La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

31 – Domanda aggregata e offerta aggregata

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "31 – Domanda aggregata e offerta aggregata"— Transcript della presentazione:

1 31 – Domanda aggregata e offerta aggregata
copertina A.A Istituzioni di economia, corso serale

2 Istituzioni di economia, corso serale
Questo file per Power Point (visibile anche con OpenOffice <www.openoffice.org>) può essere scaricato da web.econ.unito.it/terna/istec/ il nome del file è 31_fluttuazioni_economiche_breve_periodo_31.ppt (i file sono anche salvati in formato zip) Il libro di testo ha un sito di appoggio a siti e file A.A Istituzioni di economia, corso serale

3 fluttuazioni dell’economia
Fluttuazioni a breve termine La maggior parte delle grandezze economiche presenta fluttuazioni di anno in anno In molti anni la produzione cresce, in altri la crescita non si manifesta, causando recessione In recessione diminuisce il PIL reale, diminuiscono quindi i redditi; aumenta la disoccupazione Una depressione è una recessione significativa di durata non breve fluttuazioni dell’economia A.A Istituzioni di economia, corso serale

4 tre aspetti fondamentali delle fluttuazioni economiche
Le fluttuazioni economiche sono irregolari e imprevedibili La maggior parte delle variabili economiche fluttua in sincronia Se la produzione diminuisce la disoccupazione aumenta tre aspetti fondamentali delle fluttuazioni economiche A.A Istituzioni di economia, corso serale

5 Istituzioni di economia, corso serale
Dati USA dati USA A.A Istituzioni di economia, corso serale

6 Istituzioni di economia, corso serale
Dati Italia dati Italia A.A Istituzioni di economia, corso serale

7 spiegare le fluttuazione di breve periodo
Spiegazione delle oscillazioni di breve periodo Lo strumento più usato dagli economisti è il modello della domanda aggregata e dell’offerta aggregata spiegare le fluttuazione di breve periodo A.A Istituzioni di economia, corso serale

8 Istituzioni di economia, corso serale
Macroeconomia e breve-lungo periodo Molti economisti ritengono che l’impostazione della macroeconomia classica (dicotomia tra grandezze nominali e reali, essendo quest’ultime indifferenti all’andamento della q. di moneta) valga solo nel lungo periodo Per spiegare le fluttuazioni a breve, l’ipotesi di neutralità della moneta è quindi ritenuta non appropriata breve e lungo A.A Istituzioni di economia, corso serale

9 Istituzioni di economia, corso serale
I dati di riferimento dell’analisi di breve periodo, ricordando che ora consideriamo collegate le grandezze nominali e reali, cioè la moneta influenza le grandezze reali (non neutralità) dati di riferimento PIL come misura della produzione di merci e servizi L’indice dei prezzi al consumo o il deflatore implicito dei prezzi A.A Istituzioni di economia, corso serale

10 domanda e offerta micro e macro
I concetti di domanda e offerta nell’analisi macroeconomica di breve periodo, con differenze importanti rispetto l’analisi micro Da un mercato (da un settore) alla visione aggregata di tutti i mercati (settori), cioè del comportamento di offerta e domanda per tutti i beni Curva della domanda aggregata: mostra la quantità di merci e servizi che famiglie, imprese e pubblica amministrazione desiderano acquistare per ogni dato livello di prezzo Curva dell’offerta aggregata: mostra la quantità di merci e servizi che le imprese desiderano produrre e vendere a ogni prezzo domanda e offerta micro e macro A.A Istituzioni di economia, corso serale

11 domanda e offerta aggregate
Domanda e offerta aggregate: produzione e livello dei prezzi si adeguano equilibrando offerta aggregata e domanda aggregata Livello dei prezzi Differenze rispetto all’analisi micro? Offerta aggregata domanda e offerta aggregate Livello dei prezzi di equilibrio Domanda aggregata Prodotto di equilibrio Quantità di prodotto A.A

12 differenze con analisi micro
Differenze con l’analisi micro? Domanda micro: acquistare/non acquistare un bene determina effetti sui mercati degli altri beni Domanda macro: la decisione è acquistare/non acquistare in assoluto differenze con analisi micro Offerta micro: produrre/non produrre un bene determina effetti sul mercato dei fattori produttivi anche per gli altri beni Offerta macro: la decisione è produrre/non produrre in assoluto A.A Istituzioni di economia, corso serale

