La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

33 – L’alternativa di breve periodo tra inflazione e disoccupazione

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "33 – L’alternativa di breve periodo tra inflazione e disoccupazione"— Transcript della presentazione:

1 33 – L’alternativa di breve periodo tra inflazione e disoccupazione
copertina A.A Istituzioni di economia, corso serale

2 Istituzioni di economia, corso serale
Questo file per Power Point (visibile anche con OpenOffice <www.openoffice.org>) può essere scaricato da web.econ.unito.it/terna/istec/ il nome del file è 33_fluttuazioni_economiche_breve_periodo.ppt (i file sono anche salvati in formato zip) Il libro di testo ha un sito di appoggio a siti e file A.A Istituzioni di economia, corso serale

3 Istituzioni di economia, corso serale
Il tasso naturale di disoccupazione dipende dalle caratteristiche del mercato del lavoro, come la legge sui salari minimi, il potere di mercato dei sindacati, l’effetto dei salari efficienti, l’efficacia della ricerca di lavoro L’inflazione dipende in primo luogo dalla quantità di moneta controllata dalla banca centrale disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

4 confronto di breve periodo
Nel breve periodo la società deve confrontarsi con la alternativa: controllo della disoccupazione espandendo la domanda aggregata, ma a costo di maggiore inflazione controllo dell’inflazione contraendo la domanda aggregata, ma a costo di maggiore disoccupazione confronto di breve periodo [La somma tra la misura dell’inflazione (tasso) e quella della disoccupazione (tasso): il misery index ] A.A Istituzioni di economia, corso serale

5 Istituzioni di economia, corso serale
La curva detta di Phillips (da un articolo del 1958 di Alban William Phillips, poi confermato da risultati di Paul Samuelson e Robert Solow nel 1960) sintetizza l’alternativa, ricordando che nel breve periodo uno spostamento della curva di domanda aggregata, confrontato con la curva di offerta di breve periodo, genera pressione (o allentamento) sui prezzi e sui salari curva di Phillips A.A Istituzioni di economia, corso serale

6 figura della curva di Phillips
Tasso di inflazione (percentuale annua) 6 B figura della curva di Phillips A 2 Curva di Phillips 4 7 Tasso di disoccupazione (percentuale) A.A Istituzioni di economia, corso serale

7 scambio inflazione/disoccupazione
Lo scambio inflazione / disoccupazione (The Tradeoff Between Inflation and Unemployment) La politica monetaria e quella fiscale possono modificare la curva di domanda aggregata, spostando la posizione dell’economia lungo la curva di Phillips Curva che si limita a mostrare le possibili combinazioni corrispondenti agli spostamenti di breve periodo della curva di domanda aggregata lungo la curva di offerta aggregata di breve periodo scambio inflazione/disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

8 c. di Phillips e c. di dom. aggregata
Curva di domanda aggregata e curva di Phillips (a) Modello di domanda e offerta aggregata (b) La curva di Phillips Livello dei prezzi Offerta aggregata di breve periodo Tasso di inflazione (percentuale annua) B B 6 106 c. di Phillips e c. di dom. aggregata Domanda aggregata alta 102 A A 2 Curva di Phillips Domanda aggregata bassa 7500 8000 4 7 Quantità di prodotto Tasso di disoccupazione (prodotto a 8000) (disoccupazione al 7%) (disoccupazione al 4%) (prodotto a 7500) A.A Istituzioni di economia, corso serale

9 Istituzioni di economia, corso serale
E nel lungo periodo? Nel 1968, Milton Friedman e Edmund Phelps, indipendentemente, pubblicarono lavori in cui si nega la validità della curva di Phillips nel lungo periodo (La base della critica sta in quello che abbiamo studiato nel capitolo 28; nei lucidi, n. 20 e seguenti) Vale la relazione moneta  inflazione, ma non quella moneta  crescita (e quindi occupazione) nel lungo periodo A.A Istituzioni di economia, corso serale

