La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rimini, 10-11 febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 1 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rimini, 10-11 febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 1 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA."— Transcript della presentazione:

1 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 1 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Relatore Dr. Alessandro RAMPA Segretario Sindacale Nazionale ANMDO Slide a cura di : Dr. G. Schirripa Direttivo Nazionale Sindacale ANMDO

2 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 2 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 25 La verifica e valutazione dei dirigenti La valutazione dei dirigenti è diretta alla verifica del livello di raggiungimento degli obiettivi assegnati e della professionalità espressa - è caratteristica essenziale ed ordinaria del loro rapporto di lavoro.

3 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 3 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 25 La verifica e valutazione dei dirigenti La valutazione avviene annualmente ed al termine dellincarico o, comunque, per le altre finalità indicate nellart. 26.

4 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 4 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 25 La verifica e valutazione dei dirigenti I risultati finali della valutazione annuale ed al termine dellincarico effettuata dai competenti organismi di verifica sono riportati nel fascicolo personale. Tutti i giudizi definitivi conseguiti dai dirigenti annualmente per le finalità previste dallart. 26, comma 3, lettere a) e b) sono parte integrante degli elementi di valutazione delle aziende ed enti per la conferma o il conferimento di qualsiasi tipo di incarico o per lacquisizione degli altri benefici previsti dallart. 26, comma 2.

5 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 5 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 25 La verifica e valutazione dei dirigenti Le procedure di valutazione del comma 4 devono essere improntate ai seguenti principi: a) trasparenza dei criteri usati, oggettività delle metodologie adottate ed obbligo di motivazione della valutazione espressa; b) informazione adeguata e partecipazione del valutato, anche attraverso la comunicazione ed il contraddittorio nella valutazione di I e II istanza; c) diretta conoscenza dellattività del valutato da parte del soggetto che, in prima istanza, effettua la proposta di valutazione sulla quale lorganismo di verifica è chiamato a pronunciarsi;

6 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 6 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 26 Organismi per la verifica e valutazione dei risultati e delle attività dei dirigenti Gli organismi preposti alla verifica e valutazione dei dirigenti sono: a) il Collegio tecnico; b) il Nucleo di valutazione;

7 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 7 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 26 Organismi per la verifica e valutazione dei risultati e delle attività dei dirigenti COLLEGIO TECNICO procede alla verifica e valutazione: a) di tutti i dirigenti alla scadenza dellincarico loro conferito in relazione alle attività professionali svolte ed ai risultati raggiunti; b) dei dirigenti di nuova assunzione al termine del primo quinquennio di servizio; c) dei dirigenti che raggiungono lesperienza professionale ultraquinquennale in relazione allindennità di esclusività.

8 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 8 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 26 Organismi per la verifica e valutazione dei risultati e delle attività dei dirigenti NUCLEO DI VALUTAZIONE procede alla verifica e valutazione annuale: a) dei risultati di gestione del dirigente di struttura complessa e di struttura semplice; b) dei risultati raggiunti da tutti i dirigenti in relazione agli obiettivi affidati, anche ai fini dellattribuzione della retribuzione di risultato.

9 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 9 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 27 Valutazione annuale da parte del NUCLEO DI VALUTAZIONE Per i dirigenti di struttura complessa e di struttura semplice: a) la gestione del budget finanziario formalmente affidato e delle risorse umane e strumentali effettivamente assegnate in relazione agli obiettivi concordati e risultati conseguiti; b) ogni altra funzione gestionale espressamente delegata in base allatto aziendale; c) lefficacia dei modelli gestionali adottati per il raggiungimento degli obiettivi annuali;

10 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 10 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Valutazione del COLLEGIO TECNICO a) Collaborazione interna e livello di partecipazione multi – professionale nellorganizzazione dipartimentale; b) livello di espletamento delle funzioni affidate nella gestione delle attività e qualità dellapporto specifico; c) risultati delle procedure di controllo con particolare riguardo allappropriatezza e qualità clinica delle prestazioni, allorientamento allutenza, alle certificazioni di qualità dei servizi; d) efficacia dei modelli organizzativi adottati per il raggiungimento degli obiettivi ;

11 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 11 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Valutazione del COLLEGIO TECNICO e) capacità dimostrata nel motivare, guidare e valutare i collaboratori e di generare un clima organizzativo favorevole alluso ottimale delle risorse, attraverso una equilibrata individuazione dei carichi di lavoro del personale, dei volumi prestazionali nonché della gestione degli istituti contrattuali; f) capacità dimostrata nel gestire e promuovere le innovazioni tecnologiche e procedimentali, in particolare per quanto riguarda il rispetto dei tempi e modalità nelle procedure di negoziazione del budget in relazione agli obiettivi affidati nonché i processi formativi e la selezione del personale;

