di misura Guida il progetto riabilitativo

9 Neurologica Ortopedica Respiratoria Cardiologica Oncologica Metabolica Odontoiatrica ….

10 Argomenti Modello concettuale di riferimento Il team Lassessment Gli interventi Il peso della comorbilità cardiorespiratoria

11 Tre punti fondamentali 1. Multidisciplinary: Pulmonary rehabilitation programs utilize expertise from various healthcare disciplines that is integrated into a comprehensive, cohesive program tailored to the needs of each patient. 2. Individual: Patients with disabling lung disease require individual assessment of needs, individual attention, and a program designed to meet realistic individual goals. 3. Attention to physical and social function: To be successful, pulmonary rehabilitation pays attention to psychological, emotional, and social problems as well as physical disability, and helps to optimize medical therapy to improve lung function and exercise tolerance. Chest 2007;131:4S-42S

12 Il team The interdisciplinary team of health-care professionals in pulmonary rehabilitation may include physicians; nurses; respiratory, physical, and occupational therapists; psychologists; exercise specialists; and/or others with appropriate expertise. The specific team make-up depends on the resources and expertise available, but usually includes at least one full-time staff member. Chest 2007;131:4S-42S

13 Medical care (classic) vs. team Tipico del reparto per acuti Difficile coordinamento di molteplici programmi dintervento Modello non efficiente in riabilitazione DeLisa, Physical Medicine &Rehabilitation, Lippincott &Wilkins 2005 Occupational Therapist Social Worker Attending Physician Other M.D. Specialists Nurse Physical Therapist

14 Team interdisciplinare metodologia Gruppo dedicato Comunicazione efficace Riunioni déquipe strutturate Coinvolgimento care giver Aggiornamento costante Strumenti: Progetto riabilitativo individuale Programmi riabilitativi

15 Health condition Environmental factors Personal factors Body functions/ Body structures Activity Participation Assessment Assignment Intervention Rehab-Cycle Evaluation Il progetto riabilitativo individuale

16 Argomenti Modello concettuale di riferimento Il team Lassessment Gli interventi Il peso della comorbilità cardiorespiratoria

17 Funzioni & strutture corporee Postura, ventilazione e perfusione Alterazione della struttura (ICF s4302; s7600 e sgg.) Cinetica inspiratoria Funzione del diaframma (ICF b4451) Funzione degli altri muscoli inspiratori (ICF b4450) Cinematica respiratoria I respiri paradossi (ICF b440) Reclutamento dei mm. accessori della respirazione (ICF b4452) Genovese P, in Trattato di Medicina Riabilitativa, 2000 (modif.)

18 Funzioni & strutture corporee per COPD Test da sforzo cardiopolmonare 6 min walk test (6MWT) – Shuttle test max pressione insp-esp alla bocca (MIP e MEP) - forza muscolare (dinamometria) Picco di flusso espiratorio Picco di flusso espiratorio durante la tosse Emogasanalisi arteriosa Spirometria MRC, BDI & TDI, Borg, VAS Valutazione nutrizionale Valutazione psicologica Polisonnografia Cieza A, J Rehabil Med 2004;suppl.44:94-99

19 Attività e partecipazione per COPD Chronic Respiratory Questionnaire (CRQ) St George Respiratory Questionnaire (SGRQ) Maugeri Foundation Respiratory Failure Questionnaire (MRF-28) …… Cieza A, J Rehabil Med 2004;suppl.44:94-99

20 Il contesto ambientale e COPD ? Cieza A, J Rehabil Med 2004;suppl.44:94-99

21 Argomenti Modello concettuale di riferimento Il team Lassessment Gli interventi Il peso della comorbilità cardiorespiratoria

22 RR nella BPCO

23 Programmi riabilitativi: grado di efficacia Migliora la tolleranza allesercizio fisico A Riduce la percezione della dispnea A Migliora la QoL A Riduce n° ospedalizzazioni e gg degenza A Riduce ansia e depressione associate A

24 Questioni aperte Non occorrono ulteriori RCT per dimostrare lefficacia dei programmi di RR vs. usual care per la BPCO Rimangono tuttavia ancora incerti Le componenti essenziali della RR Lunghezza ideale trattamento Intensità del training Quanto a lungo persistono gli effetti del trattamento Lacasse Y, EJPMR 2007;43:475-85

25 The essential components of PR include behaviour change, patients self management and prescricptive exercise Ambrosino N, Respir Med 2008,102:suppl 1: S17-26

26 Self management & behaviour change Nici L, Am J Respir Crit Care Med 2006;173:

27 Argomenti Modello concettuale di riferimento Il team Lassessment Gli interventi Il peso della comorbilità cardiorespiratoria

28 Peso dei problemi cardiorespiratori nei reparti di riabilitazione Limpatto della comorbilità cardiorespiratoria in riabilitazione ospedaliera: il risultato di unindagine italiana. (37 ° Congresso Nazionale SIMFER, Campobasso )

29 Reparti & soggetti 17 reparti 17 reparti 990 PAZIENTI 990 PAZIENTI 11 R.I. (cod 56) 11 R.I. (cod 56) 3 R.E. (cod 60) 3 R.E. (cod 60) 3 ALTA SPEC 3 ALTA SPEC 559 (62)% com. cardioresp. 559 (62)% com. cardioresp. Caratteristiche dei soggetti Comorb. cardiovascolare54% Comorb. respiratoria46% LOS pz con comorb. (M)46,55 gg LOS pz senza comorb. (M)37,26 gg Trasf. pz con comorb. (M)8,62% Trasf. pz senza comorb. (M)2,44% Recupero abbastanza soddisfacente 75%

30 Frequenza delle comorbilità

31 FIM I neuro-comorbilità sì vs. no 1: sì comorbilità 2: no comorbilità P = 0,048908

32 FIM D neuro-comorbilità sì vs. no 1: sì comorbilità 2: no comorbilità P = N.S.

33 Conclusioni Lefficacia della Riabilitazione nel migliorare la disabilità respiratoria nel paziente con BPCO è indiscussa LICF costituisce un valore aggiunto per organizzare lassessment ed il progetto riabilitativo anche in RR Un team interprofessionale strutturato e ben organizzato è cruciale Per il futuro può essere importante approfondire lo studio di misure di outcome relative alla partecipazione La disabilità cardiorespiratoria concorre a determinare la complessità del paziente in Riabilitazione

34 Perugia, 12 Novembre 2008


Scaricare ppt "Riabilitazione dorgano e specialistica: attualità e prospettive – il punto di vista del fisiatra Maurizio Massucci UO Centro Ospedaliero Riabilitazione."

Presentazioni simili


Annunci Google