La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL TURISMO COME FATTORE DI SVILUPPO E DI NUOVE OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI MARIA DONATELLA CHIESA Facoltà di Economia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL TURISMO COME FATTORE DI SVILUPPO E DI NUOVE OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI MARIA DONATELLA CHIESA Facoltà di Economia."— Transcript della presentazione:

1 1 IL TURISMO COME FATTORE DI SVILUPPO E DI NUOVE OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI MARIA DONATELLA CHIESA Facoltà di Economia

2 2 - CHE COSA E IL TURISMO - GLI ATTORI DEL TURISMO - QUALI OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI

3 3 CHE COSA E IL TURISMO

4 4 TURISMO TUTTO QUANTO E LEGATO AL SODDISFACIMENTO DEL BISOGNO DI OCCUPARE IL TEMPO LIBERO

5 5 TURISMO QUALISIASI MOVIMENTO DI PERSONE, CONSIDERATE SINGOLARMENTE O IN GRUPPO, LE QUALI SI SPOSTANO DA UNA LOCALITA ALLALTRA PER VARIE RAGIONI FENOMENO COMPLESSO E TIPICO DELLA CIVILTA INSUSTRIALE CHE HA ORIGINE DAL VIAGGIO E DAL SOGGIORNO TEMPORANEO DEI NON RESIDENTI

6 6 ELEMENTI CARATTERISTICI trasferimento fuori dal proprio domicilio temporaneo motivi dello spostamento: - vacanza - professionale - altri motivi

7 7 TURISMO DI VACANZA MOTIVI - PIACERE - SVAGO - RIPOSO - INTERESSE CULTURALE CARATTERIZZATO -IMPIEGO DEL TEMPO LIBERO -SPESA A CARICO DI CHI LO PRATICA -LIBERA SCELTA DELLE MODALITA DI VIAGGIO E SOGGIORNO

8 8 TURISMO PROFESSIONALE MOTIVI - affari - lavoro temporaneo fuori sede - missioni - partecipazioni a convegni, congressi ….. CARATTERIZZATO - impiego tempo libero - spesa a carico delle imprese o enti - condizionamenti e vincoli nelle modalità del viaggio e del soggiorno

9 9 TURISMO PER ALTRI MOTIVI - studio - pellegrinaggio - cure per la salute - obblighi di famiglia - ………

10 10 MOTIVAZIONI PIACERE E DIVERTIMENTO68,5 VISITA AD AMICI25,7 RELIGIONE 3 SALUTE E CURE TERMALI 2,1 NESSUNA RISPOSTA 0,7

11 11 IMPERO ROMANO FACILE MUOVERSI PER 1)STRADE AGEVOLI 2)SICUREZZA DELLA PAX ROMANA 3)PROSPERITA E TEMPO LIBERO CADUTA DELLIMPERO TURISMO MOLTO RIDIMENSIONATO

12 12 XII SECOLO- ripresa del commercio per fiere - nascono le prime università XV e XVI SECOLO- crescente benessere - scoperta dellAmerica XIX SECOLO- avvio del turismo moderno

13 13 FATTORI DI SVILUPPO * collegamenti più rapidi * miglioramento delle sistemazioni

14 14 FENOMENI CARATTERISTICI DELLA NOSTRA SOCIETA - maggiore disponibilità di tempo libero - aumento del reddito delle famiglie e procapite - aumento della popolazione femminile attiva - aumento delle persone single - propensione al matrimonio in età più avanzata - aumento delle copie senza figli

15 15 EVOLUZIONE DELLA DOMANDA Nei paesi ad economia avanzata (Europa occidentale e Nord America) è in costante crescita e tende a diventare un fenomeno globale - ampia varietà di motivazioni di acquisto e di comportamento di consumi - peso maggiore della componente ambientale - aumenta lauto organizzazione dei viaggi - si valorizzano le forme turistiche non tradizionali - le vacanze principali tendono ad essere più di una - distribuite in più stagioni

