La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Chi siamo GdG Intelligent Dish 8 studenti del 3° anno Centro di Formazione Professionale della Provincia di Treviso © 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Chi siamo GdG Intelligent Dish 8 studenti del 3° anno Centro di Formazione Professionale della Provincia di Treviso © 2011."— Transcript della presentazione:

1

2 Chi siamo GdG Intelligent Dish 8 studenti del 3° anno Centro di Formazione Professionale della Provincia di Treviso © 2011

3 GdG Intelligent Dish Giangiacomo BENEDETTI Q3T Grafici Promotore dellidea Direttore Generale GdGIntelligent Dish Giangiacomo BENEDETTI Q3T Grafici Promotore dellidea Direttore Generale GdGIntelligent Dish Sara BERTUOLA Q3T Estetista Direzione Amministrativa Sara BERTUOLA Q3T Estetista Direzione Amministrativa Davide BIANCHINI Q3T Grafici Socio Fondatore Collabora allintera gestione del progetto Davide BIANCHINI Q3T Grafici Socio Fondatore Collabora allintera gestione del progetto Michele BRESOLIN Q3T Grafici Direzione Marketing e Comunicazione Michele BRESOLIN Q3T Grafici Direzione Marketing e Comunicazione

4 © 2011 GdG Intelligent Dish © 2011 Giada LUCCHETTA Q3T Grafici Socio Fondatore Collabora allintera gestione del progetto Giada LUCCHETTA Q3T Grafici Socio Fondatore Collabora allintera gestione del progetto Riccardo TRINCA Q3T Grafici Direzione Amministrativa Riccardo TRINCA Q3T Grafici Direzione Amministrativa Serena STELLA Q3T Grafici Direzione Amministrativa Serena STELLA Q3T Grafici Direzione Amministrativa

5 Cosa stiamo facendo Progetto Leonardo Student Company 7 partners e 5 stati europei coinvolti (Italia, Slovenia, Romania, Norvegia, Lettonia) Creare unazienda scolastica allinterno della scuola, curandone tutti gli aspetti dal momento dellapertura a quello della chiusura finale © 2011

6 Obiettivi del progetto Preparare i giovani a sviluppare progetti a medio/lungo termine Fare impresa allinterno del sistema scolastico Creare unazienda reale gestita in tutte le sue fasi © 2011

7 GdG IntelligentDish Mission Grazie al nostro entusiasmo, al nostro lavoro in team e ai nostri valori, vogliamo diventare un punto di riferimento nella ideazione, realizzazione e distribuzione di prodotti per la ristorazione innovativi nel design, nei materiali e nella funzione. Vogliamo offrire soluzioni originali a tutte le aziende che, nel territorio, amano la qualità dei loro prodotti, esaltandoli mediante la presentazione in contenitori da noi ideati, attraverso le migliori tecnologie nonché l'emozione, la fantasia e il pensiero intellettuale che nascono dalla ricerca del bello. © 2011

8 La nostra idea Piattino pre-formato diviso in due settori per appoggiare contemporaneamente brioche e tazzina del caffè/cappuccino © 2011

9 Perché la nostra idea Agevolare il cliente mentre consuma la colazione Migliorare la qualità del servizio Offrire soluzioni innovative e smart Ridurre lo spreco dacqua durante il lavaggio © 2011

10 Prima… © 2011

11

12

13 Dopo… © 2011

14

15

16 Step 1 La scelta dellidea © 2011

17 Fasi di avanzamento del progetto Fine ottobre idee proposte da altrettanti gruppi di studenti 16/17 Novembre Innovation Camp con esperti che ricoprono cariche diverse in vari settori del mondo del lavoro 17 Novembre/20 dicembre Elaborazione del Business Plan di ciascuna delle 4 idee © 2011

18 Fasi di avanzamento del progetto 23 dicembre Scelta dellidea migliore da parte di una Commissione mista in base ai seguenti criteri: Grado innovazione progetto Grado di messa in essere da parte delle aziende contattate Sostenibilità economico-finanziaria del progetto Qualità del business plan Capacità dellidea di integrarsi nel tessuto economico del territorio © 2011

