La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Women Ambassadors in Italy Stato dellarte del progetto. Le azioni realizzate e gli obiettivi raggiunti. Incontro conclusivo - Firenze, 20 gennaio 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Women Ambassadors in Italy Stato dellarte del progetto. Le azioni realizzate e gli obiettivi raggiunti. Incontro conclusivo - Firenze, 20 gennaio 2011."— Transcript della presentazione:

1 Women Ambassadors in Italy Stato dellarte del progetto. Le azioni realizzate e gli obiettivi raggiunti. Incontro conclusivo - Firenze, 20 gennaio 2011

2 WAI Women Ambassadors in Italy è un progetto cofinanziato dalla Direzione Generale Imprese & Industria della Commissione Europea, ammesso a finanziamento sulla Call for Proposal ENT/CIP/09/E/N08S00 – Specific Action – EU Network of Female Entrepreneurship Ambassadors.

3 WAI - Women Ambassadors in Italy Obiettivo della Call for Proposals: Contribuire allo sviluppo dellimprenditoria femminile in Europa Il Network degli Ambasciatori ispirerà le donne (comprese donne nella vita attiva e studentesse) a divenire imprenditrici e a realizzare la propria idea dimpresa. Gli Ambasciatori ispireranno fiducia nello stabilire e creare imprese di successo. Saranno modelli che incoraggeranno altre donne a divenire imprenditrici raccontando la loro storia.

4 WAI - Women Ambassadors in Italy Il Progetto in Italia: Si decide di declinare il progetto del tutto al femminile: gli Ambasciatori per lImprenditoria Femminile previsti dalla Call sono Ambasciatrici. Il Network italiano delle Ambassadors WAI si inserisce nel più ampio Network Europeo (primo Induction Event: 5 ottobre 2009, Stoccolma. Partecipazione di 14 Ambasciatrici WAI) Scopo del progetto in Italia: incoraggiare lo spirito imprenditoriale femminile attraverso la creazione di un Network di donne imprenditrici esperte che, attraverso la loro testimonianza vincente, incoraggino le donne a fare impresa (dal Progetto approvato e ammesso a finanziamento)

5 WAI - Women Ambassadors in Italy Il partenariato: tutti i consorzi Enterprise Europe Network italiani sono rappresentati, con unampia copertura del territorio nazionale. 19 partners in 16 regioni coordinatore nazionale: Unioncamere Toscana, partner del consorzio CINEMA Steering Committee: Unioncamere Toscana + Promofirenze

6 WAI - Women Ambassadors in Italy ALPS: P18 - Unioncamere Liguria CINEMA: P01- Unioncamere Toscana P07 - BIC Lazio P11 - CSI Cagliari P13 - Consorzio Eurosportello Confesercenti P14 - Promofirenze P15 - Centro Estero delle CCIAA dellUmbria P17 - CCIAA di Ascoli Piceno BRIDGCONOMIES: P02 - CCIAA di Chieti P03 - Consorzio Spin P04 - Eurosportello Napoli P09 - Unioncamere Molise P10 - Unioncamere Puglia P12 - Consorzio Catania Ricerche P19 - CCIAA di Teramo FRIENDEUROPE P06 - Concentro P16 - Unioncamere del Veneto SIMPLER: P05 - CCIAA Ravenna P08 - Innovhub

7 WAI - Women Ambassadors in Italy Le tappe percorse: Il progetto è stato approvato e ammesso a finanziamento dopo la fase di refinement, conclusasi nellAgosto Il Grant Agreement è stato sottoscritto dai partner tramite mandato a UTC nel dicembre Starting date of the Action: 1 agosto Durata: 18 mesi Ottobre 2010: approvazione dellInterim Progress Report da parte di EACI Conclusione: gennaio 2011

8 WAI - Women Ambassadors in Italy Le azioni principali (1): -Realizzazione dellindagine Limprenditoria femminile in Italia. Le imprese italiane secondo una prospettiva di genere: aspirazioni e problematiche delle aspiranti e delle neo-imprenditrici. Elaborazione a cura dellUfficio Studi su dati Osservatorio Imprenditoria Femminile e 215 questionari raccolti dai partner WAI (aspiranti e neo- imprenditrici intervistate). Definizione delle caratteristiche del target di riferimento. Disponibile su -Costituzione del network delle Woman Ambassadors in Italy: 31 Ambasciatrici WAI (16 titolari +15 supplenti) selezionate a livello regionale dai partner (oggi sono 30).