10 disc. forma della curva di Phillips nel lungo periodo
Discussione: sulla base dell’ultima indicazione, indicare la forma della curva di Phillips nel lungo periodo disc. forma della curva di Phillips nel lungo periodo Obiettivo didattico: applicare una curva (una relazione tra grandezze) in un contesto diverso A.A Istituzioni di economia, corso serale

11 relazioni nel l. periodo
La crescita dell’offerta di moneta determina il tasso d’inflazione ma, indipendentemente da questo, il tasso di disoccupazione tende a collocarsi al proprio livello naturale Di conseguenza la curva di Phillips di lungo periodo è verticale relazioni nel l. periodo A.A Istituzioni di economia, corso serale

12 Curva di Phillips di lungo periodo Tasso naturale di disoccupazione
Curva di Phillips nel lungo periodo Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo Inflazione elevata B curva nel l. periodo 1 2. … ma nel lungo periodo la disoccupazione rimane al suo tasso naturale Inflazione moderata A Tasso naturale di disoccupazione Tasso di disoccupazione 1. Se la banca centrale aumenta il tasso di crescita dell’offerta di moneta, il tasso di inflazione aumenta … A.A Istituzioni di economia, corso serale

13 ipotesi del tasso naturale di disoccupazione
La politica monetaria espansiva muove l’economia da A (bassa inflazione) a B (alta inflazione) senza modificare il tasso di disoccupazione Significato di “naturale” per tasso di disoccupazione: fuori dalla possibilità di controllo da parte della politica monetaria L’evidenza storica conferma questa ipotesi ipotesi del tasso naturale di disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

14 Domanda aggregata e curva di Phillips nel lungo periodo
Modello di domanda e offerta aggregata La curva di Phillips Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo curva nel l. periodo 2.1 P2 B P1 A AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Tasso naturale di disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

15 Domanda aggregata e curva di Phillips nel lungo periodo
Modello di domanda e offerta aggregata La curva di Phillips Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo 1. Un aumento dell’offerta di moneta fa aumentare la domanda aggregata … curva nel l. periodo 2.2 P2 B P1 A AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Tasso naturale di disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

16 Domanda aggregata e curva di Phillips nel lungo periodo
Modello di domanda e offerta aggregata La curva di Phillips Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo 1. Un aumento dell’offerta di moneta fa aumentare la domanda aggregata … curva nel l. periodo 2.3 P2 B P1 A AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Tasso naturale di disoccupazione 2. … e il livello dei prezzi … A.A Istituzioni di economia, corso serale

17 Domanda aggregata e curva di Phillips nel lungo periodo
Modello di domanda e offerta aggregata La curva di Phillips Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo 1. Un aumento dell’offerta di moneta fa aumentare la domanda aggregata … curva nel l. periodo 2.4 P2 B 3. … il tasso di inflazione aumenta … P1 A AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Tasso naturale di disoccupazione 2. … e il livello dei prezzi … A.A Istituzioni di economia, corso serale

18 Domanda aggregata e curva di Phillips nel lungo periodo
Modello di domanda e offerta aggregata La curva di Phillips Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo 1. Un aumento dell’offerta di moneta fa aumentare la domanda aggregata … curva nel l. periodo 2.5 P2 B 3. … il tasso di inflazione aumenta … P1 A AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Tasso naturale di disoccupazione 2. … e il livello dei prezzi … 4. …ma disoccupazione e produzione rimangono fisse al loro livello naturale A.A

19 Istituzioni di economia, corso serale
In sintesi; Friedman e Phelps: non c’è correlazione tra inflazione e disoccupazione nel lungo periodo Phillips, Samuelson e Solow: c’è correlazione tra inflazione e disoccupazione, sulla base dei dati del passato una sintesi Friedman e Phelps: riconciliazione tra macroeconomia classica (neutralità della moneta, con effetti solo sull’inflazione) e dati A.A Istituzioni di economia, corso serale