13 perché domanda inclinata negativamente
La curva di domanda aggregata – Perché è inclinata verso il basso? (*) Ricordiamo: perché domanda inclinata negativamente G può essere considerata una variabile politica indipendente (“esogena”), ma le altre tre dipendono dalla congiuntura economica e in particolare dal livello dei prezzi Quindi, per rispondere a (*) studiamo come i prezzi agiscono su C, I e NX A.A Istituzioni di economia, corso serale

14 Domanda aggregata e prezzi
Livello dei prezzi domanda aggregata 1 P1 P2 Domanda aggregata 1. Una diminuzione del livello dei prezzi … Y1 Y2 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

15 Domanda aggregata e prezzi
Livello dei prezzi domanda aggregata 2 P1 P2 Domanda aggregata 1. Una diminuzione del livello dei prezzi … Y1 Y2 Quantità di prodotto 2. … fa aumentare la quantità domandata di beni servizi A.A

16 effetto ricchezza di Pigou
Su C, effetto ricchezza (wealth effect) di Pigou (Arthur Pigou, ) Se i prezzi diminuiscono (caso che ci interessa: per diminuzione della q. di moneta) il consumatore si sente più ricco (effetto ricchezza) Per questo spende di più L’aumento di spesa per consumi genera aumento di domanda di merci e servizi effetto ricchezza di Pigou A.A Istituzioni di economia, corso serale

17 effetto tasso di interesse di Keynes
Su I, effetto tasso di interesse (interest-rate effect) di Keynes (John Maynard Keynes, ) Un livello più basso dei prezzi induce un tasso dell’interesse più basso (minori prezzi  minor moneta detenuta  maggiore offerta di fondi mutuabili, cap.25, lucido 21), che determina maggiore spesa di investimento L’aumento di spesa per investimenti genera aumento di domanda di merci e servizi effetto tasso di interesse di Keynes A.A Istituzioni di economia, corso serale

18 effetto cambio di Mundell-Fleming
Su NX, effetto tasso di cambio (exchange-rate effect) di Mundell e Fleming (Robert Mundell, Nobel 1999; Marcus Fleming, ) Un livello più basso dei prezzi induce tassi dell’interesse più bassi Il tasso di cambio si deprezza perché si spostano attività finanziarie all’esterno (offerta di moneta nazionale sul mercato dei cambi) L’aumento di spesa (di terzi) per esportazioni nette, genera aumento di domanda di merci e servizi effetto cambio di Mundell-Fleming A.A Istituzioni di economia, corso serale

19 disc. spostamento della domanda.
Discussione: che cosa può voler dire, in questo contesto, spostamento della domanda? disc. spostamento della domanda. Obiettivo didattico: ricordare la distinzione, già sperimentata in microeconomia, tra spostamento su una curva (lucido 15) e spostamento di una curva (che vedremo tra poco) A.A Istituzioni di economia, corso serale

20 spostamenti curva di domanda
Spostamenti della curva di domanda Gli spostamenti della curva di domanda possono derivare da modificazioni nel comportamento delle famiglie o delle imprese o da cambiamenti nelle politiche pubbliche: comportamento dei privati con riferimento alle decisioni di spesa per consumi per investimenti politiche pubbliche, con modificazioni delle politiche monetarie o fiscali effetti delle esportazioni nette spostamenti curva di domanda A.A Istituzioni di economia, corso serale

21 Istituzioni di economia, corso serale
Esempi CONSUMI: un aumento della propensione al consumo delle famiglie determina uno spostamento della curva di domanda aggregata verso destra (tagli delle imposte, boom della Borsa); un crollo della Borsa o aumento delle imposte provoca l’effetto opposto, con spostamento della curva di domanda verso sinistra aumento dell’offerta di moneta, sotto forma di “distribuzione dall’elicottero” (cap.28, lucido 17), con maggiore spesa a parità di prezzi e spostamento della curva di domanda a destra Esempi 1 A.A Istituzioni di economia, corso serale