9 WAI - Women Ambassadors in Italy Limprenditoria femminile in Italia. Le imprese italiane secondo una prospettiva di genere. Aspirazioni e problematiche delle aspiranti e delle neo-imprenditrici. Dalle Conclusioni: […] La motivazione che spinge in maniera preponderante le donne -di qualsiasi età- a fare impresa è il desiderio di affermazione e realizzazione personale […]. Le difficoltà maggiori che una donna deve affrontare nellavviare unattività dimpresa, come cera da aspettarsi, sono di natura economica […]. A questi deterrenti di natura esterna, però, si affiancano numerose difficoltà di carattere personale legate alla sfera emozionale di ciascuna aspirante o neo imprenditrice […]

10 WAI - Women Ambassadors in Italy La caratteristica ritenuta più importante per una donna che vuole avviare unattività dimpresa è possedere o sviluppare adeguate competenze tecniche e di mercato, e ciò non sorprende, dal momento che la principale motivazione che - come detto - spinge le donne a fare impresa, è il desiderio di affermare se stesse e dimostrare la propria competenza. Accanto alle capacità strettamente tecniche, però, la futura imprenditrice deve possedere un mix complesso di caratteristiche personali e caratteriali […]

11 WAI - Women Ambassadors in Italy […] Per quanto riguarda le azioni di supporto maggiormente richieste da parte delle aspiranti e neo imprenditrici intervistate, la principale risulta lattivazione di strumenti per il reperimento di risorse finanziarie; […] ma è forte anche la richiesta di formazione tecnica specifica e di consulenza organizzativa e gestionale. Dallindagine risultano anche altre richieste da parte delle donne che si accingono a fare impresa e che non sono trascurabili, come ad esempio la necessità di ricevere sostegno da parte di imprenditrici esperte ed il tutoraggio, ritenute azioni di supporto importanti da una intervistata su quattro.

12 WAI - Women Ambassadors in Italy Laffiancamento e la trasmissione di esperienza da parte di imprenditrici esperte, insieme alla richiesta di formazione, possono essere viste come azioni volte alla maturazione ed allo sviluppo delle proprie capacità imprenditoriali, nonché come strumenti per aumentare la consapevolezza dei limiti, ma anche dei punti di forza e delle proprie capacità personali.

13 WAI - Women Ambassadors in Italy Le azioni principali (2): Realizzazione di seminari regionali. Nel primo anno di progetto ( – ): 26 seminari con 1319 partecipanti. Ad oggi sono stati realizzati 34 seminari dei 35 programmati, di cui alcuni nellultima settimana. A consuntivo si potrà rilevare il numero totale dei partecipanti; considerando un target di 50 partecipanti a seminario, si prevede di aver raggiunto, a fine progetto, circa 1750 partecipanti.

14 WAI - Women Ambassadors in Italy Le azioni principali (3): Incontri nazionali: - Kick-off meeting (Firenze, 1 ottobre 2009) - Primo interim meeting (Roma, 1 luglio 2010) - Secondo interim meeting (Rimini, 5 novembre 2010) - lincontro conclusivo di oggi Gli interim meeting sono stati realizzati in occasione di incontri nazionali Enterprise Europe Network

15 WAI - Women Ambassadors in Italy Le azioni principali (4): Promozione e disseminazione di informazioni: (progetto, partners, Ambasciatrici, il Network europeo, notizie dai partners, links, documentazione, forum). Notizie dai partner raccoglie molta documentazione utile prodotta in occasione di seminari ed incontri, compresi i discorsi tenuti dalle Ambasciatrici. Attenzione alla promozione di unimmagine uniforme tramite luso del logo delle FEAs e della Graphic Charter di Enterprise Europe Network.

