La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I principali programmi di finanziamento della Commissione europea di interesse per gli enti locali Daniela Lanzotti - IPE Modena.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I principali programmi di finanziamento della Commissione europea di interesse per gli enti locali Daniela Lanzotti - IPE Modena."— Transcript della presentazione:

1 I principali programmi di finanziamento della Commissione europea di interesse per gli enti locali Daniela Lanzotti - IPE Modena

2 Ambiente e Territorio Life III (Life ) Lotta allinquinamento marino Sostegno alle ONG attive in campo ambientale Cooperazione per lo sviluppo sostenibile dellambiente urbano Programma dazione in materia di protezione civile , prorogato al 2006 SMAP n.d. INTERREG

3 Finanziamenti comunitari per gli enti locali LIFE III Obiettivi - contribuire allo sviluppo di una politica comunitaria in campo ambientale - integrare la politica ambientale in tutte le politiche comunitarie Stanziamento: Stanziamento: di euro Durata: Durata: Destinatari: Destinatari: enti pubblici e privati attivi nel settore della salvaguardia dellambiente

4 Finanziamenti comunitari per gli enti locali LIFE PLUS La Commissione europea ha proposto listituzione del Programma LIFE PLUS che partirà nel 2007 e si concluderà nel 2013 e disporrà di uno stanziamento di oltre 2 miliardi di euro. LIFE PLUS

5 Le iniziative comunitarie Interreg Obiettivi - Rafforzare la coesione economica e sociale dellUE, promuovendo la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale sia tra gli Stati membri, sia tra questi e i Paesi terzi - Superare lostacolo economico, sociale e culturale delle frontiere al fine di promuovere uno sviluppo equilibrato del territorio europeo e di rafforzare lintegrazione europeaFinanziamento Di norma, contributo comunitario fino al 75% nelle regioni obiettivo 1 e fino al 50% nelle altre Finanziato dal FESR Siti utili: Tutte le informazioni sul programma Interreg III, con la possibilità di consultare le cartine delle varie zone, sono reperibili ai siti

6 Cultura Cultura Cultura 2007 (proposta) Media Plus Media 2007 (proposta) Promozione della cittadinanza europea attiva (comprendente i gemellaggi di città) Sostegno agli organismi attivi nel settore della cultura

7 CULTURA 2000 Obiettivi 1. Promuovere il dialogo culturale e la conoscenza reciproca della cultura e della storia dei popoli europei 2. Valorizzare il patrimonio culturale comune di rilevanza europea, anche in termini di conservazione e salvaguardia 3. Favorire la diffusione transnazionale della cultura e delle opere, la circolazione degli artisti, degli autori e degli operatori culturali 4. Valorizzare la diversità culturale e lo sviluppo di nuove forme di espressione culturale Cultura

8 Obiettivi 5. Considerare la cultura come fattore di integrazione sociale e di sviluppo socioeconomico 6. Promuovere il dialogo interculturale e lo scambio tra culture europee e non europee 7. Migliorare laccesso e aumentare la partecipazione alla cultura del maggior numero possibile di cittadini europei, con particolare attenzione ai giovani e alle categorie svantaggiate Cultura CULTURA 2000

9 Durata del programma: Durata del programma: Stati eleggibili: Stati eleggibili: Paesi UE, SEE, PECO, Cipro Tipologie di progetti: 1. Azioni specifiche, innovative o sperimentali 2. Azioni integrate allinterno di accordi di cooperazione culturale strutturati e pluriennali 3. Azioni di grande rilievo con una risonanza europea o internazionale Cultura

10 CULTURA 2000 Azioni specifiche, innovative o sperimentali Caratteristiche dei progetti - cooperazione fra almeno 3 operatori culturali di Stati diversi - durata annuale - carattere innovativo e sperimentale Cultura

11 CULTURA 2000 Azioni specifiche, innovative o sperimentali Temi - promozione e salvaguardia del patrimonio culturale dimportanza europea - sostegno allemergere di nuove forme di espressione culturale - maggiore accesso dei cittadini alla cultura - creazione di strumenti multimediali e uso delle TIC per eventi culturali - diffusione della cultura europea nei Paesi terzi - maggiore accesso ai libri e formazione degli operatori del settore letterario Cultura