16 16 FASI EVOLUTIVE DEL TURISMO Nel corso degli ultimi cinquantanni il fenomeno turistico ha conosciuto profonde modificazioni: 1) Ampliamento della gamma di motivazioni, (negli anni 50 erano limitate a riposo, salute, cultura dopo si sono aggiunti divertimento, studio, sport, avventura…) 2) Il passaggio da un turismo délite ad un turismo che coinvolge larghi strati della popolazione 3) Ampliamento delle tipologie di strutture ricettive - Evoluzione delle modalità di utilizzazione (dalla villeggiatura ai viaggi inclusive tour) - Diversificazione delle forme di turismo (prima solo balneare, montano, lacuale ora anche di studio, daffari, congressuale…)

17 17 MERCATO TURISTICO MERCATO DI DIFFICILE ANALISI PERCHE IL PRODOTTO TURISMO, NON E UNITARIO, MA SI DIFFERENZIA IN UN GRAN NUMERO DI PRODOTTI

18 18 SERVIZI TURISTICI OFFERTI: RICETTIVITA (dallalbergo al villaggio turistico) RISTORAZIONE (dal ristorante al bar) TRASPORTO (dallaereo al bus) CULTURALI (dalle visite ai siti ai musei) SVAGO E SPORT (dai locali di intrattenimento alle attrezzature sportive per lo sci, la nautica…, dalle manifestazioni folcloristiche alle feste, alle sagre..)

19 19 PRODOTTO GLOBALE Spiaggia Parco naturale Campi sportivi Spettacoli teatrali Trasporto Alloggio Ristorazione Altri elementi

20 20 Alcune differenze tra prodotto e servizio PRODOTTO Generalmente concreto Avviene un trasferimento di proprietà quando si effettua un acquisto Può essere venduto Può essere visionato prima dellacquisto Può essere immagazzinato dai venditori e dagli acquirenti Il consumo è preceduto dalla produzione La produzione, la vendita ed il consumo avvengono in luoghi diversi Può essere trasportato Solo il venditore produce È possibile un contatto solo indiretto fra aziende e cliente Il prodotto può essere esportato SERVIZIO È immateriale Di solito la proprietà non è trasferibile Non può essere venduto Non può essere visionato prima dellacquisto in modo efficace perché spesso non esiste prima dellacquisto Non può essere immagazzinato Di solito produzione e consumo coincidono La produzione, la vendita ed il consumo avvengono spesso nello stesso luogo Il servizio non può essere trasportato Lacquirente/cliente prende parte direttamente alla produzione È quasi sempre necessario un contatto diretto tra azienda e cliente Normalmente il servizio non può essere esportato, ma può esserlo il sistema di erogazione del servizio

21 21 GLI ATTORI DEL TURISMO

22 22 ORGANIZZAZIONI TURISTICHE Lelevata articolazione del settore turistico - sollecitato da un insieme di differenti domande - costituito da un insieme di differenti offerte comprende organizzazioni variegate nelle forme e nelle soluzioni istituzionali, tecniche e gestionali

23 23 Le imprese di viaggio e turismo Compito soddisfare il bisogno turistico inteso come aiutare ad occupare il tempo libero o muoversi per affari

24 24 Limpresa di viaggio e turismo organizza * I diversi fattori della produzione * Si assume il rischio della commercializzazione del prodotto

25 25 Levoluzione sia qualitativa sia quantitativa della domanda ha comportato ladeguamento delle funzioni svolte dalle imprese di viaggi. Si possono distinguere tre fondamentali tipologie: imprese che svolgono attività di intermediazione pura imprese che svolgono attività di produzione pura imprese che svolgono attività sia di intermediazione sia di produzione

26 26 In conformità ad una tale differenziazione di attività le imprese di viaggio e turismo si possono classificare in 1.Agenzie di viaggio e turismo dettaglianti le prime 2.Tour operator le seconde 3.Agenzie di viaggio e turismo miste le terze