20 disc. come si può formulare la sintesi
Discussione: come si può formulare la sintesi? disc. come si può formulare la sintesi Obiettivo didattico: (a) la ricerca di analogie, con la curva di offerta di breve e lungo periodo; (b) la riflessione sui gradi di libertà dei modelli e sul numero delle variabili (effetto dell’introduzione di una variabile aggiuntiva) A.A Istituzioni di economia, corso serale

21 azione nel breve, effetti nel lungo
L’azione a breve termine può avere un successo temporaneo e quindi una politica monetaria espansiva può avere effetto reale nel breve periodo, riducendo la disoccupazione (capitolo 31 sulla macroeconomia nel breve periodo) . . . . . . ma nel lungo periodo la disoccupazione ritorna al suo livello naturale con una nuova variabile nell’analisi: l’inflazione attesa azione nel breve, effetti nel lungo A.A Istituzioni di economia, corso serale

22 offerta aggregata b. e l. p.
Mini-ripasso: offerta aggregata inclinata positivamente nel breve periodo per (cap. 31, lucidi 37 e seguenti) per (i) l’imperfezione dell’informazione con l’errata percezione dei prezzi relativi, (ii) la vischiosità dei salari, (iii) la vischiosità dei prezzi; verticale nel lungo periodo Nella stessa logica, per F. e P. anche la relazione inversa tra inflazione e disoccupazione vale solo nel breve periodo, non nel lungo offerta aggregata b. e l. p. A.A Istituzioni di economia, corso serale

23 aspettative nel b. periodo
Nel breve periodo le aspettative sono date; pertanto modificazione della moneta ( e dei prezzi) spiegano l’inclinazione della curva di offerta e determinano spostamenti della curva di domanda (cap.28 lucido 13 e cap. 31 lucido 20) Nel lungo periodo le aspettative si adeguano al tasso di inflazione determinato dalla politica monetaria (dalla banca centrale) con i salari e i prezzi che si adeguano (la vischiosità è di breve periodo), l’offerta aggregata è verticale e gli spostamenti della domanda aggregata generano solo variazione dei prezzi (lucido 12 di questo capitolo) aspettative nel b. periodo A.A Istituzioni di economia, corso serale

24 spostamento c. di Phillips 1
Moneta ++  curva di domanda a destra  inflazione effettiva++ [più grande di quella attesa]  minore disoccupazione Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo B spostamento c. di Phillips 1 A Curva di Phillips di breve periodo con inflazione attesa moderata Tasso di disoccupazione Tasso naturale di disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

25 spostamento c. di Phillips 2
inflazione attesa ++ [uguale a effettiva] ritorno alla curva di offerta di lungo periodo  disoccupazione naturale Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo C B spostamento c. di Phillips 2 Curva di Phillips di breve periodo con inflazione attesa elevata A Curva di Phillips di breve periodo con inflazione attesa moderata Tasso di disoccupazione Tasso naturale di disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

26 Istituzioni di economia, corso serale
In formula: in formule a dipende dall’inclinazione della curva di offerta aggregata di breve periodo La differenza nella parentesi è nulla nel lungo periodo (positiva nel breve, nel nostro caso) A.A Istituzioni di economia, corso serale

27 “sperimentazione” anni ’70 - A
I fatti, quasi come un esperimento economico La critica di F. e P. è del 1968 La realtà dell’economia degli anni ’70 e ’80 (in parte) e i conseguenti atti di politica economica hanno permesso di verificare la obiezione di F. e P. alla curva di Phillips (che, dai dati degli anni ’60, sembrava molto attendibile) “sperimentazione” anni ’70 - A A.A Istituzioni di economia, corso serale

28 Tasso di disoccupazione (percentuale)
Tasso di inflazione (percentuale annua) Curva di Phillips negli anni ’60 negli USA 10 8 anni 6 1968 1966 4 1967 1962 1965 1961 1964 2 1963 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Tasso di disoccupazione (percentuale) A.A