12 CULTURA 2000 Accordi di cooperazione culturale strutturati e pluriennali Caratteristiche dei progetti - accordi di cooperazione culturale di durata massima di tre anni per la creazione e il sostegno di reti culturali europee - messa in rete di operatori culturali di almeno 5 Stati

13 CULTURA 2000 Accordi di cooperazione culturale strutturati e pluriennali Temi - coproduzioni e circolazione di opere - perfezionamento e mobilità degli operatori culturali - uso delle nuove tecnologie - valorizzazione della diversità culturale e del multilinguismo - perfezionamento degli artisti - sensibilizzazione del pubblico su temi culturali di rilevanza europea (seminari, incontri)

14 CulturaGemellaggi fra città Obiettivi - favorire manifestazioni ed azioni che contribuiscano al ravvicinamento dei popoli e al rafforzamento della coscienza europea - migliorare il dialogo tra i cittadini dellUnione europea - sensibilizzare alle differenze esistenti e ai valori comuni - favorire gli scambi di esperienze - sostenere le competenze degli operatori responsabili dei gemellaggi

15 CulturaGemellaggi fra città Azioni: 1) Incontri fra cittadini Organizzazione di incontri a carattere educativo su temi di attualità europea Sarà data preferenza agli incontri: - a cui partecipano Comuni dei Paesi candidati alladesione - relativi alla preparazione e conclusione di nuovi gemellaggi - fra città e comuni gemellati considerati svantaggiati per la loro posizione geografica (siti in zona periferica o insulare, molto distanti fra loro, in ritardo di sviluppo)

16 Cultura Gemellaggi fra città - a cui partecipano Comuni con meno di abitanti - multilaterali - a cui prendono parte i giovani o le persone appartenenti a categorie socialmente svantaggiate Destinatari: Comuni dei Paesi UE e dei Candidati Finanziamento: da a , finanziamento di carattere forfettario

17 CulturaGemellaggi fra città 2) Conferenze sui temi europei e seminari di formazione e informazione dei responsabili dei gemellaggi Sarà data priorità ai progetti che si riferiscono a: - conferenze tematiche in cui partecipano o i Comuni di Paesi candidati o più Comuni gemellati - seminari di formazione relativi a uno dei seguenti temi: teoria e pratica del gemellaggio impatto del gemellaggio sulla cittadinanza europea raffronto fra le attività connesse al gemellaggio nei vari Paesi

18 CulturaGemellaggi fra città cooperazione transnazionale fra Comuni su scala europea strutture amministrative e attribuzioni delle autorità locali nellambito europeo Destinatari: enti locali e regionali, federazioni e associazioni di enti locali degli Stati UE e dei Paesi candidati alladesione Finanziamento: da a , fino al 50%

19 Cultura Gemellaggi fra città Stati eleggibili Paesi UE, SEE e candidati alladesione, ad eccezione di Bulgaria, Romania e Turchia. Scadenza Scadenza : scaduto l1/6/2004 per le azioni che iniziano tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2004.

20 FormazioneObiettivi - Sostenere gli operatori del settore audiovisivo europeo, migliorando le loro competenze e la loro formazione professionale - Incoraggiare la cooperazione e gli scambi di know- how tra gli operatoriAzioni Organizzazione di moduli di formazione e scambi tra operatori e formatori, con lobiettivo di sostenere i professionisti dellaudiovisivo nel settore delle nuove tecnologie, nella gestione economica, finanziaria e commerciale delle produzioni, nellapprendimento delle tecniche di scrittura di sceneggiature Media Plus

21 Sviluppo, distribuzione e promozione SviluppoObiettivi - Promuovere lo sviluppo di progetti di produzione presentati da imprese indipendenti, destinati al mercato europeo e internazionale e che possibilmente utilizzino le nuove tecnologieAzioni Pacchetti di progetti e singoli progetti di produzione nei campi dellanimazione, dei documentari, della fiction e del multimediale Media Plus