27 27 Servizi di prenotazione Servizi ricettivi Servizi di organizzazione Servizi di trasporto Servizi diversi TOUR OPERATOR PRODOTTO DETTAGLIANTI AGENZIE MISTE DETTAGLIANTI Agenzie di viaggio PRODOTTO AGENZIE DI VIAGGIO miste TOUR OPERATOR

28 28 ATTIVITA DI INTERMEDIAZIONE tra la domanda e lofferta avviene quando le imprese di viaggio e turismo svolgono una funzione di punto di incontro tra il prodotto di altri ed il cliente che lo richiede in questo caso le imprese sono multiprodotto (emissione del biglietto di viaggio, prenotazione dellalbergo, vendita di un viaggio acquistato da chi si è occupato di organizzarlo…….)

29 29 Alitalia hotel Concorde Costa Crociere dettaglianti

30 30 DETTAGLIANTI Sono in genere imprese - di piccole dimensioni - con forma individuale o di persone, raramente assumono la forma di società a responsabilità limitata.

31 31 Il loro compenso è rappresentato dalla provvigione che il fornitore del prodotto venduto riconosce I costi di gestione non sono eccessivi e si limitano a quelli classici (affitto uffici, energia elettrica, riscaldamento, spese telefoniche…..) Mentre le spese di pubblicità possono essere nulle o insignificanti, in quanto beneficiano indirettamente di quella operata dai produttori dei prodotti che vendono

32 32 Fattori fondamentali il rapporto con il pubblico la localizzazione

33 33 Lesercizio delle attività di agenzia di viaggio e turismo è soggetto ad autorizzazione regionale, previo accertamento di requisiti professionali: Conoscenza dellamministrazione e organizzazione delle agenzie di viaggio Conoscenza tecnica, legislativa e geografia turistica Conoscenza di almeno due lingue Lautorizzazione richiede anche un - deposito cauzionale - direttore tecnico - nullaosta di pubblica sicurezza - denominazione non uguale o simile ad altre

34 34 ATTIVITA DI PRODUZIONE presuppone la produzione e vendita di un prodotto turistico

35 35 TOUR OPERATOR Il crescente sviluppo del turismo ha evidenziato nuove esigenze soddisfatte da nuovi prodotti Sono così nati i viaggi-pacchetto che costituiscono il prodotto turistico standardizzato, organizzato e comprendente una pluralità di servizi: trasporto, ricettività, escursioni…

36 36 Il tour operator organizza i diversi fattori della produzione turistica e si assume il rischio della commercializzazione del prodotto In tal modo ha assunto un ruolo sempre più caratteristico nello sviluppo del settore, sino ad influenzare i comportamenti della domanda e collocandosi di fatto come momento di incontro tra domanda e offerta turistica

37 37 Servizi ricettivi servizi di trasporto servizi di prenotazione Prodotto/pacchetto Tour operator

38 38 Tour operator Tipologia di prodotto: - circuiti - vacanze al mare - vacanze in montagna - vacanze culturali - altri tipi di vacanza…... Possibili specializzazioni dei Crociere marittime Vacanze di studio Specifiche destinazioni Particolari segmenti di clientela

39 39 Lo sviluppo e il ruolo dei tour operator non è uguale in tutti i paesi In Italia sono ancora pochi e di dimensioni inferiori a quelli europei che manovrano un elevato flusso di turisti Il motivo di questa differenza è: LItalia è ricca di risorse turistiche e il turista italiano trova più economico scoprirle da solo per la vacanza I turisti che si rivolgono alle imprese di viaggi acquistando i pacchetti lo fanno per: - desiderio di non pensare a nulla - desiderio di non perdere tempo - necessità di spendere meno - bisogno di sicurezza e comodità

40 40 Lattività dei tour operator è complessa, rischiosa e per essere conveniente deve presentare una -vasta gamma diversificata di prodotti, - operare su larga scala - o in una nicchia di mercato

41 41 In questa attività per avere successo sono necessarie: - spiccate doti organizzative, di fantasia, di creatività - ingenti capitali iniziali - considerevoli investimenti nella gestione (spese di pubblicità, di marketing destinate sia al mercato della domanda che a quello degli intermediari)