22 Istituzioni di economia, corso serale
INVESTIMENTI: variazioni positive delle aspettative fanno spostare a destra la curva di domanda aggregata; lo stesso effetto è determinato dalla riduzione del tasso dell’interesse oppure da innovazioni tecnologiche che inducano ad acquisti di macchinari o attrezzature SPESA PUBBLICA: la fine della “guerra fredda” ha indotto una riduzione della spesa per armamenti, con spostamento della curva di domanda aggregata verso sinistra; scelte di sviluppo degli investimenti in infrastrutture hanno l’effetto opposto ESPORTAZIONI: fasi di espansione economica all’estero o deprezzamenti del cambio fanno spostare a destra la curva di domanda aggregata; l’effetto opposto è determinato da fasi di recessione all’estero o da apprezzamenti del cambio Esempi 2 A.A Istituzioni di economia, corso serale

23 spostamento domanda aggregata 1
Spostamenti della curva di domanda Livello dei prezzi spostamento domanda aggregata 1 P1 Domanda aggregata, D1 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

24 spostamento domanda aggregata 2
Spostamenti della curva di domanda Livello dei prezzi spostamento domanda aggregata 2 P1 D2 Domanda aggregata, D1 Y1 Y2 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

25 disc. sulla curva di offerta aggregata nel lungo periodo
Discussione: quale può essere la forma, e con quale significato, della curva di offerta aggregata di lungo periodo? disc. sulla curva di offerta aggregata nel lungo periodo Obiettivo didattico: la differenza concettuale tra curva di offerta in microeconomia e in macroeconomia A.A Istituzioni di economia, corso serale

26 curva di offerta aggregata di l.p. e di b.p.
La curva di offerta aggregata: nel lungo periodo è inclinata verticalmente, in quanto indipendente dai prezzi nel breve periodo è inclinata verso l’alto, come funzione crescente del prezzo curva di offerta aggregata di l.p. e di b.p. . . . e dipendente da? A.A Istituzioni di economia, corso serale

27 curva di offerta aggregata di l.p.
L’offerta aggregata di lungo periodo dipende dalla dotazione di fattori produttivi dell’economia (lavoro e capitale) e dal livello della tecnologia Dunque non dai prezzi! La curva dell’offerta aggregata di lungo periodo è verticale al livello naturale di produzione (espressione più appropriata di produzione potenziale o produzione di pieno impiego) curva di offerta aggregata di l.p. A.A Istituzioni di economia, corso serale

28 la curva di offerta aggregata di l.p. 1
Curva di offerta aggregata di lungo periodo e indifferenza ai prezzi Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo la curva di offerta aggregata di l.p. 1 Livello naturale di produzione Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

29 la curva di offerta aggregata di l.p. 2
Curva di offerta aggregata di lungo periodo e indifferenza ai prezzi Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo P1 la curva di offerta aggregata di l.p. 2 P2 1. Una diminuzione del livello dei prezzi … Livello naturale di produzione Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

30 la curva di offerta aggregata di l.p. 3
Curva di offerta aggregata di lungo periodo e indifferenza ai prezzi Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo P1 la curva di offerta aggregata di l.p. 3 P2 2. … non modifica la quantità di beni e servizi offerta nel lungo periodo 1. Una diminuzione del livello dei prezzi … Livello naturale di produzione Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

31 spostamenti della curva di offerta aggregata di l.p.
Spostamenti della curva aggregata di offerta di lungo periodo I cambiamenti nei fattori produttivi modificano la posizione della curva Ad esempio: un aumento dello stock di capitale aumenta la produttività e quindi la curva si sposta verso destra e viceversa un sussidio alla disoccupazione aumenta il tasso di disoccupazione naturale e quindi la curva si sposta verso sinistra e viceversa spostamenti della curva di offerta aggregata di l.p. A.A Istituzioni di economia, corso serale

32 modello di lungo periodo
Un modello di lungo periodo che tiene conto dell’aumento dell’offerta di moneta (Banca centrale), che induce aumento della domanda e inflazione, e della crescita dell’offerta aggregata di lungo periodo modello di lungo periodo A.A Istituzioni di economia, corso serale

33 offerta aggregata di b.p.
Curva di offerta aggregata di breve periodo Nel breve periodo: un incremento nel livello generale dei prezzi nell’economia tende a incrementare la quantità offerta di merci e servizi una diminuzione del livello generale dei prezzi tende a ridurre la quantità offerta di merci e servizi offerta aggregata di b.p. A.A Istituzioni di economia, corso serale

34 curva di offerta aggregata di b.p. 1
Curva di offerta aggregata di breve periodo e prezzi Livello dei prezzi Offerta aggregata di breve periodo curva di offerta aggregata di b.p. 1 P1 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