22 DistribuzioneObiettivi - Rafforzare il settore della distribuzione europea in campo cinematografico, televisivo e su supporti destinati alluso privato - Favorire la diffusione transnazionale e europea dei film europei non nazionaliAzioni - Sostegno alla diffusione di opere cinematografiche europee al di fuori del loro territorio di produzione anche su supporti ad uso privato e ad alta componente tecnologica - Impulso alla diffusione di programmi televisivi prodotti in Europa

23 Media Plus PromozioneObiettivi - Promuovere la circolazione nel mondo e in Europa di opere audiovisive e cinematografiche europee nel quadro di manifestazioni commerciali, mercati professionali e festivalAzioni - attività di sostegno per migliorare le condizioni di accesso dei professionisti alle manifestazioni commerciali e ai mercati audiovisivi - sostegno ai festival dellaudiovisivo che abbiamo in programma opere europee Durata: Durata: (proposta di proroga al 2006)

24 Economia,FormazioneeOccupazioneEnergiaGiovani Fondi strutturali (in particolare, Art. 6 del FSE) Leonardo II Misure volte a incentivare loccupazione Equal Sostegno alla politica dei consumatori PROGRESS: programma integrato per loccupazione solidarietà sociale (proposta) Energia Intelligente - Europa Gioventù Leonardo II Socrate II (Comenius, Erasmus, Grundtvig, Lingua, Minerva) Gioventù in azione (proposta)

25 Istruzione e Formazione SOCRATE Obiettivi: - rafforzare la dimensione europea dellistruzione - promuovere il miglioramento della conoscenza delle lingue dellUnione europea - promuovere la cooperazione e la mobilità nel settore dellistruzione, attraverso scambi fra istituti, insegnamento a distanza, maggiore riconoscimento dei diplomi e dei periodi di studio, maggiore scambio di informazioni - incoraggiare le innovazioni nelle prassi e nel materiale didattico, in particolare grazie alle TIC

26 Istruzione e Formazione LEONARDO DA VINCI DA VINCIObiettivi: - promuovere le competenze, in particolare dei giovani, nella formazione professionale iniziale a tutti i livelli - migliorare la qualità della formazione professionale continua - rafforzare il contributo della formazione professionale al processo innovativo, al fine di migliorare la competitività e l'imprenditorialità Durata: Durata:

27 Energia intelligente - Europa Obiettivo Contribuire allattuazione della strategia energetica comunitaria ed in particolare: - aumentare la sicurezza dellapprovvigionamento energetico - aumentare la competitività del mercato europeo dellenergia - garantire una maggiore tutela dellambiente Durata: Durata:

28 Settori - SAVE: relativo al miglioramento dellefficienza energetica e della gestione della domanda, in particolare nei settori delledilizia e dellindustria - ALTENER: concerne la promozione delle energie nuove e rinnovabili e la loro integrazione nellambiente urbano Energia intelligente - Europa

29 Settori - STEER: sostiene iniziative relative agli aspetti energetici dei trasporti (diversificazione dei carburanti, promozione dei carburanti di origine rinnovabile e dellefficienza energetica nei trasporti, ecc.) - COOPENER: si riferisce a misure di promozione delle energie rinnovabili e che contribuiscono all efficienza energetica nei Paesi in via di viluppo Energia intelligente - Europa

30 Istruzione Società dell informazione Socrate II (Comenius, Erasmus, Grundtvig, Lingua, Minerva) Leonardo II eLearning Sostegno agli organismi operanti nel settore dellistruzione e formazione Programma integrato istruzione e formazione (proposta) eContent eContentplus (proposta) Uso sicuro di Internet

31 Finanziamenti comunitari per gli enti locali Obiettivi - Creare le condizioni per un accesso più ampio ai contenuti digitali, per un loro maggiore utilizzo e per una loro più alta redditività. - Favorire il miglioramento della qualità e promuovere le migliori pratiche in materia di contenuti digitali, sia tra fornitori e utenti dei contenuti, sia fra differenti settori. - Rafforzare la cooperazione tra i soggetti attivi nel campo dei contenuti digitali e la loro sensibilizzazione. eCONTENT plus