42 42 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA DOMANDA La domanda turistica è in primo luogo in funzione del reddito del tempo libero disponibile dalla propensione al consumo La sua caratteristica fondamentale è rappresentata dalla forte stagionalità per condizioni climatiche e periodi di ferie

43 43 In merito alla PROVENIENZA e alla DESTINAZIONE GEOGRAFICA La domanda si distingue in: * DOMANDA INTERNA Quella che proviene dai cittadini presenti o residenti in un dato paese ed è relativa ai beni e ai servizi turistici prodotti nello stesso paese e ivi consumati * DOMANDA ESTERA Quella proveniente dai cittadini di altri paesi che vengono in Italia per trascorrere le loro vacanze

44 44 CARATTERISTICHE GENERALI DELLOFFERTA Lofferta è costituita da una pluralità di fattori: - lambiente - le imprese ricettive - i ristoranti - i trasporti tutti quegli elementi ambientali e strumentali che costituiscono il prodotto turistico

45 45 domanda Impresa outgoing Imprese incomig locali offerta

46 46 ATTIVITA delle imprese di viaggio e turismo ANALIZZATA SOTTO DUE ASPETTI 1.ATTIVITA DI INCOMING 2. ATTIVITA DI OUTGOING

47 47 ATTIVITA DI INCOMING Quando le imprese si dedicano al reperimento e allorganizzazione dei servizi che devono essere forniti ai turisti in arrivo Sono essenzialmente localizzate vicino ai fattori dellofferta

48 48 ATTIVITA DI OUTGOING Raccolgono la domanda e la indirizzano verso lofferta - canalizzano la domanda - stabiliscono rapporti diretti con i fornitori dei servizi

49 49 Che cosè lincoming? INCOMING Significa - attrarre sul proprio territorio flussi turistici - gestire la soddisfazione delloccupare il tempo libero

50 50 INCOMING Attività di queste imprese è il reperimento e lorganizzazione dei servizi per i turisti in arrivo. Servizi di questo scenario sono: - alberghi – bus operator – guide - accompagnatori – organizzatori di congressi…

51 51 * singolarmente * agenzie di viaggio incoming - assemblano più servizi da offrire per soddisfare la domanda, - propongono attività per il tempo libero nel luogo (prenotazione spettacoli, ingressi mostre, musei…)

52 52 - SVILUPPARE LINDUSTRIA TURISTICA - POSIZIONARE LA DESTINAZIONE TORINO/PIEMONTE NEL MERCATO TURISTICO NAZIONALE E INTERNAZIONALE SONO DUE OBIETTIVI CHE MAGGIORMENTE IL TERRITORIO INTENDE RAGGIUNGERE

53 53 OBIETTIVO VALORIZZARE TORINO E LA SUA AREA METROPOLITANA CREANDO UN PRODOTTO TURISTICO TORINO-PIEMONTE CHE NON TRASCURI NESSUN ASPETTO DEL TERRITORIO E COMPRENDA - LA CITTA, - LA CAMPAGNA, - LE ALPI, - IL PAESAGGIO, - LA CULTURA, - LARTE……

54 54 TURISMO CULTURALE È UN SEGMENTO CONSIDEREVOLE Torino ha una fisionomia urbana che risente del radicale riassetto promosso dai Savoia a partire dal XVI secolo. Loriginario impianto a scacchiera che deriva dalla romana Augusta Taurinorum convive con il barocco torinese.