19 Step 2 La nascita di GdG IntelligentDish © 2011

20 La legislazione italiana non prevede la possibilità di costituire una società tra minorenni Dopo aver consultato la Camera di Commercio di TV abbiamo scelto di costituire unASSOCIAZIONE CULTURALE NO PROFIT © 2011

21 Forma giuridica associazione registrata non riconosciuta Soggetto di diritto, con autonoma rilevanza rispetto alla personalità dei singoli soci, dotato di patrimonio (eventuale) che prende il nome di fondo comune. Disciplina giuridica di riferimento: o Articolo 18 Costituzione o Articoli 36, 37, 38 del Codice civile © 2011

22 Struttura organizzativa Direzione Generale Giangiacomo Benedetti Direzione Marketing e Comunicazione Michele Bresolin Direzione Amministrativa Serena Stella Sara Bertuola Riccardo Trinca Presidente Anna Lorenzon Soci Fondatori Davide Bianchini Giada Lucchetta Lisa Missiato Mentori Carlo Ciciliot (Emo Design) Flavio Zuin (Grafiche Antiga) © 2011

23 Iter di costituzione dell'associazione Costituzione dellassociazione Richiesta ed ottenimento del codice fiscale dellassociazione Richiesta ed ottenimento della registrazione Iscrizione al REA Apertura partita IVA Trasmissione del modello EAS © 2011

24 Iscrizione al REA (Repertorio Economico Amministrativo) Dopo aver effettuato la registrazione dellassociazione in agenzia delle entrate, si procede alliscrizione al REA presso la camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio. Tale registrazione ha fini puramente statistici. Liscrizione al REA avviene tramite strumenti informatici mediante presentazione del modello di denuncia (mod. R) (allegare modello) © 2011

25 Trasmissione del modello EAS Entro 90 giorni dalla registrazione dellassociazione, si procede alla comunicazione allamministrazione tributaria dello stato dei dati, rilevanti ai fini fiscali, relativi allente associativo. La comunicazione avviene tramite presentazione del modello EAS allagenzia delle entrate. © 2011

26 Step 3 La rete commerciale © 2011

27 Obiettivi Distribuire il piattino principalmente ad aziende produttrici di caffè della zona, che lo utilizzeranno nei loro punti vendita. Individuare delle aziende disposte a produrre il piattino, sia in ceramica che in materiali eco-compatibili usa e getta.

28 © 2011 Cosa abbiamo fatto Dicembre 2010 – prima della scelta dellidea, si è contattata la Goppion Caffè per verificare il loro interesse; Gennaio 2011 – incontro con Tognana per verificare la disponibilità a produrre il piattino; Gennaio 2011 – incontro con Goppion Caffè Febbraio 2011 – Contatti telefonici con Cartinballo, azienda produttrice di materiale usa e getta eco-compatibili

29 Step 4 Il nostro logo © 2011

30 Idea iniziale Creazione di un logo stilizzato a partire dalla scritta GdG grazie al supporto di alcuni insegnanti dellarea professionale del settore grafico.

31 © 2011 MA… Carlo Ciciliot (Emo Design) uno dei nostri mentori, ci ha consigliato di fare un logo diverso, più giovane e fantasioso rispetto a quello di partenza. Nasce da pomeriggi di lavoro una nuova idea, il logo definitivo che raffigura una VOLPE. La scelta è data dal fatto che non ci identifichiamo solo con l'idea del piattino ma anche con la creazione di prodotti innovativi. VOLPE = FURBIZIA. Grazie al sostegno del grafico di Emo Design, Daniele lo abbiamo perfezionato, scegliendo il carattere, il fondino colorato, ed abbiamo predisposto il set per la corrispondenza.

32 Ora… © 2011

33 Ringraziamo gli insegnanti che ci hanno aiutato e ci hanno dato il loro sostegno nello svolgimento di unattività formativa così particolare che ci permette di sperimentare attivamente il mondo dellimprenditorialità. © 2011

34 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Chi siamo GdG Intelligent Dish 8 studenti del 3° anno Centro di Formazione Professionale della Provincia di Treviso © 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google