32 Finanziamenti comunitari per gli enti locali Settori di intervento Settori di intervento A) Promozione dellaccesso ai contenuti digitali, a livello comunitario, e loro relativo uso B) Maggiore qualità dei contenuti web e sostegno alla diffusione delle prassi migliori relative ai contenuti digitali sia tra i fornitori e utenti, sia a livello intersettoriale. C) Potenziamento della cooperazione tra soggetti attivi nel settore dei contenuti digitali e loro sensibilizzazione Durata: Durata: eCONTENT plus

33 Trasporti e Mobilità Ricerca e sviluppo Sanità Marco Polo Energia Intelligente - Europa (Steer) Premio europeo settimana della mobilità n.d. (no infrastrutture) VI PQ Programma dazione comunitario nel campo della sanità pubblica

34 Finanziamenti comunitari per gli enti locali Il VI PQ ( ) è il più importante strumento di finanziamento promosso dallUnione europea nel campo della ricerca e sviluppo tecnologico ed è indirizzato prioritariamente al mondo accademico, agli istituti di ricerca e alle imprese Allinterno del programma specifico Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca, sono presenti le priorità e i temi su cui è possibile presentare progetti LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE PMI

35 Finanziamenti comunitari per gli enti locali Obiettivo Rafforzare lintegrazione della ricerca in Europa, privilegiando: la promozione della strategia dello sviluppo sostenibile, la mobilità dei ricercatori, linnovazione, le esigenze delle PMI e lincentivazione della loro partecipazione, le attività di cooperazione internazionale con Paesi terzi e le organizzazioni internazionali LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE PMI

36 Finanziamenti comunitari per gli enti locali Aree tematiche prioritarie di ricerca 1) Scienze della vita, genomica e biotecnologie per la salute 2) Tecnologie per la Società dellinformazione 3) Nanotecnologie e nanoscienze, materiali multifunzionali basati sulla conoscenza e nuovi processi e dispositivi di produzione 4) Aeronautica e spazio 5) Sicurezza e qualità dei prodotti alimentari 6) Sviluppo sostenibile, cambiamento globale ed ecosistemi LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE PMI

37 Finanziamenti comunitari per gli enti locali Aree tematiche prioritarie di ricerca 7) Cittadini e Governance nella società della conoscenza Attività specifiche concernenti un settore di ricerca più ampio 1) Sostegno politico e anticipazione delle esigenze scientifiche e tecnologiche 2) Attività orizzontali concernenti le PMI 3) Misure specifiche a favore della cooperazione internazionale LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE PMI

38 Obiettivi - Migliorare linformazione e le conoscenze necessarie allo sviluppo della sanità pubblica - Accrescere la capacità di reagire rapidamente ed in modo coordinato alle minacce che incombono sulla salute - Promuovere la salute e prevenire le malattie, incidendo sui determinanti sanitari (ossia i fattori che influiscono sulla salute dei cittadini europei) in tutte le politiche e le iniziative promosse Programma dazione comunitario nel campo della sanità pubblica

39 Obiettivi - Lottare per una maggiore parità allinterno dellUnione nella fruizione del sistema sanitario, allo scopo di eliminare gli squilibri esistenti allinterno dei singoli Paesi e tra gli Stati membri - Incoraggiare la cooperazione tra gli Stati membri nei settori contemplati dallarticolo152 del Trattato, vale a dire: miglioramento della sanità pubblica; prevenzione delle malattie ed affezioni; eliminazione delle fonti di pericolo per la salute umana Programma dazione comunitario nel campo della sanità pubblica

40 Pari opportunità Discriminazioneedemarginazionesociale Pari opportunità , prorogato al 2006 EQUAL (???) DAFNE II Programma di lotta alla discriminazione sociale Programma di lotta allemarginazione sociale PROGRESS: programma integrato per loccupazione solidarietà sociale (proposta)

41 Misure a favore delle donneDAFNEObiettivi - Prevenire e lottare contro la violenza nei confronti di bambini, adolescenti e donne - Assistere ed incoraggiare le ONG e le altre organizzazioni attive nel settore Destinatari: Destinatari: autorità locali, dipartimenti universitari, centri di ricerca, ONG attive nel settore della lotta alla violenza contro i bambini, i giovani e le donne Stati eleggibili: Stati eleggibili: Stati membri, SEE e candidati alladesione Durata: Durata:

42 Misure a favore delle donneDAFNEAzioni 1 - Azioni transnazionali scambio di esperienze e buone pratiche, studi, definizione di metodologie, creazione di reti, attività di formazione degli operatori, azioni di sensibilizzazione 2 - Misure complementari diffusione dei risultati dei progetti, organizzazione di eventi, seminari, ecc.