35 curva di offerta aggregata di b.p. 2
Curva di offerta aggregata di breve periodo e prezzi Livello dei prezzi Offerta aggregata di breve periodo curva di offerta aggregata di b.p. 2 P1 P2 1. Una diminuzione del livello dei prezzi … Y2 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

36 curva di offerta aggregata di b.p. 3
Curva di offerta aggregata di breve periodo e prezzi Livello dei prezzi Offerta aggregata di breve periodo curva di offerta aggregata di b.p. 3 P1 P2 2. … riduce la quantità offerta di beni e servizi nel breve periodo 1. Una diminuzione del livello dei prezzi … Y2 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

37 perché la c. di offerta aggregata di b.p. è inclinata verso l’alto?
Tre spiegazione: teoria della “nuova macroeconomia classica” sull’imperfezione dell’informazione (misperceptions theory) teoria keynesiana della vischiosità dei salari (sticky-wage theory) teoria neo-keynesiana della vischiosità dei prezzi (sticky-price theory) perché la c. di offerta aggregata di b.p. è inclinata verso l’alto? A.A Istituzioni di economia, corso serale

38 imperfezione dell’informazione
Imperfezione dell’informazione (Milton Friedman, Nobel 1976, e Robert Lucas, Nobel 1995) I cambiamenti del livello generale dei prezzi possono ingannare i produttori che li interpretano come prezzi relativi (*) e quindi segnali relativi alla domanda sul loro mercato; di conseguenza riducono l’offerta se i prezzi diminuiscono e viceversa Anche i lavoratori possono percepire una diminuzione di retribuzioni (*) prima di rilevare la diminuzione dei prezzi dei beni; quindi possono reagire riducendo l’offerta di lavoro (e quindi la produzione) imperfezione dell’informazione (*) NB, mettendoli a confronto con le aspettative A.A Istituzioni di economia, corso serale

39 Istituzioni di economia, corso serale
Teoria keynesiana della vischiosità dei salari I salari nominali non si adeguano istantaneamente ai prezzi, sono “vischiosi” (contratti pluriennali, norme, . . .) Se i salari W sono fissati in funzione di una aspettativa di prezzi P che non è raggiunta (i prezzi aumentano meno ad esempio perché l’offerta di moneta si contrae), il salario reale W/P risulta più elevato e le imprese reagiscono riducendo la domanda di lavoro e la produzione (tentativo, alla scala micro, di eguagliare costo marginale e produttività marginale) vischiosità salari A.A Istituzioni di economia, corso serale

40 Istituzioni di economia, corso serale
Teoria neo-keynesiana della vischiosità dei prezzi I prezzi delle merci e dei servizi sono lenti ad adeguarsi (costi di menu) Se i prezzi P sono fissati in funzione di una data aspettativa che non si realizza (i prezzi aumentano meno ad esempio perché l’offerta di moneta si contrae), alcune imprese adeguano istantaneamente i prezzi, altre no, perdendo occasioni di vendita e quindi produzione e occupazione vischiosità prezzi A.A Istituzioni di economia, corso serale

41 Istituzioni di economia, corso serale
In sintesi, tre spiegazioni che concorrono a spiegare l’inclinazione positiva della curva di offerta di breve periodo In formula Q. Offerta = Livello naturale di produzione + a (Prezzi effettivi – Prezzi attesi) in cui a è una costante che determina la reattività della “Q. Offerta” alle variazioni inattese dei prezzi in sintesi A.A Istituzioni di economia, corso serale

42 Istituzioni di economia, corso serale
Ricordiamo che si tratta comunque di fenomeni di breve periodo, essendo l’offerta verticale nel lungo periodo breve periodo Nel breve, oltre che spostarci sulla curva di offerta, possiamo verificare spostamenti della curva di offerta A.A Istituzioni di economia, corso serale

43 spostamenti curva di offerta di b.p.
Spostamenti della curva di offerta di breve periodo Livello dei prezzi Offerta aggregata di breve periodo, S1 S2 P1 spostamenti curva di offerta di b.p. Y2 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

44 Istituzioni di economia, corso serale
Spostamenti della curva di offerta di breve periodo: cause strutturali Un aumento dello stock di capitale sposta verso destra la curva di offerta di breve periodo (e quella di lungo p.) Un aumento del tasso naturale di disoccupazione sposta verso sinistra la curva di offerta di breve periodo (e quella di lungo p.) . . . cause strutturali A.A Istituzioni di economia, corso serale

