La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Accanimento terapeutico Definizione etico - clinica Reggio Emilia 18 aprile 2008 Giovanni Zaninetta Giovanni ZaninettaS.I.C.P. Hospice Domus Salutis, Brescia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Accanimento terapeutico Definizione etico - clinica Reggio Emilia 18 aprile 2008 Giovanni Zaninetta Giovanni ZaninettaS.I.C.P. Hospice Domus Salutis, Brescia."— Transcript della presentazione:

1 Accanimento terapeutico Definizione etico - clinica Reggio Emilia 18 aprile 2008 Giovanni Zaninetta Giovanni ZaninettaS.I.C.P. Hospice Domus Salutis, Brescia

2 Accanimento terapeutico Tradizionalmente si individuano gli estremi della questione etica nellaccanimento terapeutico (meglio definibile come ostinazione terapeutica o overtreatment) e nellanticipazione della morte (di solito definita eutanasia)

3 Accanimento terapeutico In realtà lalternativa che usualmente si pone al paziente terminale (oncologico e non oncologico) è tra ostinazione diagnostico-terapeutica ed abbandono terapeutico

4 Accanimento terapeutico Nessun medico è disposto ad ammettere di praticare laccanimento diagnostico terapeutico ma esso è sotto gli occhi di tutti (insieme allabbandono terapeutico)

5 Accanimento terapeutico La linea di confine tra laccanimento terapeutico e la corretta terapia passa attraverso un giudizio etico e clinico che tenga conto della complessa realtà del malato cronico in fase avanzata e terminale

6 Accanimento terapeutico I criteri che caratterizzano laccanimento terapeutico Inutilità o inefficacia delle cure Inutilità o inefficacia delle cure Penosità o gravosità per il malato Penosità o gravosità per il malato Eccezionalità degli interventi Eccezionalità degli interventi

7 Eccezionalità degli interventi Per stabilire leccezionalità dellintervento in passato era comune luso dei termini mezzi ordinari e mezzi straordinari

8 Proporzionalità delle cure Più correttamente oggi si utilizza il concetto di proporzionalità delle cure

9 Proporzionalità delle cure Quali le differenze?

10 Proporzionalità delle cure Ordinarietà e straordinarietà sono concetti centrati esclusivamente sul mezzo terapeutico Ordinarietà e straordinarietà sono concetti centrati esclusivamente sul mezzo terapeutico

11 Proporzionalità delle cure Proporzionalità e non proporzionalità sono giudizi che derivano da un rapporto tra il mezzo terapeutico ed il malato a cui esso è applicato Proporzionalità e non proporzionalità sono giudizi che derivano da un rapporto tra il mezzo terapeutico ed il malato a cui esso è applicato

12 Proporzionalità delle cure Può essere relativamente facile praticare cure palliative quando il malato è stato identificato come in fase avanzata: però non sembra mai il momento giusto per farlo

13 Orientamenti terapeutici nella malattia avanzata FASEOBIETT. PRIMARIO MISURE DI SUPPORTO ALIMENT. ARTIF. IDRATA ZIONE CURATIVA SOPRAV- VIVENZA SI PALLIATIVA QUALITÀ DI VITA SOLO PER MIGLIORA- RE LA QUALITÀ DI VITA SI TERMINALE (GIORNI) QUALITÀ DI VITA NO SI/NO

14 Quali allora le opzioni etiche? Non esiste aprioristicamente un limite alle cure un limite alle cure

15 Proporzionalità delle cure È doveroso individuare con buona precisione la fase terminale comportandosi coerentemente È doveroso individuare con buona precisione la fase terminale comportandosi coerentemente

16 Proporzionalità delle cure Attraverso lattenzione quotidiana alla futilità terapeutica Attraverso lattenzione quotidiana alla futilità terapeutica Attraverso lattenzione quotidiana alla futilità diagnostica Attraverso lattenzione quotidiana alla futilità diagnostica

17 Proporzionalità delle cure Attraverso la proporzione tra qualità e quantità delle cure e i risultati attesi in termini di qualità di vita e di rispetto della libertà del paziente Attraverso la proporzione tra qualità e quantità delle cure e i risultati attesi in termini di qualità di vita e di rispetto della libertà del paziente

18 Il fanatismo (laccanimento terapeutico) è un dubbio ipercompensato C.G. Jung

19 Il fanatismo (laccanimento terapeutico) consiste nel raddoppiare gli sforzi quando si è dimenticato lobiettivo G. Santayana

20 Per concludere Per prendersi cura in modo appropriato della persona morente è indispensabile raggiungere un equilibrio clinico ed etico che rappresenta lessenza più vera delle cure palliative


Scaricare ppt "Accanimento terapeutico Definizione etico - clinica Reggio Emilia 18 aprile 2008 Giovanni Zaninetta Giovanni ZaninettaS.I.C.P. Hospice Domus Salutis, Brescia."

Presentazioni simili


Annunci Google