43 Misure a favore delle donne PARIOPPORTUNITÀObiettivi: - Promuovere e diffondere i valori e le pratiche che sono alla base della parità tra i sessi - Promuovere la comprensione dei temi connessi alla discriminazione tra i sessi, e valutare lefficacia delle politiche e delle pratiche adottate - Sostenere e potenziare le capacità dei soggetti impegnati nella lotta per laffermazione della parità tra i sessi (parti sociali, ONG, ecc.), attraverso lo scambio di informazioni/buone pratiche e listituzione di reti a livello comunitario Misure a favore delle donne

44 PARIOPPORTUNITÀAzioni: - azioni di sensibilizzazione - analisi e valutazione dei fattori e delle politiche connesse alla parità tra uomini e donne - cooperazione transnazionale tra i soggetti chiave nella lotta per laffermazione delle pari opportunità, attraverso listituzione di reti e lo scambio di esperienze Durata: Durata: Misure a favore delle donne

45 PARI PARIOPPORTUNITÀ Settori di intervento: - Parità nella vita economica: lotta alle disparità legate al mercato del lavoro, riduzione del tasso di disoccupazione delle donne - Parità di partecipazione e rappresentanza: per promuovere il ruolo delle donne nelle sfere decisionali del mondo politico, economico e sociale - Diritti sociali: per migliorare lapplicazione della legislazione comunitaria in materia di congedo parentale, protezione della maternità e orario di lavoro - Lotta alla violenza e alla tratta delle donne - Lotta alle immagini stereotipate delluomo e della donna nellistruzione, nella cultura, ecc. Misure a favore delle donne

46 Obiettivi - Migliorare la conoscenza e la comprensione della situazione degli Stati membri e dei Paesi partecipanti al programma, attraverso lanalisi, la valutazione e lattento controllo delle politiche. - Sviluppare nuovi strumenti, metodologie statistiche e indicatori comuni nei 5 settori contemplati dalla presente iniziativa. PROGRESS: proposta di programma

47 - Sostenere lattuazione della legislazione e delle strategie comunitarie di settore nei Paesi membri, valutandone limpatto a livello nazionale. - Promuovere la creazione di reti, lapprendimento reciproco, lidentificazione e la diffusione delle buone prassi a livello comunitario. - Sensibilizzare le parti interessate e lopinione pubblica verso le politiche comunitarie adottate allinterno dei 5 settori di seguito presentati. - Migliorare la capacità delle principali reti europee nel promuovere e sostenere le strategie comunitarie. PROGRESS: proposta di programma

48 Settori di intervento Occupazione Protezione sociale e integrazione Condizioni di lavoro Diversità e lotta contro la discriminazione Parità uomini - donne

49 Giustizia e affari interni Dafne II Agis Fondo europeo per i rifugiati: proposta di programma INTI - Integrazione delle persone provenienti dai paesi terzi n.d. AENEAS: programma del settore immigrazione e asilo

50 Cooperazione interregionale e internazionale Promozione della cittadinanza europea attiva (comprendente i gemellaggi di città) Interreg Alfa Al-Invest Urb-Al Asia-Invest n.d. Asia TIC n.d. Asia Link Asia Pro Eco Asia-Urbs Meda EuroMed Heritage Prog. Euromediterraneo per la gioventù CARDS Phare Tacis Tempus Programmi a favore dei PVS Cooperazione UE - USA e UE - Canada nel settore dellistruzione superiore e della formazione professionale Erasmus World Coop. UE - USA e UE/Canada nel settore dellistr. superiore e della formazione prof

51 Sovvenzioni dellUnione europea:

52 Sovvenzioni dellUnione europea: ricerca per tema

53 Sovvenzioni dellUnione europea: ricerca per Direzione generale


Scaricare ppt "I principali programmi di finanziamento della Commissione europea di interesse per gli enti locali Daniela Lanzotti - IPE Modena."

Presentazioni simili


Annunci Google