12 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 12 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Valutazione del COLLEGIO TECNICO g) della capacità di promuovere, diffondere, gestire ed implementare linee guida, protocolli e raccomandazioni diagnostico terapeutiche aziendali; h) delle attività di ricerca clinica applicata, delle sperimentazioni, delle attività di tutoraggio formativo, della docenza universitaria e nellambito dei programmi di formazione permanente aziendale; del raggiungimento del minimo di credito formativo di cui allart. 16 ter, comma 2 del d.lgs. 502 del 1992 tenuto conto dellart. 23, commi 4 e 5;

13 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 13 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Valutazione del COLLEGIO TECNICO j) del rispetto del codice di comportamento allegato n. 1 del presente contratto, tenuto conto anche delle modalità di gestione delle responsabilità dirigenziali e dei vincoli derivanti dal rispetto dei codici deontologici.

14 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 14 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Esito positivo per i dirigenti di struttura complessa o semplice, alla scadenza dellincarico realizza la condizione per la conferma nellincarico già assegnato o per il conferimento di altro della medesima tipologia di pari o maggior rilievo gestionale ed economico. Per gli altri dirigenti realizza la condizione per la conferma o il conferimento di nuovi incarichi di pari o maggior rilievo professionale ed economico o di struttura semplice;

15 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 15 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Esito positivo per i dirigenti neo assunti, al termine del quinto anno: -la attribuzione di incarichi di natura professionale anche di alta specializzazione, di consulenza, studio e ricerca, ispettivi, di verifica e di controllo, nonché di direzione di strutture semplici; -lattribuzione dellindennità di esclusività della fascia superiore; - la rideterminazione della retribuzione di posizione minima contrattuale.

16 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 16 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 28 Esito positivo per i dirigenti che hanno già superato il quinquennio, il passaggio alla fascia superiore dellindennità di esclusività al maturare dellesperienza professionale richiesta (art. 5, comma 5 CCNL 8 giugno 2000, II biennio).

17 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 17 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 29 La valutazione negativa Laccertamento della responsabilità dirigenziale a seguito dei distinti e specifici processi di valutazione dellart. 26, comma 3, prima della formulazione del giudizio negativo, deve essere preceduto da un contraddittorio nel quale devono essere acquisite le controdeduzioni del dirigente anche assistito da una persona di fiducia.

18 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 18 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 29 La valutazione negativa Laccertamento che rilevi scostamenti rispetto agli obiettivi e compiti professionali propri dei dirigenti, come definiti a livello aziendale ed imputabili a responsabilità dirigenziale, comporta lassunzione di provvedimenti che devono essere commisurati: a) alla posizione rivestita dal dirigente nellambito aziendale; b) allentità degli scostamenti rilevati.

19 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 19 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati Per i dirigenti con incarico di direzione di struttura complessa o semplice laccertamento delle responsabilità dirigenziali rilevato dal NUCLEO DI VALUTAZIONE a seguito delle procedure di verifica annuali in base ai risultati negativi della gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa determinati dalla inosservanza delle direttive ed alloperato non conforme ai canoni può determinare:

20 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 20 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati a)perdita della retribuzione di risultato in tutto o in parte con riguardo allanno della verifica; b) la revoca dellincarico prima della sua scadenza e laffidamento di altro di valore economico inferiore a quello in atto. Ai dirigenti con incarico di direzione di struttura complessa la revoca di tale incarico comporta lattribuzione dellindennità di esclusività della fascia immediatamente inferiore nonché la perdita dellindennità di struttura complessa;

21 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 21 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati c) in caso di accertamento di responsabilità reiterata, la revoca dellincarico assegnato ai sensi del precedente punto b) ed il conferimento di uno degli incarichi ricompresi nellart. 27, comma 1, lett. c) di valore economico inferiore a quello revocato, fatta salva lapplicazione del comma 5;

22 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 22 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati Per i dirigenti cui siano conferiti incarichi di natura professionale anche di alta specializzazione, di consulenza, di studio, e ricerca, ispettivi, di verifica e di controllo, previo esperimento delle procedure dellart. 29, laccertamento delle responsabilità dirigenziali dovuto allinosservanza delle direttive ed alloperato non conforme ai canoni dellart. 27, comma 1 punto 2, può determinare: a) perdita, in tutto o in parte, della retribuzione di risultato con riguardo allanno della verifica; b) la revoca anticipata dellincarico e laffidamento di altro tra quelli previsti dallart. 27, del CCNL 8 giugno 2000, di valore economico inferiore a quello in atto con le procedure del comma 4;

23 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 23 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati b) la revoca anticipata dellincarico e laffidamento di altro tra quelli previsti dallart. 27, del CCNL 8 giugno 2000, di valore economico inferiore a quello in atto con le procedure del comma 4; c) in caso di responsabilità reiterata, ulteriore applicazione del punto b), fatta salva lapplicazione del comma 5.