16 WAI - Women Ambassadors in Italy Il sito di WAI: Home I partner Le Ambasciatrici Il Network Europeo Notizie dai partner Documentazione Links Agorà

17 WAI - Women Ambassadors in Italy I seminari WAI Il fulcro delle attività di progetto è stato lo svolgimento di seminari organizzati a livello regionale. I seminari prevedono due momenti: temi specifici relativi allo start-up di impresa incontro tra le Ambasciatrici e le aspiranti e neo-imprenditrici. Con il contributo dei partner, è stato definito il National Planning of Activities for the Target Group, calendario degli incontri realizzati sul territorio, oltre al National planning of promotional activities. Sono stati effettuati vari aggiornamenti su

18 WAI - Women Ambassadors in Italy Nei seminari WAI: Le neo-imprenditrici o aspiranti imprenditrici affrontano argomenti correlati alla fase di start-up dellimpresa Possono attingere al carico di esperienza, competenze, entusiasmo delle Ambasciatrici; le Ambasciatrici presentano la loro storia, la propria idea imprenditoriale, le proprie esperienze professionali, aprendosi al dialogo con le intervenute. Una best practice replicabile ed esportabile.

19 WAI - Women Ambassadors in Italy -E stata ideata e realizzata unattività di coaching a favore delle Ambasciatrici, con lobiettivo di consolidare le capacità comunicative e le qualità necessarie per svolgere al meglio il proprio ruolo di Ambasciatrici. -La Ambasciatrici hanno avuto modo di prendere coscienza dei propri punti di forza e di sviluppare le proprie capacità personali e professionali attraverso una Competence Recommandation List, a cura di UTC.

20 WAI - Women Ambassadors in Italy Azioni extra: - Predisposizione e invio profili in inglese di tutte le Ambassadors per pubblicazione sul sito della Commissione Europea - Contribuito alla definizione di unimmagine comune per i progetti FEA – scelta e richiesta del logo - Diplomi di Female Entrepreneurship Ambassador per tutte le Ambasciatrici - titolari e supplenti – chiesti ed ottenuti dalla Commissione Europea… … e molto altro: - Entusiasmo -Passione -Proposte per continuare

21 WAI - Women Ambassadors in Italy Alcune indicazioni sullimpatto delle azioni realizzate: A fine ottobre-inizi novembre 2010, con la collaborazione dei partner, è stata realizzata una veloce indagine su un campione di partecipanti ai seminari WAI per fornire una prima informazione sullimpatto delle azioni realizzate alla Commissione Europea ( e interviste telefoniche a partecipanti ai seminari).

22 WAI - Women Ambassadors in Italy 109 donne intervistate in diverse regioni: 17 donne hanno dichiarato di aver avviato una propria attività imprenditoriale in seguito alla partecipazione ad un seminario WAI (15.60%) Tra coloro che non avevano ancora avviato la propria attività imprenditoriale, 46 (38.66%) del campione ha dichiarato di avere intenzione di farlo a breve (entro il 2011) e 17 altre hanno indicato di avere intenzione di farlo, anche se non a breve (15.60% del campione; totale di risposte positive 57.80%). 16 donne hanno risposto di non avere intenzione di avviare una nuova attività di impresa: 11 di queste perché lo avevano già fatto.

23 WAI - Women Ambassadors in Italy In generale, partecipare ad un seminario WAI in relazione allavvio di una propria attività imprenditoriale è stato: -utile/molto utile per 67 donne (61.47% del campione) -Utile ma non determinante per 7 donne Fondamentale/Determinante per 3 donne. Una ha così risposto: 4. La partecipazione al seminario WAI ha contribuito alla sua scelta? Il seminario WAI é il motivo per cui devo avviare una attivitá (dalla mail di risposta allintervista).

24 WAI - Women Ambassadors in Italy Osservazioni generali: -Si tratta di un piccolo campione, ma le risposte sono incoraggianti; sono necessari un periodo più lungo ed unindagine più estesa per vedere i frutti di quello che si è seminato -Le intervistate hanno evidenziato che incontrare le Ambasciatrici è stato stimolante e che le informazioni ricevute sono state appropriate ed utili -Iniziative simili ai seminari WAI sarebbero apprezzate anche per il futuro

25 WAI – Women Ambassadors in Italy Azioni da completare nellambito del progetto: -Un seminario regionale -Customer satisfaction survey sul coaching E poi: -Rendicontazione tecnica e finanziaria entro 60 gg dal termine delle azioni, rilevando anche lindicatore extra dellimpatto delle azioni realizzate, come richiesto dalla Commissione. Grazie per lattenzione Elisabetta Sani Unioncamere Toscana


Scaricare ppt "Women Ambassadors in Italy Stato dellarte del progetto. Le azioni realizzate e gli obiettivi raggiunti. Incontro conclusivo - Firenze, 20 gennaio 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google