45 effetti delle aspettative strutturali
Spostamenti della curva di offerta di breve periodo: effetti delle aspettative sui prezzi Aspettative di aumento dei prezzi determinano salari più elevati, maggiori costi e quindi spostamento a sinistra – a parità di prezzo – della curva di offerta di b.p. (contano le aspettative, in quanto se successivamente i prezzi non aumentano, la vischiosità dei salari . . .) Aspettative di diminuzione dei prezzi determinano salari meno elevati e quindi spostamento a destra della curva di offerta di b.p. effetti delle aspettative strutturali A.A Istituzioni di economia, corso serale

46 disc. sulle spiegazioni possibili
Discussione: gli strumenti descrittivi e interpretativi visti possono servire a . . . disc. sulle spiegazioni possibili Obiettivo didattico: ricordare il “manifesto” del corso, sulla dotazione di semplici strumenti logici, formali e grafici per descrivere i fenomeni economici; aggiungiamo “interpretare” A.A Istituzioni di economia, corso serale

47 equilibrio di lungo periodo e due cause di recessione
Equilibrio di lungo periodo e due possibili cause di recessione Spostamenti della curva di domanda aggregata Spostamenti della curva di offerta aggregata equilibrio di lungo periodo e due cause di recessione a valere rispetto ad una situazione di equilibrio di lungo periodo in cui percezioni-aspettative, prezzi e salari sono in equilibrio (si sono tra loro adattati) verso la costante (il “motore immobile”) dell’offerta di lungo periodo, cioè il livello naturale di produzione A.A Istituzioni di economia, corso serale

48 equilibrio di lungo periodo
Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo equilibrio di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo Prezzo di equilibrio A Domanda aggregata Tasso naturale di produzione Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

49 effetti diminuzione della domanda aggregata
Per effetto di una diminuzione della curva di domanda aggregata: la produzione scende al di sotto del livello naturale la disoccupazione cresce i prezzi diminuiscono effetti diminuzione della domanda aggregata Successivamente, la correzione degli errori percettivi, la riduzione della vischiosità di prezzi e salari, fanno sì che si ritorni all’equilibrio A.A Istituzioni di economia, corso serale

50 diminuzione della domanda aggregata 1
Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 diminuzione della domanda aggregata 1 P1 A Domanda aggregata, AD1 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

51 diminuzione della domanda aggregata 2
Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 diminuzione della domanda aggregata 2 P1 A 1. Una diminuzione della domanda aggregata … Domanda aggregata, AD1 AD2 Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

52 diminuzione della domanda aggregata 3
Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 diminuzione della domanda aggregata 3 P1 A P2 B 1. Una diminuzione della domanda aggregata … Domanda aggregata, AD1 AD2 Y2 Y1 Quantità di prodotto 2. … fa diminuire la produzione nel breve periodo …

53 diminuzione della domanda aggregata 4
Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 AS2 3. … ma, con il passare del tempo, la curva dell’offerta aggregata di breve periodo si sposta … diminuzione della domanda aggregata 4 P1 A P2 B 1. Una diminuzione della domanda aggregata … P3 C Domanda aggregata, AD1 AD2 Y2 Y1 Quantità di prodotto 2. … fa diminuire la produzione nel breve periodo …

54 diminuzione della domanda aggregata 5
Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 AS2 3. … ma, con il passare del tempo, la curva dell’offerta aggregata di breve periodo si sposta … diminuzione della domanda aggregata 5 P1 A P2 B 1. Una diminuzione della domanda aggregata … P3 C Domanda aggregata, AD1 AD2 Y2 Y1 Quantità di prodotto 2. … fa diminuire la produzione nel breve periodo … 4. … e la produzione torna al suo livello naturale

55 Istituzioni di economia, corso serale
Nel breve periodo gli spostamenti della curva di domanda aggregata provocano oscillazione nella produzione Nel lungo periodo la produzione ritorna al livello naturale, con un effetto residuo sul livello generale dei prezzi conclusione A.A Istituzioni di economia, corso serale

56 effetti diminuzione dell’offerta aggregata
Per effetto di una diminuzione della curva di offerta aggregata: la produzione scende al di sotto del livello naturale la disoccupazione cresce i prezzi aumentano effetti diminuzione dell’offerta aggregata Successivamente, la correzione degli errori percettivi, la riduzione della vischiosità di prezzi e salari, fanno sì che si ritorni all’equilibrio A.A Istituzioni di economia, corso serale