24 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 24 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati Per i dirigenti cui siano conferiti incarichi di natura professionale conferibili ai dirigenti con meno di cinque anni di attività, previo esperimento delle procedure dellart. 29, laccertamento delle responsabilità dirigenziali, dovuto allinosservanza delle direttive ed alloperato non conforme ai canoni dellart. 27 può determinare la perdita, in tutto o in parte, della retribuzione di risultato con riguardo allanno della verifica.

25 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 25 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati Lazienda o ente può disporre la revoca dellincarico prima della sua scadenza, mediante anticipazione della verifica e valutazione da parte del Collegio tecnico, solo a partire dalla seconda valutazione negativa consecutiva. Nellattribuzione di un incarico di minor valore economico è fatta salva la componente fissa della retribuzione di posizione minima contrattuale.

26 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 26 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 30 Effetti della valutazione NEGATIVA dei risultati La responsabilità dirigenziale per reiterati risultati negativi accertata con le procedure di cui ai commi precedenti e fondata su elementi di particolare gravità, può costituire giusta causa di recesso da parte dellazienda nei confronti di tutti i dirigenti destinatari del presente articolo.

27 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 27 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 31 Effetti della valutazione negativa da parte del Collegio Tecnico delle attività professionali svolte e dei risultati raggiunti sugli incarichi ed altri istituti Il dirigente di struttura complessa che non superi positivamente la verifica alla scadenza dellincarico non è confermato. Lo stesso è mantenuto in servizio con altro incarico tra quelli professionali ricompresi nellart. 27, lett. b) o c) del CCNL 8 giugno 2000, congelando contestualmente un posto vacante di dirigente. Il mantenimento in servizio comporta la perdita dellindennità di struttura complessa ove attribuita e lattribuzione dellindennità di esclusività della fascia immediatamente inferiore.

28 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 28 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 31 Effetti della valutazione negativa da parte del Collegio Tecnico delle attività professionali svolte e dei risultati raggiunti sugli incarichi ed altri istituti Nei confronti dei restanti dirigenti, compresi quelli con incarico di direzione di struttura semplice, il risultato negativo della verifica del comma 1 non consente la conferma nellincarico già affidato e comporta laffidamento di un incarico tra quelli della tipologia c) dellart. 27 del CCNL 8 giugno 2000 di minor valore economico nonché il ritardo di un anno nella attribuzione della fascia superiore dellindennità di esclusività di cui allart. 5, comma 5 del CCNL 8 giugno 2000, II biennio economico, ove da attribuire nel medesimo anno.

29 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 29 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 31 Effetti della valutazione negativa da parte del Collegio Tecnico delle attività professionali svolte e dei risultati raggiunti sugli incarichi ed altri istituti Per i dirigenti con meno di cinque anni, il risultato negativo della verifica del comma 1 al termine del quinquennio comporta il ritardo di un anno nelleventuale conferimento di un nuovo incarico tra quelli compresi nelle tipologie b) e c) dellart. 27 del CCNL 8 giugno nonché nellapplicazione degli artt. 4, comma 2 e 5, comma 5 del CCNL in pari data, relativo al II biennio.

30 Rimini, febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 30 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO Art. 31 Effetti della valutazione negativa da parte del Collegio Tecnico delle attività professionali svolte e dei risultati raggiunti sugli incarichi ed altri istituti dirigenti compresi quelli con incarico di direzione di struttura Semplice e dirigenti con meno di cinque anni, sono soggetti ad una nuova verifica lanno successivo per la eventuale rimozione degli effetti negativi della valutazione con riguardo alle indennità.


Scaricare ppt "Rimini, 10-11 febbraio 2006 FESMED II^ CONVEGNO NAZIONALE DEI FIDUCIARI E VICE- FIDUCIARI REGIONALI 1 CCNL DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA PARTE NORMATIVA."

Presentazioni simili


Annunci Google