55 55 QUALI OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI

56 56 - TORINO - PIEMONTE * MONTI * LAGHI * CAMPAGNA

57 57 - pernottamento - ristorazione - trasporti - accoglienza - pubblicità/comunicazione - congressi - manifestazioni in genere

58 58 Rientrano nelle attività proprie delle imprese di viaggio e turismo: a)Lattività di informazione e pubblicità di iniziative turistiche, b)Lassistenza per il rilascio di passaporti e visti per lestero, c)Inoltro, ritiro, deposito bagagli per conto dei propri clienti, d)Prenotazione del noleggio di autovetture, e)Operazioni di emissione, in nome e per conto di imprese di assicurazione, delle polizze a garanzia di infortuni ai viaggiatori e dei danni alle cose trasportate f)Prenotazione e vendita di biglietti di spettacoli, fiere, manifestazioni g)………

59 59 PROFESSIONI TURISTICHE guida turistica interprete turistico accompagnatore turistico organizzatore congressuale istruttore nautico maestro di sci guida alpina aspirante guida alpina o portatore guida speleologica animatore turistico

60 60 ORGANIZZATORE CONGRESSUALE Organizza convention, simposi, manifestazioni congressuali. OBIETTIVI InterniEsterni - addestramento- promozione vendite - motivazione - trasferimento know-how - confronto - soluzione di problemi contingenti

61 61 FASI OPERATIVE Identificazione del congresso da organizzare * Personale operativo Progetto/preventivo e budget * Impianti tecnici Sede congressuale * Programma sociale Allestimenti e arredi * Trasporti Linea grafica e stampati * Materiale di corredo Mailing list * Ristorazione Cartellonistica e segnaletica * Ospitalità Comitato tecnico scientifico * Ufficio stampa Segreteria organizzativa

62 62 INCOMING CONGRESSUALE A TORINO NEL 2001 CONVEGNI PARTECIPANTI GIORNATE DI PRESENZA PERNOTTAMENTI

63 63 AGRITURISMO PUNTO DI FORZA DELLE AREE RURALI

64 64 Lagriturismo è una forma di turismo relativamente recente sviluppata in modo significativo in alcuni Paesi Europei mentre in altri è una modalità residuale FRANCIA - il miglior sviluppo per 1) capacità da parte dei poteri pubblici di pianificarlo e di renderlo funzionale alle aree rurali 2) organizzazione dellofferta che offre articolate tipologie di strutture di alloggiamento e ristorazione

65 65 IRLANDA :- è il business centrale del settore turistico - ampia tipologia di accoglienza delle strutture di accoglienza e per lo sport e lintrattenimento AUSTRIA :- il 10% degli agricoltori svolge unattività turistica complementare - la maggior parte collocate in alta montagna e rappresenta una alternativa per alloggiamento e ristorazione per sciatori ed escursionisti

66 66 ITALIA REGIONI DEL NORD gestione prevalentemente a carico del coltivatore- proprietario REGIONI DEL CENTRO gestione del proprietario non coltivatore REGIONI DEL SUD ED ISOLE realtà poco significativa

67 67 QUATTRO TIPI DI AGRITURISMO IN ITALIA 1) MONTANO -Trentino Alto Adige e Valle dAosta 2) MEDIA MONTAGNA - Emilia Romagna, Friuli e Piemonte 3) MARITTIMO - Calabria, Sicilia e Sardegna 4) CULTURALE - Toscana e Umbria

68 68 PIEMONTE turismo enogastronomico - turismo attento ad aspetti della cultura locale e ai prodotti alimentari tipici di un territorio e alle modalità di uso culinario degli stessi

69 69 CONSORZIO AGRITURISMO PIEMONTE sorto nel 1991 OBIETTIVO ORGANIZZARE ATTIVITA DI - MARKETING, - PUBBLICITA, - PROMOZIONE, - COMMERCIALIZZAZIONE

70 70 Fornisce informazioni - sullofferta di pernottamento e ristorazione - sulle attività promozionali organizzate dalle aziende agricole - sui programmi speciali organizzati per i ragazzi esempi * Manufatti di rame (scuola del rame di Alpette) * Festa delle erbe officiali (Comune di Pancalieri) * Prodotti tipici della Val Susa (Associazione Susa Galupa) * Festa della ciliegia (Comune di Pecetto e Chieri)


Scaricare ppt "1 IL TURISMO COME FATTORE DI SVILUPPO E DI NUOVE OPPORTUNITA IMPRENDITORIALI MARIA DONATELLA CHIESA Facoltà di Economia."

Presentazioni simili


Annunci Google