57 diminuzione dell’offerta aggregata 1
1. Uno spostamento negativo della curva di offerta aggregata di breve periodo … Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 diminuzione dell’offerta aggregata 1 A P1 Domanda aggregata Y1 Quantità di prodotto A.A Istituzioni di economia, corso serale

58 diminuzione dell’offerta aggregata 2
1. Uno spostamento negativo della curva di offerta aggregata di breve periodo … Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 diminuzione dell’offerta aggregata 2 B P2 A P1 Domanda aggregata Y2 Y1 Quantità di prodotto 2. … fa diminuire la produzione …

59 diminuzione dell’offerta aggregata 3
1. Uno spostamento negativo della curva di offerta aggregata di breve periodo … Livello dei prezzi Offerta aggregata di lungo periodo Offerta aggregata di breve periodo, AS1 diminuzione dell’offerta aggregata 3 B P2 A P1 3. … e aumentare il livello dei prezzi Domanda aggregata Y2 Y1 Quantità di prodotto 2. … fa diminuire la produzione …

60 Istituzioni di economia, corso serale
Nel breve periodo gli spostamenti della curva di offerta aggregata provocano stagnazione (diminuzione del prodotto) e inflazione (aumento del prezzi), cioè stagflazione La politica economica può intervenire sulla domanda aggregata per compensare uno dei due effetti negativi, non entrambi conclusione A.A Istituzioni di economia, corso serale

61 petrolio e stagflazione
L’aumento del prezzo del petrolio (provocato dal cartello Opec) nei periodi e produsse due casi di stagflazione L’aggravio dei costi negli input delle aziende che utilizzano il petrolio come materia prima produce uno spostamento a sinistra della curva di offerta di breve periodo e . . . petrolio e stagflazione A.A Istituzioni di economia, corso serale

62 reazioni di politica economica
Reazioni di politica economica a fronte di uno spostamento verso sinistra dell’offerta aggregata reazioni di politica economica Attendere il ri-adeguamento automatico di prezzi e salari . . . oppure incrementare la domanda aggregata con interventi monetari o fiscali A.A Istituzioni di economia, corso serale

63 reazioni di politica economica
Livello dei prezzi 1. Se l’offerta aggregata di breve periodo diminuisce … Offerta aggregata di lungo periodo AS2 Offerta aggregata di breve periodo, AS1 reazioni di politica economica A P1 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Quantità di prodotto A.A

64 reazioni di politica economica
Livello dei prezzi 1. Se l’offerta aggregata di breve periodo diminuisce … Offerta aggregata di lungo periodo AS2 Offerta aggregata di breve periodo, AS1 reazioni di politica economica P2 A P1 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Quantità di prodotto A.A

65 reazioni di politica economica
Livello dei prezzi 1. Se l’offerta aggregata di breve periodo diminuisce … Offerta aggregata di lungo periodo AS2 Offerta aggregata di breve periodo, AS1 reazioni di politica economica 2. … il governo può controbilanciare lo spostamento facendo espandere la domanda aggregata … P2 A P1 AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Quantità di prodotto A.A

66 reazioni di politica economica
Livello dei prezzi 1. Se l’offerta aggregata di breve periodo diminuisce … Offerta aggregata di lungo periodo AS2 Offerta aggregata di breve periodo, AS1 reazioni di politica economica P3 C 2. … il governo può acontrobilanciare lo spostamento facendo espandere la domanda aggregata … P2 A P1 provocando un ulteriore aumento del livello dei prezzi … AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Quantità di prodotto A.A

67 reazioni di politica economica
Livello dei prezzi 1. Se l’offerta aggregata di breve periodo diminuisce … Offerta aggregata di lungo periodo AS2 Offerta aggregata di breve periodo, AS1 reazioni di politica economica P3 C 2. … il governo può controbilanciare lo spostamento facendo espandere la domanda aggregata … P2 A P1 provocando un ulteriore aumento del livello dei prezzi … 4. … ma mantenendo la produzione al suo livello naturale AD2 Domanda aggregata, AD1 Tasso naturale di produzione Quantità di prodotto A.A


Scaricare ppt "31 – Domanda aggregata e offerta aggregata"

Presentazioni simili


Annunci Google