29 Istituzioni di economia, corso serale
Tasso di inflazione (percentuale annua) La rottura all’inizio degli anni ’70 (con politica fiscale – spesa pubblica per la guerra Vietnam – e con la crescita di M2 per tenere bassi i tassi), dati USA 10 8 1973 anni 6 1971 1969 1970 4 1968 1972 1967 1966 2 1962 1965 1964 1961 1963 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Tasso di disoccupazione (percentuale) A.A Istituzioni di economia, corso serale

30 “sperimentazione” anni ’70 - B
Nel 1974 inizia ad operare l’OPEC, cartello dei paesi produttori di petrolio La curva di offerta di breve periodo, in presenza di uno shock dei prezzi degli input, si sposta a sinistra (minore produzione a parità di prezzo o maggiori prezzi a parità di produzione) Ciò determina disoccupazione e inflazione, spostando la curva di Phillips di breve periodo “sperimentazione” anni ’70 - B A.A Istituzioni di economia, corso serale

31 dilemma causato da shock sull’offerta
(a) Modello di domanda aggregata e offerta aggregata (b) La curva di Phillips Livello dei prezzi 4. …offrendo al governo una peggiore alternativa tra disoccupazione e inflazione Tasso di inflazione AS2 Offerta aggregata, AS1 dilemma causato da shock sull’offerta B P2 B 1. Uno spostamento negativo dell’offerta aggregata … A A P1 PC2 Domanda aggregata Curva di Phillips, PC1 Y2 Y1 Quantità di prodotto Tasso di disoccupazione 3. … e aumentare il livello dei prezzi … 2. … fa abbassare il prodotto …

32 Istituzioni di economia, corso serale
Tasso di inflazione (percentuale) Gli effetti, sino all’inizio degli anni ’80, dati USA 10 1981 1980 1975 1974 1979 8 1978 6 anni 1973 1977 1976 4 1972 2 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Tasso di disoccupazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

33 “sperimentazione” anni ’80
Il costo della riduzione dell’inflazione All’inizio degli anni ’80 l’obiettivo principale negli SU (e in gran parte del mondo) diventa l’uscita dall’inflazione Per ridurre l’inflazione, le banche centrali devono contrarre l’offerta di moneta; di conseguenza: “sperimentazione” anni ’80 la domanda aggregata si contrae la produzione di merci e servizi diminuisce la disoccupazione cresce A.A Istituzioni di economia, corso serale

34 spostamento c. di Phillips
moneta --  inflazione effettiva -- [minore di quella attesa] (curva di domanda a sinistra)  maggiore disoccupazione inflazione attesa = effettiva (curva di offerta di l. periodo)  disoccupazione naturale Tasso di inflazione Curva di Phillips di lungo periodo A spostamento c. di Phillips Curva di Phillips di breve periodo con inflazione attesa elevata C B Curva di Phillips di breve periodo con inflazione attesa moderata Tasso naturale di disoccupazione Tasso di disoccupazione

35 Istituzioni di economia, corso serale
Muovendosi sulla curva di Phillips, nel breve periodo la disinflazione provoca forte disoccupazione Stime “à la Phillips” del periodo in questione (quando presidente della Fed era Paul Volcker) indicavano in 5 punti di PIL il sacrificio necessario per ridurre l’inflazione di un punto Dal 10% al 4% (obiettivo) avrebbe voluto dire . . . in 5 anni 6% anno al di sotto della tendenza naturale; in 10 anni 3 % . . . Comunque effetti difficili da sopportare La teoria in soccorso della pratica: le aspettative razionali sacrificio A.A Istituzioni di economia, corso serale

36 Istituzioni di economia, corso serale
Di nuovo in formula: in formule, di nuovo a dipende dall’inclinazione della curva di offerta aggregata di breve periodo La differenza nella parentesi è nulla nel lungo periodo (negativa nel breve, nel nostro caso) A.A Istituzioni di economia, corso serale

37 aspettative razionali
La teoria delle aspettative razionali (gli individui utilizzano in modo ottimale tutte le informazioni di cui dispongono, incluse quelle sulle politiche perseguite dal governo, nel decidere) suggerisce che il sacrificio possa essere più piccolo di quello stimato (La teoria è dovuta a Robert Lucas, Thomas Sargent, Robert Barro e altri) aspettative razionali A.A Istituzioni di economia, corso serale

38 Istituzioni di economia, corso serale
Per F. e P. è l’inflazione attesa a determinare l’operato della curva di Phillips e il ritorno all’equilibrio di lungo periodo dipende dalla velocità con cui gli attori dell’economia percepiscono l’inflazione effettiva e modificano quella attesa Per la teoria delle aspettative razionali, nota la politica perseguita dal governo, l’adattamento alle aspettative è istantaneo e quindi le stime sulla misura del “sacrificio” sono eccessive applicazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

39 Istituzioni di economia, corso serale
La disinflazione di Volcker (A, B, C come lucido 34), dati USA Tasso di inflazione (percentuale annua) 10 1980 1981 A 8 1979 1982 anni 6 1984 B 4 1987 1983 1985 C 1986 2 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Tasso di disoccupazione (percentuale) A.A Istituzioni di economia, corso serale

40 Istituzioni di economia, corso serale
(Si noti che la disinflazione fu tutta di origine monetaria, in quanto in quegli anni la politica fiscale reaganiana espandeva la domanda aggregata) L’effetto disoccupazione c’è stato, ma minore del previsto, con un parziale successo delle aspettative razionali (o per il sommarsi delle azioni monetaria e reale, per l’espansione produttiva generata dalla politica fiscale, che del resto può anche avere agito come contro-effetto nelle aspettative razionali e quindi ) chi ha ragione A.A Istituzioni di economia, corso serale

41 Istituzioni di economia, corso serale
L’era Greenspan (dati USA) anni A.A Istituzioni di economia, corso serale

42 Istituzioni di economia, corso serale
In Italia? Una relazione molto complessa Anni Cinquanta: la curva di Phillips è pressoché piatta. Anni Sessanta: la curva di Phillips ha una pendenza negativa, sia nella fase di aumento dell’inflazione ( ) sia nella fase di diminuzione ( ) Anni Settanta: la curva di Phillips è verticale o addirittura inclinata positivamente: sono gli anni delle contrattazioni sindacali più accese, da un lato, e di maggiore inflazione,dall’altro Anni Ottanta: la curva di Phillips è di nuovo inclinata negativamente, in corrispondenza della graduale disinflazione dell’economia Anni Novanta: la curva di Phillips è nuovamente piatta; la disinflazione è stata raggiunta ma il tasso di disoccupazione ha continuato ad aumentare fuori programma in Italia A.A Istituzioni di economia, corso serale

43 The NAIRU in Theory and Practice
fuori programma The NAIRU in Theory and Practice Laurence Ball N. Gregory Mankiw Working Paper 8940 NATIONAL BUREAU OF ECONOMIC RESEARCH 1050 Massachusetts Avenue Cambridge, MA 02138 May 2002 ABSTRACT This paper discusses the NAIRU -- the non-accelerating inflation rate of unemployment. It first considers the role of the NAIRU concept in business cycle theory, arguing that this concept is implicit in any model in which monetary policy influences both inflation and unemployment. The exact value of the NAIRU is hard to measure, however, in part because it changes over time. The paper then discusses why the NAIRU changes and, in particular, why it fell in the United States during the 1990s. The most promising hypothesis is that the decline in the NAIRU is attributable to the acceleration in productivity growth. e ora? A.A Istituzioni di economia, corso serale


Scaricare ppt "33 – L’alternativa di breve periodo tra inflazione e disoccupazione"

Presentazioni simili


Annunci Google